Perché realizzare
un Green Building?


L’impatto ambientale della progettazione, costruzione ed esercizio degli edifici é enorme: in Europa gli edifici sono responsabili, direttamente o indirettamente, di circa il 40% del consumo di energia primaria complessiva. Inoltre gli edifici impoveriscono la varietà biologica dell’ecosistema globale attraverso la trasformazione di microecosistemi locali in spazi antropizzati impermeabili e privi di biodiversità.

Un progetto realizzato con criteri di sostenibilità ambientale può:

  • minimizzare o eliminare del tutto gli impatti ambientali negativi attraverso una scelta consapevole;
     
  • consentire di ridurre i costi operativi;
     
  • aumentare il valore dell’immobile nel mercato e la produttività degli utenti finali;
     
  • migliorare la qualità dell’aria interna agli edifici.
     

In sintesi, l’adozione di pratiche sostenibili nella progettazione edilizia consente di conseguire benefici ambientali, economici e sociali locali e globali con ovvie ricadute su tutti gli utenti dell’edificio, inclusi i proprietari, gli occupanti e tutta la popolazione in generale.

Come si misura
la sostenibilità
di un edificio?


Quando si parla di sostenibilità di un edificio si prendono in esame non solo l’efficienza energetica (misurata in kWh), ma anche l’efficienza idrica (misurata in litri), il comfort ambientale interno (misurato in °C, UR%, lux) e altri aspetti.  Per questo sono nati i rating system di sostenibilità, fra i quali LEED e GBC, che analizzano diverse aree correlate all’impatto ambientale, economico e sociale dell’edificio. Questi strumenti valutano la sostenibilità degli edifici utilizzando una scala di misura normalizzata per tutti questi diversi ambiti.

Protocolli di certificazione energetico ambientali


Sappiamo le caratteristiche dell’acqua che beviamo, ma conosciamo le caratteristiche dell’edificio in cui viviamo?

Per gli edifici non esistono ancora sistemi di etichettature universali che dichiarino quanto consumano, come si vive nell’edificio, quali sono i materiali con cui è stato prodotto, il comfort acustico, termico, visivo, e così via. I sistemi di certificazione LEED e GBC però rappresentano un buono strumento per misurare  tutte le performance del sistema edificio nel complesso tramite l'analisi di parametri standardizzati.

La certificazione favorisce un mercato delle costruzioni più trasparente, dove sono chiare le prestazioni e le caratteristiche di ogni edificio.

Le aree tematiche per i green building


Costruire le case, costruire le città in un modo diverso ed ecologico è davvero qualcosa di fondamentale per il futuro del nostro pianeta e soprattutto per il benessere  e la vita di tutti noi.
Non si tratta solo di efficienza energetica o idrica, scelta dei materiali, gestione del sito di progetto, innovazione o qualità dell’ambiente.

Sostenibilità secondo noi, vuol dire ottimizzare le relazioni che esistono tra tutte queste cose.

 

Benessere e salute
Gli ambienti in cui viviamo, lavoriamo e studiamo devono essere salubri e confortevoli con buona ventilazione e illuminazione.

 

Terra
È necessario limitare l'impatto generato dalle attività di costruzione sull'ambiente naturale rispettando gli equilibri dell'ecosistema.

 

Materiali
È importante utilizzare materiali sostenibili, il riutilizzo e riciclaggio dei materiali e un adeguato smaltimento dei rifiuti, compresi quelli da demolizione.

Innovazione
La progettazione innovativa viene premiata e valorizzata.

 

 

Acqua
Bisogna ridurre il consumo di acqua potabile e monitorare l'efficienza dei flussi nell'uso e nello smaltimento quotidiano delle acque dentro e fuori gli edifici.

 

Territorio
Ogni territorio è unico e tipico, per questo bisogna valorizzare le caratteristiche costruttive delle diverse aree geografiche.

 

Energia
È necessario ridurre e controllare i consumi di energia degli edifici, incentivando l'utilizzo delle energie rinnovabili.

 

Linee guida applicazione protocolli energetico ambientali al processo edilizio


L’applicazione dei protocolli energetico ambientali risulta, ad oggi, ampiamente diffusa sul territorio nazionale. La struttura dei rating system e la loro metodologia sono sempre più note ai professionisti del settore.

GBC Italia ha messo a punta una guida sul processo di certificazione definendo le attività e le figure professionali coinvolte. Il seguente documento fornisce le indicazioni utili a supportare la scrittura di adeguati disciplinari tecnici di offerta e bandi di gara per gli edifici per i quali si intende perseguire la certificazione attraverso protocolli energetico ambientali.

   Linee guida applicazione protocolli

   Linee guida applicazione protocolli in ambito pubblico

I protocolli GBC Italia e la tassonomia europea


La tassonomia e in particolare i criteri di vaglio tecnico specificano, per i diversi obiettivi ambientali, i principali contributi, le prescrizioni minime da soddisfare di tipo quantitativo o qualitativo a lungo e a breve termine. Tuttavia non sono specificate le modalità di rendicontazione.

In continuità con gli obiettivi della tassonomia i sistemi di certificazione GBC Italia mirano a ridurre il contributo al cambiamento climatico globale, proteggere le risorse idriche e la biodiversità, promuovere i cicli di materiali sostenibili e rigenerativi nonché costruire un'economia verde. I protocolli guidano il processo edilizio attraverso strumenti chiari e univoci in grado di fornire risultati misurabili e confrontabili.

GBC Italia ha predisposto un documento per descrivere come i protocolli di certificazione GBC possano aiutare ad affrontare e a rendicontare i criteri di vaglio tecnico della tassonomia europea. Scarica qui sotto!

   I protocolli GBC Italia e la tassonomia europea

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.