/documents/20182/1753411/Margiotta.jpg/1aeb43d4-a47c-49bf-b628-76e054e745d3?t=1600874503219
23 set 2020

Mari (Re Mind/Gbc Italia): insieme per migliorare norme rigenerazione urbana e sostenibilità

Si è attivato oggi 23.9.2020 il Tavolo di Lavoro tra Mit con Re Mind Filiera Immobiliare, presieduta da Paolo Crisafi, cui partecipano anche a GBC ITALIA e OICE, relativo all’ordine del giorno in materia di rigenerazione urbana votato trasversalmente dal Parlamento con parere favorevole del Governo (nella persona del Sottosegretario al Ministro Infrastrutture e Trasporti Salvatore Margiotta).

Durante la riunione Crisafi ha precisato “A seguito di confronto con i principali esperti pubblici e privati si e’ costituto un gruppo di lavoro Re Mind formato dal Consigliere Delegato alla Manifattura Immobiliare Marco Mari (e Vp Gbc Italia), coordinatore, dal Consigliere Delegato per i Rapporti con Roma Capitale (e Presidente Oice) Gabriele Scicolone, dal Consigliere Delegato alle Infrastrutture e alla Difesa, Vittorio Colucci, dal Direttore Area Urbanistica Bruno Barel  e dal Consigliere di Presidenza Massimo Santucci”.
                                                
Il Coordinatore del gruppo di lavoro di Re Mind Filiera Immobiliare Marco Mari (vice presidente GBC Italia) ha fatto presente “ ringrazio il Governo, nella persona del Sottosegretario al Mit Salvatore Margiotta, per la sensibilità dimostrata a trovare soluzione condivise volte a perfezionare il provvedimento appena emanato laddove rischia di fermare le attività piuttosto che semplificare le procedure”. Ha poi chiuso Mari “Com'è noto, fra numerose attività che l'Unione Europea promuove in difesa del clima e dell'ambiente vi è quella dell’edilizia sostenibile progettata e realizzata con protocolli energetico-ambientali (rating system), strumenti concreti che sono definiti e promossi da associazioni no profit denominate GBC (Green Building Council) al pari di GBC Italia, secondo principi di sussidiarietà e inclusività.

Nel merito, operiamo in Re Mind Filiera Immobiliare che promuove, in particolare i protocolli energetico-ambientali della famiglia LEED-GBC ampiamente applicati nel nostro Paese (in pochi anni oltre 16 milioni di metri quadrati di edifici): il protocollo GBC Home” (applicabile a edifici residenziali e piccoli hotel) il protocollo “GBC Condomini” ma sopratutto il protocollo denominato “GBC Historic Building” primo strumento a livello mondiale a coniugare “Heritage & Sustainability”, restauro e riqualificazione sostenibile degli edifici con valenza storico-testimoniale sviluppato ancje in collaborazione con MIBACT”.                     

Scicolone (Oice/Re Mind) ha fatto presente “Sono stati trattati i principali temi della filiera immobiliare al riguardo:
- norme su edilizia e urbanistica
- norme su appalti e cantieri  
- norme su infrastrutture di energie rinnovabili
- norma su Valutazione Impatto Ambientali e Difesa dell'Ambiente.

Su tali argomenti c’è la massima disponibilità mia personale, di Oice e della Filiera Immobiliare Re Mind per migliorare le norme nell’interesse del Paese. Ed è proprio a tal fine che e’stato realizzato un primo documento di discussione frutto dei confronti tra operatori, istituzioni estere, nazionali e locali, forze politiche di governo e di opposizione, e arricchito alla luce dell’incontro odierno Mit/Re Mind Filiera Immobiliare”

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1753411/gbc-italia-news-awards-evento.jpg/cf0bd59f-a5fd-4949-83c2-61887ba58072?t=1600859133491
22 set 2020

GBC Italia Awards: proclamati i vincitori del costruire sostenibile

Si è tenuto ieri il webinar di premiazione delle eccellenze italiane della sostenibilità. Oltre 100 gli iscritti per conoscere le migliori iniziative di edilizia sostenibile.

In occasione dell’undicesima edizione della World Green Building Week, GBC Italia ha organizzato il webinar di Premiazione dei GBC Italia Awards. La cerimonia si è aperta con una lectio magistralis di Cristina Gamboa, Ceo del World GBC sugli scenari internazionali ed europei del mercato delle costruzioni sostenibili evidenziando che siamo davanti a una grande trasformazione del mercato delle costruzioni dove l’economia circolare, la decarbonizzazione e la salute e il benessere delle persone saranno i nuovi paradigmi di riferimento. Ospite d’eccezione della cerimonia anche Scot Horst, CEO di Arc Skoru, USGBC che ha posto l’attenzione su 4 concetti fondamentali: la passione, i luoghi, le persone e le comunità.

Una celebrazione condotta dal Presidente e dal Vicepresidente di GBC Italia, Giuliano Dall’Ò e Marco Mari, che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti, come il numero di candidature ricevute che cresce di anno in anno. 

GBC Italia, tramite il voto dei propri soci, ha proclamato i vincitori dei GBC Italia Awards 2019 per le seguenti categorie di premio:

Leadership in Green Building Design e Performance

Il premio è stato conferito a Ghella SpA per il Ghella Meeting Center che si trova a Roma, certificato LEED Platinum con il punteggio 81/110.

L’intervento riguarda la realizzazione di un volume di collegamento tra due edifici esistenti che ospitano la sede della Ghella S.p.A. L’ampliamento di circa 200 mq offre nuovi spazi per uffici e una sala di rappresentanza multi funzionale. L’innesto appare come una scatola trasparente incastonata tra i due volumi esistenti. Al piano terra ed in copertura un manto erboso restituisce parte del terreno occupato con le nuove volumetrie. Approfondimento del progetto | Foto

“Ringrazio GBC Italia per questo riconoscimento. In Ghella siamo orgogliosi della nostra sede centrale. Il nostro Ghella Meeting Center è un portento architettonico e ingegneristico incastonato tra due edifici brutalisti. Un esempio di sostenibilità che non avrebbe potuto esistere senza le tecnologie più avanzate e un processo di sviluppo interamente eseguito in BIM. Abbiamo ottenuto la prima certificazione LEED Platinum V4 in Italia e per questo devo ringraziare lo studio Spaini Architetti Associati e Sinergi Consulting. Penso che il futuro delle città storiche passi proprio dai piccoli sforzi collettivi, grazie a una visione che superi l’interesse del breve periodo e raccolga la sfida di lasciare un futuro migliore alle generazioni future.” dichiara Matteo d’Aloja, Head of External Relations & Communications in Ghella

Leadership di Impresa e Sostenibilità

In questa categoria hanno vinto a pari merito Italcementi e Colorificio MP.

Il core business di Italcementi è rappresentato dalla produzione e commercializzazione di cemento e – attraverso la controllata Calcestruzzi – di calcestruzzo preconfezionato e aggregati. Da oltre 150 anni, Italcementi rappresenta la storia ed il futuro del cemento in Italia. Approfondimento

“Italcementi è orgogliosa di essere stata indicata come vincitrice del GBC Italia Awards “Leadership d’Impresa e Sostenibilità – ha sostenuto Giovanni Pinto, Direzione Tecnologie e Qualità di Italcementi - Il riconoscimento premia l’impegno che da sempre caratterizza Italcementi sui temi dello sviluppo sostenibile. La sostenibilità è sempre più l’orizzonte del modo di fare impresa, con l’obiettivo di creare valore a favore delle attuali e delle prossime generazioni.”

Colorificio MP, socio GBC dal 2013, opera nel settore delle pitture e rivestimenti per l’edilizia da oltre 50 anni. L’ obiettivo è quello di offrire al mercato prodotti innovativi in grado di accrescere il benessere delle persone nel pieno rispetto dell'uomo e della natura. Approfondimento

“Obiettivo di Colorificio MP è innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale e sociale, tutela della salute. Le nuove generazioni sono il presente ed il futuro, per questo abbiamo costantemente attivi stage e tirocini di studenti di Scuole Superiori ed Universitari. Dal 1969 COLORIFICIO MP ha basato la propria attività sulla ricerca e sviluppo di prodotti attenti alla qualità, indirizzati alla bioarchitettura, al restauro conservativo degli edifici, al design engineering innovativo, studiati sulle esigenze del mercato, tramite servizi qualificati, pensati per un abitare sano, confortevole, creativo e duraturo.” Ha detto Fabrizio Moretti, CEO Colorificio MP.

Premio Mario Zoccatelli: Leadership in Green Building nel settore pubblico

Anche per questa categoria vincono ex aequo il Comune di Pesaro candidato dal socio Lungomare con il progetto: “Pesaro: città amica dell’ambiente” e il MiBACT candidato dal socio COAF con il progetto del “MEIS - il Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah” a Ferrara, certificato GBC Historic Building® Oro.

La strategia promossa dal Comune di Pesaro è finalizzata a promuovere una edilizia sostenibile con l’intento di coinvolgere sia i cittadini per aumentare la consapevolezza della lotta ai cambiamenti climatici. Approfondimento Pesaro Città Amica dell’Ambiente

“Siamo molto orgogliosi di ricevere questo riconoscimento che ci inserisce tra le eccellenze italiane della sostenibilità. La città sta investendo molto sul tema dell’edilizia sostenibile e dell’efficientamento energetico. Proprio poche settimane fa a Pesaro è stata inaugurata una nuova scuola media: un edificio tra i più all’avanguardia d’Italia, al top dell’efficientamento energetico. Una struttura a bassissimo impatto ambientale, determinato dalla scelta di materiali naturali, pensata anche per il benessere dei suoi occupanti: corpo docenti e ausiliari, studenti e cittadini tutti. Come Amministrazione comunale, negli ultimi anni abbiamo favorito cittadini e imprese che guardano ad un’edilizia più responsabile e sostenibile.” Ha dichiarato Matteo Ricci, Sindaco del Comune di Pesaro.

Il MEIS nasce da dei lavori di recupero e riqualificazione dell’edificio destinato a Ex Carceri da adibire a mostre temporanee, centro di documentazione e ricerca ed aule didattiche per bambini con l’applicazione del protocollo GBC Historic Building. Approfondimento MEIS

“Abbiamo appreso con grande piacere la notizia del premio riservato al progetto del MEIS. Consideriamo questo riconoscimento come un primo passo sul tema del rapporto tra sostenibilità e tutela del patrimonio culturale che apre orizzonti di portata eccezionale. Sta crescendo una nuova sensibilità verso un modello di sviluppo che coniughi modernità e passato ed è innegabile, soprattutto per il nostro Paese che custodisce un’eredità culturale fondamentale per la crescita delle persone, che la qualità della vita nei grandi agglomerati come nei piccoli centri, dipenderà molto da come verranno conciliati questi due aspetti. E’ una missione che ci vede impegnati come Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo in prima linea ed il progetto del MEIS ne rappresenta forse la prima tangibile testimonianza.” Ha dichiarato Corrado Azzolini Segretario Regionale per l’Emilia Romagna, Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali e per il Turismo.

Premio Mirna Terenziani

Questo premio, dedicato alle donne della comunità di Green Building Council Italia è stato assegnato a Carola Arrivas Bajardi proposta dal Consorzio EcoDomus con il progetto “Women in Green: quando le donne sanno fare la differenza” che riguarda una riqualificazione energetico ambientale a Palermo. Approfondimento del progetto

"Sono molto felice di ricevere questo riconoscimento perché mi fa sentire partecipe del cambiamento paradigmatico della nostra epoca. – sostiene Carola Arrivas Bajardi vincitrice – Mi occupo di sostenibilità ambientale da tanti anni ed oggi per me questo premio rappresenta un importante incoraggiamento a proseguire su questa strada. Dedico questo premio a tutte le donne che come me si impegnano con passione nella propria professione, non a caso il raggiungimento dell'uguaglianza di genere e l'empowerment di tutte le donne è uno dei 17 obiettivi dell'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile"

Premio Chapter dell’Anno

A differenza dei precedenti premi che sono il risultato della votazione dei soci, questo premio viene assegnato dal Consiglio di Indirizzo di GBC Italia composto da 24 membri che ha conferito il Premio di Chapter dell’anno al Chapter Piemonte perché con professionalità e competenza ha promosso GBC Italia con iniziative che sono diventate importanti occasioni per coinvolgere tutti gli attori, pubblici e privati che operano nel green building. Il premio è andato dunque al segretario Massimiliano Fadin che presiede il Chapter Piemonte dal 2012. “Con grande soddisfazione accolgo questa premiazione. In questi anni l’impegno profuso ha avuto come obiettivo aumentare la sensibilità in materia di edilizia sostenibile certificata, mettendo a disposizione con entusiasmo quanto realizzato sia nelle scuole che nei luoghi di lavoro – ha affermato Fadin - Abbiamo erogato corsi, organizzato convegni ed eventi indirizzati a progettisti, imprese e alla pubblica amministrazione. Ringrazio il Green Building Council Italia per questo importante riconoscimento, i miei soci, in particolar modo il mio Vice Lorenzo Balsamelli per la dedizione e l’impegno volti al raggiungimento dei nostri risultati. Ad majora!

È possibile vedere la registrazione delle cerimonia di premiazione a questo link. Clicca qui per scoprire tutti i candidati. 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1648242/gnc-italia-news-morassut.jpg/06de013c-36e4-483b-ac22-1cd468cea8fd?t=1596184724430
31 lug 2020

R. Morassut: “Edifici resilienti, sostenibili e salubri per tutti”

Il Sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut intervenuto al think tank Re Mind, con cui GBC Italia collabora attivamente, ha dichiarato: “Stiamo avviando un nuovo periodo, un nuovo “green deal” in cui le filiere Edilizia e Immobiliare devono rispondere a logiche di sostenibilità concreta, misurata e rendicontata con protocolli energetico-ambientali. Un grande sforzo che dovrà competere al pubblico, per semplificazione e incentivazione, ma anche a tutti gli attori delle filiere di riferimento. Sarà necessario puntare su una “Qualità Integrale” dell’ambiente costruito per renderlo maggiormente Resiliente, Sostenibile e Salubre per tutti”.

Non possiamo che essere in profondo accordo con la posizione esposta dal Sottosegretario, lo statuto delle nostra associazione prevede esplicitamente la diffusione e la promozione della sostenibilità nel patrimonio costruito ed è a tal fine che rappresentiamo la totalità dei protocolli energetico ambientali ritenendo anche i relativi processi di certificazione, da sempre elementi fondamentali.

Nella “Guida 2020 agli investimenti turistici-immobiliari in Italia” redatta da Re Mind con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, c’è un intero capitolo (il sesto) a cura del Vicepresidente di GBC Italia Marco Mari, dedicato alla sostenibilità della filiera edilizia e immobiliare. “Siamo giunti ad un cambiamento epocale, spinto anche dalla attuale pandemia, urge definire una nuova strategia un nuovo patto tra pubblico e privato - dichiara Marco Mari - la ripresa economica non può prescindere dai valori della tutela dell’ambiente, della sostenibilità e della valorizzazione degli aspetti culturali legati al nostro ambiente costruito. Aspetti che devono essere allineati a quanto previsto nel Green Deal europeo e correttamente rendicontati e certificati, solo in tale modo potremo fattivamente contribuire alla promozione e attrattività di nuovi investimenti nel nostro Paese”.

La Commissione europea attraverso il piano di investimenti del Green Deal europeo, mobiliterà investimenti pubblici e fondi privati per almeno 100 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. Obiettivo: rendere l'Europa climaticamente neutra entro il 2050.

Sono coinvolti tutti i settori dell’economia, ma in particolar modo quello dell’edilizia che è tra i principali responsabili di emissioni di CO2 (quasi il 40% delle emissioni). Infatti, tra le azioni necessarie indicate dall’Europa per raggiungere l’ambizioso obiettivo, vi è l’efficientamento degli edifici.

GBC Italia lavora in partnership con USGBC e in seno al World GBC per decarbonizzare l’intero patrimonio costruito entro il 2050. Numerosi sono i progetti internazionali su cui stiamo lavorando per portare avanti questo importante obiettivo, primo tra tutti il progetto globale Advancing Net Zero, ma poi anche molti progetti europei come:

  • Build Upon² per la decarbonizzazione delle nostre città
  • LIFE Level(s) per la diffusione dell’economia circolare in edilizia e dello strumento Level(s)
  • SMARTER per l'implementazione di mutui verdi a immobili certificati con protocolli di sostenibilità ambientale
  • BIM4REN per sviluppare una piattaforma di strumenti BIM a supporto dell'intera filiera della riqualificazione energetica degli edifici.
     

Noi siamo contenti che anche l’Italia stia finalmente prendendo consapevolezza che questa è la direzione giusta ed a tal fine supportiamo attivamente i diversi Ministeri ed istituzioni fornendo le nostre competenze, come ad esempio, il Ministero dell’Ambiente per i Criteri ambientali Minimi (CAM), il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo per gli aspetti inerenti il restauro sostenibile, ed ulteriori attori istituzionali anche in rete con le principali associazioni di settore. Proseguiremo instancabili su questa strada, perché siamo convinti che l’unica edilizia possibile è una edilizia sostenibile

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1648242/GReen+City+Map.jpg/fd94fcb9-0c99-44eb-9317-ea489abb2bbd?t=1595267673859
20 lug 2020

È online la nuova Milano Green City Map!

Arriva la versione 2.0 della Milano Green City Map con l’aggiornamento dei nuovi edifici green di Milano.

A Milano oggi sono circa 320 gli edifici “green”, contro i 200 dello scorso anno. Intere aree sono diventate veri e propri distretti sostenibili con un impatto visivo e di qualità della vita considerevole.

Si conferma, dunque, il trend di trasformazione urbana verso un modello di città sostenibile e smart che fa di Milano la città del Rinascimento “green”.

Una mappa unica nel suo genere che nasce dalla volontà di informare e rendere consapevole i cittadini del processo di cambiamento in atto.

Scarica qui la Milano Green City Map 2.0

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1600112/WGBW+sito.jpg/51841090-a616-4293-94af-6a613f7b23a1?t=1591708799895
09 giu 2020

Ritorna la World Green Building Week (21-25 settembre 2020)

Anche quest’anno come tutti gli anni, torna a settembre la campagna mondiale per sensibilizzare le persone verso un ambiente costruito più sostenibile.

Quest'anno, la World Green Building Week, giunta alla decima edizione, chiede a tutti di Agire per il Clima: #ActOnClimate.

Come?

Insieme al movimento mondiale del World Green Building Council, noi di GBC Italia chiediamo al settore edile, ai decisori politici e ai governi di adottare misure urgenti per realizzare edifici a emissioni zero. Chiediamo anche di far risaltare e premiare le migliori pratiche di quei leader che stanno già intervenendo per dimostrare dove, perché e come si raggiungono questi obiettivi. È tempo di portare queste soluzioni su scala e l'industria è pronta a fornirle.

La nostra campagna #ActOnClimate è triplice:

  • per le comunità: gli edifici a emissioni zero favoriscono un ambiente costruito più sano e più sostenibile, creando comunità floride e resilienti.
  • per il pianeta: gli edifici rappresentano oltre un terzo delle emissioni globali climalternati. Oggi è fondamentale dare la priorità agli edifici a emissioni zero per proteggere il nostro pianeta e le generazioni future.
  • per l’economia: investire in edifici nuovi ed esistenti affinché diventino a emissioni zero, oggi può stimolare l'innovazione, attivare le catene di approvvigionamento e creare nuovi posti di lavoro.
     

Perché abbiamo bisogno di Agire per il Clima? #ActOnClimate
Gli edifici e le costruzioni sono responsabili del 39% delle emissioni globali climalteranti legate all'energia. Ora è il momento di affrontare la crisi climatica. I paesi di tutto il mondo stanno dichiarando l’emergenza climatica e la consapevolezza e la responsabilità del settore sono ai massimi storici. Con le aziende leader che dimostrano come ottenere l’azzeramento delle emissioni climalteranti, i governi devono intensificare e andare oltre per realizzare edifici migliori per tutti, ovunque.

Cosa si farà nella World Green Building Week?
Per cinque giorni, la rete dei GBC del World Green Building Council presenterà esempi di leadership globale nel settore. Forniremo una voce coordinata e collettiva del settore per dimostrare la leadership esistente nel movimento dei green building e chiederemo una regolamentazione più audace e ambiziosa per facilitare queste soluzioni.

Il momento di agire è adesso
Tutti noi abbiamo ruoli chiave da svolgere. Possiamo dare il nostro contributo sia diffondendo il messaggio del progetto Advancing Net Zero su come gli edifici possano contribuire a ridurrre la crisi climatica, sia sostenendo una regolamentazione più coraggiosa a supporto della decarbonizzazione del settore. Le imprese, le organizzazioni e i governi possono agire per decarbonizzare il proprio portfolio e sostenere una più ampia riduzione delle emissioni firmando il: Net Zero Carbon Buildings Commitment. Tutti i livelli di Governo possono intensificare le loro politiche per raggiungere gli obiettivi di azzeramento delle emissioni dei nuovi edifici entro 2030 e dell’interno patrimonio costruito entro il 2050.

Edifici a emissioni zero per le comunità, per il pianeta, per le economie di tutto il mondo. Non importa dove ti trovi, puoi Agire per il Clima ora! #ActOnClimate

Scarica qui la guida su come partecipare alla WGBW2020.
Clicca qui per scoprire tutte le attività legate alla WGBW2020.

Clicca qui per vedere l'edizione 2019.

Continua a Leggere »
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.