30 set 2020

GBC Italia, interlocutore autorevole sulla scena politica

Nella cornice della World Green Building Week, la settimana mondiale per le costruzioni sostenibili dal 21 al 25 settembre, GBC Italia si è distinta per qualità e quantità di eventi che ha organizzato, promosso e indotto in tutta la filiera del Real Estate. In questo periodo altri due importanti eventi come RemTech Expo Digital Edition, con relatori da 79 Paesi nel mondo e pubblico internazionale per 70.000 accessi e il Think Tank di Re Mind su Cultura, Turismo, Infrastrutture, Immobiliare, Sostenibilità per la Ripresa del Paese Italia hanno visto protagonista GBC Italia.

Proprio per la natura stessa dell'associazione che è composta da imprese e grandi players della filiera edilizia italiana e per la partecipazione al network mondiale del World GBC che rappresenta la più grande associazione al mondo attiva per il mercato delle costruzioni sostenibili, GBC Italia ha svolto un ruolo attivo sia nel panorama internazionale, che dello scenario politico nazionale, confermandosi un interlocutore autorevole sotto più fronti, in quanto rappresenta un network con un potenziale unico, che collega il locale al globale e si riconosce nel movimento sovranazionale dei Green Building Council che lavorano quotidianamente per la sostenibilità in edilizia.

Relatori internazionali del calibro di Cristina Gamboa, CEO del World GBC e Scot Horst, CEO di Arc Skoru, USGBC sono stati ospiti della Cerimonia di Premiazione degli Awards 2019 di GBC Italia, per celebrare l’eccellenza italiana della sostenibilità che si è tenuta lo scorso 22 settembre in occasione della World Green Building Week. #ActOnClimate – Agire per il Clima era la campagna di quest’anno che chiedeva a tutti azioni concrete per combattere il riscaldamento globale. Per questo infatti il 24 e 25 settembre, GBC Italia ha organizzato anche il webinar “Efficienza energetica” con l’obiettivo di fornire specifiche soluzioni tecnologiche e presentare case history per ottenere edifici ad alte prestazioni energetiche. Webinar che ha riscosso molto successo contando più di 700 iscritti e relatori di alto standing come ENEA Politecnico di Milano.

All’interno di RemTech Expo Digital Edition, GBC Italia ha curato con il suo Vicepresidente Marco Mari tutte le sessioni del Topic Regeneracity del quale è coordinatore del Comitato Scientifico insieme a Michele Munafò (ISPRA). Inoltre, ha contribuito attivamente  in altre prestigiose sessioni guadagnando importanti endorsement di rappresentanti istituzionali come ne dà evidenza la seguente dichiarazione di Carlo Corazza, direttore della Rappresentanza Italiana del Parlamento Europeo in occasione dell’apertura della Fiera Remtech per la rigenerazione Urbana: “Ringrazio Silvia Paparella, Direttore RemTech Expo e plaudo, in particolare, all’inserimento nella manifestazione dell’area tematica RIGENERACITY il cui comitato scientifico è coordinato dall’ illuminato Marco Mari, Vice Presidente di Green Building Council Italia.  Siamo ad un punto di svolta. L’esplosione della crisi pandemica ha accelerato la necessità di mettere meglio a fuoco obiettivi e scelte immediate e di medio periodo al fine di rendere l’ambiente costruito più RESILIENTE, SOSTENIBILE e SALUBRE.  È una impegnativa sfida che ci richiede di operare su più piani contemporaneamente: la lotta al riscaldamento globale, la riduzione delle emissioni climalteranti, la circular economy e la sharing economy, la sicurezza e la salubrità dei luoghi in cui viviamo. Abbiamo l’opportunità di generare un nuovo modello di crescita basato su una “nuova Cultura dell’Abitare”. Dobbiamo ricreare le basi per una “nuova normalità” e a tal fine rifondare l’economia e conseguentemente una società che possa crescere e produrre occupazione e ricchezza abbattendo il consumo e lo spreco delle risorse naturali e delle matrici ambientali come l’aria, l’acqua e la terra.”

Ma non solo, di particolare interesse anche il convegno dal titolo Green Deal e Rigenerazione Urbana. Abitare un pianeta in modo resiliente, sostenibile e salubre che GBC Italia ha organizzato alla presenza di Fulvia Raffaelli, Deputy Head of Unit – DG GROW – Unit A3 – Interinstitutional Relations che ha relazionato in merito al Green Deal Europeo, di Roberto Morassut Sotto Segretario all’Ambiente MATTM per parlare del Collegato Ambientale e di Maria Adelaide Ricciardi, Direzione Generale Educazione Ricerca e Istituti Culturali, MiBACT che ha trattato il tema della Cultura e valore storico-testimoniale come radice per la rigenerazione

Parallelamente a questi eventi il 23 settembre 2020 si è attivato un Tavolo di Lavoro tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con Re Mind Filiera Immobiliare presieduta da Paolo Crisafi, cui partecipano anche a GBC Italia e OICE, in materia di rigenerazione urbana votato trasversalmente dal Parlamento con parere favorevole del Governo, nella persona del Sottosegretario al Ministro Infrastrutture e Trasporti Salvatore Margiotta.

Il 24 settembre 2020 GBC Italia ha partecipato al Think Tank di Re Mind su Cultura, Turismo, Infrastrutture, Immobiliare, Sostenibilità per La Ripresa del Paese, dove sono intervenuti rappresentati istituzionali del Comune di Milano, ma anche Antonio Misiani (Vice Ministro Economia e Finanze) Lorenza Bonaccorsi (Sottosegretaria Beni e Attività Culturali e al Turismo) Alessia Morani (Sottosegretaria allo Sviluppo Economico) Roberto Morassut (Sottosegretario all’Ambiente e alla Tutela del Territorio e del Mare).

GBC Italia si afferma dunque sempre di più come interlocutore autorevole sulla scena politica italiana, ma anche nel network di relazioni internazionali ed europee, perché l’unica edilizia oggi possibile è un’edilizia sostenibile.

Continua a Leggere »
28 set 2020

SEQUAS e il percorso di crescita nel network GBC Italia

Per una società che nasce a Roma all’inizio del nuovo millennio, l’ambiente non poteva che essere al primo posto, dato che la coscienza ambientalista getta le sue radici circa trent’anni prima con il rapporto del Club di Roma sui limiti dello sviluppo incontrollato e la necessità di rendere la crescita economica compatibile con le limitate risorse della terra.

D’altronde i soci di SEQUAS sono cresciuti professionalmente partecipando a momenti fondamentali per la sostenibilità, il rapporto Burtland del 1987 che sottolinea come lo sviluppo debba tenere conto di tutte le componenti umane oltre a quella economica e le fondamentali Conferenze delle Parti (COP) di Rio de Janeiro (1992), dove si pongono le basi della cooperazione internazionale sui temi ambientali) e Tokyo (1997) con la firma del famoso protocollo che affronta la riduzione delle emissioni climalteranti.

In questo contesto quando la società viene fondata la “A” non poteva che rappresentare la parola Ambiente, in un acronimo che racchiude anche Energia, Qualità e Sicurezza. Tutti temi che si trovano condensati all’interno dei protocolli sviluppati da GBC, e pertanto hanno rappresentato elementi di sintonia con le competenze necessarie per gestire adeguatamente il processo di certificazione.

I percorsi diversificati dei soci hanno portato la società a crescere in diversi settori, dalla progettazione degli impianti civili e speciali allo sviluppo di servizi per l’ottimizzazione dei patrimoni immobiliari, dalla gestione delle bonifiche ai sistemi di gestione, dall’efficienza energetica alla valorizzazione delle energie rinnovabili, dalla sicurezza in cantiere alla gestione della sicurezza degli immobili, i soci avviavano un fertile percorso di confronto sulla sostenibilità attraverso varie tappe, incrociando GBC Italia già diversi anni fa nel percorso di certificazione di Villa Taverna, residenza dell’Ambasciatore degli Stati Uniti.

Lo sprone del raggiungimento degli Obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU ha ulteriormente orientato l’attività della società, ampliando lo spettro di azione anche in ambiti di maggiore sperimentazione, come le collaborazioni con la Regione Lazio ed il Parco Nazionale del Circeo, nelle quali sono state studiate modalità di recupero di antiche tipologie costruttive per adattarle alle esigenze moderne ed essere di riferimento per la gestione di manufatti edilizi all’interno di un’area tutelata ed avviando percorsi di formazione per giovani colleghi con periodi di formazione all’estero in Iran e India.

Parallelamente la società ha investito nell’utilizzo del BIM uno strumento capace di permettere un miglior controllo delle fasi progettuali, e che si concilia perfettamente con il percorso di certificazione e con la caratterizzazione innovativa dei servizi proposti, permettendo la differenziazione qualitativa e qualificata sia nell’ambito degli appalti pubblici sia verso la committenza privata.

L’adesione a GBC Italia ha dato occasione di strutturare meglio questi percorsi, secondo la metodologia sperimentata e virtuosa dei protocolli LEED e GBC Italia, ampliando i riferimenti culturali, il confronto con esperienze internazionali e le best practices messe in campo negli anni.

La SEQUAS ha partecipato con convinzione nel dibattito interno all’associazione, rendendosi disponibile nella gestione del Chapter Lazio e supportando la redazione della Rome City Map, uno dei progetti di comunicazione più efficaci che sono stati sviluppati da GBC nell’ultimo triennio.

I progetti concreti sono stati occasione per sperimentarsi operativamente in progetti di successo come la prima certificazione LEED platinum nella versione V4 del nuovo Meeting Center della Ghella a Roma, un’opera che ha coniugato una particolare architettura di vetro e cemento con gli aspetti impiantistici e di efficienza energetica. Il progetto è stato appena premiato alla Cerimonia di Premiazione dei GBC Italia Awards.

Il rapporto particolarmente collaborativo avviato con la presente consiliatura ha permesso di dare poi uno specifico contributo ad un importante obiettivo della GBC Italia, vale a dire lo sviluppo del protocollo Historic Building. Nel particolare contesto del centro storico di Roma è sicuramente lo strumento meglio applicabile e che più tutela il valore dell’esistente. In collaborazione con il MIBACT e con diversi soci GBC, la SEQUAS sta conducendo la certificazione secondo il Protocollo HB di Palazzo Silvestri-Rivaldi e collaborando per l’applicazione dello stesso per la Chiesa di San Giuseppe dei Falegnami e per Palazzo Poli edificio contiguo alla Fontana di Trevi. Esempi evidenti ed emblematici, che possono rendere concreta testimonianza del valore della proposta di GBC Italia, raccogliendo la sfida molto alta, di tutelare il valore storico, portando elementi di innovazione ed efficientamento che sappiano rispondere alle attuali esigenze di tutela ambientale. E questo in parallelo al processo di internazionalizzazione del Protocollo HB che esporta proprio il valore di questa sfida.

La riqualificazione degli edifici storici a destinazione religiosa, si amplia poi con la sfida di saper raccogliere anche l’invito dell’Enciclica Laudato si’ di Papa Francesco a rendere tangibili le azioni di sostenibilità in un approccio olistico e di ecologia integrale: occasione per provare ad ipotizzare percorsi di analisi del rapporto tra sviluppo e clima, tra ambito sociale ed ambientale ed azioni virtuose conseguenti.

Parallelamente, altri importanti ambiti di verifica della capacità dei Protocolli di adattarsi alle diverse esigenze, sono quelli relativi alle zone del cratere del sisma del 2016 e cioè agli edifici gravemente danneggiati dalle scosse. Ad Amatrice la SEQUAS si sta cimentando nella conduzione dell’applicazione di due diversi Protocolli: un ulteriore edificio da certificare secondo il modello HB, ed un edificio da certificare secondo il Protocollo GBC Home. A Tolentino è in corso la collaborazione per l’applicazione di un Protocollo Home per un edificio e del Protocollo Condomini per un edificio multifamiliare multipiano. 

Le competenze e conoscenze che il network di GBC può mettere a disposizione di chi partecipa attivamente alle sue iniziative sono molto importanti per le i professionisti e le società di ingegneria, per affrontare al meglio le sfide del futuro. Le gare di appalto sono sempre più orientate a valorizzare gli aspetti ambientali e anche se talvolta le stazioni appaltanti non riescono a definire in maniera chiara le competenze richieste, il lavoro fatto da GBC Italia in questi anni ha permesso di far riconoscere le competenze acquisite e certificate secondo i diversi protocolli, conformi a quanto richiede il codice degli appalti italiano. Parimenti lo sforzo profuso nei rapporti istituzionali ha permesso di allineare le richieste dei protocolli con la definizione dei CAM, semplificando per progettisti e imprese il percorso di certificazione. 

La partecipazione attiva di questi anni all’interno dell’Associazione, ha permesso alla SEQUAS di affrontare con sempre più consapevole competenza la sfida di bandi complessi come il recente Reinventing Cities, partecipando come esperti ambientali insieme ad autorevoli esponenti del Politecnico di Milano, alla rigenerazione urbana del sito di Crescenzago di Milano: il progetto impostato secondo quando proposto dal Protocollo GBC Quartieri è stato scelto tra i 12 proponenti iniziali, quale progetto ammesso alla seconda fase dal Comune di Milano.

Il percorso intrapreso a fianco di GBC Italia è un evidente volano, relazionale e professionale, per i soci e tutti i collaboratori della SEQUAS e, come cerchio d’onda, si è ampliato anche all’interno di Engeko, un consorzio stabile di società di ingegneria e architettura condiviso con altri nove partner sin dal 2015, dove altri due soci, Spaini e Associati e Suburbia, hanno aderito a GBC Italia.

La volontà della SEQUAS è quindi quella di sostenere la continuità delle azioni finora messe in campo da GBC Italia, dando il necessario contributo nelle sfide dei prossimi anni a livello nazionale e regionale, mettendo a disposizione le nostre competenze ed esperienze, così come è stato possibile fare con gli organi dirigenti locali e centrali in questi anni.

Continua a Leggere »
25 set 2020

Giornate permanenti sul tema del Dl Semplificazioni
A seguito dell’incontro al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si è riunito ieri il tavolo* interno Re Mind, da parte del coordinatore Marco Mari, per meglio approfondire i temi del Dl Semplificazioni ed aggiornare il working paper alla luce dei contributi degli esperti che sono stati chiamati a meglio approfondirlo in vista di  futuri incontri istituzionali.                 
 
Il tema è stato oggetto di ulteriore confronto oggi dalle 11.30 alle 13.30 nell’ambito del Remtech Expo sulla rigenerazione urbana ma con un particolare focus sui limiti del Dl Semplificazioni.                
 
Ha commentato  Mari: ”In attesa che venga formalizzato un tavolo ai sensi dell’ordine del giorno approvato dalla Camera, abbiamo in corso una serie di interlocuzioni istituzionali per sensibilizzare sul tema e ieri abbiamo consegnato e offerto al Mit un primo documento di discussione che è in continuo aggiornamento con contributi di esperienze trasversali. Attendiamo ora la convocazione formale di Re Mind, di GBC Italia, di Oice, e di tutte quelle Organizzazioni e di quei Professionisti che possano contribuire a migliorare questa misura normativa che altrimenti rischia di ingessare gli investimenti. E’ il momento di mettere ancora di più a fattore comune competenze e esperienze”.
 
 
*Si precisa che il termine “tavolo” come apparso su Italia Oggi è usato nel significato“incontro - meeting - tavola rotonda” rivestendo quindi carattere di interlocuzione istituzionale in attesa di una futura convocazione di un vero e proprio tavolo di lavoro.
Continua a Leggere »
24 set 2020

Webinar 22-23 Ottobre | Sostenibilità e comfort nell’abitare

Il 22-23 ottobre GBC Italia organizza il webinar "Sostenibilità e comfort nell’abitare", il terzo appuntamento del ciclo di seminari "Green building | Strategie e soluzioni per costruire sostenibile". 

L’uomo passa più dell’80% del suo tempo all’interno degli edifici la cui qualità costruttiva influisce notevolmente in modo significativo sulla sua salute psicofisica e sulla produttività delle attività svolte. Per questo Il comfort ambientale sta diventando un fattore sempre più premiante per il valore dell’edificio.

Il benessere generale dell’uomo all’interno di un edificio dipende da numerosi fattori: termo–igrometrici, ottici, acustici e di qualità dell’aria. Un’attenta progettazione integrata del sistema involucro-impianto permette di controllare tali fattori e raggiungere un elevato livello di comfort, riducendone allo stesso tempo il fabbisogno energetico. L’evoluzione tecnologica dei materiali e dei sistemi costruttivi, unita ai processi di progettazione e costruzione che mettono al centro il livello di sostenibilità dell’edificio permette oggi di sviluppare soluzioni architettoniche che rispondono al meglio alle esigenze dell’abitare.

Nel corso del seminario saranno quindi trattate le tecniche progettuali che consentono di applicare in senso moderno, integrandosi con un’impiantistica evoluta, i concetti dell’architettura bioclimatica. Saranno anche presentati alcuni casi di edifici certificati con rating system internazionali di sostenibilità nei quali si sono raggiunte elevate prestazioni di comfort.

Programma completo: clicca qui.

ISCRIVITI QUI

Evento realizzato con il supporto di:

               

Continua a Leggere »
23 set 2020

Mari (Re Mind/Gbc Italia): insieme per migliorare norme rigenerazione urbana e sostenibilità

Si è attivato oggi 23.9.2020 il Tavolo di Lavoro tra Mit con Re Mind Filiera Immobiliare, presieduta da Paolo Crisafi, cui partecipano anche a GBC ITALIA e OICE, relativo all’ordine del giorno in materia di rigenerazione urbana votato trasversalmente dal Parlamento con parere favorevole del Governo (nella persona del Sottosegretario al Ministro Infrastrutture e Trasporti Salvatore Margiotta).

Durante la riunione Crisafi ha precisato “A seguito di confronto con i principali esperti pubblici e privati si e’ costituto un gruppo di lavoro Re Mind formato dal Consigliere Delegato alla Manifattura Immobiliare Marco Mari (e Vp Gbc Italia), coordinatore, dal Consigliere Delegato per i Rapporti con Roma Capitale (e Presidente Oice) Gabriele Scicolone, dal Consigliere Delegato alle Infrastrutture e alla Difesa, Vittorio Colucci, dal Direttore Area Urbanistica Bruno Barel  e dal Consigliere di Presidenza Massimo Santucci”.
                                                
Il Coordinatore del gruppo di lavoro di Re Mind Filiera Immobiliare Marco Mari (vice presidente GBC Italia) ha fatto presente “ ringrazio il Governo, nella persona del Sottosegretario al Mit Salvatore Margiotta, per la sensibilità dimostrata a trovare soluzione condivise volte a perfezionare il provvedimento appena emanato laddove rischia di fermare le attività piuttosto che semplificare le procedure”. Ha poi chiuso Mari “Com'è noto, fra numerose attività che l'Unione Europea promuove in difesa del clima e dell'ambiente vi è quella dell’edilizia sostenibile progettata e realizzata con protocolli energetico-ambientali (rating system), strumenti concreti che sono definiti e promossi da associazioni no profit denominate GBC (Green Building Council) al pari di GBC Italia, secondo principi di sussidiarietà e inclusività.

Nel merito, operiamo in Re Mind Filiera Immobiliare che promuove, in particolare i protocolli energetico-ambientali della famiglia LEED-GBC ampiamente applicati nel nostro Paese (in pochi anni oltre 16 milioni di metri quadrati di edifici): il protocollo GBC Home” (applicabile a edifici residenziali e piccoli hotel) il protocollo “GBC Condomini” ma sopratutto il protocollo denominato “GBC Historic Building” primo strumento a livello mondiale a coniugare “Heritage & Sustainability”, restauro e riqualificazione sostenibile degli edifici con valenza storico-testimoniale sviluppato ancje in collaborazione con MIBACT”.                     

Scicolone (Oice/Re Mind) ha fatto presente “Sono stati trattati i principali temi della filiera immobiliare al riguardo:
- norme su edilizia e urbanistica
- norme su appalti e cantieri  
- norme su infrastrutture di energie rinnovabili
- norma su Valutazione Impatto Ambientali e Difesa dell'Ambiente.

Su tali argomenti c’è la massima disponibilità mia personale, di Oice e della Filiera Immobiliare Re Mind per migliorare le norme nell’interesse del Paese. Ed è proprio a tal fine che e’stato realizzato un primo documento di discussione frutto dei confronti tra operatori, istituzioni estere, nazionali e locali, forze politiche di governo e di opposizione, e arricchito alla luce dell’incontro odierno Mit/Re Mind Filiera Immobiliare”

Continua a Leggere »
22 set 2020

GBC Italia Awards: proclamati i vincitori del costruire sostenibile

Si è tenuto ieri il webinar di premiazione delle eccellenze italiane della sostenibilità. Oltre 100 gli iscritti per conoscere le migliori iniziative di edilizia sostenibile.

In occasione dell’undicesima edizione della World Green Building Week, GBC Italia ha organizzato il webinar di Premiazione dei GBC Italia Awards. La cerimonia si è aperta con una lectio magistralis di Cristina Gamboa, Ceo del World GBC sugli scenari internazionali ed europei del mercato delle costruzioni sostenibili evidenziando che siamo davanti a una grande trasformazione del mercato delle costruzioni dove l’economia circolare, la decarbonizzazione e la salute e il benessere delle persone saranno i nuovi paradigmi di riferimento. Ospite d’eccezione della cerimonia anche Scot Horst, CEO di Arc Skoru, USGBC che ha posto l’attenzione su 4 concetti fondamentali: la passione, i luoghi, le persone e le comunità.

Una celebrazione condotta dal Presidente e dal Vicepresidente di GBC Italia, Giuliano Dall’Ò e Marco Mari, che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti, come il numero di candidature ricevute che cresce di anno in anno. 

GBC Italia, tramite il voto dei propri soci, ha proclamato i vincitori dei GBC Italia Awards 2019 per le seguenti categorie di premio:

Leadership in Green Building Design e Performance

Il premio è stato conferito a Ghella SpA per il Ghella Meeting Center che si trova a Roma, certificato LEED Platinum con il punteggio 81/110.

L’intervento riguarda la realizzazione di un volume di collegamento tra due edifici esistenti che ospitano la sede della Ghella S.p.A. L’ampliamento di circa 200 mq offre nuovi spazi per uffici e una sala di rappresentanza multi funzionale. L’innesto appare come una scatola trasparente incastonata tra i due volumi esistenti. Al piano terra ed in copertura un manto erboso restituisce parte del terreno occupato con le nuove volumetrie. Approfondimento del progetto | Foto

“Ringrazio GBC Italia per questo riconoscimento. In Ghella siamo orgogliosi della nostra sede centrale. Il nostro Ghella Meeting Center è un portento architettonico e ingegneristico incastonato tra due edifici brutalisti. Un esempio di sostenibilità che non avrebbe potuto esistere senza le tecnologie più avanzate e un processo di sviluppo interamente eseguito in BIM. Abbiamo ottenuto la prima certificazione LEED Platinum V4 in Italia e per questo devo ringraziare lo studio Spaini Architetti Associati e Sinergi Consulting. Penso che il futuro delle città storiche passi proprio dai piccoli sforzi collettivi, grazie a una visione che superi l’interesse del breve periodo e raccolga la sfida di lasciare un futuro migliore alle generazioni future.” dichiara Matteo d’Aloja, Head of External Relations & Communications in Ghella

Leadership di Impresa e Sostenibilità

In questa categoria hanno vinto a pari merito Italcementi e Colorificio MP.

Il core business di Italcementi è rappresentato dalla produzione e commercializzazione di cemento e – attraverso la controllata Calcestruzzi – di calcestruzzo preconfezionato e aggregati. Da oltre 150 anni, Italcementi rappresenta la storia ed il futuro del cemento in Italia. Approfondimento

“Italcementi è orgogliosa di essere stata indicata come vincitrice del GBC Italia Awards “Leadership d’Impresa e Sostenibilità – ha sostenuto Giovanni Pinto, Direzione Tecnologie e Qualità di Italcementi - Il riconoscimento premia l’impegno che da sempre caratterizza Italcementi sui temi dello sviluppo sostenibile. La sostenibilità è sempre più l’orizzonte del modo di fare impresa, con l’obiettivo di creare valore a favore delle attuali e delle prossime generazioni.”

Colorificio MP, socio GBC dal 2013, opera nel settore delle pitture e rivestimenti per l’edilizia da oltre 50 anni. L’ obiettivo è quello di offrire al mercato prodotti innovativi in grado di accrescere il benessere delle persone nel pieno rispetto dell'uomo e della natura. Approfondimento

“Obiettivo di Colorificio MP è innovazione tecnologica, sostenibilità ambientale e sociale, tutela della salute. Le nuove generazioni sono il presente ed il futuro, per questo abbiamo costantemente attivi stage e tirocini di studenti di Scuole Superiori ed Universitari. Dal 1969 COLORIFICIO MP ha basato la propria attività sulla ricerca e sviluppo di prodotti attenti alla qualità, indirizzati alla bioarchitettura, al restauro conservativo degli edifici, al design engineering innovativo, studiati sulle esigenze del mercato, tramite servizi qualificati, pensati per un abitare sano, confortevole, creativo e duraturo.” Ha detto Fabrizio Moretti, CEO Colorificio MP.

Premio Mario Zoccatelli: Leadership in Green Building nel settore pubblico

Anche per questa categoria vincono ex aequo il Comune di Pesaro candidato dal socio Lungomare con il progetto: “Pesaro: città amica dell’ambiente” e il MiBACT candidato dal socio COAF con il progetto del “MEIS - il Museo nazionale dell’Ebraismo italiano e della Shoah” a Ferrara, certificato GBC Historic Building® Oro.

La strategia promossa dal Comune di Pesaro è finalizzata a promuovere una edilizia sostenibile con l’intento di coinvolgere sia i cittadini per aumentare la consapevolezza della lotta ai cambiamenti climatici. Approfondimento Pesaro Città Amica dell’Ambiente

“Siamo molto orgogliosi di ricevere questo riconoscimento che ci inserisce tra le eccellenze italiane della sostenibilità. La città sta investendo molto sul tema dell’edilizia sostenibile e dell’efficientamento energetico. Proprio poche settimane fa a Pesaro è stata inaugurata una nuova scuola media: un edificio tra i più all’avanguardia d’Italia, al top dell’efficientamento energetico. Una struttura a bassissimo impatto ambientale, determinato dalla scelta di materiali naturali, pensata anche per il benessere dei suoi occupanti: corpo docenti e ausiliari, studenti e cittadini tutti. Come Amministrazione comunale, negli ultimi anni abbiamo favorito cittadini e imprese che guardano ad un’edilizia più responsabile e sostenibile.” Ha dichiarato Matteo Ricci, Sindaco del Comune di Pesaro.

Il MEIS nasce da dei lavori di recupero e riqualificazione dell’edificio destinato a Ex Carceri da adibire a mostre temporanee, centro di documentazione e ricerca ed aule didattiche per bambini con l’applicazione del protocollo GBC Historic Building. Approfondimento MEIS

“Abbiamo appreso con grande piacere la notizia del premio riservato al progetto del MEIS. Consideriamo questo riconoscimento come un primo passo sul tema del rapporto tra sostenibilità e tutela del patrimonio culturale che apre orizzonti di portata eccezionale. Sta crescendo una nuova sensibilità verso un modello di sviluppo che coniughi modernità e passato ed è innegabile, soprattutto per il nostro Paese che custodisce un’eredità culturale fondamentale per la crescita delle persone, che la qualità della vita nei grandi agglomerati come nei piccoli centri, dipenderà molto da come verranno conciliati questi due aspetti. E’ una missione che ci vede impegnati come Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo in prima linea ed il progetto del MEIS ne rappresenta forse la prima tangibile testimonianza.” Ha dichiarato Corrado Azzolini Segretario Regionale per l’Emilia Romagna, Ministero per i Beni e le Attivita' Culturali e per il Turismo.

Premio Mirna Terenziani

Questo premio, dedicato alle donne della comunità di Green Building Council Italia è stato assegnato a Carola Arrivas Bajardi proposta dal Consorzio EcoDomus con il progetto “Women in Green: quando le donne sanno fare la differenza” che riguarda una riqualificazione energetico ambientale a Palermo. Approfondimento del progetto

"Sono molto felice di ricevere questo riconoscimento perché mi fa sentire partecipe del cambiamento paradigmatico della nostra epoca. – sostiene Carola Arrivas Bajardi vincitrice – Mi occupo di sostenibilità ambientale da tanti anni ed oggi per me questo premio rappresenta un importante incoraggiamento a proseguire su questa strada. Dedico questo premio a tutte le donne che come me si impegnano con passione nella propria professione, non a caso il raggiungimento dell'uguaglianza di genere e l'empowerment di tutte le donne è uno dei 17 obiettivi dell'agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile"

Premio Chapter dell’Anno

A differenza dei precedenti premi che sono il risultato della votazione dei soci, questo premio viene assegnato dal Consiglio di Indirizzo di GBC Italia composto da 24 membri che ha conferito il Premio di Chapter dell’anno al Chapter Piemonte perché con professionalità e competenza ha promosso GBC Italia con iniziative che sono diventate importanti occasioni per coinvolgere tutti gli attori, pubblici e privati che operano nel green building. Il premio è andato dunque al segretario Massimiliano Fadin che presiede il Chapter Piemonte dal 2012. “Con grande soddisfazione accolgo questa premiazione. In questi anni l’impegno profuso ha avuto come obiettivo aumentare la sensibilità in materia di edilizia sostenibile certificata, mettendo a disposizione con entusiasmo quanto realizzato sia nelle scuole che nei luoghi di lavoro – ha affermato Fadin - Abbiamo erogato corsi, organizzato convegni ed eventi indirizzati a progettisti, imprese e alla pubblica amministrazione. Ringrazio il Green Building Council Italia per questo importante riconoscimento, i miei soci, in particolar modo il mio Vice Lorenzo Balsamelli per la dedizione e l’impegno volti al raggiungimento dei nostri risultati. Ad majora!

È possibile vedere la registrazione delle cerimonia di premiazione a questo link. Clicca qui per scoprire tutti i candidati. 

Continua a Leggere »
22 set 2020

L’impegno di Quality Net per la community della sostenibilità di GBC Italia

Il concetto di sostenibilità è noto a tutti, ne abbiamo sentito parlare su più fronti, ed è ormai argomento di pubblico dominio. Il nostro benessere e la nostra vita futura dipendono da quanto riusciremo ad essere sostenibili oggi, e su questo pochi dissentono.

È un tema di un’importanza fondamentale, che deve essere presente e permeare in modo trasversale in tutti i settori. Anche su questo l’accordo è generalizzato.

Quello che è più arduo è far diventare pratica comune la sostenibilità. Anche qui, come in ogni ambito, ci sono validissime realtà che l’hanno scelta come driver e che hanno adottato processi e materiali green. La sostenibilità e le sue buone pratiche vanno però documentate e attestate in modo corretto, solo così possono essere delle leve di mercato eccezionali per le aziende italiane.

QualityNet è una società di servizi specializzata nell'offrire consulenza per l'ottenimento di certificazioni e attestazioni soprattutto nell’ambito Green, aiutando le aziende ad essere pronte e competitive su questi fronti, evitando il cosiddetto Greenwashing.

Da oltre 10 anni infatti supporta le aziende ad essere più competitive sui mercati nazionali e internazionali, partendo da analisi di posizionamento su quelli da aggredire, per poi aiutarle ad ottenere le conformità richieste, siano esse aziendali (es. ISO 45001, ISO 14001, ISO 9001, SA 8000, ISO 50001…), di prodotto (es.  CE, UL/CSA, FSC/PEFC, GOTS, GRS, BRC-IOP, IFS, WRAS, EAC, SABER, LCA/EPD, LWG, GREENGUARD, CRADLE TO CRADLE, ISO 14021, BLUE ANGEL, Remade in Italy, CAM….), volontarie e/o obbligatorie. Operano nel settore dei protocolli di green building (LEED, BREEAM, WELL…) offrendo servizi di "mappatura" di prodotti dal 2010, mentre dal 2015 è capogruppo (primi in Italia con FSC) per le certificazioni forestali a marchio FSC/PEFC. Nel 2016 ha creato un portale avente l'obiettivo di raggruppare e valorizzare aziende in possesso di oggettive performances ambientali.

È socio di FSC Italia e dal 2010 è socio ordinario di GBC Italia. Ha sempre creduto e sostenuto l’associazione come veicolo e volano di sviluppo sostenibile della filiera dell’edilizia. Ha sempre creduto nell’associazione stessa, partecipando attivamente ai gruppi di lavoro, ai comitati e alle sezioni territoriali, candidando la propria referente dell’area Sostenibilità come Consigliere prima e Segretario poi del Chapter Veneto-Friuli Venezia Giulia. Dal 2018 siamo soci della RIR (Rete Innovativa Regionale) - Venetian Green Building Cluster. Dal 2020 è la sede del Chapter Veneto-Friuli Venezia Giulia.

QualityNet crede fortemente nella partecipazione attiva, e lo ha dimostrato mettendo a disposizione le proprie competenze, convinti che solo la forza di una community positiva come quella di GBC Italia possa accompagnare la filiera dell’edilizia nel cambiamento di paradigma verso la sostenibilità.

Continua a Leggere »
21 set 2020

Il percorso di sostenibilità di ADR

ADR, divenuto socio di GBC Italia nel 2020, si caratterizza come azienda che tra i sui principali obiettivi ha il rispetto costante dell’ambiente e l’adozione delle migliori best practices per la pianificazione, progettazione, costruzione e gestione delle infrastrutture.

Il percorso di sostenibilità ormai intrapreso a livello aziendale si è potuto calare in tutte le aree di business e staff, con ottimi risultati: gli indicatori ambientali nell’utilizzo delle risorse, energia, acqua rifiuti migliorano costantemente, grazie ad una totale condivisione non solo tra i colleghi ADR ma anche con tutta la “airport community”.

Gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino sono delle vere e proprie “comunità” dove si possono proporre e sperimentare una serie di iniziative “green” secondo un percorso di condivisione che porta a coinvolgere aziende, operatori, Enti di Stato e utenti in modo virtuoso e soddisfacente.

L’impegno nel portare avanti questi valori va di pari passao all'applicazione dei principi del mondo LEED su iniziative infrastrutturali strategiche, quali:

  • Terminal aviazione generale
  • Nuovo Molo A
  • Asilo nido aziendale
  • Cerimoniale di Stato
  • Business City- Hubtown
     

dove, per ciascuna struttura, sono state pianificate e progettate specifiche caratteristiche che renderanno tali edifici semplici, fruibili, virtuosi e sostenibili. Clicca qui per saperne di più.

Il percorso intrapreso è fondamentale per continuare a migliorare attraverso lo scambio con la comunità di GBC Italia e tutti gli attori Istituzionali e Privati che sono coinvolti.

 

Continua a Leggere »
21 set 2020

Restoration Week 2020

Prende il via oggi la Restoration Week 2020, una settimana di attività e incontri dedicati alle eccellenze del restauro italiano.

Dal 21 al 25 settembre 2020 potrete essere protagonisti del primo evento in diretta streaming, dedicato al Restauro Made in Italy: ogni giorno sarà possibile seguire le visite ai cantieri di restauro e convegni, raccontati direttamente dai progettisti e dalle soprintendenze di competenza, trasmessi in live streaming e ad una platea di professionisti italiani ed esteri.

Scopri il programma completo qui: www.restorationweek.it

Continua a Leggere »
18 set 2020

Un percorso sempre più deciso verso una edilizia sostenibile

Da anni Polistudio A.E.S. ha intrapreso un percorso sempre più deciso verso una edilizia sostenibile, progettando e costruendo edifici che limitano gli impatti ambientali. Inoltre, grazie ai protocolli di sostenibilità ambientale certificata (LEED per primo, ma non solo), ha potuto essere parte attiva di questa filiera, proponendo e incontrando sul proprio cammino Committenti sempre più stimolati, interessati e persuasi che la strada della sostenibilità, sia essa anche certificata, è l’unica capace di traguardare il futuro, rispettando le necessità ambientali della realtà presente.

Il mercato cambia, si trasforma e si plasma per mille ragioni, ma non tutte costituiscono una direzione presa con coscienza, determinazione e volontà. Ci siamo accorti che quando si parla di sostenibilità si trasmette un dato oggettivo che giustifica anche il cambiamento rispetto al mercato. Non un cambiamento casuale e di basso livello ma preciso, contingentato e di livello alto, che unisce gli attori della filiera al Committente. Nella nostra esperienza, dialogare insieme al Committente e costruire con lui un percorso di sostenibilità certificata che sfocia nel progetto, si articola nella costruzione (e quindi nel dialogo e rapporto con le imprese di costruzioni, i sub appaltatori ed i fornitori) e prosegue nella conduzione è ciò che maggiormente ci gratifica e ci stimola. Tra i nostri progetti Certificati LEED e in corso di certificazione, nei quali siamo stati coinvolti attraverso diverse operatività, menzioniamo CRIF Campus (LEED GOLD – con la versione v4 del Ratyng System); Edificio Fondazione Feltrinelli (LEED GOLD per la sede principale e LEED Silver per gli Uffici); Fondazione E.N.P.A.M ; Conhotel Viverde.

Dall’inizio ci siamo coinvolti anche con GBC Italia, attraverso una partecipazione attiva all’associazione, nelle forme, nei modi e nei tempi possibili.

Abbiamo sempre seguito l’Associazione e oggi, guardando come si è lavorato, i risultati ottenuti e la riconosciuta leadership siamo certi che solo continuando nella direzione intrapresa GBC Italia potrà crescere ancora di più ed essere il punto di riferimento certo per promuovere la sostenibilità: quella vera.

Un ringraziamento particolare quindi alla consiliatura uscente e un incoraggiamento per quella nuova che si andrà ad eleggere a proseguire nel solco della strada tracciata.

A cura di:

Stefano Ferri
Direttore Tecnico, POLISTUDIO A.E.S. Società di Ingegneria S.r.l.

Continua a Leggere »
18 set 2020

RWDI a RemTech Expo Digital Edition

RWDI, azienda socia di GBC Italia attiva nel settore dell'impiantistica, parteciperà a RemTech Expo Digital Edition.

Interverranno esperti internazionali di RWDI e parteciperanno ai convegni dedicati a temi di grande attualità come il monitoraggio dei ponti e la resilienza infrastrutturale, la gestione della ventilazione nel periodo post Covid-19 e i cambiamenti climatici.

In particolare RWDI, presente anche con uno stand virtuale, organizza tre presentazioni, inserite nel programma ufficiale dell’evento:

  • Building resilience: Helping industries and structures weather the storm
    Lunedì 21 settembre | 17.00 – 18.00 CEST
    Clicca qui
  • Le nuove linee guida del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Manutenzione e gestione dei ponti esistent
    Martedì 22 settembre | 14.30 – 19.00 CEST
    Clicca qui
  • Vapor intrusion: screening, continuous monitoring, mitigation measures
    Giovedì 24 settembre | 17.00 – 19.00 CEST
    Clicca qui
     

Per partecipare gratuitamente, è possibile iscriversi su: www.remtech.com

Continua a Leggere »
11 set 2020

GBC Italia e la World Green Building Week a RemTech Expo digital edition

Quest’anno RemTech Expo, appuntamento internazionale sui temi delle bonifiche, coste, dissesto, clima, sismica, rigenerazione urbana, industria sostenibile, sarà interamente digitale.

Remtech digital edition (21-25 settembre) si presenta come la prima piattaforma mondiale dedicata ai temi della tutela e dello sviluppo sostenibile del territorio. Uno strumento nuovo e innovativo che migliora la partecipazione della Comunità con un nuovo modo di agire e di comunicazione.

Questa particolare edizione, grazie anche all’importante contributo di GBC Italia e dei suoi soci, aderisce alla World Green Building Week, la settimana mondiale per l’edilizia sostenibile, che quest’anno chiede a tutti di Agire per il Clima - #ActOn Climate. Scopri di più.

Qui di seguito elenchiamo gli appuntamenti che vedono il nostro diretto contributo all’interno del programma:

  • Green Deal e Rigenerazione Urbana. Abitare un pianeta in modo resiliente, sostenibile e salubre. 4 CFP per architetti [clicca qui]
  • Edilizia e Infrastrutture sostenibili, esperienze nazionali [clicca qui]
  • Il futuro delle città europee: Rigenerazione Urbana e Recovery Fund [clicca qui]
  • Ricerca, Sviluppo e Tecnologie nelle infrastrutture e nelle costruzioni dell’Italia del futuro [clicca qui]
  • Edilizia sostenibile: nuove opportunità dai rifiuti. Dal “Deposito preliminare alla raccolta” ai “Sistemi collettivi” [clicca qui]
  • Green Deal e Rigenerazione Urbana. Abitare un pianeta in modo resiliente, sostenibile e salubre [clicca qui]
  • Il Decreto Rilancio e le opportunità del sisma ed ecobonus per la rigenerazione urbana [clicca qui]
  • Sustainable Building and Infrastructure – international experience [clicca qui]
  • La futura identità delle città 4.0 in epoca post Covid-19: torna l’uomo al centro del processo urbano. 4 CFP per architetti [clicca qui]
  • Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia: specializzazione al restauro [clicca qui]
  • Acqua ed Economia [clicca qui]
  • Ricostruzione post sisma: la carta della ricostruzione [clicca qui]

 

Oltre al programma di conferenze, nello spazio virtuale dell'expo, GBC Italia sarà a disposizione con una propria chat room per rispondere a domande o programmare nuovi incontri.

Per maggiori informazioni: www.remtechexpodigitaledition.it

Per scoprire quali eventi prevedono il rilascio dei crediti formativi clicca qui.

Per pre-registrarsi all'evento clicca qui.

Continua a Leggere »
09 set 2020

I soci per GBC Italia | Webinar 15 settembre

Il 15 settembre ore 17.00-19.00, in vista dell'appuntamento elettivo, è programmato un meeting di coinvolgimento dei soci, per stimolare il confronto su alcuni importanti temi per l’associazione e conoscersi meglio tra soci della community.

La sessione sarà aperta dal Presidente Giuliano Dall'O' e moderata dal Consigliere Esecutivo Eleonora Sablone. Tutti i soci sono invitati a partecipare per condividere con la community la proprie riflessioni sia strategiche che operative per l'Associazione. È preziosa sia la partecipazione di coloro che hanno intenzione di candidarsi al prossimo Consiglio di Indirizzo, ma soprattutto di tutti gli altri Soci che potranno esplicitare punti di vista ed esigenze.

I Soci potranno partecipare ad un'occasione di dibattito aperto e di condivisione delle prospettive e opportunità per l'Associazione su due temi principali:

1. Mission e Manifesto

Chiediamo ai soci di condividere eventuali riflessioni su tutti o solo alcuni dei punti del Manifesto e della nostra Mission. Per consultare entrambi, clicca qui. Ci aspettiamo delle riflessioni di tipo costruttivo e programmatico o eventuali ulteriori temi non ancora cosiderati.

2. Operatività e Best Practice

Chiediamo ai soci di condividere pensieri e suggerimenti circa l'operatività di GBC Italia: ci sono prassi utili? Sono emerse necessità a cui far fronte? GBC Italia ha risposto in modo efficace alla nuova realtà post COVID?

Come fare per partecipare?

  • Il socio (in regola con il pagamento della quota) per anticipare un pensiero da discutere poi in sede di meeting può lasciare una nota o commento al seguente link di Mural: clicca qui
    NB: È necessario firmare il commento/post-it una volta inserito per poterlo associare correttamente a chi l'ha scritto. La versione finale di tutti i commenti verrà condivisa il 15 settembre con i soci.
  • Il socio che vuole intervenire e condividere in diretta le proprie idee in occasione del meeting può prenotare un intervento di 4 minuti circa via mail a info@gbcitalia.org con nome, cognome e organizzazione associata entro sabato 12 settembre.
  • I soci che vogliono partecipare al webinar come semplici uditori o partecipanti attivi con intervento, devono inoltre iscriversi qui.

 

Continua a Leggere »
08 set 2020

LCA, LCC e indicatori di IAQ negli appalti pubblici: a che punto siamo in Europa?

GBC italia, nell'ambito del progetto LIFE LCA, LCC, Level(s), lancia un questionario agli stakeholder del settore delle costruzioni, per analizzare il livello di utilizzo delle metodologie LCA e LCC e dei criteri relativi alla qualità dell'aria indoor negli appalti pubblici e individuare le esigenze di training del settore pubblico, imprese e professionisti su questi temi.

Il questionario è stato distribuito in 8 paesi europei e i risultati saranno elaborati dai GBC coinvolti nel progetto per strutturare le attività di formazione previste dal progetto.

CLICCA QUI per partecipare al questionario.

Servono solo 10 minuti per completarlo: c'è tempo per rispondere fino a venerdì 11 settembre compreso.

Aiutaci a raccogliere più informazioni possibile!

Continua a Leggere »
07 set 2020

L’impegno di Pavimental per la sostenibilità e per la community di GBC Italia

In un periodo già complesso e reso ancora più critico dalla pandemia in corso e dai suoi effetti, che non sono ancora del tutto chiari ed evidenti, ma che sicuramente nei prossimi anni richiederanno a tutti gli attori economici di adeguarsi al cambiamento, se non addirittura, ove possibile, di anticiparlo, i temi della sostenibilità sono diventati ancora più urgenti, perché inevitabili se si vuole affrontare ciò che avverrà e garantire alle generazioni presenti e future le risorse necessarie per invertire il trend negativo rispetto alle difficoltà presenti e a quelle che si manifesteranno nel tempo.

Questo scenario incerto riguarda anche il comparto dell’edilizia, dell’immobiliare e più in generale dell’ambiente costruito, per l’importanza che ha nel quadro globale dell’economia italiana e per gli impatti che può determinare, in termini di raggiungimento del benessere, per la cittadinanza. In particolare, questi temi riguardano anche il settore delle infrastrutture, per la sua centralità a livello sociale, economico e ambientale, da pesare mediante metriche condivise e protocolli autorevoli.

La Pavimental ha da molti anni individuato nel perseguimento di un modello di sviluppo sostenibile uno dei driver essenziali per correlare i propri obiettivi di impresa alla salvaguardia dell’ambiente e al tema del cambiamento. La convinzione dell’azienda è che gli scenari economici presenti e futuri non possano non essere determinati da politiche e modelli di business strettamente interconnessi con la sostenibilità. Per questo motivo Pavimental si sta impegnando sempre più e intende proseguire con costanza del proprio percorso di crescita.

Da dieci anni circa, a esempio, l’azienda sta sviluppando il progetto ERA (Extreme Recycling of Asphalt), intrapreso con l’Università Politecnica delle Marche e riferito alle pavimentazioni stradali. Il progetto ha una duplice finalità: la riduzione del consumo di risorse naturali, con un aumento di fresato d’asfalto riutilizzato dal 20 al 35%, e l’abbassamento delle temperature di confezionamento e stesa, con l’obiettivo del risparmio energetico e della riduzione delle emissioni, ma preservando prestazioni e durabilità.

Altre attività di ricerca si riferiscono al progetto guidato dall’Università di Miami denominato SeaCON, che ha per obiettivo la messa a punto di un calcestruzzo più economico, durevole e sostenibile, per mezzo della riduzione delle risorse naturali, in particolare l’acqua dolce, sostituita da acqua marina e additivi, da impiegare nel confezionamento.

Sempre sul tema calcestruzzo, Pavimental ha intrapreso un progetto denominato RapCON - Recycled Asphalt Pavement Concrete, attraverso la collaborazione con istituzioni di ricerca e universitarie quali il Politecnico di Milano, l’Università di Bologna e l’ITC-CNR, per l’utilizzo del fresato di asfalto nella produzione di calcestruzzo. Tale progetto è alla fase di start-up.

Il vertice aziendale è estremamente convinto dell’importanza delle sperimentazioni, dello sviluppo di tecnologie e della collaborazione con gli enti di ricerca, per perseguire i propri risultati e al contempo per orientare il mercato.

Dal 2013, l’azienda ha iniziato un percorso di assessment, sul tema sostenibilità, assieme all’ente ICMQ, ottenendo la certificazione “Make it Sustainable” per l’impianto per la produzione di conglomerati bituminosi di Zola Predosa e per il cantiere infrastrutturale di Barberino di Mugello sull’autostrada A1. Il cantiere di Barberino di Mugello costituisce un’esperienza significativa non solo per l’entità del lavoro in sé - basti pensare alla TBM adoperata per lo scavo in galleria, del diametro di 16 metri - ma anche per gli impatti previsti, i vantaggi per la collettività e l’impegno in termini ambientali. In particolare, il Protocollo per la valutazione della compatibilità ambientale delle terre e rocce da scavo da adottare nella realizzazione della Galleria S. Lucia, della lunghezza di 7.548 metri, ha richiesto procedure specifiche in termini di compatibilità ambientale per tutto il materiale scavato, analizzato da un laboratorio ufficiale e riutilizzato come sottoprodotto a seguito dei risultati ottenuti. Anche in questo caso Pavimental ha collaborato col CNR e l’esperienza costituisce un’importante acquisizione in termini di know-how.

L’ultima esperienza rilevante in termini di sostenibilità è senza dubbio la commessa per la realizzazione di un importante edificio, il Molo A presso l’aeroporto di Fiumicino, per un’area di circa 42.000 mq. Ciò per almeno due motivi: il primo, il cambio di paradigma nel passaggio dalle infrastrutture orizzontali tipiche del know-how aziendale alle infrastrutture verticali; il secondo per l'applicazione del protocollo energetico-ambientale LEED BD+C, con l’ambizione di ottenere per l’opera la certificazione a livello Gold. Al fine di rispettare i requisiti LEED l’azienda ha definito una serie di piani di natura ambientale e determinato apposite strategie e obiettivi; a esempio per i materiali ha garantito l’uso di riciclato per almeno il 20% e prodotti a distanza limitata per il 20/30% rispetto al totale.

Le strategie definite non sono state vissute come obbligo, ma al contrario sono state un valore e hanno comportato una serie di opportunità per l’azienda. L’acquisizione di nuove conoscenze, l’ingresso in un diverso mercato e più in un generale il contatto positivo con il network per la green economy e della community dell’edilizia sostenibile. Pavimental si è avvicinata con interesse alle certificazioni internazionali e al confronto coi protocolli energetico-ambientali, alla ricerca di un riconoscimento oggettivo e concreto della qualità delle proprie opere, la successiva scelta di associarsi a GBC Italia è stata una naturale conseguenza.

In una prima fase Pavimental ha voluto essere spettatrice attenta delle tante attività realizzate dalla associazione, ne ha apprezzato l’importanza, ha compreso la strategia messa in atto in questo ultimo triennio per consolidare e far crescere la community, è stato per Pavimental importante riconoscersi tra gli attori leader di settore e orientati ad alimentare sempre di più modelli di sviluppo sostenibile per l’intera filiera.

Oggi l’azienda considera un valore il poter contribuire alla organizzazione che più di altre guida la transizione verso la sostenibilità in modo concreto e con importanti strumenti di standardizzazione come i protocolli energetico-ambientali. Ritiene perciò importante contribuire, per quanto ci sarà possibile, e fornire un supporto per una maggiore visibilità e il consolidamento delle partnership con le altre realtà italiane e internazionali.

In tal senso, il ruolo del GBC Italia e quanto la recente consiliatura è riuscita a costruire, è per Pavimental centrale e più ancora lo potrà essere in futuro anche nei confronti delle istituzioni. Essere riconosciuti come interlocutori autorevoli è il passo principale per ottenere risultati importanti nei contesti istituzionali.

Tra le tante azioni fatte dal GBC Italia, è fondamentale quanto realizzato e tutt’ora in essere per il perfezionamento dei CAM, a cui Pavimental si augura di poter contribuire anche attraverso i risultati concreti, la ricerca e le sperimentazioni che sono alla base del suo operato. Più in generale, l’azienda ha apprezzato le strategie di advocacy messe in atto anche a livello normativo e ritiene importante che prosegua una azione orientata verso un sempre più concreto sostegno alle imprese che perseguono le metriche della sostenibilità.

È necessario, per organizzazioni come Pavimental, interpretare ruoli sempre più attivi nella community. Fare rete ed essere protagonisti dei percorsi di sostenibilità in Italia non è un obiettivo contrapposto ai percorsi di sviluppo aziendale, al contrario ne è una componente fondamentale.

Continua a Leggere »
31 ago 2020

Rigenerazione urbana a Bologna: Archliving vince per l’ex caserma del Demanio

Il Socio ArchLiving si è aggiudicato una delle più importanti gare dell'Emilia Romagna: la riqualificazione dell’ex caserma Perotti a Bologna.

L’area si estende per circa 90 mila mq nella periferia est di Bologna. L’Agenzia del Demanio, a seguito di una parziale dismissione della struttura da parte del Ministero della Difesa, ha deciso di destinare circa 1/3 della superficie ad alcune attività amministrative dell'Agenzia delle Entrate. L’ex compendio militare ospiterà inoltre i nuovi uffici della direzione Provinciale Bologna 2 oltre al nuovo archivio interregionale per le Regioni Emilia Romagna, Toscana e Marche.

La strategia che ci ha permesso di aggiudicarci questa importante gara Pubblica si è basata sulla massimizzazione di tre aspetti principali: Resilienza, Sostenibilità e Salubrità. – dichiara Gianluca Loffredo, CEO di ArchLiving - Per raggiungere un risultato in modo concreto e vincente abbiamo applicato strumenti di cui apprezziamo l’utilità e l’efficacia, la progettazione integrata mediante il BIM, i CAM Edilizia e i protocolli energetico ambientali della famiglia LEED-GBC che riteniamo fondamentali per la costante ricerca di riduzione degli impatti ambientali. Per ArchLivIng questi presupposti sono stati fondamentali e hanno contribuito a dimostrare in modo concreto la filosofia di progetto che nella nostra interpretazione è sempre finalizzata a porre l’uomo al centro ed in equilibrio con l’ambiente. Speriamo che quanto fatto sia utile a promuovere tali valori ed è per questa ragione che ci riconosciamo e supportiamo orgogliosamente la Community del Green Building Coucil Italia.”

I vincitori hanno immaginato un grande parco accessibile al pubblico protetto sui lati da collinette verdi. La fruibilità di questo nuovo parco da parte di giovani, famiglie, anziani, lo preserva da atti di vandalismo, rendendolo un luogo di incontro, di lavoro e di svago in piena armonia tra le diverse aree.

Il parco favorisce la socialità del quartiere accogliendo diverse funzioni: un’area attrezzata, orti sociali, frutteto, un’area attrezzata per i cani ed un’area di gestione delle acque grigie attraverso fitodepurazione. Una serie di accorgimenti sono stati pensati per abbattere l'inquinamento acustico e mitigare l'effetto isola di calore.

L’edificio per uffici emerge dal verde ma con un inserimento paesaggistico e urbano che punta a minimizzarne l'impatto. I volumi sono caratterizzati da un reticolo esterno. Il progetto si pone l’obiettivo di definire un nuovo standard di comfort e di resilienza: gestione dell’acqua, energia, materiali e CO2. L’edificio punta alla Leed Platinum.

Continua a Leggere »
28 ago 2020

Italian Leadership Awards | L’eccellenza italiana della sostenibilità

Webinar - 22 settembre ore 14:30-16:30

Un evento speciale pensato per tutti i professionisti del settore in occasione della World Green Building Week (21-25 settembre). Verranno raccontate le migliori pratiche di sostenibilità in edilizia, di politiche aziendali, di leadership al femminile e di edilizia pubblica.

Cristina Gamboa, CEO del World GBC, aprirà l'evento con una lectio magistralis di scenario globale in occasione della premiazione delle eccellenze italiane - Italian Leadership Awards.

Per scoprire i segreti dei migliori green building, iscriviti qui.

Programma:

Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia
L’eccellenza del green building italiano

Cristina Gamboa, CEO World GBC
Sustainable Buildings for Everyone, Everywhere. Global and Europe trends

Premio Mirna Terenziani
Leadership delle donne italiane nelle settore delle costruzioni sostenibili

Iris Visentin, Università di Ferrara
Green iTEST, l’ App per la certificazione LEED

Scot Horst, CEO Arc Skoru Inc, USGBC

Premio Leadership d’impresa e Sostenibilità
Le buone pratiche sostenibili delle aziende della community GBC Italia

Premio Mario Zoccatelli: Leadership in Green Building nel Settore Pubblico
I buoni esempi di edilizia pubblica

Luca Montuori, Assessore all'urbanistica di Roma Capitale

Premio Leadership in Design & Performance
I segreti dei migliori green building italiani

Premio Chapter dell’anno 2019 di GBC Italia
Il territorio italiano più attivo nella promozione della sostenibilità

Q&A

Per scaricare la locandina: clicca qui.

Continua a Leggere »
27 ago 2020

Webinar 7-8 ottobre | L'Oro Blu

Il 7-8 ottobre GBC Italia organizza il webinar "L'Oro Blu - La gestione della risorsa idrica negli edifici", il secondo appuntamento del ciclo di seminari "Green building | Strategie e soluzioni per costruire sostenibile". 

Quali soluzioni permettono un buon risparmio idrico in edilizia? Quali sono i migliori processi di gestione (recupero, depurazione, trattamento) dell’acqua?

Queste sono alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere nel convegno organizzato da GBC Italia per porre l’attenzione su una risorsa preziosa che non deve essere sprecata. La carenza di acqua potabile è una delle sfide più importanti che il mondo deve affrontare e rappresenta anche il problema più grave del terzo millennio, ma non si stanno ancora prendendo provvedimenti adeguati se non in casi di emergenza come a Roma la scorsa estate.

L’edilizia può giocare un ruolo fondamentale e contribuire preventivamente alla salvaguardia e alla gestione efficiente dell’acqua.

Il convegno si pone l’obiettivo di analizzare il tema del risparmio idrico urbano, approfondendo le strategie per uno sviluppo sostenibile delle reti idriche e il contributo degli edifici al risparmio, attraverso la presentazione di casi applicativi esemplari.

Per il programma completo: clicca qui.

ISCRIVITI QUI

Evento realizzato con il supporto di:

   

Partner tecnici:

    

Continua a Leggere »
03 ago 2020

Webinar 24-25 settembre | Efficienza Energetica

ATTENZIONE!
Questo evento è in overbooking. Consigliamo a coloro che si sono già iscritti di collegarsi con un po' di anticipo per assicurarsi la fruizione del webinar.

Il 24-25 settembre GBC Italia organizza il webinar "Efficienza Energetica", il primo appuntamento del ciclo di seminari "Green building | Strategie e soluzioni per costruire sostenibile". 

La lotta al cambiamento climatico impone una politica delle riduzioni di emissioni di gas climalteranti che al 2050 per la Comunità europea dovranno essere per il settore degli edifici civili pari al -80-90%. Per soddisfare tale obiettivo per gli edifici si dovranno combinare due azioni: la riduzione dei consumi, arrivando a più che dimezzare l’attuale fabbisogno energetico, e l’elettrificazione dei servizi presenti negli edifici. La sfida più impegnativa è rappresentata dagli edifici esistenti ed in particolare a quelli con destinazione d’uso residenziale.

Si rende quindi necessario un approccio che consideri la resilienza dell’edificio e l’utilizzo di strumenti che aiutino e supportino l’intera filiera coinvolta nella riqualificazione profonda di un edificio quali ad esempio i protocolli energetico-ambientali che favoriscono l’integrazione fra le diverse discipline.

Il webinar, che si terrà in due sessioni e si collocherà nell'ambito della World Green Building Week, si pone quindi l’obiettivo di inquadrare il tema da un punto di vista generale procedendo poi a fornire specifiche soluzioni tecnologiche e la presentazione di case history che testimoniano la possibilità di ottenere edifici, sia di nuova edificazione che esistenti, ad alte prestazioni energetiche.

Per il programma completo: clicca qui.

ATTENZIONE!
Questo evento è in overbooking. Consigliamo a coloro che si sono già iscritti di collegarsi con un po' di anticipo per assicurarsi la fruizione del webinar.

ISCRIVITI QUI

Evento realizzato con il supporto di:

        

Continua a Leggere »
31 lug 2020

Buone vacanze

Gli uffici di GBC Italia rimarranno chiusi dal 10/08/2020 al 23/08/2020.
Saremo nuovamente operativi a partire dal 24 agosto.

Vi auguriamo una pausa estiva serena e rigenerante.
Al rientro ci aspetta un intenso programma di appuntamenti, tra cui: la Cerimonia di Premiazione degli Awards, il webinar: Strategie e soluzioni per costruire sostenibile: EFFICIENZA ENERGETICA, la World Green Building Week e l’Assemblea elettiva per il rinnovo delle cariche.

Continuate a seguirci e non mancate.

Nel frattempo buon riposo!

Continua a Leggere »
31 lug 2020

R. Morassut: “Edifici resilienti, sostenibili e salubri per tutti”

Il Sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut intervenuto al think tank Re Mind, con cui GBC Italia collabora attivamente, ha dichiarato: “Stiamo avviando un nuovo periodo, un nuovo “green deal” in cui le filiere Edilizia e Immobiliare devono rispondere a logiche di sostenibilità concreta, misurata e rendicontata con protocolli energetico-ambientali. Un grande sforzo che dovrà competere al pubblico, per semplificazione e incentivazione, ma anche a tutti gli attori delle filiere di riferimento. Sarà necessario puntare su una “Qualità Integrale” dell’ambiente costruito per renderlo maggiormente Resiliente, Sostenibile e Salubre per tutti”.

Non possiamo che essere in profondo accordo con la posizione esposta dal Sottosegretario, lo statuto delle nostra associazione prevede esplicitamente la diffusione e la promozione della sostenibilità nel patrimonio costruito ed è a tal fine che rappresentiamo la totalità dei protocolli energetico ambientali ritenendo anche i relativi processi di certificazione, da sempre elementi fondamentali.

Nella “Guida 2020 agli investimenti turistici-immobiliari in Italia” redatta da Re Mind con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, c’è un intero capitolo (il sesto) a cura del Vicepresidente di GBC Italia Marco Mari, dedicato alla sostenibilità della filiera edilizia e immobiliare. “Siamo giunti ad un cambiamento epocale, spinto anche dalla attuale pandemia, urge definire una nuova strategia un nuovo patto tra pubblico e privato - dichiara Marco Mari - la ripresa economica non può prescindere dai valori della tutela dell’ambiente, della sostenibilità e della valorizzazione degli aspetti culturali legati al nostro ambiente costruito. Aspetti che devono essere allineati a quanto previsto nel Green Deal europeo e correttamente rendicontati e certificati, solo in tale modo potremo fattivamente contribuire alla promozione e attrattività di nuovi investimenti nel nostro Paese”.

La Commissione europea attraverso il piano di investimenti del Green Deal europeo, mobiliterà investimenti pubblici e fondi privati per almeno 100 miliardi di euro per il periodo 2021-2027. Obiettivo: rendere l'Europa climaticamente neutra entro il 2050.

Sono coinvolti tutti i settori dell’economia, ma in particolar modo quello dell’edilizia che è tra i principali responsabili di emissioni di CO2 (quasi il 40% delle emissioni). Infatti, tra le azioni necessarie indicate dall’Europa per raggiungere l’ambizioso obiettivo, vi è l’efficientamento degli edifici.

GBC Italia lavora in partnership con USGBC e in seno al World GBC per decarbonizzare l’intero patrimonio costruito entro il 2050. Numerosi sono i progetti internazionali su cui stiamo lavorando per portare avanti questo importante obiettivo, primo tra tutti il progetto globale Advancing Net Zero, ma poi anche molti progetti europei come:

  • Build Upon² per la decarbonizzazione delle nostre città
  • LIFE Level(s) per la diffusione dell’economia circolare in edilizia e dello strumento Level(s)
  • SMARTER per l'implementazione di mutui verdi a immobili certificati con protocolli di sostenibilità ambientale
  • BIM4REN per sviluppare una piattaforma di strumenti BIM a supporto dell'intera filiera della riqualificazione energetica degli edifici.
     

Noi siamo contenti che anche l’Italia stia finalmente prendendo consapevolezza che questa è la direzione giusta ed a tal fine supportiamo attivamente i diversi Ministeri ed istituzioni fornendo le nostre competenze, come ad esempio, il Ministero dell’Ambiente per i Criteri ambientali Minimi (CAM), il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo per gli aspetti inerenti il restauro sostenibile, ed ulteriori attori istituzionali anche in rete con le principali associazioni di settore. Proseguiremo instancabili su questa strada, perché siamo convinti che l’unica edilizia possibile è una edilizia sostenibile

Continua a Leggere »
31 lug 2020

Iris Visentin è il nuovo segretario del Chapter Veneto-Friuli Venezia Giulia

Giovedì 30 luglio si è svolta l'Assemblea per il rinnovo delle cariche del Chapter Veneto-Friuli Venezia Giulia.

Iris Visentin (QUALITY NET SRL Unipersonale) è stata nominata come nuovo Segretario della sezione territoriale, mentre Mauro Roglieri (MR Energy Systems S.r.l.) e Claudio Pozza (Pozza Matteo & C. S.a.s. Costruzioni Edili) sono stati nominati Vicesegretari. 

Di seguito tutti i membri del nuovo Consiglio Direttivo:

  • Florian Diego Associazione Italiana per la Gestione Forestale Responsabile (FSC ITALIA)
  • Marusig Fabrizio EDICOM S.A.S. DI MARUSIG FABRIZIO & C.
  • Milan Michele ECAMRICERT SRL
  • Pozza Claudio Pozza Matteo & C. S.a.s. Costruzioni Edili
  • Roglieri Mauro MR Energy Systems S.r.l.
  • Vanzini Mauro Crea Ecoliving Rete di Imprese
  • Visentin Iris QUALITY NET SRL Unipersonale
  • Voltan Silvano VOLTAN ASSOCIATI ADV s.a.s. di Voltan Silvano & C
     

La sede del chapter sarà presso:

QUALITY NET SRL Unipersonale
Via Aquileia, 56
35035 Mestrino (PD)

Buon lavoro a tutti!

Continua a Leggere »
29 lug 2020

Save the date: 28 September | HeLLo project Final event

Il Dipartimento di Architettura dell'Università di Ferrara organizza il 28 settembre l'evento finale del progetto europeo HeLLo-Heritage energy Living Lab onsite che mira alla riqualificazione energetica del patrimonio degli edifici storici.

Il Comitato Organizzatore dell'evento finale del progetto, sebbene fosse desideroso di organizzare un evento in presenza, dopo molte riflessioni ponderate, ha raggiunto un consenso su come rendere la conferenza completamente virtuale.

La conferenza pertanto si realizzerà esclusivamente online e in inglese. Di seguito i dettagli per la partecipazione.

The HeLLo project final dissemination and communication event will be mostly grounded on the developed in situ experiment and its results, outcome of the tested internal insulation technologies, in Palazzo Tassoni Estense (Ferrara, Italy), a 15th century listed building.

The conference will be online from 2:15 PM (ITALIAN local time) until approximately 6:30 PM. The registration form is available here.

More info here.

Continua a Leggere »
29 lug 2020

Soluzioni per costruire sostenibile: a te la parola!

Non perdere l'occasione di farti riconoscere come leader nel settore dei green building.

GBC Italia lancia il ciclo di seminari tematici "GREEN BUILDING: strategie e soluzioni per costruire sostenibile". I temi dei convegni, organizzati in formato webinar, saranno 4: Acqua, Comfort, Decarbonizzazione, Economia Circolare; ogni convegno inoltre sarà organizzato in 2 sessioni per permettere a tutti di parteciparvi negli orari più favorevoli.

Fai sentire la tua voce, presenta un caso concreto e prenota il tuo spazio in uno o più dei seguenti eventi:

L’efficienza energetica e le energie rinnovabili

1a sessione 
24 settembre 2020 - ore 11:00-13:00
2a sessione
25 settembre 2020 - ore 11:00-13:00

La risorsa acqua: risparmio e recupero

1a sessione
7 ottobre 2020 - ore 11:00-13:00
2a sessione
8 ottobre 2020 - ore 11:00-13:00

La Salubrità e il comfort indoor

1a sessione
22 ottobre 2020 - ore 11:00-13:00
2a sessione
23 ottobre 2020 - ore 11:00-13:00

 

L’edilizia circolare e l’uso razionale delle risorse

1a sessione
18 novembre 2020 - ore 11:00-13:00*
2a sessione
19 novembre 2020 - ore 11:00-13:00*

 

Clicca qui per scaricare la brochure con tutte le opportunità che abbiamo pensato per te!

Se sei interessato a diventare day sponsor, scrivi al seguente indirizzo: marketing@gbcitalia.org

*date da confermare

Continua a Leggere »
27 lug 2020

Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia: rinnovo del direttivo

Dopo tre anni di mandato e tante attività, è arrivato il momento del rinnovo delle cariche del Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia, ovvero di procedere con le elezioni dei Consiglieri del Direttivo e con la nomina del Segretario. Questo rinnovo rappresenta anche un'ulteriore occasione di confronto e di stimolo reciproco per i soci del territorio veneto-friulano.
 
Il Direttivo uscente, ha convocato l’Assemblea Elettiva a giovedì 30 luglio dalle ore 14:30 alle ore 18:30 presso la sala Fornace Carotta in via Siracusa 1 (piano terra) a Padova, in modo che il nuovo Direttivo sia pronto per tempo e possa coordinare le attività alla ripartenza di settembre che prevede un nuovo piano di webinar con l'obiettivo di tenere sempre aggiornati e in contatto i soci, e offrire un’opportunità di visibilità e di confronto su tematiche specifiche e attuali.
 
È stato organizzato un incontro fisico, ovviamente nel rispetto di tutte le disposizioni sanitarie e quindi in sicurezza, perché il Direttivo uscente ritiene che sia importante rivedersi in questa occasione e momento di scelta, e anche per far seguire ai doveri un momento di relax con un aperitivo.


Il luogo è poi un ottimo simbolo per il Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia: un’antica fornace che ha ‘costruito’ molto e ha fatto la storia del territorio. Il luogo prescelto infatti è la sala Fornace Carotta in via Siracusa 1 (piano terra) a Padova, facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblici e con ampio parcheggio nelle vicinanze. Clicca qui per consultare alcune indicazioni per raggiungere la sala.
 
In ogni caso, considerato il periodo e volendo facilitare la partecipazione, sarà possibile seguire l’Assemblea anche tramite il seguente collegamento: https://global.gotomeeting.com/join/784271957
 
Alla Assemblea Elettiva partecipano in persona (o in videoconferenza):
- tutti i Soci del Chapter in regola con il pagamento della quota;
- il Responsabile Chapter della Sede, o altro membro dello Staff e/o del CE di GBC Italia con funzione di verbalizzante;
- tutti gli aderenti al Chapter (professionisti, studenti etc.) in qualità di auditori.
 
Di seguito le candidature per il Consiglio Direttivo:
 
- Florian Diego, Candidato da Associazione Italiana per la Gestione Forestale Responsabile (FSC ITALIA)
- Marusig Fabrizio, candidato da EDICOM S.A.S. DI MARUSIG FABRIZIO & C.
- Milan Michele, candidato da ECAMRICERT SRL
- Pozza Claudio, candidato da Pozza Matteo & C. S.a.s. Costruzioni Edili
- Roglieri Mauro, candidato da MR Energy Systems S.r.l.
- Vanzini Mauro, candidato da Crea Ecoliving Rete di Imprese
- Visentin Iris, Candidata da QUALITY NET SRL Unipersonale
- Voltan Silvano, Candidato da VOLTAN ASSOCIATI ADV s.a.s. di Voltan Silvano & C

Continua a Leggere »
24 lug 2020

Placca ORO per Palazzo Gulinelli certificato GBC Historic Building

Venerdì 17 luglio 2020 si è celebrata la Cerimonia di consegna della targa a Palazzo Gulinelli per il raggiungimento del livello di certificazione ORO secondo il protocollo GBC Historic Building® per la riqualificazione e il restauro degli edifici storici.

A seguito del sisma la proprietà ha scelto di perseguire un virtuoso processo di recupero e consolidamento che non solo tutelasse quanto più possibile la valenza storica dell’edificio nel rispetto dei doverosi vincoli posti dalla sovrintendenza, ma che permettesse al contempo di garantire le migliori prestazioni energetiche e i minori impatti sull’ambiente. A tal fine la scelta è ricaduta sull’utilizzo dell’innovativo protocollo energetico-ambientale GBC Historic Building®.

Alla cerimonia erano presenti per GBC Italia il Vicepresidente Marco Mari, per l’Opera Don Cipriano Canonici Mattei il dott. Angelo Artioli – Vicepresidente e Mons. Antinio Grandini – Presidente; per il MIBACT l’arch. Keoma Ambrogio. Inoltre erano presenti i progettisti Cristiano Ferrari, Eugenio Artioli (Binario Lab srl); i fornitori: Alchimia, Exenia, DI.CO; Dinergy; l’Università di Ferrara con il prof. Alessandro Ippoliti, Direttore del Dipartimento di Architettura; il Comune di Ferrara con l’ Assessore all’ Urbanistica e Opere Pubbliche Andrea Maggi e con Natasha Frasson - Servizio Beni Monumentali  e Cristina Nagliati - Servizio Qualità Edilizia e Pianificazione Territoriale; infine INVITALIA Sergio Maccagnani - consigliere di amministrazione.


 

--

Link correlati:
News
Scheda del progetto

Continua a Leggere »
23 lug 2020

Call per ospitare tirocinanti online dell'University of Arkansas

Il centro di Roma dell'Università dell'Arkansas, socio di GBC Italia, sta lavorando per creare opportunità di tirocinio online per gli studenti degli Stati Uniti. Lavorare e studiare all'estero è parte integrante della carriera accademica degli studenti universitari.

Le lezioni apprese lavorando con aziende straniere vanno ben oltre allo studio tradizionale che si fa in classe. Dal punto di vista di un'azienda, assumere un tirocinante internazionale può rappresentare una straordinaria opportunità, in quanto oltre ad essere una risorsa aggiuntiva, gli studenti dell’University of Arkansas portano anche nuove teorie, know-how tecnologico ed entusiasmo e rappresentano una meravigliosa risorsa a qualsiasi ambiente di lavoro.

Come funziona uno stage online?

In uno stage tradizionale uno studente si candida a lavorare per un'azienda e il candidato prescelto inizierà presso l'azienda alla data concordata. Nel Virtual International Program- internship, o VIP-i, lo studente non si reca fisicamente in azienda poiché tutto viene svolto online. Solo l'1,6% degli studenti universitari si impegna in un'esperienza di studio all'estero perché il "costo" rappresenta la principale barriera per gli studenti che hanno accesso a questa opportunità. VIP consente di aprire questa esperienza unica a chi, storicamente, non avrebbe potuto permettersi al di fuori degli Stati Uniti.

Quali sono i vantaggi per un'azienda che assume un tirocinante?

Gli stagisti possono:

  • Portare nuove tecniche / approfondimenti che vengono insegnati all'Università
  • Permettere ai professionisti di lavorare su progetti più avanzati
  • Assistere il lavoro di squadra all'interno di un'organizzazione
  • Rappresentare un'opportunità per il personale di sviluppare esperienza di supervisione
  • Diventare un'opportunità di networking per l’azienda negli Stati Uniti
  • E molto altro ancora ...
     

Quali sono le spese per un'azienda che assume un tirocinante online?

L’azienda dovrà assegnare un tutor e un supervisore, che possono essere la stessa persona, il cui compito sarà quello di assicurarsi che gli studenti abbiano tutto ciò di cui hanno bisogno per completare i compiti assegnati. Sarà necessario creare un processo di inserimento per aiutare il tirocinante ad adattarsi all'ambiente dell'azienda e al suo ruolo all'interno della sua struttura. Potrebbe essere necessario fornire al tirocinante determinati pacchetti software, a seconda delle esigenze della tua azienda.

I tirocinanti non sono rimborsati finanziariamente per i loro servizi in quanto il loro obiettivo è quello di acquisire esperienza in un settore di lavoro con l'obiettivo di comprendere meglio dove vorrebbero lavorare una volta che si laureano.

L’azienda potrebbe essere istruita sui alcuni criteri di valutazione se è necessario che qualcuno in azienda completi una valutazione del lavoro degli studenti alla fine del progetto.

Come posso iniziare il processo per la creazione di una posizione per uno stagista?

Tutto ciò di cui c’è bisogno è una descrizione del lavoro che delinea quanto segue:

  • Informazioni sulla tua azienda
  • Descrizione del lavoro previsto dal tuo stagista
  • Quali risorse saranno disponibili per il tirocinante per aiutarli nella posizione
  • Quale esperienza o qualifiche precedenti sarà necessaria al tirocinante
  • Qualsiasi compenso che desideri offrire al tirocinante (facoltativo)
     

Chi è interessato deve compilare il Google Form cliccando qui per far comprendere che tipo di stagista si sta cercando.

È molto importante essere chiari su ciò che l’azienda si aspetta e necessita dall'interno. Per essere sicuri di poter attirare il candidato giusto.

Il Centro di Roma dell'Università dell'Arkansas, assistito dal dipartimento Study Abroad in Arkansas, assisterà le aziende nella creazione dei parametri di applicazione per lo stage e cercherà i candidati idonei con le migliori qualifiche. La descrizione del lavoro sarà pubblicizzata a tutti gli studenti universitari attraverso il Study Abroad Center in Arkansas.

Le aziende avranno quindi l'opportunità di intervistare i candidati e decidere chi sarebbe più adatto per la propria realtà.

Continua a Leggere »
20 lug 2020

È online la nuova Milano Green City Map!

Arriva la versione 2.0 della Milano Green City Map con l’aggiornamento dei nuovi edifici green di Milano.

A Milano oggi sono circa 320 gli edifici “green”, contro i 200 dello scorso anno. Intere aree sono diventate veri e propri distretti sostenibili con un impatto visivo e di qualità della vita considerevole.

Si conferma, dunque, il trend di trasformazione urbana verso un modello di città sostenibile e smart che fa di Milano la città del Rinascimento “green”.

Una mappa unica nel suo genere che nasce dalla volontà di informare e rendere consapevole i cittadini del processo di cambiamento in atto.

Scarica qui la Milano Green City Map 2.0

Continua a Leggere »
14 lug 2020

GBC Italia rinnova il proprio Consiglio di Indirizzo! Vuoi farne parte anche tu?

Giovedì 15 ottobre 2020 si terrà l’assemblea elettiva di GBC Italia per il rinnovo delle cariche istituzionali dell’associazione: Consiglio di Indirizzo, Comitato Esecutivo, Presidente e Vicepresidente.

Il nuovo Consiglio d'Indirizzo eletto nominerà poi tra i propri i componenti il Comitato Esecutivo, il Presidente e il Vicepresidente che resteranno in carica per il triennio 2020-2023.

Tutti i soci (in regola con il pagamento della quota associativa) possono candidarsi per entrare a far parte del nuovo Consiglio di Indirizzo di GBC Italia e/o possono scegliere di votare specifici candidati che li rappresenti.

Vuoi saperne di più? Clicca qui per tutte le informazioni sulle elezioni.

Se vuoi candidarti e non hai ancora provveduto, affrettati! Lunedì 7 settembre verranno pubblicate sul sito di GBC Italia le candidature arrivate.

Partecipa inoltre agli appuntamenti programmati:

  1. Martedì 15 settembre ore 17.00-20.00- Confronto dei soci sui temi
  2. Giovedì 8 ottobre ore 17.00-20.00 - Presentazione delle candidature

 

Ti aspettiamo!

 

Continua a Leggere »
13 lug 2020

Calcestruzzo per un'edilizia green: la gamma eco.build

Edilizia green, economia circolare, abitare sostenibile. È sulla base di queste considerazioni e dell’esperienza maturata che Calcestruzzi, società del gruppo Italcementi socio fondatore di GBC Italia, propone la gamma di soluzioni eco.build: la risposta green alle richieste del mercato edile.


C'è stato un aumento significativo di richieste di prodotti con materiale riciclato, il cui contenuto sia dichiarato e verificato, conditio sine qua non per partecipare ai bandi pubblici che soddisfano i CAM (Criteri Ambientali Minimi). Siamo in un'epoca in cui il mercato punta su prodotti che valorizzano sostenibilità ed economia circolare. E a questi aspetti risponde eco.build, una gamma verificata e certificata LCA ed EPD che valorizza le materie prime seconde e al tempo stesso aiuta a contenere il riscaldamento globale, mantenendo elevati standard qualitativi come da norme Tecniche per le Costruzioni D.M.17/01/2018.


Oltre a elevare gli standard di sostenibilità dei progetti, eco.build consente di rispondere alle richieste della committenza alla ricerca di calcestruzzi green con contenuto minimo di riciclato in grado di soddisfare i requisiti CAM (5%) o con proposte Tailor Made realizzate secondo le valutazioni specifiche del progetto e della percentuale massima di riciclato raggiungibile. Indicata sia per applicazioni strutturali (strutture in genere, fondazioni, solai, pilastri, muri) che per applicazioni non strutturali (getti di livellamento, pulizia e riempimento), la gamma offre diversi vantaggi, diretti e indiretti, come l'acquisizione di punteggi (CAM/LEED, etc.) e la promozione dello sviluppo dell’economia circolare. Il tutto massimizzando l'impiego di materiali locali entro un raggio di 150 km dall'origine alla sua lavorazione.


Quali sono i vantaggi ambientali dei prodotti della gamma eco.build?

a)    riducono l'impatto sul potenziale del riscaldamento globale (GWP100)
b)    massimizzano l'uso di materie prime seconde
c)    massimizzano l'impiego di materiali locali

Calcestruzzi accompagna la fornitura dei prodotti eco.build con una specifica  Environmental Product Declaration (EPD) al fine di comunicare in modo trasparente gli impatti dei propri prodotti e di consentire una loro valutazione nell’ambito dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) per le gare di appalto pubbliche e negli schemi di rating per la valutazione della sostenibilità delle costruzioni: LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), GBC Italia, ITACA e BREAAM.

Per maggiori info www.calcestruzzi.it

Continua a Leggere »
Vai
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.