05 nov 2021

Il calendario COP26 sull’edilizia sostenibile

La 26a Conferenza delle parti delle Nazioni Unite (COP26)  sui cambiamenti climatici dovrà dare un seguito all'accordo di Parigi con l'obiettivo di evitare che la temperatura globale aumenti di più di 1,5 gradi, oltre questa soglia la crisi ambientale potrebbe diventare incontrollabile.

Capi di Stato, diplomatici, associazioni ed esperti della comunità scientifica dovranno lavorare alacremente per concordare un piano d'azione coordinato per ridurre le emissioni globali di gas serra del 45% rispetto al 2010. Con il Green Deal, presentato nel dicembre 2019, l’UE ha puntato ancora più in alto per i propri obiettivi climatici, impegnando i paesi membri a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050.

Il settore dell'edilizia, responsabile di circa il 39% delle emissioni globali di CO2, di cui il 10% è rappresentato dalle emissioni di CO2 “incorporate” (embodied) nei materiali e nei processi di costruzione durante l'intero ciclo di vita, svolge un ruolo chiave per il raggiungimento degli obiettivi di contrasto al cambiamento climatico.

Il contributo della nostra community non mancherà l'appuntamento di Glasgow. GBC Italia, insieme ad altre 9 organizzazioni internazionali - Global Alliance for Buildings and Construction, C40 Cities, The Climate Group, MISSION 2020, World Business Council Sustainable Development (WBCSD), WeMean Business, World Resources Institute, World Green Building Council, UK Green Building Council - ha dato vita all'alleanza globale #BuildingToCOP26 con l'obiettivo di guidare i negoziati verso la transizione ecologica del settore.

Giovedì 11 novembre la COP26 ospiterà una giornata dedicata al tema dell'ambiente costruito: "Cities, Regions & Built Environment". GBC Italia, insieme alla coalizione #BuildingToCOP26, è coinvolta nella progettazione di questo evento.

Ecco il calendario completo degli appuntamenti - virtuali, ibridi e in presenza - organizzati dalla Coalizione: clicca qui.