20 apr 2022

GBC Italia: un maggio di eventi aperti a professionisti, stakeholders e decisori

Per essere i protagonisti della trasformazione della filiera edile ed immobiliare

Una primavera ricca di contenuti, quella che offre Green Building Council italia, non solo ai propri associati, ma a tutta la comunità edile ed immobiliare italiana.

Il primo appuntamento del mese riguarda la digitalizzazione del processo edilizio in chiave sostenibile: BIM4Ren il 5 e 6 maggio a Roma presso la sede di CNA Costruzioni, con attività di conferenza e training in modalità blended.

Tra gli assi portanti del processo di transizione ecologica attualmente in corso, la digitalizzazione riveste una leva fondamentale. Per il Consiglio dell’Unione europea: “una diffusione efficace delle tecnologie digitali può contribuire a dissociare la crescita dall’utilizzo delle risorse e dai suoi impatti ambientali negativi, perché la digitalizzazione è un’eccellente leva per accelerare la transizione verso un’economia climaticamente neutra, circolare e più resiliente”. Il binomio digitalizzazione-sostenibilità non è più in antitesi, ma un traguardo possibile a cui tendere. Uno degli ambiti di maggior successo di questa sintesi è il settore della progettazione in edilizia. L’introduzione ed il sempre maggior utilizzo del BIM (Building Information Modeling) consente di ottenere straordinari risultati in efficienza e sicurezza, di costi e processi, per obiettivi energetico ambientali sempre più vicini dalla progettazione alla manutenzione.

Fino a pochi anni fa, in Italia, il BIM stentava a decollare. La cesura col passato, che ha segnato la vera svolta è avvenuta nel 2017 con il Decreto n. 560/2017, cosiddetto “Baratono”, dal nome del Presidente della Commissione in cui venne prevista la prima progressiva introduzione del BIM obbligatoria per le opere pubbliche. Oggi l’Italia è leader nell'Europa continentale nell'adozione del Building Information Modeling. Tra i molteplici interventi previsti nell’agenda della due giorni a Roma, particolarmente atteso sarà proprio quello dell’Ing. Pietro Baratono, Rappresentante MIMS-Comitato Speciale PNRR.

Saranno, inoltre, divulgati i risultati del progetto europeo BIM4Ren, finanziato nell'ambito del programma europeo H2020 e che ha come scopo lo sviluppo di tool digitali open source per la riqualificazione edilizia. Sarà, inoltre, l’occasione per presentare esperienze e best practice, sessioni di training e una visita guidata ad alcuni edifici certificati che hanno utilizzato un processo BIM-based.

+  +  +  PARTECIPA IN PRESENZA: ISCRIVITI QUI  +  +  +
+  +  +  PARTECIPA ONLINE ALLA CONFERENZA: 
ISCRIVITI QUI  +  +  +
+  +  +  PARTECIPA ONLINE AL TRAINING: 
ISCRIVITI QUI  +  +  +

Settima successiva, il giorno 11 maggio, torna il ciclo tematico dal grande riscontro mediatico "Green Building: attori e soluzioni per un’edilizia sostenibile". Qual è il ruolo degli edifici sostenibili rispetto a temi come ESG, Tassonomia e PNRR? L’appuntamento è on line partire dalle 11:00 per un webinar in cui si affronteranno temi fondamentali per professionisti dell’edilizia.

La filiera edilizia e immobiliare ha, infatti, dimostrato negli ultimi anni una crescente attenzione nei confronti dei criteri ESG (Environmental - Social - Governance), oltre che per i protocolli di certificazione energetico-ambientale. L’importanza e la combinazione di questi due elementi è determinante, perché oltre a consentire di ricondurre a criteri di misurazione oggettivi, garantiscono migliori performance degli investimenti e affrontano meglio i rischi legati ad emergenze o crisi.

In Italia, il PNRR ha recepito uno degli aspetti fondamentali della Tassonomia EU, i principi relativi al Do Not Significant Harm (DNSH). Tale recepimento vincola alla rendicontazione dei sei principi del DNSH, sia nella fase di definizione e dei bandi, sia in fase di progettazione che in quella di realizzazione delle opere edili.

Il principio Do No Significant Harm (DNSH) prevede che gli interventi previsti dai PNRR nazionali non arrechino nessun danno significativo all’ambiente. Uno specifico allegato tecnico della Tassonomia riporta i parametri per valutare se le diverse attività economiche contribuiscano in modo sostanziale alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici o causino danni significativi ad uno degli altri obiettivi. Basandosi sul sistema europeo di classificazione delle attività economiche (NACE), vengono quindi individuate gli ambiti che possono contribuire alla mitigazione dei cambiamenti climatici, tra questi anche le infrastrutture. Il quadro definito dalla Tassonomia fornisce quindi una guida, un elemento cardine nei criteri di assegnazione delle risorse europee. Ne parleremo con il prestigioso panel di ospiti l’11 maggio dalle ore 11:00.

+  +  +  CLICCA QUI PER ISCRIVERTI GRATUITAMENTE AL WEBINAR  +  +  +

La fitta agenda di maggio prevede una due giorni che si svilupperà nelle giornate del 19 e 20, nella prestigiosa cornice di Palazzo Orsini Taverna a Roma, ma anche nella consueta modalità online. Un evento di portata fondamentale per tutti coloro desiderano essere aggiornati su temi del Green Building: la GBC Italia Masterclass, evento annuale di alta formazione.

L’evento si rivolge principalmente alla comunità dei professionisti accreditati italiani, ma dall’ultima edizione del 2021, la partecipazione è stata estesa ad un bacino più ampio di professionisti anche internazionali. Keynote speakers di primo piano si alterneranno, per non perdere di vista le opportunità offerte dal mercato dei Green Buildings anche oltre i confini del nostro Paese, esplorando i protocolli energetico-ambientali, la loro continua evoluzione e penetrazione nel mercato delle costruzioni a livello nazionale e globale. Lo faremo attraverso lecture, workshop e hackathon. Tutti gli interventi faranno riferimento principalmente a 6 specifici ambiti: Città sostenibili, Gestione del processo costruttivo, Risorse naturali, Efficienza energetica, Economia circolare, Salute e benessere.

+  +  +  CLICCA QUI PER ACQUISTARE I BIGLIETTI DELLA MASTERCLASS  +  +  +

Green Building propone, ancora una volta, appuntamenti immancabili per essere protagonisti della rivoluzione green della filiera edile ed immobiliare. Professionisti, stakeholders, decisori nella trasformazione riuniti in una due giorni per condividere il meglio di un settore che sarà il traino della ripresa, non solo del nostro Paese, ma dell’intera UE.