04 giu 2022

Circular Wall: il pannello prefabbricato per il riciclo dei materiali di scarto

I pannelli di tamponamento prefabbricati solitamente comprendono una struttura portante in calcestruzzo armato ed uno strato realizzato in materiali sintetici, generalmente polistirene espanso (EPS) o polistirene estruso (XPS) o, più raramente, poliuretano (PUR). Il materiale sintetico funge da isolante termico consentendo al pannello prefabbricato di raggiungere determinati valori di trasmittanza termica e, nel contempo, contribuisce ad alleggerire l’elemento. I componenti isolanti citati, essendo materie prime vergini, danno origine all’aumento della produzione di scarti in materiale sintetico che devono essere riciclati, con conseguente grave impatto ambientale.

Il Circular Wall è un pannello di tamponamento prefabbricato, brevettato dal socio Manini Prefabbricati SpA, con un basso impatto ecologico, atto a consentire il riciclo di materiale sintetico di scarto; è economico e di semplice realizzazione, mantenendo nello stesso tempo inalterata la sua affidabilità.

Lo strato di alleggerimento e coibentazione nel Circular Wall è costituito da materiale plastico riciclato, preferibilmente ottenuto dal riciclo di Polietilene Tereftalato (PET). L’impiego di tale materiale plastico (PET) consente di soddisfare le esigenze di sostenibilità ambientale e di implementare gli elementi riconducibili all’interno di un’economia circolare. L’impiego del PET porta inoltre alla diminuzione dei consumi di materie prime vergini e, quindi, alla riduzione dell’impatto ambientale associato alla produzione di un pannello di tamponamento prefabbricato.

Il Circular Wall potrà avere spessore di 20 cm o di 30 cm a taglio termico.