03 giu 2022

5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente: GBC Italia e il valore della sostenibilità come atto d'amore per il pianeta

Compie 50 anni la giornata mondiale dell'ambiente, proclamata nel 1972 dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, in occasione dell'istituzione del Programma delle ONU per l'ambiente e viene celebrata ogni anno il 5 giugno, con lo slogan Only One Earth.

Anni prima, nel 1947 Giorgio La Pira, uno dei “padri costituenti”, volle spiegare così all’opinione pubblica che la Costituzione italiana ha tra i suoi princìpi fondamenti la centralità dell’uomo nella sua relazione con il contesto di cui è parte: “L’idea madre dell’Assemblea Costituente è stata quella di considerare l’uomo, non solo nella sua identità e nei suoi diritti, bensì nella sua relazione con il mondo che lo circonda. Per tanto la nostra carta fondamentale ha il merito e la modernità di contemplare, oltre ai diritti naturali della persona, anche i diritti degli organismi di cui questa è parte”.

Una ricorrenza ancora più sentita quest’anno nel nostro Paese, perché, a 75 anni da quello storico passaggio, l’8 febbraio 2022 l’Italia ha posto una pietra miliare sul cammino verso la sostenibilità. Un percorso che siamo tutti chiamati ad esplorare con pieno senso di responsabilità, per restituire alle prossime generazioni un futuro, che oggi la Costituzione gli attesta come “diritto fondamentale”. Con la modifica dell'articolo 9, la legge costituzionale introduce, infatti, tra i principi fondamentali la tutela dell'ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, anche nell'interesse delle future generazioni.

Sul piano europeo il Parlamento e la Commissione sono impegnate concretamente ad affrontare le principali questioni ambientali, economiche e sociali, cercando di raggiungere gli SDG’s (Obiettivi di Sviluppo Sostenibile) delle Nazioni Unite e promuovendo il New Green Deal, il patto verde che integra gli obiettivi energetico-ambientali con quelli economici e sociali in tutti i Paesi membri.

GBC Italia con il suo Manifesto ed in tutte le sue azioni, sottolinea che è importante tenere in considerazione che gli edifici rappresentano un grande potenziale nel raggiungimento degli obiettivi di contrasto al cambiamento climatico, per prenderci cura del nostro Pianeta e per parlare di questi temi tutto l’anno, non solo durante la Giornata Mondiale dell’Ambiente. Gli edifici sono responsabili del 36% di tutte le emissioni, del 40% di energia, del 50% di estrazione di materie prime nell'UE, del 21% del consumo di acqua. Decarbonizzazione, economia circolare, efficienza idrica, uso del suolo e biodiversità, resilienza, benessere e salubrità, giustizia nella transizione. Questi i temi su cui intervenire per il cambiamento.

L’Italia ha raggiunto degli ottimi risultati a livello globale, entrando nella top 10 mondiale degli edifici certificati con i protocolli energetico-ambientali della famiglia LEED e seconda in Europa con la maggiore crescita percentuale.

La strategia di GBC Italia per la diffusione di buone pratiche si orienta strategicamente su diversi livelli d’azione. Tra tutti, lo sviluppo di Protocolli energetico-ambientali per ridurre o azzerare, misurare e certificare l’impatto ambientale sulla progettazione, costruzione ed esercizio degli edifici. Costruire e ricostruire abitazioni, quartieri, borghi, città in modo sostenibile non solo è possibile, è davvero fondamentale per il futuro del nostro pianeta e quindi per il benessere e la vita di tutti noi. Non si tratta solo di efficienza energetica o idrica, scelta dei materiali, gestione del sito di progetto, innovazione o qualità dell’ambiente. Sostenibilità, vuol dire ottimizzare le relazioni che esistono tra tutti questi elementi.

Un progetto realizzato con criteri di sostenibilità ambientale minimizza e, nei casi più virtuosi, elimina gli impatti ambientali attraverso una scelta consapevole. Quest’ultimo aspetto è dato dalla conoscenza e dalla diffusione di un patrimonio di best practice, attività, studi che Green Building Council Italia mette a disposizione di operatori della sostenibilità, decisori, professionisti, anche attraverso i propri percorsi formativi. La formazione sulla sostenibilità diventa, quindi, atto d'amore per il pianeta.

GBC Italia da oltre vent’anni parla e costruisce insieme alle filiere edile ed immobiliare percorsi per la salvaguardia del pianeta, con azioni capillari attraverso i suoi 15 chapter regionali, promuovendo un processo di trasformazione del mercato di riferimento per un mondo più green 365 giorni l’anno.

#OnlyOneEarth