Salta al contenuto

I progetti


GBC Italia per progetti di sviluppo

Allo scopo di portare avanti la propria mission, Green Building Council Italia partecipa in progetti di ricerca e innovazione sull’edilizia sostenibile, finanziati a livello locale, nazionale ed internazionale.

GBC Italia è costituita da un network nazionale di più di 300 soci, tra aziende, organizzazioni pubbliche e private and professionisti che rappresentano l’intera filiera del settore delle costruzioni ed è parte di un network internazionale, la Europe Regional Network di World GBC, che comprende 24 GBC nazionali.

GBC Italia, in qualità di associazione senza scopo di lucro, partecipa nei consorzi di progetto, supporta e coinvolge i soci nella ricerca e nella scrittura di domande di finanziamento.

Nei progetti GBC Italia mette a disposizione le proprie competenze per favorire il dialogo tra stakeholder e attori della filiera attraverso processi partecipati; svolgere attività di informazione e divulgazione di contenuti a livello nazionale ed internazionale; sviluppare attività di formazione di professionisti e aziende; supportare la definizione di policy; sviluppare sistemi di rating e strumenti per l’implementazione e l’applicazione delle policy a livello locale.
 

  
GBC Italia in Horizon2020
Programma quadro europeo per la ricerca e l'innovazione. Siamo pronti ad aiutarti a rendere la tua proposta o il tuo progetto più competitiva. 
...scopri qui come

________________________
 

I nostri progetti europei:




Build Upon2
  I  attivo
Per decarbonizzare le nostre città.
...scopri di più


Level(s)
I  attivo
Strumento per misurare e valutare gli edifici sostenibili attraverso degli indicatori chiave di performance
...scopri di più


 
EeMAP - Energy efficient Mortgages Action Plan
Piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica
...scopri di più

 
BUILD UPON (2015-2017) I chiuso
Progetto collaborativo sul tema della riqualificazione energetica profonda degli edifici
...scopri di più

 


BIM4REN
Progetto europeo BIM4REN che punta a fornire gli strumenti BIM in supporto agli interventi di riqualificazione di edifici residenziali
...scopri di più

 


Smarter - Finance for families
Il progetto europeo volto a migliorare il benessere dei cittadini europei offrendo nuove opportunità al settore finanziario e delle costruzioni per creare Green Homes
...scopri di più

 

Obbligo di trasparenza
In ottemperanza a quanto previsto dalla Legge 124 del 2017 (ai commi da 125 a 129) che obbliga anche le Associazioni alla pubblicazione sul proprio sito dei contributi pubblici ricevuti qualora questi siano superiori a 10.000 euro, si informa che nel corso del 2018 Green Building Council Italia ha incassato la somma di 50.297,75 euro quale pre-finanziamento per la propria partecipazione al Progetto Europeo BIM4REN.

Le attività


GBC Italia e le attività all'interno dell'assoziazione

I Gruppi di Lavoro sono team di specialisti creati e attivati periodicamente da GBC Italia per risolvere questioni specifiche o per svolgere un’attività di ricerca a supporto del Comitato Tecnico Scientifico e dei Comitati Standard. Il team di specialisti è composto da professionisti ed esperti che operano ed hanno specifica esperienza nei settori individuati come strategici per perseguire gli obiettivi del Gruppo di lavoro.


I sviluppi e risultati dei gruppi di lavoro sono disponibili solo ai Soci di GBC Italia.


I gruppi di lavoro (scopri di più)

attivo  GdL Codice appalti
attivo  GdL Level(s)
attivo  GdL CAM 
attivo  GdL LCA
attivo  GdL economia circolare

attivo  Statuto
chiuso  GdL Posizionamento e identità
chiuso  GdL Disciplinare 
chiuso  GdL Certificazione 
chiuso  GdL Build Upon 
chiuso  GdL Building Automation & Control
chiuso  GdL Casi Pilota


I Comitati di GBC Italia  (scopri di più)

Comitato Scientifico (CS)
Svolge un ruolo di stimolo per l’implementazione di nuovi temi correlati alla sostenibilità nel settore delle costruzioni e di validazione dei sistemi di certificazione promossi da GBC Italia... Scopri di più

Comitato tecnico (CT)
Svolge il compito di sviluppare e mantenere l’integrità degli strumenti di certificazione di GBC Italia.... Scopri di più

 

 

 

 



 /documents/20182/1205057/news-report-build-upon-2.jpg/c994fb01-30b7-4ba6-b873-6912f01c56f8?t=1578483512148
08 gen 2020

Come includere la ristrutturazione degli edifici nel piano nazionale per l’energia e il clima

È disponibile per il download il rapporto “How to include building renovation in your Sustainable Energy and Climate Action Plan”, scritto da BPIE e pubblicato per il progetto europeo Build Upon 2 del programma quadro H2020. Il report mappa le possibili sinergie tra obiettivi politici a livello locale e nazionale, e fornisce suggerimenti su come le iniziative di rinnovo locali possano essere debitamente prese in considerazione nella stesura e nell'implementazione di riqualificazione di lungo periodo, al fine di creare una forte politica di rinnovamento nel settore dell'edilizia.

La politica nazionale di efficienza energetica è ampiamente determinata dal quadro giuridico dell'UE e molte delle misure nazionali di efficienza sono il risultato diretto dell'attuazione delle direttive dell'UE (in particolare dal pacchetto "Clean Energy for all Europeans").

Per quanto riguarda la politica immobiliare a livello nazionale, gli Stati membri sono tenuti a preparare strategie di ristrutturazione a lungo termine per raggiungere un patrimonio edilizio altamente decarbonizzato ad alta efficienza energetica entro il 2050.

Allo stesso tempo, gli enti regionali e locali svolgono un ruolo importante nel condurre e realizzare iniziative sul clima dell'UE, non solo nella stesura e attuazione della politica immobiliare, ma spesso nell'attuazione di obiettivi locali ancora più ambiziosi.

Inoltre, anche se le decisioni provengono da un livello di governance più alto, i lavori di ristrutturazione e costruzione vengono eseguiti a livello locale, con un impatto sulla comunità locale. A livello comunale, i firmatari volontari del Patto dei sindaci (CoM) sono tenuti a creare la propria politica e il proprio quadro per raggiungere gli obiettivi climatici, chiamati Piani di azione per l'energia e il clima (SECAP). Il settore dell'edilizia è uno dei principali settori di azione questi Piani nazionali per l’energia e il clima.

DOWNLOAD REPORT
Continua a Leggere »


 /documents/20182/1168109/BIM4REN.jpg/d891226a-82ad-4080-a816-ef472491458e?t=1576752212490
19 dic 2019

Il primo anno di BIM4REN

È disponibile per la consultazione la nuova newsletter del progetto BIM4REN che restituisce una visione completa dello stato di avanzamento del progetto di ricerca europeo.

Durante il primo anno di lavoro i 23 partner internazionali hanno gettato le basi per la definizione di una piattaforma di tool basati sulla tecnologia BIM per supportare il lavoro delle piccole medie imprese nella riqualificazione del costruito, come racconta Antoine Dougue, coordinatore del progetto per NOBATEK, nel video (clicca qui).
Tra le prime attività, i partner di BIM4REN hanno intervistato gli attori del processo di riqualificazione per definire dei flussi di lavoro tipo utili a strutturare gli strumenti basati sul BIM. Alcuni soci come Tekne e Studio Pozza Matteo hanno partecipato con alcuni casi studio.
Gli stakeholder europei sono stati coinvolti con una survey per comprendere il livello di diffusione dell’uso della metodologia BIM nella riqualificazione e le barriere alla sua diffusione. GBC Italia e R2M, insieme a Tecnalia, hanno presentato i risultati nazionali in un articolo open-source pubblicato da MDPI (clicca qui per scaricarlo).
Sono poi stati lanciati i Living Labs presso i siti dimostrativi del progetto, dove attraverso workshop e dimostrazioni pratiche di utilizzo di tecnologie innovative si prova ad applicare l’innovazione di processo necessaria a digitalizzare il settore delle costruzioni.

Il workshop italiano si è tenuto a Venezia dove GBC Italia ha coinvolto i soci interessati e la Rete Innovativa Regionale della Regione Veneto.
Numerosi sono stati i meeting e le conferenze in Europa in cui è stato raccontato il progetto BIM4REN per condividere le conoscenze e fare rete attorno al tema della digitalizzazione.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1168109/Summit+BU2.JPG/3787bc44-68ec-4842-945b-3a9fd14773b8?t=1576755471698
19 dic 2019

Gli esiti del primo Summit dei leader europei per la decarbonizzazione

Più di 150 stakeholder si sono riuniti lo scorso 3-4 Dicembre a Bruxelles per il primo Summit Europeo dei progetti Build Upon2 e Advancing Net Zero.
Insieme a GBC Italia hanno partecipato rappresentanti di Città e aziende che si stanno impegnando in azioni di decarbonizzazione degli edifici.


I soci DEERNS, COIMA, MANENS-TIFS e ITALCEMENTI hanno partecipato ai lavori rappresentando il punto di vista degli stakeholder nazionali sulle opportunità di raggiungere gli obiettivi al 2050 e sulla necessità di allineare le azioni alle diverse scale: dalle politiche nazionali al contributo degli edifici e delle imprese. DEERNS in particolare ha annunciato la sua adesione al progetto Advancing Net Zero impegnandosi a decarbonizzare tutte le attività operative e gli uffici al 2025.


Il vicesindaco della città di Padova (città pilota), Arturo Lorenzoni ha presentato i piani e le azioni per gli interventi di efficienza energetica sugli edifici residenziali e pubblici. Insieme alle città di Roma, Pesaro e Brescia (città follower), il vicesindaco ha partecipato ai tavoli di lavoro dedicati al dibattito sulle azioni necessarie per realizzare la decarbonizzazione in ambito urbano e sulla valutazione dell’impatto delle iniziative locali.
Molte sono state le testimonianze di città europee e aziende globali che hanno deciso di mettersi in gioco per guidare il mercato verso approcci a zero emissioni di carbonio. Da tutti i settori è stata sottolineata l’importanza di mettere al centro il valore delle persone, siano essi i cittadini o gli utenti degli edifici, e l’importanza delle partnership, per raggiungere gli obiettivi climatici.
Nel progetto Advancing Net Zero, GBC Italia promuove le migliori pratiche nazionali in termini di edifici a emissioni zero.
L’associazione è inoltre partner del progetto Build Upon2 che mira a definire una struttura di indicatori per la valutazione dell’impatto delle iniziative delle città rispetto agli obiettivi delle strategie nazionali a lungo termine per la riqualificazione degli edifici.

Maggiori informazioni sul progetto Build Upon2 qui
Maggiori informazioni sul progetto Advancing Net Zero qui

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1122802/BIM4REN.JPG/6226b0fd-6d5e-44ae-8603-b6e1f2d38088?t=1574936769701
28 nov 2019

BIM4Ren | Quali barriere al BIM per la riqualificazione?

Nelle prime fasi del progetto BIM4Ren (H2020) sono state analizzate le barriere all'adozione della metodologia BIM nei processi di riqualificazione, per capire e superare i limiti tecnologici.


GBC Italia, R2M e Tecnalia hanno pubblicato un articolo su MDPI Buildings Journal intitolato “BIM4Ren: Barriers to BIM Implementation in Renovation Processes in the Italian Market”, focalizzato sui dati relativi alle barriere per il caso italiano raccolti attraverso un questionario, delle interviste e un workshop con gli stakeholder del settore.

Lo scenario che è emerso è quello di uno scarso utilizzo in generale degli strumenti BIM per il patrimonio esistente soprattutto tra le PMI. Uno degli ostacoli che ha portato in luce la ricerca sono i costi che sono percepiti dalle realtà più piccole sia tra imprese di costruzioni sia tra uffici tecnici come troppo elevati. L’acquisto di licenze software BIM e la frequenza di corsi di formazione sono, per gli utenti intervistati, impegnativi in termini di risorse e di tempo. Per questa ragione il BIM si sta sviluppando molto nelle fasi di ideazione e progettazione, ma deve essere ancora ottimizzato nella fase di costruzione e di gestione, al fine di essere adatto anche ai processi di ristrutturazione.

L'articolo completo è accessibile cliccando qui

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/1122802/gbc-news-launch-life-lll.jpg/7648a6a5-cdb1-4f07-ac58-a5bfafab5040?t=1573819288941
15 nov 2019

Parte il progetto europeo Life for LCA LCC Level(s)

Il 28 e 29 ottobre 2019 si è svolto a Madrid un incontro preparatorio con l'obiettivo di lanciare il progetto Life for LCA LCC Level(s) e quindi iniziare le attività previste. Il progetto punta ad aumentare la conoscenza dello schema Europeo Levels, in particolare per gli indicatori per la valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment - LCA), del costo del ciclo di vita (Life Cycle Costing - LCC) e la qualità dell'aria interna (Indoor Air Quality - IAQ).
Il progetto Life for LCA LCC Level(s) (abbreviato: LIFE Level(s)) ha ricevuto finanziamenti dal programma LIFE dell'Unione Europea. Il progetto durerà tre anni, dal 2019 al 2022.

Di cosa tratta il progetto?

L'idea principale del progetto è quella di allineare la valutazione della sostenibilità degli edifici in Europa attraverso una maggiore consapevolezza e integrazione degli indicatori dello schema Level(s), una serie di indicatori comuni dell'UE per affrontare le prestazioni ambientali del ciclo di vita degli edifici. Un altro obiettivo è quello di raggiungere il maggior consenso tra i principali attori del settore e del governo sulla necessità di utilizzare Level(s) e di uno schema di approccio al ciclo di vita per affrontare il rischio climatico e ambientale. Inoltre, il progetto intende creare le condizioni per l’utilizzo di Level(s) in Europa, attraverso lo sviluppo delle capacità delle parti interessate in tutto il settore, e coinvolgendo le amministrazioni pubbliche al fine di allineare i criteri degli appalti pubblici verdi (GPP) a Level(s) e identificare i necessari requisiti amministrativi.
L'importanza del progetto sta nel suo approccio nei confronti di centinaia di potenziali collaboratori provenienti da vari settori come l'industria, il settore pubblico e le organizzazioni non governative con lo scopo di creare contemporaneamente una base per lo sviluppo delle future politiche di sviluppo sostenibile europee e nazionali, un miglioramento delle prestazioni ambientali e climatiche e la creazione di cambiamenti economici e sociali positivi.

Consorzio internazionale

I partner del progetto sono alcuni Green Building Council più riconoscibili in Europa, noti per il loro successo in termini di governance, inclusione e impatto sul mercato. Il consorzio è composto da Green Building Council España (GBCe), Croazia GBC, Dutch GBC (DGBC), Alliance HQE-GBC, GBC Finland (FiGBC), GBC Italia, German Sustainable Building Council (DGNB) e Irish GBC (IGBC). I partner del progetto sono stati attivamente coinvolti nello sviluppo di Level(s), nel supporto alla fase di test e alla sua diffusione negli Stati Membri, e all'integrazione dei suoi criteri negli appalti pubblici.


 The Life for LCA LCC Level(s) project (short: LIFE Level(s)) has received funding from the LIFE Programme of the European Union. The European Union's support for the production of this publication does not constitute an endorsement of the contents, which reflect the views only of the authors, and the EU cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein.

Continua a Leggere »