EeMAP Assessment Briefing - "Creating an energy efficient mortgage for Europe" (15.02.2018)
 

La Rete Regionale Europea di World GBC è uno dei partner chiave dell’iniziativa EeMAP, la quale ambisce a colmare il deficit di 100 miliardi di euro. I Green Building Council d’Europa hanno pubblicato una serie di report che definiscono il contesto delle prestazioni energetiche degli edifici secondo il mercato del Paese di riferimento, insieme alle proposte per aiutare le banche e altri attori che intendono lanciare attività di piloting su questo schema a livello nazionale.

Scarica il report.

Area download  Policy e position paper


 /documents/20182/626505/gbc_news_cop24.jpg/b75a4767-b456-4c13-b996-f42e109e6809?t=1544452552992
10 dic 2018

COP24 | Gli ultimi aggiornamenti

È in corso in questi giorni a Katowice in Polonia la Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite (COP24) in cui è presente anche il movimento dei green building con il World GBC e i GBC di diversi Paesi in prima linea, tra cui anche GBC Italia (per vedere l’agenda degli appuntamenti clicca qui).

Mercoledì 5 dicembre, Manuela Ojan, consigliere esecutivo di GBC Italia, è intervenuta per discutere del potenziale degli edifici e del settore delle costruzioni al raggiungimento degli obiettivi dell'accordo di Parigi sul Clima.  Ricordiamo che GBC Italia partecipa alle attività del progetto ANZ - Embodied Carbon di WorldGBC e invita nuovamente i soci esperti in Embodied Carbon (il contenuto di CO2 dei materiali da costruzione) a contribuire allo studio ancora attivo (vedi news del 13/11).

Venerdì 7 dicembre, l’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) sotto il coordinamento dello United Nations Environment Programme, ha presentato il report sullo stato globale del settore delle costruzioni al 2018 | 2018 Global Status Report — Towards a Zero-Emission, Efficient and Resilient Buildings and Construction Sector.

Lo studio presenta alcune conclusioni chiave:

Gli investimenti nell'efficienza energetica negli edifici rallentano
Il nuovo rapporto evidenzia un divario emergente tra la spesa totale per l'efficienza energetica, che è aumentata di poco più del 4% nel 2017 a 423 miliardi di USD, rispetto a un investimento totale in rapida crescita nella costruzione di edifici e ristrutturazioni. Ciò indica un rallentamento del tasso di investimento in efficienza energetica come percentuale dell'investimento totale rispetto ai precedenti tassi di crescita.

Una sfida emergente: il raffrescamento degli edifici
Il rapporto ammonisce sul forte aumento della domanda di energia per i sistemi di raffreddamento e condizionatori d'aria, collegato con il miglioramento dei redditi nei paesi in via di sviluppo e il manifestarsi di temperature più elevate - come le recenti ondate di calore avvenute quest'anno in molte parti del mondo - come risultato del cambiamento climatico. La potenza dei piani di azione nazionali per il clima (NDC) L'aumento progressivo dei piani nazionali di azione per il clima, noti come Contributi Nazionali Determinati (NDC), rappresenta un'opportunità chiave per affrontare un'ampia gamma di problemi, colmare le lacune politiche e stimolare azioni più determinate per la decarbonizzazione degli edifici e del settore delle costruzioni.

Edifici resilienti - Necessari per essere preparati
Secondo il rapporto, gli standard edilizi devono evolversi per riflettere l'urgenza di edifici più resilienti di fronte ai cambiamenti climatici e agli eventi estremi come tempeste, alluvioni, alte velocità del vento e temperature altissime.

GBC Italia è impegnata attivamente su questi temi attraverso le proprie attività e i protocolli di certificazione della sostenibilità degli edifici, tra cui il Protocollo Condomini di prossima pubblicazione che affronta in particolare il tema della resilienza del costruito.

Per maggiori informazioni visita il sito del WorldGBC.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/DPynNSbWAAEOdqb.jpg/c03a412b-1003-4668-ab98-bab8de56040d?t=1518431691854
03 dic 2018

Energy Efficient Mortgages: Un futuro più verde per l’Europa

Oggi l'Energy Efficient Mortgages (EEM) ha pubblicato la definizione di mutuo per l’efficienza energetica, frutto di un'ampia consultazione intersettoriale di mercato da parte degli istituti di credito che testano il quadro dei mutui per l’efficienza energetica e del consiglio consultivo EEM.
L'annuncio di oggi coincide con l'inizio della Conferenza sui cambiamenti climatici delle Nazioni Unite - COP24 - che si tiene a Katowice, in Polonia, in questi giorni, fino al 14 dicembre.
 
La definizione è intesa come una risposta concreta agli sforzi della Commissione Europea per costruire un'unione di mercati dei capitali, per facilitare la transizione all'energia pulita in linea con gli accordi di Parigi e, in questo contesto, per costruire un sistema finanziario che supporti la crescita sostenibile. Fornirà un benchmark di mercato per rendere operativa l'integrazione di mutui per l’efficienza energetica nelle linee di business dei quarantuno istituti di credito pionieri coinvolti. Alla fine del 2017, tali istituti di credito rappresentavano il 55% dei mutui in circolazione nell'Unione europea, pari al 25% del PIL dell'UE, costituendo una massa critica significativa nel mercato.

L'iniziativa EEM è guidata dal mercato e finanziata dal programma Horizon 2020 della Commissione Europea, che mira a fornire un quadro europeo standardizzato e una struttura di raccolta dei dati relativi ai mutui per l’efficienza energetica, con condizioni di finanziamento favorevoli per edifici efficienti, ristrutturazioni per il risparmio energetico e misure antisismiche.
 
Il programma pilota EEM è stato lanciato nel giugno 2018, in seguito all'impegno degli attori del mercato in un processo di consultazione condotto mediante eventi a livello nazionale ed europeo. Gli istituti di credito partecipanti alla fase pilota sono sostenuti dal consiglio consultivo EEM, che comprende rappresentanti della Commissione Europea, la Banca europea per gli investimenti, la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo, la società finanziaria internazionale, la Banca mondiale, l'iniziativa finanziaria dell'UNEP, il governo scozzese e Climate Bond Initiative.

Per consultare la definizione di mutuo per l'efficienza energetica, clicca qui
 
Gerassimos Thomas, vicedirettore generale per l'Energia, Commissione Europea, ha dichiarato: "Credo che l'iniziativa EEM porterà un cambiamento positivo nel mercato, fornendo finanziamenti più accessibili per l'efficienza energetica negli edifici. Faciliterà l'attuazione degli investimenti in efficienza energetica laddove sono maggiormente necessari, nel settore dell'edilizia. Avere concordato una definizione è un passo importante, aprendo la strada a un rapido lancio di mutui per l'efficienza energetica. La definizione concordata è operativa e di facile utilizzo e può essere rafforzata nel tempo, per adeguarsi all'alto livello di ambizione dell'Iniziativa EEM e per utilizzare meglio gli strumenti forniti dal quadro legislativo europeo".

Luca Bertalot, coordinatore dell'iniziativa Energy Efficient Mortgages, ha dichiarato:
"Ora è il momento di agire, impostare una roadmap del mercato è il modo più efficace per fornire soluzioni di finanziamento ipotecario per sostenere i cittadini europei nel rendere le loro case più efficienti dal punto di vista energetico, confortevoli, sicure e, quindi, a prova di futuro. La definizione annunciata oggi fornisce un solido benchmark operativo di mercato per gli istituti di credito e un chiaro programma per l'agenda della finanza sostenibile della Commissione Europea, facilitando il coordinamento intersettoriale e istituzionale e offrendo innovazioni di mercato e sinergie."
 
Per consultare gli istituti di credito, fare clic qui
Per consultare il Consiglio consultivo, fare clic qui
Per consultare le organizzazioni di supporto, fare clic qui

Luca Bertalot, Coordinatore dell’Iniziativa Energy Efficient Mortgages
E: lbertalot@hypo.org
Tel: +32 2 285 40 35 

I progetti EeMAP e EeDaPP hanno ricevuto finanziamenti dal programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea nell'ambito della convenzione di sovvenzione n.746205 e n.784979

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/gbc_news_unesco_02.jpg/afed9bcc-1bb6-446a-846a-15a0014534cd?t=1543321894342
27 nov 2018

Heritage & Sustainability | 3 days workshop | GBC Italia, UNESCO, Comune di Ferrara

GBC Italia con UNESCO e il Comune di Ferrara organizzano un workshop internazionale di 3 giorni incentrato sugli strumenti energetico ambientali per la governance sostenibile del patrimonio architettonico esistente.

L'evento, che si terrà dall'11 al 13 dicembre 2018, si svolgerà tra due dei più prestigiosi edifici della città di Ferrara, ovvero il Castello Estense e il Palazzo Ducale.

GBC Italia ha fortemente voluto questo momento per valorizzare l’operato della propria community e quello dell’intera filiera dell’edilizia e del restauro alla luce anche del sempre maggiore interesse internazionale sull'applicazione internazionale del protocollo GBC Historic Building™.

Il workshop è strutturato in sessioni suddivise nelle tre giornate di lavoro.

Nella prima giornata vi sarà una introduzione sui principi e le pratiche di governance dell'energia sostenibile con una presentazione delle soluzioni geotermiche più avanzate e innovative applicate agli edifici storici (progetto EU-Cheap-GSHPs) oltre alla presentazione di uno specifico strumento software Decision Support System (DSS), che permette test interattivi.

Nella seconda giornata, verrà presentato lo stato dell'arte in ambito di certificazione ambientale ed energetica per gli edifici storici tramite il protocollo GBC Historic Building™ e verranno presentati alcuni casi esemplari.

Nella terza e ultima giornata, si parlerà dell'importanza del dialogo tra pubblico e privato per migliorare l'impatto economico dei territori. La giornata si chiuderà con le visite guidate presso due edifici ferraresi: il MEIS (certificato GBC Historic Building™, ORO) e Palazzo Gulinelli, in corso di certificazione GBC Historic Building™.

L'obiettivo dell'evento è quello di dare evidenza di come la conservazione dell'integrità e dell'autenticità del nostro patrimonio culturale costruito possa andare di pari passo con un uso più sostenibile ed efficiente dell'energia. In questo senso, i siti designati dall'UNESCO come Ferrara, hanno le potenzialità per esibirsi come laboratori per lo sviluppo di buone pratiche per testare e implementare soluzioni e idee innovative, ispirando cambiamenti nelle politiche, nella pianificazione e nella tecnologia, che stanno andando oltre i confini locali per espandersi su larga scala.

Scarica la locandina dell'evento: clicca qui.

Workshop realizzato in collaborazione con l'evento internazionale RemTech Expo. Per iscrizioni, scrivere a: Simona Campana secretariat@remtechexpo.com.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/gbc_news_assinternaz.jpg/86b192ac-7a14-47a6-87e5-15bd453d6ce6?t=1542905942393
22 nov 2018

Vuoi entrare nel mercato nord americano e israeliano?

I progetti RE.USA e Med Art ISRAEL, promossi da Assorestauro e GBC Italia, hanno come obiettivo principale l'internazionalizzazione delle aziende italiane appartenenti al comparto del restauro architettonico, della sostenibilità ed efficienza energetica del costruito storico e moderno nel mercato statunitense e in quello israeliano.

Stati Uniti e Israele, come molti altri paesi, sempre più si stanno orientando verso la riqualificazione del costruito esistente e la rivalutazione di quello storico come traccia identitaria delle proprie radici.

La community dell’edilizia sostenibile, rappresentata da GBC Italia, contribuisce attivamente alla trasformazione della filiera edilizia in direzione della sostenibilità con strumenti innovativi e concreti come i protocolli energetico-ambientali (rating system) della famiglia LEED-GBC. Tra questi, l’interesse internazionale si sta sempre più concentrando sul protocollo GBC Historic Building™, la cui applicazione e conoscenza da parte di tutti gli attori della filiera rappresenta un differenziale importante anche e sopratutto nei processi di internazionalizzazione ed è riconosciuta come valore anche per i progetti definiti nella collaborazione tra GBC Italia e Assorestauro.

Nello specifico, i progetti sono rivolti ai produttori di materiali e tecnologie, ai progettisti e fornitori di servizi dedicati, alle imprese di restauro specializzate e alle imprese della filiera della sostenibilità e retrofitting energetico.

Entrambi i progetti prevedono finanziamenti della Regione Emilia Romagna sui costi delle attività per le aziende emiliano romagnole.

 

Per saperne di più:

Progetto RE.USA Clicca qui

Progetto Med Art Israel Clicca qui

Contattare Assorestauro:  Clicca qui

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/World+GBC_ANZ.jpg/ef6f5e03-7943-4a9f-89b6-4d59d815ff49?t=1542125509434
13 nov 2018

Sei esperto di Embodied Carbon? Raccontalo al World GBC!

World GBC, nell'ambito del progetto globale Advancing Net Zero (ANZ), ha lanciato uno studio focalizzato sull'Embodied Carbon (il contenuto di CO2 dei materiali da costruzione). A supporto dello studio, World GBC sta raccogliendo testimonianze di esperti sul tema Embodied Carbon, Operational Carbon and Life Cicle emissions.

GBC Italia sollecita i Soci che si occupano di produzione di materiali da costruzione a candidarsi per raccontare la propria esperienza.
 
Il progetto Advancing Net Zero di WorldGBC
Il principio alla base del progetto ANZ è quello per cui solo raggiungendo l'obiettivo di un ambiente costruito con zero emissioni di carbonio sia nell’utilizzo degli edifici che nei materiali da costruzione sarà possibile decarbonizzare tutta la filiera delle costruzioni entro il 2050. Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina web di ANZ.
 
I soci interessati a rilasciare una testimonianza in inglese sul tema Embodied Carbon possono scrivere una mail a internazionale@gbcitalia.org  per dare la propria disponibilità entro il 19 novembre 2018.

 

Continua a Leggere »