30 mag 2018

Connected Living

Come la tecnologia migliora il comfort abitativo degli edifici.

L’uomo passa più dell’80% del suo tempo all’interno degli edifici la cui qualità costruttiva influisce notevolmente in modo significativo sulla sua salute psicofisica e sulla produttività delle attività svolte. Per questo Il comfort ambientale sta diventando un aspetto sempre più premiante per il valore dell'edificio.

Un’attenta progettazione integrata del sistema involucro-impianto permette di controllare i fattori che determinano il benessere delle persone all'interno dell'edificio e consente all'edificio di raggiungere un elevato livello di comfort, riducendone allo stesso tempo il fabbisogno energetico.

Nel corso del seminario, che si terrà il 26 giugno dalle 14:00 alle 18:00 presso TheNicePlace, Nice S.p.A. (Oderzo), saranno quindi trattate le tecniche progettuali, quali le simulazioni dinamiche e le certificazioni di sostenibilità, e costruttive innovative, come le schermature solari e l’automazione per la ventilazione naturale, che consentono di applicare in senso moderno, integrandosi con un’impiantistica evoluta, i concetti dell’architettura bioclimatica. Saranno anche presentati dei case history di edifici certificati con rating system internazionali di sostenibilità nei quali si sono raggiunte elevate prestazioni di confort.

 

PROGRAMMA

14.00

  • Welcome coffe e registrazione partecipanti
  • Introduzione al seminario
    Giorgio Tartaro, giornalista e direttore editoriale
  • Il comfort ambientale quale fattore premiante il valore dell’edificio
    Mauro Roglieri, Segretario Chapter Veneto e Friuli Venezia Giulia di GBC Italia e CEO MR Energy
  • L’ottimizzazione del comfort e dell’efficienza dell’edificio: le tecniche di simulazioni dinamica
    Michele De Carli, Professore associato in Energy and Building presso Università degli Studi di Padova
  • Il progetto architettonico: tra tecnologia appropriata, comfort ed ...emozioni
    Alberto Cecchetto, Professore ordinario di Progettazione Università IUAV di Venezia e titolare Studio Cecchetto & Associati

16.00

  • Dibattito I player che oggi si contraddistinguono per soluzioni innovative
  • Sistemi intelligenti di controllo dell'irraggiamento e illuminazione naturale, connettività e comfort
    Massimo Riggio, Chief Marketing Officer di Nice S.p.A.
  • L’importanza delle schermature solari nel progetto architettonico per il risparmio energetico
    Ernesto Giovannetti, Direttore Commerciale di Bandalux Italia
  • Luce e benessere
    Antonio Levantesi, IoT Product Manager di iGuzzini Illuminazione S.p.A.
  • La semplificazione impiantistica a beneficio di comfort ed efficienza energetica
    Valeria Parolin, Business Development Manager di Clivet S.p.A.
  • Case history di edifici certificati con elevate prestazioni di comfort
    Andrea Fornasiero, Presidente Comitati Standard di GBC Italia e R&D Engineering di Manens-Tifs S.p.A.

18.00

  • Aperitivo di networking e registrazione crediti

 

L’evento consente il riconoscimento di n. 4 crediti formativi presso l'ordine degli architetti.

Scarica qui la locandina dell'evento.

Per accreditamento e registrazione: EdicomEdizioni



08 giu 2018

Convention | Economia circolare e i CAM in Edilizia

Il ruolo di GBC Italia e dei protocolli energetico-ambientali nell'evoluzione del settore

Il 22 giugno 2018, presso l'Auditorium Ferrovie dello Stato Italiane, in Piazza della Croce Rossa 1 a Roma, si terrà, in occasione dell'Assemblea dei Soci GBC Italia, il convegno, aperto al pubblico, che avrà come focus l'Economia circolare e i CAM in edilizia.

Il convegno ha lo scopo di condividere, con alcuni degli operatori di riferimento nazionali, lo stato di fatto di applicazione dei CAM, in particolare in merito agli aspetti relativi all’applicazione dei concetti di Economia Circolare nel settore dell’edilizia, che sarà uno dei principali driver del cambiamento del settore delle costruzioni e della catena del valore.
La complessità dell’attuale sistema socio-economico avvantaggia ancora oggi il modello di economia lineare. In particolare il modello di business nell'industria delle costruzioni non favorisce la collaborazione di tutta la catena poiché le imprese, poco sollecitate da stimoli di mercato, agiscono indipendentemente l'una dall'altra. Stenta così ad avviarsi il ciclo virtuoso, ed economicamente sostenibile, del recupero e riciclo dei materiali da costruzione. L’obbligatorietà dell’applicazione dei CAM, benché limitata alla Pubblica Amministrazione, rappresenta una prima spinta verso l’integrazione dei processi edilizi, l'applicazione di un approccio Life Cycle e la promozione del risparmio di risorse naturali e del riciclo e quindi uno stimolo all’applicazione di modelli di economia circolare.

Moderatore Marco Mari Vicepresidente Green Building Council Italia

 PROGRAMMA 

10.00 REGISTRAZIONE E WELCOME COFFEE
 
10.15   INTRODUZIONE DEI LAVORI
 
  Il ruolo di GBC Italia nella promozione dell'economia circolare in edilizia
  Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia 
 
  Da strategia di sostenibilità a strategia sostenibile
  Lorenzo Radice, Responsabile Sostenibilità Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
 
  Lo sviluppo della finanza per l’economia circolare nell’edilizia
  Massimiliano Tellini, Global Head - Circular Economy di Intesa San Paolo (da confermare)
 
10.45 I CRITERI AMBIENTALI MINIMI IN EDILIZIA
 
  Codice appalti, CAM edilizia e criteri di sostenibilità energetico-ambientali
  Toni Cellura, Amministratore unico di NIA e Gruppo di Lavoro CAM di GBC Italia
 
  Protocolli e certificazioni: infrastrutture, edifici e prodotti sostenibili. La tracciabilità dei fornitori.
  Lorenzo Orsenigo, Direttore generale ICMQ
 
  Stato di applicazione dei CAM Edilizia
  Sergio Saporetti, Sezione certificazione ambientale e GPP Ministero dell’Ambiente 
 
  Il valore generato dai CAM nel comparto dell’edilizia
  Marco Marcatili, Economista - Nomisma
 
11.30 L’ECONOMIA CIRCOLARE IN EDILIZIA
 
  Modelli di economia circolare in edilizia
  Roberto Coizet, Presidente Edizioni Ambiente e Centro Materia Rinnovabile
 
  L'economia circolare e la sostenibilità come driver per l'innovazione di prodotto
  Gianluca Cavalloni, Advocacy & BIM Manager Habitat di Saint-Gobain
 
  Nuova vita ai rifiuti da costruzione e demolizione per l'edilizia sostenibile
  Paolo Barberi, Presidente ANPAR
 
  La prima piattaforma italiana per l'economia circolare
  Roberto Morabito, Direttore del Dipartimento Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali ENEA
 
12.40 DIBATTITO FINALE
 
  Modera
  Silvano Falocco, Direttore Fondazione Ecosistemi
 
13.00 CHIUSURA CONVEGNO
 
 

Scarica la locandina della convention: clicca qui!

Per iscriverti alla convention, clicca qui.



14 giu 2018

Le principali banche europee lanciano un nuovo sistema di mutui verdi

Oggi la rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato un nuovo schema pilota di mutui per l'efficienza energetica. È un segnale importante da parte degli investitori che dimostra come l’edilizia sostenibile stia diventando un mercato chiave per la crescita dell'Europa.

Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di nuovi criteri europei per i mutui dedicati a proprietà energeticamente efficienti. Questi criteri sono stati sviluppati dai Green Building Council della rete europea di WorldGBC, partner dell'iniziativa Energy Efficient Mortgages progetto finanziato dalla UE. Alcune delle più grandi banche europee partecipano al progetto pilota, tra cui BNP Paribas, ING Bank, Nordea Bank e Société Générale.

I green building sono sempre maggiormente riconosciuti come investimenti a basso rischio sia per i mutuatari che per i creditori per la riduzione dei costi in fase d’uso e la capacità di mantenere meglio il loro valore immobiliare nel tempo. Inoltre, vi è una domanda in rapida crescita da parte degli investitori per obbligazioni garantite da mutui verdi, che contribuisce a creare un business per gli istituti di credito che sono spronati a proporre mutui più allettanti a coloro che optano per case più ecologiche.

Le banche partecipanti allo schema pilota potranno esplorare tassi di interesse più bassi per i mutui che soddisfano i criteri delle linee guida, così come altre forme di finanziamento preferenziale. La partecipazione di quasi 40 importanti banche alla fase pilota è la prova che i grandi investitori riconoscono come migliore investimento le abitazioni ad alta efficienza energetica.

"L'impegno delle principali banche europee in questo progetto pilota dimostra che l’ediliza sostenibile sta diventando centrale. La rete europea di World GBC ha sviluppato criteri di rendimento energetico per nuove costruzioni e ristrutturazioni per contribuire a stabilire uno standard di mercato coerente per le banche che emettono mutui verdi". Dichiara Terri Wills, CEO di WorldGBC "Non vediamo l'ora di sviluppare gli standard nel tempo per supportare la comunità degli investitori nell'affrontare i rischi climatici".

Il gruppo di banche che partecipano al progetto pilota sta studiando come i criteri del programma possano essere applicati attraverso le loro attività di mutuo nei prossimi 1-2 anni. L'iniziativa ambisce a stabilire una nuova generazione di prodotti ipotecari che aiutino i consumatori a ridurre il consumo di energia in tutto il settore immobiliare.

Michael Lewis, CEO di E.ON UK, ha dichiarato: "I mutui verdi hanno il potenziale per sbloccare una rivoluzione dell'efficienza energetica consentendo ai proprietari di accedere a finanziamenti a prezzi accessibili attraverso i quali migliorare le loro abitazioni. Siamo orgogliosi di essere coinvolti come partner leader nell'iniziativa Energy Efficient Mortgages e riteniamo che la fase pilota lanciata oggi offra una grande opportunità per le banche, le utility e gli esperti di efficienza energetica di collaborare per trasformare una grande visione in realtà."

I Green Building Council in tutta Europa hanno condotto una consultazione di mercato all'inizio di quest'anno con oltre 500 esperti per sviluppare i criteri pilota, al fine di garantire che questi possano essere applicati in modo adeguato agli edifici a livello locale. I Green Building Council in diversi paesi stanno ora iniziando a istituire "hub" di mutui verdi per sostenere investitori e partner locali in materia di energia e costruzioni che intendono esplorare o pilotare programmi di mutuo per l'efficienza energetica. Green Building Council Italia è l’organizzazione di riferimento a livello nazionale.

Le banche che partecipano al progetto pilota sono:

1. ABN AMRO (NL)
2. Argenta Bank (BE)
3. AXA Bank (BE)
4. Banca Monte dei Paschi di Siena, BMPS (IT)
5. Banco BPM (IT)
6. Belfius Bank & Verzekeringen (BE)
7. Berlin Hyp AG (DE)
8. BNP Paribas Fortis (BE)
9. BNP Paribas (UK)
10. Groupe BPCE (FR)
11. BPER Banca (IT)
12. Caisse des Dépôts Group (FR)
13. Caixa Geral de Depósitos, CGD (PT)
14. Caja Rural de Navarra (ES)
15. Compagnie de Financement Foncier (FR)
16. Crédit Agricole (IT)
17. Crelan (BE)
18. Friulovest Banca (IT)
19. Garanti Bank (RO)
20. ING Bank (BE)
21. KBC Bank (BE)
22. Mortgage Society of Finland, Hypo (FI)
23. Münchener Hypothekenbank eG (DE)
24. Norddeutsche Landesbank, NORD/LB (DE)
25. Nordea Bank (SE)
26. Nordea Eiendomskreditt (NO)
27. Nordea Kredit (DK)
28. Nordea Mortgage Bank (FI)
29. OP Mortgage Bank (FI)
30. Rabobank (NL)
31. Raiffeisen Bank (RO)
32. Société Générale (FR)
33. Société Générale (IT)
34. Triodos Bank (BE)
35. Triodos Bank (SE)
36. Unión de Créditos Inmobiliarios, UCI (ES)
37. Volksbank Alto Adige (IT)

Green Building Councils che supportano l’iniziativa EeMAP:

  • Croatia GBC
  • GBC Finland
  • Alliance HQE - GBC France
  • DGNB (German Sustainable Building Council)
  • Irish GBC
  • GBC Italia
  • Dutch GBC
  • Polish GBC
  • GBC España
  • UKGBC


07 mag 2018

Assemblea GBC Italia | Roma - 22 giugno

Il 22 giugno 2018, presso l'Auditorium Ferrovie dello Stato Italiane, in Piazza della Croce Rossa 1 a Roma, si terrà l'Assemblea dei soci GBC Italia.

Nella mattinata si terrà il convegno, aperto a tutti, che avrà come focus l'economia circolare e i CAM in edilizia. Clicca qui per il programma della convention.

Per maggiori informazioni sull'assemblea dei soci: assemblea@gbcitalia.org



31 mag 2018

Workshop LEED v4 BD+C: percorsi di conformità alternativi per l’Europa

Piazza Arnoldo Mondadori, 3
20122 Milano
c/o Goldmann & Partners

 

I percorsi di conformità alternativi di LEED - Alternative Compliance Paths (ACPs) - estendono l’applicabilità di LEED ai progetti di tutto il mondo, fornendo dei percorsi alternativi compatibili con il raggiungimento dei crediti LEED.

Per meglio comprendere come USGBC stia indirizzando questi requisiti di mercato, vi invitiamo a partecipare al workshop che si terrà mercoledì 4 luglio a Milano e avrà come focus gli ACP di recente rilascio (aprile 2018).

L’evento, organizzato da GBCI Europe e Macro Design Studio in collaborazione con GBC Italia, vedrà la partecipazione di Ingemar Hunold, capo ricerca in ambito di ACP per EnviroSustain GmbH, e il contributo di Elena Veneziani di UL su database di materiali come una risorse attendibili di informazioni di prodotti sostenibili.

I soci di GBC Italia possono partecipare al workshop al costo di 24,4€ anzichè 42,7€.

Se sei socio e vuoi usufruire dello sconto, richiedi il codice sconto a eventi@gbcitalia.org e poi iscriviti qui.

Il workshop si terrà in inglese e in italiano senza traduzione.

 

PROGRAMMA

13:30        Registration
   
14:00 Intro GBC Italia
  Giuliano Dall’O, GBC Italia President
Alessandro Lodigiani, Chapter Lombardia GBC Italia
   
14:20
 
Location & Transportation | LT Credits
Materal & Resources | MR Credits
  Ingemar Hunold
   
15:20 Material Databases featuring UL's SPOT
  Elena Veneziani
   
15:50 Networking Coffee Break
   
16:20

 
Energy & Atmosphere | EA Prerequisite and Credit
Indoor Environmental Quality | EQ Prerequisite
(including clarification for Natural Ventilation requirements)
  Ingemar Hunold
   
17:30 Debate on the application and future development of ACPs moderate
  Andrea Fornasiero, Chairman of GBC Italia Standard Committee
   
18:00 End