Salta al contenuto


 /documents/20182/455633/gbc_news_diasen.jpg/c47a03bc-6acc-452e-be00-3e378acc80c6?t=1531834367059
17 lug 2018

DIASEN presenta la Green Future Academy

DIASEN, azienda marchigiana associata a GBC Italia, ha inaugurato da poco il polo d'eccellenza dedicato alla formazione ecosostenibile, la Green Future Academy, l'accademia 4.0 nata con l'intento di diffondere una maggiore consapevolezza nei confronti delle tematiche del green building. Il progetto intende raccontare la sostenibilità attraverso la formazione attiva rivolta agli architetti, ingegneri e alle scuole.

"L’intento - ha spiegato Diego Mingarelli, CEO di DIASEN - è quello di realizzare un network capace di condividere il know-how sulle più diffuse problematiche dell'edilizia, un servizio di alta formazione e assistenza tecnica a 360°, pensato per offrire risposte efficaci a chi sceglie di condividere con noi la stessa visione dell'edilizia moderna ed ecologica. All’interno della Green Future Academy, inoltre, utilizzando l’innovativo laboratorio di Diasen, saranno testati nuovi materiali, la cui applicazione sarà a disposizione dei progettisti di tutta Italia e dell’intera filiera dell’edilizia."

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_webinar.jpg/b0ed906e-d3f5-47b8-a727-492005566348?t=1531215994102
09 lug 2018

È disponibilie la registrazione del Webinar di EeMAP

È ora disponibile la registrazione del Webinar di EeMAP del 19 giugno sulla fase di piloting dell'introduzione di mutui verdi in Europa.


Il webinar fa il punto su quali banche hanno aderito all'iniziativa nei diversi paesi e sulle organizzazioni che hanno dato la loro disponibilità per supportare con le loro competenze tecniche la sua implementazione.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_epbd.jpg/1764bab6-2f3f-460f-ba7d-970c7ebb7eba?t=1531133322536
09 lug 2018

Consultazione pubblica per la nuova EPBD 2018

L'associazione EuroACE, un'Alleanza tra imprese che sostengono l'efficienza energetica degli edifici, ha recentemente pubblicato un documento che inquadra e commenta i cambiamenti introdotti dalla nuova EPBD 2018 pubblicata nella G.U. dell'U.E. lo scorso19 Giugno.

Il documento, oltre a definire cosa è cambiato rispetto alla versione precedente della Direttiva, sottolinea l'importanza che rivestono le strategie a lungo termine di riqualificazione energetica dell'edificio, ma anche l'importanza del ruolo chiave dei finanziamenti per l'efficienza energetica, della definizione di un Passaporto dell'Edificio, del controllo delle prestazioni degli impianti tecnici degli edifici (TBS) attraverso i sistemi di automazione e controllo degli edifici (BACS) e del monitoraggio delle prestazioni energetiche dell'edificio per perseguire l'obiettivo "energy efficiency first".

Il documento cita tra le best practice due progetti europei in cui GBC Italia è coinvolto in prima linea: il progetto BUILD UPON come esempio eccellente di collaborazione intersettoriale a supporto della creazione di policy partecipate (pag 07) e il progetto EeMAP come iniziativa promettente nell'ambito del finanzamento dell'efficienza energetica (pag.14).

EuroACE ha lanciato una fase di consultazione del documento aperta al pubblico. I commenti al documento potranno essere inviati al seguente indirizzo email: eemap@gbcitalia.org entro il 30 agosto 2018. Seguiranno due call di approfondimento il 31 agosto e il 5 settembre per sviluppare un documento finale  da consegnare entro il 7 settembre 2018 a EuroACE.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_advocacy_milan.jpg/7a256ded-d63b-409e-a181-5bae181ccc2a?t=1530613651088
03 lug 2018

Saint-Gobain Advocacy Network Meeting

Il nostro presidente Giuliano Dall’Ò ha partecipato il 26 giugno come relatore al meeting Saint-Gobain International Advocacy Network, un’occasione per condividere e riflettere sull’importanza delle partnership strategiche nel percorso della sostenibilità, come la continuativa collaborazione di successo tra GBC Italia e Saint-Gobain.

 

I membri della rete internazionale di Advocacy hanno avuto il piacere di ritrovarsi in uno degli edifici di riferimento del programma Multi-Comfort del gruppo Saint-Gobain, il centro di innovazione e formazione Habitat Lab, certificato LEED Platinum. I partecipanti hanno qui discusso sul proprio impegno a guidare la trasformazione verso uno stock di edifici sostenibili ed esaminato quale sia, dal punto di vista advocacy, il modo migliore per sostenere la propria strategia per l’habitat sostenibile.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/assemblea-soci_imgloca_04.jpg/1ae39e74-01af-4629-b9e0-32746288ad8d?t=1530528346684
02 lug 2018

Economia circolare e CAM: a che punto siamo

Editoriale di Giuliano Dall'Ò

È sempre forte l’interesse che GBC Italia dimostra sulle tematiche che riguardano i Criteri ambientali minimi (CAM) e l'Economia circolare (EC), perché in linea con gli obiettivi di sostenibilità che i nostri strumenti di certificazione aiutano a perseguire.

Negli ultimi sei mesi ci siamo concentrati nel promuovere con tutti i mezzi a nostra disposizione e con tutti gli strumenti che ci caratterizzano, una visione della sostenibilità in edilizia contaminata positivamente sia dall'EC sia dai CAM. Abbiamo attivato dei corsi di formazione su questi temi, abbiamo promosso degli eventi, abbiamo siglato una importante convenzione con l'Associazione Rete Italiana LCA ed abbiamo attivato dei gruppi di lavoro aperti a tutti i nostri soci. Tutto questo per stimolare il nostro "ecosistema" formato dai nostri soci, portatori d'interesse dell'intera filiera dell'edilizia green, il cui numero peraltro è cresciuto di più di trenta unità proprio nell'ultimo semestre.

È una consuetudine che le assemblee generali di GBC Italia siano accompagnate da un evento aperto al pubblico. Allo scopo di approfondire il tema dell'EC e dei CAM, e a ribadire l'importanza che per la nostra Associazione hanno questi due elementi, GBC Italia ha promosso un convegno che aveva per titolo "Economia circolare e CAM in Edilizia" che si è svolto lo scorso 22 giugno a Roma presso l'Auditorium del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

L'iniziativa è stata molto apprezzata se si considera che in pochi giorni dalla comunicazione dell'evento i posti erano già tutti esauriti. Chi ha partecipato all'evento, inoltre, ne è uscito più arricchito perché ha avuto l'opportunità di confrontarsi con alcuni operatori di riferimento nazionali.

Per il mercato dell'edilizia si tratta di una sfida molto stimolante, peraltro obbligata, ma tutt'altro che semplice.

Il passaggio dall'economia lineare a quella circolare sarà uno dei principali driver del cambiamento del settore delle costruzioni e della catena del valore.

La complessità dell’attuale sistema socio-economico avvantaggia ancora oggi il modello di economia lineare. In particolare il modello di business nell'industria delle costruzioni non favorisce la collaborazione di tutta la catena poiché le imprese, poco sollecitate da stimoli di mercato, agiscono indipendentemente l'una dall'altra. Stenta così ad avviarsi il ciclo virtuoso, ed economicamente sostenibile, del recupero e riciclo dei materiali da costruzione. L’obbligatorietà dell’applicazione dei CAM, benché limitata alla Pubblica Amministrazione, rappresenta una prima spinta verso l’integrazione dei processi edilizi, l'applicazione di un approccio Life Cycle, la promozione del risparmio di risorse naturali e del riciclo. Si tratta, quindi, di un forte stimolo all’applicazione di modelli di economia circolare.

Gli interventi proposti dai relatori al Convegno di Roma sono stati numerosi e tutti di qualità. Interessante è stata la diversificazione dei punti di vista su tematiche complesse che necessariamente devono essere affrontate da più fronti. L'intervento di apertura è stato curato da Lorenzo Radice, responsabile sostenibilità del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane che ha fornito un interessante aggiornamento sulle attività e sui progetti infrastrutturali di FSI, progetti che contribuiranno in modo significativo a cambiare il volto del nostro Paese e che avranno proprio nella sostenibilità l'elemento attrattore. La riqualificazione del patrimonio edilizio storico e il valore testimoniale nel contesto dell'EC è stato l'importante e illuminato contributo di Francesco Scoppola, DG Ricerca e Formazione di MiBACT. Nel recupero e nella valorizzazione anche storica e culturale del patrimonio edilizio l'Italia ha l'opportunità di giocarsi un ruolo di primo piano nel contesto internazionale. Da qui lo stretto legame che corre tra queste azioni, per le quali GBC Italia come precursore di queste tematiche ha elaborato un protocollo (GBC Historic Buildings), ed il tema generale dell'EC.

Lo stretto legame tra protocolli di certificazione, EC e CAM sono stati oggetto della seconda parte del Convegno introdotta da Toni Cellura, Amministratore unico di NIA e membro del Gruppo di Lavoro CAM di GBC Italia, uno dei massimi esperti in questo settore. Toni Cellura ha evidenziato lo stretto legame che esiste tra Codice Appalti, CAM edilizia, criteri di sostenibilità energetico-ambientale, evidenziando potenzialità ma anche criticità.

La sostenibilità energetica in edilizia non riguarda solo edifici ma anche infrastrutture. Questo tema è stato trattato da Lorenzo Orsenigo, Direttore generale di ICMQ, che ha parlato di protocolli e certificazioni per infrastrutture e prodotti sostenibili, con un focus sulla tracciabilità dei fornitori. ICMQ, socio fondatore di GBC Italia, sta promuovendo in Italia il protocollo internazionale ENVISION, uno schema che sta riscontrando un notevole successo anche in Italia.

I CAM e l'EC non devono essere visti solo come obblighi ma anche come opportunità di mercato. È una concezione che GBC sta cercando di promuovere a tutti i livelli: interessante al riguardo è stato l'intervento di Marco Marcatili, economista di Nomisma, che ha trattato proprio il tema del valore generato dai CAM nel comparto edilizio.

Roberto Coizet, Presidente di Edizioni Ambiente e del Centro Materia Rinnovabile, ha fornito un contributo interessante per comprendere meglio le questioni trattate riguardanti l'EC.   

Come reagiscono le aziende alle spinte di questi cambiamenti? Un caso studio interessante, che conferma molti concetti espressi riguardo le opportunità di mercato, è stato quello presentato da Gianluca Cavalloni, Advocacy & BIM Manager Habitat di Saint Gobain, un socio che sta investendo molto sul tema: l'economia circolare e la sostenibilità come driver per l'innovazione di prodotto.

Hanno concluso il convegno di Roma due interventi istituzionali: quello di Paolo Barbieri, Presidente di ANPAR, sul recupero dei rifiuti da costruzione e demolizione per l'energia sostenibile, e quello di Roberto Morabito, Direttore del Dipartimento Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali di ENEA che ha illustrato le caratteristiche della prima piattaforma italiana per l'economia circolare.

Nel dibattito finale, Silvano Falocco, Direttore della Fondazione Ecosistemi, ha fornito a tutti i partecipanti interessanti punti di riflessione.

Una giornata intensa, quella di Roma, che ci ha visti come GBC Italia facilitatori di un dibattito propositivo e stimolante interno alla filiera del mondo delle costruzioni sostenibili. Una tappa importante di un percorso che proseguirà con le nostre attività diversificate sui temi dei CAM e dell'EC. Le maggiori criticità al cambiamento, alcune emerse proprio all'interno del convegno, riguardano la complessità di applicazione dei CAM e, più in generale, le difficoltà che inevitabilmente si incontreranno nel passare da una economia lineare ad una economia circolare. Il ruolo di GBC Italia è tanto più importante se si considera che le tematiche non sono solo nazionali e la collocazione di GBC all'interno di un network europeo e mondiale contribuirà, attraverso il continuo confronto con altre realtà, a fornire elementi utili per accelerare un processo che comunque è inevitabile.

News correlate: Disponibili gli atti del convegno CAM ed Economia Circolare

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/CAMquadrata.jpg/3aa1f3f0-d941-41a1-959b-2b4e7bddff27?t=1530283687760
29 giu 2018

Disponibili gli atti del convegno CAM ed Economia Circolare

Venerdì 22 giugno, in occasione dell’assemblea di GBC Italia, si è tenuto il convegno “L’economia circolare e i CAM edilizia” organizzato come momento di riflessione per un passaggio del settore delle costruzioni a un modello di economia circolare.

Il convegno, molto partecipato, ha visto il susseguirsi di relatori autorevoli sia del mondo imprenditoriale che del settore pubblico che sono intervenuti raccontando le esperienze ed innovazioni in merito ai nuovi scenari economici.


Ad aprire i lavori il presidente Giuliano Dall’Ò che ha sottolineato l’importanza del ruolo dell’associazione nella promozione dell’economia circolare e dei CAM edilizia.

Le presentazioni dei relatori e le foto dell'evento sono disponibili a questo link.

Ulteriori link utili:
Video della diretta Facebook
Articolo pubblicato su Civiltà di Cantiere

Un ringraziamento speciale va a Ferrovie dello Stato Italiane e ICMQ per aver supportato l’iniziativa.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/gbc_news_wgbw.jpg/d4a19819-8582-41c0-8456-0363b2ba6c69?t=1530196916898
28 giu 2018

World Green Building Week 2018

Le azioni per un mondo più sostenibile iniziano già dentro casa!

Sai che gli edifici e le abitazioni sono responsabili per circa il 40% del consumo energetico globale e della produzione di oltre un terzo delle emissioni di gas serra nel pianeta?

Basti pensare che il consumo medio di elettricità per uso domestico è di 3,500 kWh, equivalente ad una produzione di 2,6 tonnellate di CO2. Sarebbe dunque sufficiente abbassare il nostro consumo elettrico di un 20% per avere una riduzione della CO2 pari a mezza tonnellata!

Tutti possiamo fare qualcosa per rendere le nostre abitazioni più green e dare il nostro piccolo contributo per risparmiare energia, denaro e far sì che il nostro pianeta diventi più verde e più sano per le future generazioni.

È proprio questo l'obiettivo della World Green Building Week 2018 (24 - 30 settembre 2018), l'annuale campagna organizzata dal World GBC e i GBC di tutto il mondo, che ha come proposito quello di motivare le persone ad agire per un mondo più sostenibile e sensibilizzarle sul fatto che tutti possono fare la differenza. Non esiste un pianeta B!

Ecco come è possibile aderire alla campagna e partecipare alla sfida di un pianeta più green!

 Impara
- visita il sito dell'iniziativa per scoprire quali azioni puoi compiere per rendere più green la tua casa: clicca qui
- segui l'hashtag #HomeGreenHome e scopri quali azioni puoi già iniziare a compiere
- partecipa agli eventi che si organizzeranno in questa settimana
- leggi il report redatto da UK GBC sulla salute e il benessere in casa, per scoprire perchè una casa green è una casa salutare: clicca qui

 Condividi i messaggi green
- partecipa alla conversazione sui canali social, tramite gli hashtag #HomeGreenHome e #WGBW2018 (qui trovi del materiale grafico utile)
- pubblica la tua personale promessa #HomeGreenHome (utilizza questo template)
- stampa e distribuisci i poster della WGBW negli edifici dove vivi o lavori: sono disponibili in formato verticale ed orizzontale
- diffondi l'iniziativa tra amici e colleghi, anche tramite l'apposizione della firma ufficiale WGBW (la puoi scaricare qui) nelle tue email

 Partecipa attivamente
- segnalaci le attività legate alle World Green Building Week che stai portando avanti
- divulga report e/o ricerche che stai conducendo sul tema del green housing
- organizza webinar o workshop legati ai temi della WGBW

Per ulteriori spunti, scarica la guida ufficiale della World Green Building Week: clicca qui.

Per ulteriori domande o se desideri approfondire più in dettaglio un'idea su come partecipare alla WGBW, contattaci a: eventi@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/gbc_newsgradtourrestauro.jpg/a738ec43-0f5a-4fee-9532-777b62280585?t=1530107377650
27 giu 2018

Grand Tour del Restauro con Assorestauro

Dall'11 al 14 giugno 2018 si è tenuto il  Grand Tour Restauro, un workshop formativo che ha visto la partecipazione di 24 architetti e operatori stranieri nel settore dei beni culturali, architettura e restauro, provenienti da Israele.

L'evento, organizzato da Assorestauro, in collaborazione con Shimur (The Council for Conservation of Heritage Sites in Israel), è stato possibile grazie alla partecipazione della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Milano, la Regione Emilia Romagna e il Comune di Ferrara e ICE Tel Aviv.

Il programma della settimana si è svolto tra Milano, Mantova e Ferrara, permettendo ai partecipanti la visita di alcuni importanti cantieri di restauro accompagnati da imprese ed operatori italiani del settore attivi sul territorio nazionale, in un percorso articolato tra sostenibilità e tradizione. Il Grand Tour si è concluso a Ferrara con la visita al MEIS, il Museo nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah, dove gli ospiti israeliani sono stati accolti dalla Direttrice Simonetta della Seta, dall’arch. Andrea Sardo del Polo Museale dell’Emilia Romagna e da Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia. La visita al nuovo Museo ha messo in evidenza le particolarità del restauro sostenibile delle prigioni, oggi sede di una parte espositiva del Museo che ha conseguito il livello ORO della certificazione GBC Historic Building.

Visita il sito di Assorestauro per una sintesi delle tappe del tour nel restauro italiano: clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/IMG_0267_risultato_edit.jpg/7ef029ff-98d6-46a2-87f1-d0d5feae5dde?t=1529336324959
22 giu 2018

Alternanza scuola-lavoro e sostenibilità

La classe 4Bsa del Liceo Scientifico “Paolo Frisi” di Monza, costituita da 27 studenti, ha avviato nel corso dell'anno scolastico 2016-17, un percorso di Alternanza Scuola, per iniziare a confrontarsi con il mondo del lavoro. 

Il progetto si è articolato in moduli didattico-informativi, svolti in classe e/o in azienda, e in moduli di apprendimento pratico all’interno del contesto lavorativo. 
I docenti hanno individuato il tema portante di questi moduli didattici, ovvero l'educazione alla sostenibilità (ambientale, economica e sociale), per la revisione dell’attuale modello di sviluppo, basato sulla crescita indefinita, sul consumismo e lo spreco, sullo sfruttamento indiscriminato delle risorse.

Nel mese di giugno 2017, i 27 studenti della classe hanno avuto l’opportunità di essere ospitati presso strutture aziendali diverse, grazie alla collaborazione delle quali sono stati sviluppati progetti individuali di applicazione delle conoscenze, tesi a realizzare concrete azioni di lavoro, rispettando il filo rosso del tema proposto.
La partecipazione a questi micro-progetti è stata estremamente utile proprio come momento di confronto tra studenti liceali, con il loro bagaglio culturale, e figure professionali, che hanno aiutato i ragazzi a comprendere le dinamiche aziendali, a confrontarsi con nuove sfide e a mettere a frutto competenze trasversali di analisi, sintesi e problem solving. L’esperienza è stata produttiva e positiva anche per le aziende ospitanti, così come testimoniato dai tutor che li hanno seguiti. Gli studenti, grazie all’intervento di Alessandro Lodigianisegretario del Chapter Lombardia, sono stati ospitati nel mese di giugno per una durata variabile di 50-70 ore complessive da alcune aziende socie di GBC Italia: Lombardini22, Reag, Tekne ESCo, Saint-Gobain, Jacobs, QSC

Il percorso si è ripetuto anche quest’anno nel periodo di giugno e per lo stesso quantitativo di ore nelle stesse aziende socie di GBC, che ben coniugano l’apertura verso modelli di vita e stili abitativi sostenibili con la crescita e lo sviluppo del know how nelle giovani generazioni.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/gbc_news_CS_mutuiverdi.jpg/3702e7ea-dfbe-4494-938c-5b972cb7fba9?t=1528984422744
14 giu 2018

Le principali banche europee lanciano un nuovo sistema di mutui verdi

Oggi la rete europea del World Green Building Council (WorldGBC) e le principali banche europee hanno lanciato un nuovo schema pilota di mutui per l'efficienza energetica. È un segnale importante da parte degli investitori che dimostra come l’edilizia sostenibile stia diventando un mercato chiave per la crescita dell'Europa.

Lo schema pilota è finalizzato alla sperimentazione di nuovi criteri europei per i mutui dedicati a proprietà energeticamente efficienti. Questi criteri sono stati sviluppati dai Green Building Council della rete europea di WorldGBC, partner dell'iniziativa Energy Efficient Mortgages progetto finanziato dalla UE. Alcune delle più grandi banche europee partecipano al progetto pilota, tra cui BNP Paribas, ING Bank, Nordea Bank e Société Générale.

I green building sono sempre maggiormente riconosciuti come investimenti a basso rischio sia per i mutuatari che per i creditori per la riduzione dei costi in fase d’uso e la capacità di mantenere meglio il loro valore immobiliare nel tempo. Inoltre, vi è una domanda in rapida crescita da parte degli investitori per obbligazioni garantite da mutui verdi, che contribuisce a creare un business per gli istituti di credito che sono spronati a proporre mutui più allettanti a coloro che optano per case più ecologiche.

Le banche partecipanti allo schema pilota potranno esplorare tassi di interesse più bassi per i mutui che soddisfano i criteri delle linee guida, così come altre forme di finanziamento preferenziale. La partecipazione di quasi 40 importanti banche alla fase pilota è la prova che i grandi investitori riconoscono come migliore investimento le abitazioni ad alta efficienza energetica.

"L'impegno delle principali banche europee in questo progetto pilota dimostra che l’ediliza sostenibile sta diventando centrale. La rete europea di World GBC ha sviluppato criteri di rendimento energetico per nuove costruzioni e ristrutturazioni per contribuire a stabilire uno standard di mercato coerente per le banche che emettono mutui verdi". Dichiara Terri Wills, CEO di WorldGBC "Non vediamo l'ora di sviluppare gli standard nel tempo per supportare la comunità degli investitori nell'affrontare i rischi climatici".

Il gruppo di banche che partecipano al progetto pilota sta studiando come i criteri del programma possano essere applicati attraverso le loro attività di mutuo nei prossimi 1-2 anni. L'iniziativa ambisce a stabilire una nuova generazione di prodotti ipotecari che aiutino i consumatori a ridurre il consumo di energia in tutto il settore immobiliare.

Michael Lewis, CEO di E.ON UK, ha dichiarato: "I mutui verdi hanno il potenziale per sbloccare una rivoluzione dell'efficienza energetica consentendo ai proprietari di accedere a finanziamenti a prezzi accessibili attraverso i quali migliorare le loro abitazioni. Siamo orgogliosi di essere coinvolti come partner leader nell'iniziativa Energy Efficient Mortgages e riteniamo che la fase pilota lanciata oggi offra una grande opportunità per le banche, le utility e gli esperti di efficienza energetica di collaborare per trasformare una grande visione in realtà."

I Green Building Council in tutta Europa hanno condotto una consultazione di mercato all'inizio di quest'anno con oltre 500 esperti per sviluppare i criteri pilota, al fine di garantire che questi possano essere applicati in modo adeguato agli edifici a livello locale. I Green Building Council in diversi paesi stanno ora iniziando a istituire "hub" di mutui verdi per sostenere investitori e partner locali in materia di energia e costruzioni che intendono esplorare o pilotare programmi di mutuo per l'efficienza energetica. Green Building Council Italia è l’organizzazione di riferimento a livello nazionale.

Le banche che partecipano al progetto pilota sono:

1. ABN AMRO (NL)
2. Argenta Bank (BE)
3. AXA Bank (BE)
4. Banca Monte dei Paschi di Siena, BMPS (IT)
5. Banco BPM (IT)
6. Belfius Bank & Verzekeringen (BE)
7. Berlin Hyp AG (DE)
8. BNP Paribas Fortis (BE)
9. BNP Paribas (UK)
10. Groupe BPCE (FR)
11. BPER Banca (IT)
12. Caisse des Dépôts Group (FR)
13. Caixa Geral de Depósitos, CGD (PT)
14. Caja Rural de Navarra (ES)
15. Compagnie de Financement Foncier (FR)
16. Crédit Agricole (IT)
17. Crelan (BE)
18. Friulovest Banca (IT)
19. Garanti Bank (RO)
20. ING Bank (BE)
21. KBC Bank (BE)
22. Mortgage Society of Finland, Hypo (FI)
23. Münchener Hypothekenbank eG (DE)
24. Norddeutsche Landesbank, NORD/LB (DE)
25. Nordea Bank (SE)
26. Nordea Eiendomskreditt (NO)
27. Nordea Kredit (DK)
28. Nordea Mortgage Bank (FI)
29. OP Mortgage Bank (FI)
30. Rabobank (NL)
31. Raiffeisen Bank (RO)
32. Société Générale (FR)
33. Société Générale (IT)
34. Triodos Bank (BE)
35. Triodos Bank (SE)
36. Unión de Créditos Inmobiliarios, UCI (ES)
37. Volksbank Alto Adige (IT)

Green Building Councils che supportano l’iniziativa EeMAP:

  • Croatia GBC
  • GBC Finland
  • Alliance HQE - GBC France
  • DGNB (German Sustainable Building Council)
  • Irish GBC
  • GBC Italia
  • Dutch GBC
  • Polish GBC
  • GBC España
  • UKGBC
Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/assemblea-soci_news.jpg/7b657f33-eb8e-4de0-baf1-8ff3634f9f72?t=1528471990562
08 giu 2018

Convention | Economia circolare e i CAM in Edilizia

Il ruolo di GBC Italia e dei protocolli energetico-ambientali nell'evoluzione del settore

Il 22 giugno 2018, presso l'Auditorium Ferrovie dello Stato Italiane, in Piazza della Croce Rossa 1 a Roma, si terrà, in occasione dell'Assemblea dei Soci GBC Italia, il convegno, aperto al pubblico, che avrà come focus l'Economia circolare e i CAM in edilizia.

Il convegno ha lo scopo di condividere, con alcuni degli operatori di riferimento nazionali, lo stato di fatto di applicazione dei CAM, in particolare in merito agli aspetti relativi all’applicazione dei concetti di Economia Circolare nel settore dell’edilizia, che sarà uno dei principali driver del cambiamento del settore delle costruzioni e della catena del valore.
La complessità dell’attuale sistema socio-economico avvantaggia ancora oggi il modello di economia lineare. In particolare il modello di business nell'industria delle costruzioni non favorisce la collaborazione di tutta la catena poiché le imprese, poco sollecitate da stimoli di mercato, agiscono indipendentemente l'una dall'altra. Stenta così ad avviarsi il ciclo virtuoso, ed economicamente sostenibile, del recupero e riciclo dei materiali da costruzione. L’obbligatorietà dell’applicazione dei CAM, benché limitata alla Pubblica Amministrazione, rappresenta una prima spinta verso l’integrazione dei processi edilizi, l'applicazione di un approccio Life Cycle e la promozione del risparmio di risorse naturali e del riciclo e quindi uno stimolo all’applicazione di modelli di economia circolare.

Moderatore Marco Mari Vicepresidente Green Building Council Italia

 PROGRAMMA 

10.00 REGISTRAZIONE E WELCOME COFFEE
 
10.15   INTRODUZIONE DEI LAVORI
 
  Il ruolo di GBC Italia nella promozione dell'economia circolare in edilizia
  Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia 
 
  Da strategia di sostenibilità a strategia sostenibile
  Lorenzo Radice, Responsabile Sostenibilità Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane
 
  La riqualificazione del patrimonio edilizio storico e il valore testimoniale nel contesto dell'economia circolare
  Francesco Scoppola, DG Ricerca e Formazione MiBACT
 
10.45 I CRITERI AMBIENTALI MINIMI IN EDILIZIA
 
  Codice appalti, CAM edilizia e criteri di sostenibilità energetico-ambientali
  Toni Cellura, Amministratore unico di NIA e Gruppo di Lavoro CAM di GBC Italia
 
  Protocolli e certificazioni: infrastrutture, edifici e prodotti sostenibili. La tracciabilità dei fornitori.
  Lorenzo Orsenigo, Direttore generale ICMQ
 
  Il valore generato dai CAM nel comparto dell’edilizia
  Marco Marcatili, Economista - Nomisma
 
11.30 L’ECONOMIA CIRCOLARE IN EDILIZIA
 
  Modelli di economia circolare in edilizia
  Roberto Coizet, Presidente Edizioni Ambiente e Centro Materia Rinnovabile
 
  L'economia circolare e la sostenibilità come driver per l'innovazione di prodotto
  Gianluca Cavalloni, Advocacy & BIM Manager Habitat di Saint-Gobain
 
  Il recupero dei rifiuti da costruzione e demolizione per l’edilizia sostenibile
  Paolo Barberi, Presidente ANPAR
 
  La prima piattaforma italiana per l'economia circolare
  Roberto Morabito, Direttore del Dipartimento Sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali ENEA
 
12.40 DIBATTITO FINALE
 
  Modera
  Silvano Falocco, Direttore Fondazione Ecosistemi
 
13.00 CHIUSURA CONVEGNO
 
 

Scarica la locandina della convention: clicca qui!

Per iscriverti alla convention, clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/gbc_news_chaptertoscana.png/4e3b5318-8ced-4278-a029-f4dcc71b530e?t=1528125301911
04 giu 2018

Il Chapter Toscana si rinnova

Lunedì 21 maggio si sono svolte le elezioni delle cariche del Chapter Toscana che hanno eletto il nuovo segretario in carica per i prossimi tre anni: Mirta Paglini di Ambiente Società Cooperativa.

Ringraziamo il precedente Segretario del Chapter Toscana Andrea Lucioni che ha terminato il suo mandato e diamo il benvenuto alla sua collega Mirta Paglini e ai nuovi consiglieri eletti che trovate qui di seguito:

  • Segretario del Chapter Toscana:
    • Mirta Paglini Ambiente Società Cooperativa
  • Consiglieri del Consiglio Direttivo del Chapter Toscana:
    • Pier Luigi Milani  Paver Costruzioni S.p.A.
    • Mirta Paglini Ambiente Società Cooperativa
    • Stefano Fabiani INGROSERVICE ITALIA SRL
    • Pier Paolo Riu Cromology Italia S.p.A.


La sede del chapter Toscana sarà presso:

Ambiente Società Cooperativa
Via di Soffiano, 15
50143 Firenze (FI)

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_workshop_04.jpg/5a822b3b-3072-4e66-bc3b-4ddbaaba79c0?t=1527851785146
31 mag 2018

Workshop LEED v4 BD+C: percorsi di conformità alternativi per l’Europa

Piazza Arnoldo Mondadori, 3
20122 Milano
c/o Goldmann & Partners

 

I percorsi di conformità alternativi di LEED - Alternative Compliance Paths (ACPs) - estendono l’applicabilità di LEED ai progetti di tutto il mondo, fornendo dei percorsi alternativi compatibili con il raggiungimento dei crediti LEED.

Per meglio comprendere come USGBC stia indirizzando questi requisiti di mercato, vi invitiamo a partecipare al workshop che si terrà mercoledì 4 luglio a Milano e avrà come focus gli ACP di recente rilascio (aprile 2018).

L’evento, organizzato da GBCI Europe, Macro Design Studio e GBC Italia, vedrà la partecipazione di Ingemar Hunold, capo ricerca in ambito di ACP per EnviroSustain GmbH, e il contributo di Elena Veneziani di UL su database di materiali come una risorse attendibili di informazioni di prodotti sostenibili.

I soci di GBC Italia possono partecipare al workshop al costo di 24,4€ anzichè 42,7€.

Se sei socio e vuoi usufruire dello sconto, richiedi il codice sconto a eventi@gbcitalia.org e poi iscriviti qui.

Il workshop si terrà in inglese e in italiano senza traduzione. Sono previsti 2 CE hours per il mantenimento delle credenziali di LEED AP BD+C.

 

PROGRAMMA

13:30        Registration
   
14:00 Intro GBC Italia
  Giuliano Dall’O, GBC Italia President
Alessandro Lodigiani, Chapter Lombardia GBC Italia
   
14:20
 
Location & Transportation | LT Credits
Materal & Resources | MR Credits
  Ingemar Hunold
   
15:20 Material Databases featuring UL's SPOT
  Elena Veneziani
   
15:50 Networking Coffee Break
   
16:20

 
Energy & Atmosphere | EA Prerequisite and Credit
Indoor Environmental Quality | EQ Prerequisite
(including clarification for Natural Ventilation requirements)
  Ingemar Hunold
   
17:30 Debate on the application and future development of ACPs moderate
  Andrea Fornasiero, Chairman of GBC Italia Standard Committee
   
18:00 End
Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/Sustainable+Cities.jpg/33b6a54f-812c-4724-b44f-3adc50624130?t=1527778098479
31 mag 2018

Protocolli green per trainare il cambiamento delle città: da visione a realtà

Editoriale di Giuliano Dall'Ò

Il cambiamento delle nostre città verso modelli a maggiore sostenibilità ambientale è un processo già in atto, anche se i segni non sono sempre leggibili. Pensiamo a come sono cambiati gli spazi urbani negli ultimi anni e l'attenzione delle Pubbliche Amministrazioni al monitoraggio ambientale. La raccolta differenziata o la mobilità sostenibile, fatta non solo di piste ciclabili ma anche di bike-sharing e car-sharing, sono pratiche entrate nella nostra ordinaria quotidianità; come i veicoli elettrici si stanno diffondendo sempre di più.

Anche gli edifici sono cambiati, sono più efficienti, sfruttano quel mix sinergico di efficienza energetica e fonti rinnovabili e, oggi, ogni cittadino sa bene cosa sia una certificazione energetica.
C'è ancora tanto da fare, d'accordo, il patrimonio immobiliare esistente è poco efficiente dal punto di vista energetico e forse è per questo che il valore aggiunto della sostenibilità, un valore vero e tangibile, non viene ancora riconosciuto per quello che è. Anche nel mercato immobiliare, tuttavia, si manifestano i primi segni di ottimismo: l'interesse verso il progetto EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan), quello sui cosiddetti "mutui verdi" che ha visto in prima linea il nostro GBC all'interno del network europeo è uno di questi. Il cambiamento delle nostre città verso modelli "green" è una vera rivoluzione epocale, uno scatto verso un punto di non ritorno: le rivoluzioni possono essere rallentate forse, ma mai bloccate.


Al cambiamento in chiave green del settore edilizio hanno contribuito e non poco i protocolli di certificazione ambientale come LEED o BREEAM ad esempio. Grazie a questi strumenti, e alle complesse organizzazioni che stanno dietro e che garantiscono la serietà della loro applicazione, le nostre città sono cambiate e le architetture più importanti hanno definito nuovi standard nei quali la sostenibilità ambientale diventa la vera linea guida della progettazione.

Una visione completa di quanto possano aver contribuito i protocolli green al cambiamento delle nostre città è stata offerta dalla bella e molto apprezzata sequenza di contributi presentati a Milano lo scorso 25 maggio dal Chapter lombardo del Green Building Council Italia in occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso dalla Città Metropolitana di Milano.
I relatori, tutti della community di GBC, hanno avuto modo di presentare le diverse dimensioni, anche di scala applicativa, dei protocolli di sostenibilità ambientale declinati in una sequenza coerente, dall'edificio alla città.
Il segretario del Chapter Lombardia di GBC Italia Alessandro Lodigiani, di Duff & Phelps REAG, ha coordinato questa iniziativa svolgendo anche la funzione di chairman.
Gianluca Padula di CBRE ha fornito una lettura chiara, sintetica, ma allo stesso tempo esaustiva dei maggiori cambiamenti avvenuti a Milano, che possiamo considerare a tutti gli effetti la capitale italiana (e forse europea) del Green Building, dimostrando come i protocolli LEED siano stati l'elemento trainante delle trasformazioni urbane che hanno modificato lo skyline della città. L'immagine del "Bosco verticale" dell'architetto Stefano Boeri è stata consacrata come icona internazionale del green building.
Il tema della certificazione ambientale degli edifici storici, altra realtà che caratterizza il nostro Bel Paese, è stato trattato da Alberto Lodi, già segretario del Chapter Lombardia che ha presentato quello che per GBC Italia è un fiore all'occhiello: il protocollo Historic Buildings che oltre ad avere i primi casi di certificazione, sta riscontrando un grande interesse non solo in Italia, ma anche da parte della comunità internazionale.
Dall'edificio al quartiere il passo è breve, Chiara Domenici di Chapman Taylor ha presentato un intervento molto interessante che rimarrà uno dei simboli di questo comparto: Bolzano NOI Techpark, uno dei primi quartieri certificati sostenibili.
Il livello più esteso in termini dimensionali, e per questo più complesso della certificazione ambientale è la città. E spetta proprio a noi italiani avere il primo caso europeo: la città di Savona, caso studio che è stato presentato da Daniele Guglielmino di GBCI, massimo esperto italiano e tra i più autorevoli a livello internazionale di LEED for Cities. Il caso della città di Savona dimostra la potenzialità dei protocolli LEED che, partendo da una esperienza pluridecennale sui singoli edifici, hanno avuto la capacità di adattarsi a contesti territoriali importanti.
La giornata si è conclusa con un intervento che ha affascinato tutti i presenti: quello di Thomas Messervey di R2M Solutions che ha presentato con esempi concreti, l'entusiasmo, la competenza e la simpatia che lo contraddistinguono, le nuove tecnologie green al servizio della rivoluzione green building.
Quella di Milano è stata una bella iniziativa, nella quale è stato possibile dimostrare il ruolo centrale dei protocolli LEED e GBC con casi concreti, presentati da aziende che hanno creduto in GBC Italia associandosi e nell'evoluzione green delle nostre città. Siamo davvero orgogliosi di poter dimostrare il ruolo trainante che svolgiamo: la città green, sostenibile, smart e a misura d'uomo, è la città che è in grado di cogliere ed amplificare il nostro messaggio.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_edicom_news_sito_04.jpg/432e16f6-eab3-4e8e-ab2a-c414ab37d33b?t=1527848661923
30 mag 2018

Connected Living

Come la tecnologia migliora il comfort abitativo degli edifici.

L’uomo passa più dell’80% del suo tempo all’interno degli edifici la cui qualità costruttiva influisce notevolmente in modo significativo sulla sua salute psicofisica e sulla produttività delle attività svolte. Per questo Il comfort ambientale sta diventando un aspetto sempre più premiante per il valore dell'edificio.

Un’attenta progettazione integrata del sistema involucro-impianto permette di controllare i fattori che determinano il benessere delle persone all'interno dell'edificio e consente all'edificio di raggiungere un elevato livello di comfort, riducendone allo stesso tempo il fabbisogno energetico.

Nel corso del seminario, che si terrà il 26 giugno dalle 14:00 alle 18:00 presso TheNicePlace, Nice S.p.A. (Oderzo), saranno quindi trattate le tecniche progettuali, quali le simulazioni dinamiche e le certificazioni di sostenibilità, e costruttive innovative, come le schermature solari e l’automazione per la ventilazione naturale, che consentono di applicare in senso moderno, integrandosi con un’impiantistica evoluta, i concetti dell’architettura bioclimatica. Saranno anche presentati dei case history di edifici certificati con rating system internazionali di sostenibilità nei quali si sono raggiunte elevate prestazioni di confort.

 

PROGRAMMA

14.00

  • Welcome coffe e registrazione partecipanti
  • Introduzione al seminario
    Giorgio Tartaro, giornalista e direttore editoriale
  • Il comfort ambientale quale fattore premiante il valore dell’edificio
    Mauro Roglieri, Segretario Chapter Veneto e Friuli Venezia Giulia di GBC Italia e CEO MR Energy
  • L’ottimizzazione del comfort e dell’efficienza dell’edificio: le tecniche di simulazioni dinamica
    Michele De Carli, Professore associato in Energy and Building presso Università degli Studi di Padova
  • Il progetto architettonico: tra tecnologia appropriata, comfort ed ...emozioni
    Alberto Cecchetto, Professore ordinario di Progettazione Università IUAV di Venezia e titolare Studio Cecchetto & Associati

16.00

  • Dibattito I player che oggi si contraddistinguono per soluzioni innovative
  • Sistemi intelligenti di controllo dell'irraggiamento e illuminazione naturale, connettività e comfort
    Massimo Riggio, Chief Marketing Officer di Nice S.p.A.
  • L’importanza delle schermature solari nel progetto architettonico per il risparmio energetico
    Ernesto Giovannetti, Direttore Commerciale di Bandalux Italia
  • Luce e benessere
    Antonio Levantesi, IoT Product Manager di iGuzzini Illuminazione S.p.A.
  • La semplificazione impiantistica a beneficio di comfort ed efficienza energetica
    Valeria Parolin, Business Development Manager di Clivet S.p.A.
  • Case history di edifici certificati con elevate prestazioni di comfort
    Andrea Fornasiero, Presidente Comitati Standard di GBC Italia e R&D Engineering di Manens-Tifs S.p.A.

18.00

  • Aperitivo di networking e registrazione crediti

 

L’evento consente il riconoscimento di n. 4 crediti formativi presso l'ordine degli architetti.

Scarica qui la locandina dell'evento.

Per accreditamento e registrazione: EdicomEdizioni

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_protocollifree.jpg/babf1572-96fe-4fa0-b288-1ebe2b704f3f?t=1527685834057
29 mag 2018

Un regalo per te: misura la sostenibilità dei tuoi edifici!

Da oggi GBC Italia mette a disposizione in forma gratuita i propri protocolli di sostenibilità per supportare la ricerca, l'innovazione della Pubblica Amministrazione e della propria green community e la diffusione delle buone pratiche nel mercato.

Sei un socio di GBC Italia?
Lavori per una Istituzione Pubblica o per un Ente di Ricerca?
Hai frequentato un nostro corso di formazione?

Se hai risposto sì a una di queste domande, allora puoi ricevere gratuitamente i manuali dei protocolli GBC Italia (in formato digitale) per la progettazione e valutazione di sostenibilità degli edifici residenziali (GBC HOME), storici (GBC HISTORIC BUILDING) e dei quartieri (GBC QUARTIERI).

Come fare per riceverli? È semplice!

Compila questo modulo scegliendo i manuali che vuoi ricevere e noi te li invieremo in breve tempo!

Per ulteriori informazioni info@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_ecoplatform.jpg/18374f50-a258-429a-b5c7-1f1dd7cff419?t=1527252708631
25 mag 2018

La sinergia tra GBC Italia ed ECO Platform

ECO Platform, associazione no profit di cui GBC Italia è membro e che si propone di promuovere la diffusione delle EPD (Environmental Product Declarations) in Europa, ha tenuto la propria assemblea generale a Bruxelles il 16 maggio u.s. Con anche la presenza del consigliere esecutivo di GBC Italia Manuela Ojan, è stato eletto il nuovo board, che comprende un rappresentante della rete dei GBC europei.

GBC Italia è membro di ECO Platform perché condivide l'esigenza di promuovere lo sviluppo e la diffusione delle EPD, quale strumento ottimale per fornire informazioni quantitative e verificate sulle prestazioni ambientali dei prodotti, viste da una prospettiva completa del ciclo di vita. 

ECO Platform ha creato una piattaforma in cui tutti i principali operatori europei possono pubblicare le loro EPD relative ai prodotti e materiali da costruzione. La piattaforma è soggetta a audit, recensioni e verifiche di terze parti. Il valore aggiunto per l'industria è la riduzione degli sforzi per fornire informazioni ambientali a tutti gli interessati. Le informazioni della piattaforma ECO EPD sono utili per ottimizzare la produzione, comprendere l'impatto dei processi e valorizzare le prestazioni ambientali dei prodotti. Tra i membri fondatori di ECO Platform c’è ICMQ, nostro socio e fondatore di EPD Italy.

GBC Italia ha da poco attivato un gruppo di lavoro specifico sull’LCA (clicca qui) per consolidare l’analisi dello stato di fatto nell’ambito dell’applicazione delle tecniche di LCA in edilizia, anche con riferimento all’utilizzo dei protocolli energetico-ambientali.
Il gruppo di lavoro si sta preoccupando di verificare l’adeguatezza dei modelli di calcolo dell’LCA dell’edificio diffusi sul mercato italiano e la disponibilità di banche dati di materiali qualificate e relative interfacce coi sistemi BIM. Per chi volesse maggiori informazioni sul gruppo di lavoro può scrivere a: certificazione@gbcitalia.org.

GBC Italia, inoltre, ha sviluppato anche un corso di specializzazione specifico su questa tematica: LCA applicato ai prodotti LEED v4 e BREEAM.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_savona.jpg/d364dfae-dae3-4be4-8efa-011b54e68166?t=1527081538118
23 mag 2018

Savona, prima città certificata LEED in Europa.

Lo annuncia USGBC, che ha introdotto LEED for Cities, il nuovo sistema di certificazione per la sostenibilità, la pianificazione e il benessere sociale delle città.

Il Green Building Council statunitense (USGBC) e il Green Business Certification Inc. (GBCI), l’organizzazione che certifica i progetti LEED a livello globale, hanno annunciato che Savona è la prima città certificata LEED in Europa. Savona ha ottenuto il livello Gold del programma LEED for Cities di USGBC.

LEED for Cities è un sistema di certificazione che si occupa della pianificazione, della crescita e degli interventi di sviluppo delle città, con l’obiettivo di migliorare la vita dei cittadini di tutto il mondo. Il programma combina la sostenibilità ambientale e gli aspetti di benessere sociale con le analisi a livello comunale, facendo riferimento al protocollo LEED, il sistema di certificazione più diffuso al mondo per i green building.

“Siamo orgogliosi di essere la prima città europea certificata LEED,” ha dichiarato il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio. “Il nostro impegno è volto a creare un ambiente urbano sostenibile e resiliente e una società sicura ed equa. Crediamo che LEED for Cities sia uno strumento utile per accrescere la consapevolezza delle prestazioni effettive e dei risultati futuri delle città e supportare i responsabili politici.”

LEED for Cities fornisce alle città un quadro per misurare e gestire le prestazioni del consumo idrico, dell’utilizzo di energia, il benessere sociale, la produzione di rifiuti e la valutazione della fruibilità dei servizi di trasporto pubblico.

La politica energetica di Savona intende prendere spunto dal modello virtuoso dell’Università di Genova, Campus universitario di Savona, che ha sviluppato la Smart Polygeneration Microgrid (SPM) in combinazione con lo Smart Energy Building, un sistema intelligente in grado di gestire in modo efficiente l’energia prodotta internamente, bilanciando generazione e carichi, con conseguenti risparmi economici e riducendo l’impatto ambientale dal punto di vista delle emissioni di CO2. Si tratta di strumenti molto importanti a disposizione degli amministratori della città, che ne guidano la trasformazione verso un centro urbano a basso impatto ambientale.

Relativamente al benessere sociale, la città ha dimostrato di garantire sicurezza e salute ai suoi cittadini, grazie ai parametri di alta qualità dell’aria, che dimostrano l’assenza di condizioni di rischio per i gruppi più vulnerabili della popolazione, attuando azioni per mitigare gli inquinamenti urbani. Inoltre, la polizia locale ha evidenziato che il livello di criminalità in città è vicino allo zero, aspetto che rende Savona una città sicura e vivibile, senza particolari emergenze sociali.

“Nella visione di GBCI Europe e USGBC, nel giro di una generazione gli edifici e la società saranno in grado di rigenerarsi e di mantenere la salute e la vitalità di ogni essere vivente,” ha dichiarato Kay Killmann, managing director di GBCI Europe. “E sappiamo che per realizzare un futuro sostenibile per tutti, la prossima generazione dell’edilizia sostenibile deve concentrarsi sullo sviluppo di città intelligenti e comunità resilienti. Savona è ora la prima città LEED in Europa e, in quanto tale, sostiene politiche di sviluppo sull’uguaglianza, la sicurezza e la salute; mette in moto piattaforme interoperabili e tecnologie avanzate che migliorano le prestazioni della città; e nella pianificazione, la gestione e lo sviluppo urbani tiene conto di concetti come il benessere sociale.”

Oggigiorno le città devono affrontare molte sfide: i cittadini chiedono maggiore trasparenza e informazioni sui luoghi in cui vivono, lavorano, imparano e giocano. Ora più che mai, i governi locali sono laboratori di innovazione e sono impegnati nella ricerca di soluzioni innovative per i problemi sociali”.

Le città che perseguono la certificazione LEED sono valutate su 14 parametri, tra cui l’energia, i rifiuti, l’acqua, i trasporti, l’istruzione, la salute, la sicurezza e l’equità sociale. Le città inviano i dati utilizzando Arc, la piattaforma online che registra le performance e genera un punteggio di prestazioni compreso tra 0 e 100, riflettendo così i risultati delle strategie adottate. Savona ora si unisce ad altre città certificate LEED, come Washington D.C. e Phoenix in Arizona.

Negli ultimi anni nel mercato europeo si è assistito a una grande crescita del mercato dei green building. Lo scorso aprile, USGBC ha organizzato Greenbuild Europe a Berlino. Nel 2017 USGBC ha anche lanciato GBCI Europe per facilitare la crescita e il sostegno degli altri programmi di sostenibilità di LEED e GBCI. GBCI Europe offre un supporto locale e diretto ai clienti e migliora l’accesso ai programmi e alle risorse di sostenibilità di GBCI.

“La valutazione della sostenibilità degli edifici sta facendo degli importanti salti di qualità e di scala,” sostiene Giuliano Dall’Ò, Presidente di GBC Italia. “Il passaggio da protocolli che riguardano gli edifici a protocolli che riguardano le comunità era già stato avviato con il protocollo LEED for Neighborhood Development. Con il protocollo LEED for Cities tuttavia abbiamo notato una vera accelerazione e siamo veramente orgogliosi che una delle prime città certificate a scala mondiale, e la prima città europea, sia una città italiana: Savona. Un ringraziamento particolare va alla sindaca Ilaria Caprioglio che grazie alla sua determinazione ha dimostrato come sia possibile realizzare dei progetti che sembrano impossibili: un esempio concreto di buona politica”.

“Credo fermamente che la sostenibilità sia il pilastro principale per costruire un nuovo modello di sviluppo per i nostri territori, includendo il turismo, la Green e Blue Economy, le industrie hi-tech / hi-skills e la salute, il benessere e le attività sportive,” ha affermato il prof. Federico Delfino, Presidente dell’Università di Genova, Campus di Savona.

“Siamo molto felici che la città di Savona abbia ottenuto questo significativo riconoscimento,” ha dichiarato Neil Palomba, Managing Director di Costa Crociere. “La scelta di lavorare in maniera strutturata sulle performance ambientali e sociali è perfettamente in linea con la nostra strategia di sostenibilità e di relazione con il territorio, focalizzata sulla creazione di valore condiviso. Il Protocollo d’Intesa siglato con la città, l’home port di Costa, va esattamente in questa direzione. La certificazione LEED® for Cities sarà un ulteriore stimolo per realizzare insieme progetti che supportino la crescita e lo sviluppo sostenibile della città.”

Fonte: usgbc.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_rebuild.jpg/fbd93715-8925-4b4b-aa12-9dc686d58a97?t=1527002239172
22 mag 2018

REbuild | Energia: la leva per passare ad innovazioni su larga scala

Non mancano, anche in Italia, casi di interventi in grado di raggiungere ambiziosi obiettivi di innovazione e decarbonizzazione. Ma come passare alla larga scala? L’energia, come dimostrato da Energiesprong e da numerose esperienze internazionali, può rappresentare una leva per raggiungere una scala esponenzialmente maggiore, anche in condizioni di incentivi minori degli attuali.

Come si può fare in Italia?

Se ne parlerà a REbuild il 30 maggio, in una sessione che in cui si analizzeranno sia i nuovi ruoli che giocheranno le utility, sia i nuovi strumenti low cost e le tecnologie a disposizione degli operatori per raggiungere risultati importanti.

ENERGIA: LA LEVA PER PASSARE A LARGA SCALA 

30 maggio dalle ore 11.00 alle ore 12.00

INTRODUCE e MODERA

Marco Caffi, Direttore - GBC Italia

INTERVENTI

Andrea Costa, Co-Founder and Managing Partner - R2M Solution
Bruno Bellò, Fondatore - Clivet SpA
Paolo Quaini, Responsabile Servizi Energetici e Ambientali - Edison S.p.A.

Per maggiori informazioni ed iscriversi a REbuild: www.rebuilditalia.it

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_8giugno.jpg/bdfcc4f6-7d41-44fa-86bf-5da74b28c890?t=1526896556568
21 mag 2018

Strumenti finanziari. Il nuovo presente della riqualificazione energetica

Venerdì 8 giugno, in occasione della manifestazione fieristica internazionale annuale Research to Business R2B 2018, si terrà una tavola rotonda dal titolo Strumenti finanziari: il nuovo presente della riqualificazione energetica. Il convegno si terrà dalle 11.00 alle 13.00 presso la Fiera di Bologna, in sala Allemanda.

L'evento è focalizzato sul tema degli strumenti finanziari come leva fondamentale per la riqualificazione energetica degli edifici e, quindi, come strumento di rilancio della sostenibilità. La tavola rotonda vedrà coinvolti esponenti provenienti dal mondo finanziario, da enti pubblici e da associazioni private, tra i quali anche il nostro vice presidente Marco Mari.

Obiettivo del convegno è presentare le azioni innovative sul tema della finanza per la riqualificazione attive in Emilia-Romagna, nell'ambito dei seguenti focus tematici:

  • L'efficienza energetica come canale di accesso al mondo del credito: i "mutui verdi" come esempio di strumento win-win
  • Riprogettare il costruito: quando la riqualificazione aumenta il valore immobiliare
  • Cogliere le opportunità offerte dall'Europa: la sperimentazione di nuovi strumenti finanziari per l'efficientamento energetico.

Per maggiori informazioni e per iscriversi al convegno: clicca qui.

Continua a Leggere »


 https://www.fondazionesvilupposostenibile.org/wp-content/uploads/2018/05/logo-con-nuovi-colori-giallo.png
18 mag 2018

Al via il Premio Sviluppo Sostenibile 2018

La Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile di cui facciamo parte, in collaborazione con Ecomondo nostro socio, dà il via alla Decima Edizione del Premio per lo Sviluppo Sostenibile.
 
Il Premio ha lo scopo di promuovere le buone pratiche e le migliori tecniche delle imprese italiane che raggiungono rilevanti risultati ambientali, con iniziative innovative, buone possibilità di diffusione e positivi risultati economici e occupazionali.
 
30 fra le imprese partecipanti verranno segnalate con una targa di riconoscimento e, fra queste, tre verranno premiate con il "Primo Premio per lo sviluppo sostenibile 2018" per il rispettivo settore.
 
Per l’anno 2018, il Premio riguarderà imprese dei seguenti settori:
- Rifiuti e risorse
- Edilizia sostenibile
- Energia da fonti rinnovabili

 
Sul sito del Premio è possibile consultare tutte le edizioni precedenti e sono disponibili i materiali per l'adesione al bando che per comodità vi riportiamo anche qui di seguito:


Scheda di adesione | Link

Regolamento | Link


La partecipazione al Premio è gratuita, basta compilare la scheda di adesione e inviarla via e-mail all'indirizzo info@premiosvilupposostenibile.org o parasacchi@susdef.it, entro il 30 Giugno 2018.
 
La premiazione avverrà a Rimini, nella hall centrale della Fiera, in occasione di Ecomondo, il giorno 8 novembre 2018.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/EeMap.jpg/ea0ddabf-0ef6-4fd9-aa97-a89266ad2d96?t=1526628861861
18 mag 2018

Partono i mutui verdi: il webinar il 19 giugno

Piloting Energy Efficient Mortgages in Europe
Martedì 19 Giugno 2018  - 10:00 AM BST

 

Il 14 Giugno il progetto EeMAP, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito dell’iniziativa H2020, lancerà una innovativa azione per l'avvio di un mutuo per l’efficienza energetica a scala europea, con la collaborazione di molti istituti di credito.


Il progetto EeMAP è stato citato dal Rapporto del Parlamento Europeo sulla Finanza Sostenibile, pubblicato lo scorso 16/05, in cui si indica come il progetto possa potenzialmente creare le condizioni per ridurre il rischio dell'investimento migliorando al contempo la sostenibilità ambientale:


“Calls for the analysis and encouragement of private initiatives, such as the EeMAP project on ‘green mortgages’, in order to assess and demonstrate under what conditions green assets may entail a reduction of risk for investments while at the same time enhancing environmental sustainability”


Martedì 19 giugno si terrà un webinar per scoprire quali banche hanno deciso di prendere parte e in quali paesi. In questa occasione sarà possibile scoprire come alcune società si stanno posizionando a livello europeo in qualità di leader per il mercato dei mutui e dei bond green.


La sessione sarà moderata da Dr. Stephen Richardson, capo-progetto EeMAP per la rete Europea di World Green Building Council.


Speaker:

Jennifer Johnson, Head of Legal & Economic Affairs at EMF-ECBC (coordinatore del progetto EeMAP)
Jennifer darà un aggiornamento sull’azione pilota, sulle banche che vi aderiranno e sul supporto che le istituzioni europee daranno all’iniziativa.

Barry Lynham, Direttore Globale per la Strategia e la Comunicazione per Knauf Insulation
Barry parlerà di come i mutui possono risolvere le principali barriere agli investimenti in efficienza energetica e incrementare il tasso di riqualificazione.

Rob Cartwright, Direttore Soluzioni per l’Energia per e-Tech Solutions
Rob spiegherà come la piattaforma software innovative di e-Tech può ottimizzare la valutazine delle proprietà per i mutui per l’efficienza energetica

 

I posti sono limitati. Registrati subito qui per non perdere questa opportunità!

 

Dopo la registrazione, riceverai una email di conferma contenente le informazioni per seguire il webinar.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/ASVIS_Festival_2018_Post_fb_03_donna.png/a69d732f-4c86-410d-b4e6-ef8b927bb576?t=1526570601025
17 mag 2018

Al via il Festival italiano dello sviluppo Sostenibile: le iniziative di GBC Italia

Un Festival lungo 17 giorni, tanti quanti sono gli Obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’Agenda 2030 dell’Onu, con oltre 600 eventi su tutto il territorio nazionale tra convegni, dibattiti, presentazioni di libri, mostre, proiezioni di film, visite guidate, flashmob e molti altri appuntamenti che coinvolgeranno il mondo dell’economia, dell’impegno sociale, della cultura, dell’arte, dello spettacolo e dello sport. Dal 22 maggio al 7 giugno è in programma la seconda edizione del Festival italiano dello Sviluppo Sostenibile, un’iniziativa unica nel panorama mondiale organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS). Con i suoi 200 aderenti, tra cui anche GBC Italia, l’ASviS rappresenta la più grande rete della società civile mai creata in Italia e ha lo scopo di diffondere la cultura della sostenibilità e far conoscere i 17 Sustainable Development Goals.

“Senza di te lo sviluppo sostenibile non c’è” è lo slogan di quest’anno per rimarcare la volontà di coinvolgere anche i non addetti ai lavori, coinvolgendo e sensibilizzando fasce sempre più ampie della popolazione - attraverso una vera e propria chiamata all’azione - sulle sfide del nostro tempo: dalla povertà al lavoro, dall’educazione alle disuguaglianze, fino all’energia, le infrastrutture, la cooperazione internazionale, l’ambiente, le città e l’innovazione.

GBC Italia all’interno del Festival organizza in collaborazione con Città Metropolitana di Milano la tavola rotonda: Sustainable Cities and Communities. Protocolli green building per trainare il cambiamento del Real Estate, dove ospiti autorevoli dell’edilizia sostenibile italiana si confronteranno su casi studio esemplari, nuovi protocolli e tecnologie innovative per creare città e comunità sostenibili.

Tra le attività dei gironi precedenti al Festival anche il Green Apple Day of Service, un'iniziativa per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali. Il 15 e 16 maggio scorsi ben 7 scuole del centro Italia hanno lavorato sul tema dell’acqua come risorsa e bene da non sprecare.

Per consultare il programma completo degli eventi del Festival: festivalsvilupposostenibile.it

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_festival-sviluppo-sostenibile_news.jpg/4cbadcce-7481-4dc8-a9d5-f4120415d0ed?t=1525939058273
09 mag 2018

Sustainable cities and communities | Milano, 25 maggio

Protocolli green building per trainare il cambiamento del Real Estate

In occasione del Festival dello Sviluppo Sostenibile, GBC Italia in collaborazione con Città Metropolitana di Milano, organizza un incontro venerdì 25 maggio per dibattere sul tema sempre più centrale delle Sustainable cities and communities: l'intento è quello di trasmettere la centralità dei protocolli green building all'interno del processo di trasformazione del Real Estate. 

I protagonisti del Green Building Council Italia si confronteranno quindi in una tavola rotonda su casi di studi concreti, nuovi protocolli e innovative tecnologie a servizio dei green building.

Ecco il programma dell'incontro:

 
  • Saluti
    • Giuliano Dall’Ò, Presidente del Green Building Council Italia
  • Chairman
    • Alessandro Lodigiani, Segretario del Chapter Lombardia GBC Italia
  • Interventi
    • Gianluca Padula, Consiglio direttivo Chapter Lombardia GBC Italia
      I protocolli green building per rigenerare il tessuto industriale di Milano
    • Alberto Lodi, Consiglio direttivo Chapter Lombardia GBC Italia
      GBC Historic Building la risposta per il patrimonio edilizio storico
    • Chiara Domenici, Chapman Taylor Architetti
      Creare un quartiere sostenibile: Il caso di Bolzano NOI Techpark
    • Daniele Guglielmino, Green Business Certification Inc. Eu
      Strumenti e modelli per la programmazione sostenibile delle Città: il caso di LEED® for Cities a Savona
    • Thomas Messervey, comitato esecutivo GBC Italia
      Nuove tecnologie a servizio della rivoluzione green building


Scarica la locandina dell'evento: clicca qui.

Iscriviti qui

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_gri.jpg/67335272-ee29-46b3-afa9-1432ac124b49?t=1525877102814
09 mag 2018

Il bilancio di sostenibilità in LEED v4 | Milano, 17 maggio

Presentazione delle linee guida GRI come strumento per lo sviluppo d'impresa

Il 17 maggio 2018 le sezioni territoriali della Lombardia e del Trentino - Alto Adige di GBC Italia organizzano in collaborazione con il Terra Institute (centro di competenza per la sostenibilità nell’economia e nella società di Bressanone) un incontro avente come tema il Global Reporting Iniziative (GRI), il report di sostenibilità aziendale, che è uno dei requisiti di LEED v4.

L’intervento proposto mira a delineare un quadro che permetta di comprendere le potenzialità delle linee guida GRI per intraprendere un percorso destinato a valorizzare e far crescere la responsabilità sociale delle imprese, e comprendere l’intento del protocollo LEED V4 nel premiare le aziende che lo applicano.

INTERVENTI

Modera: Alessandro Lodigiani, Segretario Chapter Lombardia

Il bilancio di sostenibilità in LEED
Carlotta Cocco, Segretario Chapter Trentino Alto Adige

Introduzione al GRI (Global Reporting Initiative) | Il bilancio della sostenibilità serve alla sostenibilità? I requisiti che rendono la rendicontazione della sostenibilità uno strumento utile
Mauro Vaia, Senior consultant Terra Institute

Il GRI (Global Reporting Initiative) | Il quadro delle linee-guida più accreditate a livello internazionale e i vantaggi che si possono ottenere nel loro utilizzo
Emanuela Vedovati, consultant Terra Institute

La rendicontazione di sostenibilità fra standard internazionali e business plan aziendale | Il caso IGD
Francesca Albertazzi, analista Marketing e Responsabilità Sociale Gruppo IGD

Building Connections  in CBRE | La corporate responsabilty di un leader del real estate
Alberto Cominelli, director project management CBRE

Presentazione di  best practice | Implementazione di un sistema di gestione CSR integrato da report di sostenibilità 
Mauro Vaia, senior consultant Terra Institute

Considerazioni finali
A cura di GBC Italia

Aperitivo di networking informale

Scarica la locandina dell'evento: clicca qui

Per iscriverti: clicca qui

Continua a Leggere »


 /documents/20182/373496/gbc_news_beirut.jpg/0fd45523-2c1e-4d04-9839-690f87f980dc?t=1525768496109
08 mag 2018

GBC Italia presenta in Libano il protocollo GBC Quartieri®

In occasione del Technical Workshop on Green Neighborhoods, tenutosi il 3 e 4 maggio a Beirut (Libano), GBC Italia ha presentato il paper “Rating systems for Green Neighbourhoods and Cities: the Italian experience”, a cui è seguita la presentazione di un esempio pratico di impiego del protocollo GBC Quartieri all’interno di iniziative di rigenerazione urbana da parte di Politecnica Ingegneria ed Architettura, società che si occupa di progettazione integrata e socia di GBC Italia.

La presentazione ha riscosso un notevole successo, in particolare per il percorso di GBC Italia nell’analisi e nell’adattamento al contesto italiano del protocollo originale americano con la creazione dello strumento GBC Quartieri. Tale operazione è stata riconosciuta come essenziale anche per il contesto libanese, dove attualmente non esistono strumenti di sostenibilità completamente compatibili e conformi al contesto nazionale.

I partecipanti libanesi, rappresentati da ingegneri, architetti, accademici e da società di consulenza, oltre ad aver dimostrato una profonda sensibilità per la disciplina tecnica, hanno condiviso l’impiego del protocollo GBC Quartieri non solo come strumento di certificazione e pianificazione, ma anche come guideline per tutti gli attori pubblici responsabili dell’incentivazione e della promozione delle buone pratiche di sostenibilità su scala urbana.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/412545/assemblea-soci_save-the-date_5.jpg/db653179-a76d-4cf4-9670-2d41040e976a?t=1528472304850
07 mag 2018

Assemblea GBC Italia | Roma - 22 giugno

Il 22 giugno 2018, presso l'Auditorium Ferrovie dello Stato Italiane, in Piazza della Croce Rossa 1 a Roma, si terrà l'Assemblea dei soci GBC Italia.

Nella mattinata si terrà il convegno, aperto a tutti, che avrà come focus l'economia circolare e i CAM in edilizia. Clicca qui per il programma della convention.

Per maggiori informazioni sull'assemblea dei soci: assemblea@gbcitalia.org

AGENDA DELLA GIORNATA

10.00

Registrazioni e Welcome Coffee

10.15

Convention | Economia circolare e CAM in Edilizia

 

Il convegno ha lo scopo di condividere, con alcuni degli operatori di riferimento nazionali, lo stato di fatto di applicazione dei CAM, in particolare in merito agli aspetti relativi all’applicazione dei concetti di Economia Circolare nel settore dell’edilizia, che sarà uno dei principali driver del cambiamento del settore delle costruzioni e della catena del valore. Clicca qui per il programma completo.

13.00

Light Lunch

14.00

Assemblea dei Soci GBC Italia

 

Chiusura lavori: 16.30

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/Editata.jpg/46634984-ca28-460c-a72c-2d705ed6ddb4?t=1524830125250
27 apr 2018

GBC Italia protagonista a Greenbuild Europe

Editoriale di Giuliano Dall’Ò, Presidente Green Building Council Italia

Si è concluso da pochi giorni un evento molto importante per la nostra comunità: Greenbuild Europe, che in questa edizione si è svolto a Berlino dal 16 al 18 aprile. Mantenendo il format delle precedenti edizioni, la conferenza internazionale è stata organizzata attraverso una serie di sessioni parallele che hanno presentato e aperto al confronto casi studio molto interessanti. Un'occasione di aggiornamento su dove si sta orientando la visione del Green Building attraverso diverse chiavi di lettura, da quella tecnologica a quella economica, senza trascurare gli aspetti di un mercato, quello della sostenibilità in edilizia, che è in continua crescita anche se con ritmi diversi da Paese a Paese.
Il bilancio di questo evento è assolutamente positivo, sia per quanto riguarda la "comunità allargata" del Green Building, ossia quella internazionale non limitata all'Europa, sia per quanto riguarda la nostra comunità che in questi ultimi mesi si è dimostrata particolarmente effervescente.
Confrontarsi con ciò che si sta facendo in Europa, ma anche nel mondo è di per sé una cosa importante e utile, linfa vitale per chi vuole rimanere nel mercato in modo attivo.
La presenza di relatori italiani era consistente: un quarto delle sessioni presentate poteva infatti contare sulla presenza di relatori italiani e gli argomenti trattati hanno attratto tra le più alte percentuali di uditori.


La sessione plenaria ha avuto come relatori due veri miti del Green Building: Rick Fedrizzi, attualmente Chairman e CEO dell'International WELL Building Institute, e Mahesh Ramanujan, presidente e CEO dell'U.S. Green Building Council e del Green Business Certification Inc.. Molto interessante e coinvolgente è stato anche l'intervento, sempre programmato nella sessione plenaria di apertura, di Selina Juul, paladina del movimento che si batte da anni per evitare lo spreco di cibo. Un intervento forse non sovrapponibile al mondo dell'edilizia green, ma che testimonia la necessità di allargare la visione a tutti gli aspetti legati all'abitare sostenibile.
I temi toccati sono stati tantissimi, tuttavia quello che è emerso è che la valutazione della sostenibilità degli edifici sta facendo degli importanti salti di qualità e di scala. Il passaggio da protocolli che riguardano gli edifici a protocolli che riguardano le comunità era già stato avviato da tempo, basti pensare al protocollo LEED ND. Con il protocollo LEED for Cities tuttavia abbiamo notato una vera accelerazione e siamo veramente orgogliosi che una delle prime città certificate a scala mondiale, e la prima città europea, sia una città italiana, la città di Savona. Un ringraziamento particolare va alla sindaca Ilaria Caprioglio che grazie alla sua determinazione ha dimostrato come sia possibile realizzare dei progetti che sembrano impossibili: un esempio concreto di buona politica.


Un ulteriore elemento che viene confermato dai lavori presentati a Berlino è il salto di qualità della certificazione ambientale, sia per gli edifici che per le comunità, che si spinge a valutare le prestazioni sulla base di dati reali di funzionamento.
Una sostenibilità quindi non presunta ma monitorata costantemente: quale migliore garanzia per gli investitori oltre ovviamente che per gli utenti?
Lo strumento proposto è la piattaforma ARC promossa da GBCI che oltre ad essere un naturale complemento ai protocolli LEED (alcuni di questi, come ad esempio LEED EBOM e LEED for Cities, nascono in simbiosi con essa) si apre anche ad altri protocolli. L'obiettivo è quello di costruire una base di dati mondiale, indispensabile per avere dei benchmark condivisi e per monitorare l'evoluzione della sostenibilità non solo ambientale. Come GBC Italia garantiremo grande attenzione a questo progetto che riteniamo davvero strategico.


Ma veniamo a noi, ossia alla delegazione italiana che ha partecipato a Greenbuild Europe. La nostra delegazione a Berlino era terza per numero di presenze, dopo quella degli USA e della Germania. Un segnale forte nel contesto internazionale, molto apprezzato da Mahesh che ha ritagliato una parte del suo tempo per incontrarci, per condividere il nostro percorso, per darci spunti di riflessione per conoscerci personalmente tutti e per rafforzare quel legame già presente tra il nostro GBC e USGBC.
Un incontro bello, costruttivo, davvero stimolante e coinvolgente. Mahesh ha confermato che USGBC è al nostro fianco anche per valorizzare i nostri protocolli e la piattaforma ARC diventa uno strumento essenziale di condivisione.

Far parte di una comunità come GBC Italia è importante per una serie di motivi: chi è socio di GBC condivide una visione, quella del green building e più in generale della sostenibilità, della quale diventa protagonista per il contributo che può dare, diventa parte di un network non solo nazionale ma anche internazionale e si tiene costantemente aggiornato sulle ultime innovazioni del mercato.


La partecipazione ad eventi come Greenbuild Europe, tuttavia, aggiunge a tutto questo altri valori che diventano vantaggi ed opportunità di business nell'economia verde. Il confronto diretto, non mediato dalle piattaforme digitali, tra le persone, il parlarsi, il ragionare su stimoli esterni offerti ad esempio dai casi studio presentati a Greenbuild, cercando di valorizzare tutte le possibili sinergie è un valore aggiunto notevole all'appartenenza ad una comunità: è la linea di confine tra il far parte di una famiglia e l'essere protagonisti.
Greenbuild Europe è stata una bella esperienza per tutti, organizzata in modo eccellente da Kay Killman e dal suo staff con il supporto di USGBC.
Tutti coloro che hanno partecipato a Greenbuild sono tornati a casa con un tesoro fatto di stimoli, di visioni condivise, di idee per il presente oltre che per il futuro e di contatti fatti non solo attraverso mail o bigliettini da visita ma volti, sorrisi e strette di mano: una dimensione umana che vogliamo valorizzare anche in Italia promuovendo occasioni di incontro reale. Anche su questo ci impegneremo.

Link correlati: I vincitori al Greenbuild Europe Leadership Award 2018

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/gbc_news_gados.jpg/7dc6f00e-9258-44b2-acda-d180e1f71814?t=1524813019374
27 apr 2018

Green Apple Day of Service 2018

Anche quest'anno GBC Italia, ritorna nelle scuola italiane con Green Apple Days of Service, un'iniziativa lanciata da USGBC per approfondire i temi della sostenibilità, con attività e workshop volti ad educare bambini e ragazzi al rispetto della natura e al risparmio delle risorse naturali.

Con più di 700 milioni di studenti in tutto il mondo, infatti, appare evidente l'importanza di sensibilizzare le nuove generazioni nei confronti della sostenibilità ambientale applicata alla pratiche del vivere quotidiano.

In Italia, quest’anno al progetto sono iscritti 6 istituti provenienti da 4 regioni d’Italia: Abruzzo, Lazio, Toscana e Trentino - Alto Adige, con un migliaio circa di studenti coinvolti in prima persona.

 

Le scuole iscritte che svolgeranno le attività di sensibilizzazione il 15 e 16 maggio sono:

  • Liceo Artistico, Musicale e Coreutico "Misticoni – Bellisario” (Pescara)
  • Istituto Comprensivo "Pescara3" (Pescara)
  • Scuola Primaria "G. Serroni" (Teramo)
  • Liceo Scientifico Statale Vitruvio (Avezzano, L'Aquila)
  • Istituto Istruzione Superiore "U. Pomilio" (Chieti)
  • Liceo Statale "Terenzio Mamiani" (Roma)
  • Istituto Statale Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci” (Firenze)

 

Le iscrizioni delle scuole sono ancora aperte e sarà possibile aderire al Green Apple Day sino a lunedì 14 maggio 2018.

In Trentino Alto Adige, l'Istituto d'istruzione Marie Curie di Pergine ha sensibilizzato gli studenti sulla green economy visitando il 20 aprile scorso il polo green di Progetto Manifattura e alcune delle aziende insediate, compresa la sede centrale di GBC Italia.

Quest’anno GBC Italia incentra il focus dell'evento sul tema dell’acqua, intesa come risorsa e bene da non sprecare in quanto fondamentale per la vita delle persone e dell’intero pianeta: ridurre i consumi significa avere un atteggiamento etico verso il nostro pianeta, i suoi abitanti e le generazioni future. Per questo lo slogan ufficiale dell'evento "Drop after drop...Let's fill up the reservoir of life!", ovvero "goccia dopo goccia… colmare il serbatoio della vita!”.

Lunedì 14 maggio alle 10.30 presso il municipio di Pescara, con la presenza dell’assessore alla Cultura e beni culturali Giovanni Di Iacovo, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'evento.

Per maggiori informazioni sulle attività svolte e sulle scuole coinvolte sul territorio italiano, visita il sito ufficiale dell'evento: clicca qui.

Referenti dell'attività
Prof.ssa Carlo Antonioli carlaantonioli@virgilio.it
Maurizio Sabatino Pirocchi mauriziopirocchi@libero.it
Massimiliano Fadin massimiliano.fadin@gmail.com

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/Blog-Berlin-move_dkjw.jpg/9e762d32-30b5-4007-9dda-9f33b0a63ca6?t=1524758864406
26 apr 2018

Greenbuild Europe premia i migliori leader del settore

Greenbuild, la più grande conferenza al mondo nel settore dell’edilizia sostenibile, si è tenuta la scorsa settimana a Berlino ed è stata l’occasione per affrontare questioni urgenti come i cambiamenti climatici, la qualità dell'aria, il benessere delle persone e il risparmio energetico.

L'evento ha avuto un grande successo che ha visto la partecipazione di professionisti da tutto il mondo. Su 35 paesi presenti a Greenbuild Europe la rappresentanza della comunità italiana era terza per numero di presenze, dietro solo agli Stati Uniti e alla Germania.

Sul palco di Greenbuild Europe, USGBC ha annunciato i vincitori dei primi Green Leadership Awards in Europa. Il Premio ha dato visibilità a personalità e organizzazioni di spicco impegnate in prima linea nel movimento dei green building.

"Con queste premiazioni, abbiamo dato visibilità ai leader del settore dell'edilizia sostenibile d’ Europa, che hanno influito positivamente sulla vita degli altri attraverso il loro importante lavoro", ha dichiarato Mahesh Ramanujam, Presidente e CEO di USGBC e GBCI. "Questi leader hanno svolto un lavoro esemplare per migliorare le loro comunità grazie alla loro passione per costruire edifici che rispettino l’ambiente, la salute, l’economia e la società.”

Tra i vincitori premiati c'è anche un socio di GBC Italia:

Saint-Gobain, che progetta, produce e distribuisce materiali e soluzioni chiave per il benessere e il futuro di tutti. I prodotti di Saint Gobain possono essere trovati ovunque nei luoghi di vita quotidiana: negli edifici, nei trasporti, nelle infrastrutture e in molte applicazioni industriali. Le soluzioni Saint-Gobain offrono comfort, prestazioni e sicurezza e allo stesso tempo considerano le sfide dell'edilizia sostenibile, dell'efficienza delle risorse e dei cambiamenti climatici. L'azienda è costantemente innovativa per contribuire a creare edifici che soddisfino gli occupanti preservando l'ambiente naturale.

La sessione plenaria di chiusura è iniziata con il riconoscimento a coloro che trainano il mercato attraverso LEED, tra questi anche due soci di GBC Italia: Arup e Deerns.

Deerns è stata premiata come Top LEED Service Provider. Con uffici in Olanda, Italia, Germania, Francia, Regno Unito, Spagna e partnership in Brasile e in USA, Deerns è all’avanguardia nella progettazione di edifici sostenibili e confortevoli, contando su un team di professionisti specializzati nei diversi protocolli di valutazione e classificazione. Finora Deerns è stata coinvolta in 55 progetti certificati LEED, tra cui Porta Nuova Varesine e Porta Nuova Isola a Milano e il Centro Servizi Credito Valtellinese a Milano (premiato come Best of Building 2014 Regional Project: Europe) ed è inoltre impegnata attualmente in 37 progetti in fase di certificazione.

Attualmente nel mondo ci sono più di 93.000 progetti LEED, che comprendono circa 19,8 miliardi di metri quadrati di superficie costruita in 167 paesi.

"Siamo entusiasti di riconoscere i leader che alzano il livello di qualità nel costruire edifici, comunità e città più sane e più sostenibili", ha dichiarato Kay Killmann, managing director di GBCI Europe. "È grazie alla leadership di individui e aziende all’avanguardia che la nostra mission di edifici sostenibili per tutti può diventare realtà. Questi leader stanno veramente trasformando il settore dell'edilizia sostenibile e stimolano altri leader aziendali a essere proattivi nei settori della responsabilità sociale e della sostenibilità."

Fonte: usgbc.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/gbc_news_assleedap.jpg/6e338682-1bc9-47a2-baab-044eb0e884de?t=1524213635214
20 apr 2018

Assemblea professionisti LEED

La mattina di venerdì 18 maggio si terrà, presso lo showroom Ideal Standard in Via Borsi 9 a Milano, l’assemblea nazionale dei professionisti della sostenibilità. 

Agenda:

09.30
Welcome coffee
 
10.00
Saluti e introduzione al programma
Giuliano Dall’Ò, Presidente Green Building Council Italia

Verso nuove modalità di costruzione
Mauro Irti, Imprenditori green in Italia: COAF e la ristrutturazione del MEIS di Ferrara certificato GBC HB
Laura Rusconi e Giulio Drudi, BIM per edifici sostenibili certificati LEED
Alberto Boriani, Una nuova proposta di modellizzazione energetica dinamica

Un nuovo scenario per incidere sulla trasformazione di mercato
Marco Mari, Introduzione
Andrea Fornasiero, Verso LEED 4.1 e gli ACP Europei
Carlotta Cocco, L'applicazione dei CAM
Maria Elena Gasperini, WELL e l'evoluzione delle nuove certificazioni

Il Life Cycle Thinking in edilizia
Eleonora Sablone, Introduzione 
Monica Lavagna, LCA degli edifici
Roberto Coizet, Economia Circolare in edilizia

I progetti europei nell’ambito Europe Regional Network di WGBC
Manuela Ojan, Introduzione e presentazione del progetto BUILD UPON 2
Alessandro Lodigiani, Il progetto EeMAP
Gianluca Cavalloni, L'avvio di Level(s)
Thomas Messervey, Il progetto BIM4REN

Opportunità per la formazione
Marco Caffi, Mappatura delle competenze
Marco Mari, Formazione per gli Ispettori Qualificati

13.00
Closing
Giuliano Dall’Ò, Presidente Green Building Council Italia

Visualizza la locandina dell'evento! Clicca qui.
Iscriviti ora! Clicca qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/gbc_news_testlevels_03.jpg/602b3954-6df4-44b4-ad6c-7634725bebd8?t=1523949789889
17 apr 2018

Level(s): aperta la fase di test!

È ora disponibile il sito per la registrazione alla fase test di Level(s), lo strumento per misurare e valutare gli edifici sostenibili in tutta Europa:

http://ec.europa.eu/environment/eussd/buildings.htm

Oltre al sito di registrazione, sono stati pubblicati una serie di documenti destinati a supportare i tester di Level(s) durante il periodo di prova. I documenti di supporto, che hanno lo scopo di migliorare la comprensione del funzionamento dello strumento Level(s) e dell'organizzazione della fase di test, comprendono:

 

Coloro che necessitassero di ulteriore supporto può contattarci al seguente indirizzo email: certificazione@gbcitalia.org.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/PIC+convegno+Federsco_def.png/a5d49f4e-2951-4b20-915c-2bbba6e7c51a?t=1523886375168
16 apr 2018

Convegno Federesco & GBC Italia | Prestazioni Energetiche e Sostenibilità degli edifici

Il giorno 8 maggio 2018, alle ore 9:00, presso la sala Auditorium del GSE, in viale Maresciallo Pilsudski 92 a Roma, si svolgerà il convegno: Prestazioni Energetiche e Sostenibilità degli edifici. Investire sul miglioramento dell'ambiente costruito.

Dopo le recenti disposizioni del Ministero dell'Ambiente in merito ai Criteri Ambientali Minimi per l'Edilizia e le novità introdotte del D.Lgs.50/2016, il DM MiSE di concerto con il MATTM del 11/01/2017 introduce un'importante novità, permettendo agli edifici nuovi o riqualificati che raggiungono prestazioni energetico-ambientali NZEB di ricevere i Certificati Bianchi.

Anche per l'Italia, quindi si impone un percorso che trasformi l'attuale patrimonio edilizio da problema a principale opportunità di mercato e crescita di cultura, in direzione della sostenibilità e dell'efficienza energetica, anche mediante l'uso di principali protocolli energetico-ambientali nazionali e internazionali come quelli della famiglia LEED-GBC.

Federesco & GBC Italia organizzano un confronto che vedrà la partecipazione di esperti autorevoli e si propone di presentare il nuovo contesto e le facilitazioni per l'ingresso nel mercato italiano di una nuova cultura del costruire sostenibile alla base della realizzazione degli obiettivi climatici europei, approfondendo le strategie per uno sviluppo sostenibile e il contributo degli edifici al settore dell'efficienza energetica, attraverso le presentazioni di casi applicativi esemplari.

L’evento consente il riconoscimento di n. 3 crediti formativi professionali.

L’incontro è gratuito e a numero chiuso. È possibile richiedere la registrazione scrivendo all'indirizzo email eventi@federesco.org e indicando nominativo, ente di appartenenza e indirizzo email della persona partecipante, entro e non oltre la mattina del giorno venerdì 04.05.2018.

Link alla DIRETTA STREAMING dell'evento: clicca qui.

Per maggiori informazioni sul programma, clicca qui.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/gbc_news_fuorisalone.jpg/175adb37-d5f1-4dad-96b4-3d37485ac728?t=1523348039763
10 apr 2018

GBC Italia al Fuorisalone | 17-22 aprile
Nuove visioni sulla città del futuro: dalla Smart City al modulo abitativo
 
I soci di GBC Italia presentano al Fuorisalone di Milano le innovazioni dell’abitare di domani. In questa cinquantasettesima edizione del Fuorisalone si parlerà di Smart Cities, Smart Home e Smart Products.
 
Tra i soci protagonisti di questa edizione del Fuorisalone: Progetto CMR, Lombardini22Marchingenio, IPM Italia, Italcementi, Duravit, La Maggiò Engineering & Construction, Grohe, Ideal Standard e Cristina.
 
 
Smart City | La città secondo GBC Italia
Viviamo in un’epoca incredibile, in perenne e inarrestabile trasformazione, e le città sono lo specchio di questi cambiamenti. Siamo nell’epoca delle connessioni, dove le informazioni viaggiano a velocità prima inimmaginabili e dov’è possibile ottenere in pochi secondi ciò che fino a poco tempo fa richiedeva giorni. Siamo nell’epoca delle tecnologie avanzate, della condivisone e dell’efficienza, che trasformano le città e il modo di vivere le città stesse.
Dove stanno andando le nostre città? Che futuro possiamo aspettarci da qui a qualche anno?
 
  1. Progetto CMR organizza il talk “Smart City” venerdì 20 aprile a partire dalle ore 18 in uno degli spazi più sostenibili di Milano: un tram storico degli anni ’20 che dal 16 al 22 aprile andrà in giro per il centro di Milano ospitando dibattiti e incontri sul tema della sostenibilità. 
    Ritrovo a partire dalle 17.30 alla fermata del tram di Piazza Castello – Via Beltrami, nella quale sosterà Tram Way To The Future. Rientro previsto per le 19, sempre alla stessa fermata.
    Ecco il programma completo: clicca qui.
    Per maggiori informazioni: www.progettocmr.com
  2. Lombardini22 il 19 aprile lancia il progetto culturale Players, un manifesto alla complessità e ai progetti sistemici in cui player e layer, attori e livelli, si integrano in un processo progettuale al passo coi tempi. 
    La serata sarà una call for layers in cui la community è invitata a esprimere la propria ricchezza di specializzazioni, innescando così interessanti relazioni in una dinamica di networking leggera e coinvolgente, alla ricerca di quella che Robert Venturi definisce la ricchezza dei significati: “I am for richness of meaning rather than clarity of meaning”.
    Per maggiori informazioni: www.ocio.lombardini22.com.

 

Smart Home | La casa secondo GBC Italia è modulare
Progettare modulare è un nuovo modello di ripensare la città e l'ambiente secondo i principi del green building. Le comunità sostenibili  armonizzano tra loro uomo, ambiente e tecnologie,  in un nuovo approccio che spazia dal design all'architettura Nzeb, valorizza il territorio e asseconda il processo di rigenerazione urbana.
 
Ne parliamo martedì 17 aprile  all’interno della tavola rotonda: Il modulo abitativo: la nuova tendenza dell'abitare sostenibile
 
17 aprile ore 17:30-18:30
Speech Arena, Piazza Castello
Matteo Maggiò, La Maggiò Engineering & Construction
Massimiliano Mandarini, Marchingenio Srl
Thomas Messervey, GBC Italia
Marco Caffi, GBC Italia - moderatore
 
Clicca qui per visualizzare il programma completo dei talks che si terranno nella Speech Arena.
 
Di seguito le iniziative di alcuni soci legate al tema del modulo abitativo al Fuorisalone:
 
  1. 3D Housing 5: Italcementi e Arup insieme a CLS Architetti, Cybe presentano per la Milano Design Week 2018 un progetto di casa stampata in opera, 100 mq, in Piazza Cesare Beccaria.
    Per info: www.gbcitalia.org
  2. GENESI è un’innovativa soluzione abitativa sviluppata da LA MAGGIÒ Engineering & Construction, che si pone l’obiettivo di rivoluzionare il mondo della costruzione e della produzione edilizia e propone l’inizio di una nuova era dell’abitare contemporaneo. Scopri di più.
    Per info: www.lamaggio.it
  3. Green Smart Living – Empathy Design With Nature: Marchingenio presenta un modulo abitativo progettato e realizzato intorno alle esigenze dell’essere umano, alle sue emozioni e alla sua qualità della vita in armonia con l’ambiente. Una architettira ibrida 4.0 dove si puo' vivere e lavorare in modo flessibile e condiviso, un ambiente che integra tecnologie, materiali e soluzioni ad alte prestazioni in termini energetici, di comfort e di smart living. Scopri di più.
    Per info: www.marchingenio.eu | www.greensmartliving.it
 
Smart Products | I prodotti innovativi
Costruire sostenibile significa porre molta attenzione anche alla scelta dei materiali e alla valutazione prestazionale dei prodotti da costruzione per valutare l’impatto ambientale e quantificare le emissioni e l’impiego di risorse necessarie nella costruzione. Conoscere l’impatto ambientale dei prodotti nel loro intero ciclo di vita è fondamentale per scegliere correttamente e costruire in modo sostenibile.
 
Con questa attenzione segnaliamo le iniziative dei soci al Fuorisalone di Milano:
 
  1. IPM Italia, protagonista del Material Village, realizza un percorso per giocare e condividere e pensa ad un ritorno alla socialità fatto di riqualificazione e condivisione degli spazi urbani all’aperto. IPM GeoDrena, pavimentazione continua drenante 100% eco-friendly, rivestirà l’intera area esterna del Materials Village di via Tortona.  Scopri di più.
    Per info: www.ipmitalia.it
  2. Duravit, azienda che produce sanitari e per la quale la sostenibilità è una delle prerogative delle politiche strategiche, sarà presente sia al Salone del Mobile sia al Fuorisalone con i seguenti appuntamenti:
    • Salone del Mobile | 17-22 aprile - Hall22 // Booth E23/27
    • Cocktail Fuorisalone | 17 aprile - 19.30 - Showroom DURAVIT Milano
    • Convegni | 18 e 20 aprile - Dalle 14.30 alle 19.30 - Showroom DURAVIT Milano
    Scopri di più. Per info: www.duravit.it
  3. Grohe, l’azienda tedesca leader nella rubinetteria idrosanitaria, dal 17 al 22 aprile presenterà ATRIO – The Icon of Elegance and Precision evento ad alto contenuto d’arte, design e tecnologia, che avrà come protagonista un’installazione polisensoriale e interattiva. L’installazione, unica nel suo genere, combinerà il puro piacere dell’acqua con uno spettacolo audiovisivo interattivo in grado di ispirare e affascinare il pubblico.
    Showroom GROHE Milano | 17-22 aprile
    Per info: www.grohe.it
  4. Ideal standard, offre prodotti ceramici, rubinetteria e soluzioni doccia e mobili per il bagno dal design leggero e morbido con un approccio più attento e rispettoso dell’ambiente in cui meno materiale è necessario per ottenere prodotti con le stesse funzionalità. Scopri qui gli appuntamenti di Ideal Standard al Fuorisalone. www.idealstandard.it
  5. Cristina rubinetterie ha un chiodo fisso: la tutela del pianeta e delle sue preziose risorse, che si concretizza essenzialmente nel risparmio idrico e di energia, tanto nel ciclo produttivo, quanto nelle modalità di utilizzo finale dei rubinetti. Scopri qui le iniziative di Cristina al Salone e Fuorisalone del mobile. www.cristinarubinetterie.it
Continua a Leggere »


 /documents/20182/203084/event_reportnews_mutui.jpg/2e4bbba3-9de8-49fc-9c55-4e849945bbe1?t=1523290087945
29 mar 2018

Mutui verdi per edifici efficienti e sicuri
Alla presenza delle Istituzioni, oltre 140 partecipanti rappresentanti delle principali banche, amministrazioni pubbliche, assicurazioni, operatori energetici, imprese edili si sono confrontati, insieme a esperti in valutazioni immobiliari e efficienza energetica, per capire come applicare al mercato italiano l’approccio trasversale proposto dall’Energy efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) per il finanziamento dell’efficienza energetica e della sicurezza antisismica degli edifici. L’evento, organizzato da GBC Italia, UniCredit, RICS Italia e E.ON Italia, in collaborazione con il consorzio EeMAP, è stata un’occasione unica per creare un’efficace sinergia tra tutti gli attori coinvolti e per fornire soluzioni concrete alla necessità di edifici residenziali, commerciali e pubblici efficienti e sicuri.
Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/gbc_news_levels.jpg/e70dbe63-5056-41bd-815d-ee7d3ea01d49?t=1523019474502
06 apr 2018

LEVEL(S) Un ulteriore passo verso la sperimentazione

La serie di documenti per la fase di test di Level(s) si arricchisce del documento per il reporting degli indicatori selezionati e degli strumenti LCA utilizzati per testare i singoli progetti, scaricabile al seguente indirizzo: clicca qui.

Nel documento si presentano le fasi di implementazione del testing e viene attivato anche un helpdesk all’indirizzo email: jrc_b5_levels@ec.europa.eu. È prevista la successiva pubblicazione di un documento in cui relazionare sull’esperienza di testing.

GBC Italia attiverà un gruppo di lavoro per lo scambio di esperienze e il coordinamento delle richieste di supporto alla JRC su tematiche di interesse comune. Chi intendesse partecipare alla fase di sperimentazione di Level(s) può scrivere al seguente indirizzo email: certificazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/244006/gbc_subscr-03.jpg/f736d196-c08a-4be8-88b0-2a77778f0660?t=1522310512200
29 mar 2018

Conferma il tuo impegno per un futuro più sostenibile. Rinnova la quota associativa a GBC Italia!

Il 31 marzo 2018 scade il termine per rinnovare la quota associativa 2018 che puoi comodamente pagare attraverso carta di credito o bonifico bancario, dopo aver eseguito l’accesso sul portale di GBC Italia tramite login e password assegnate al momento dell’iscrizione.

Per facilitare l'operazione di rinnovo, di seguito trovi alcune istruzioni per portare a termine la procedura:

  • Accedi all'area riservata cliccando su "Il tuo account".
  • Clicca su "Pagamento Quota associativa anno 2018".
  • Aggiorna i campi "Categoria da statuto" e "Fatturato" se variati rispetto all'anno precedente.
  • Effettua il pagamento:

       UNICREDIT BANCA
       BIC: UNCRITM10FT
       IBAN: IT 23 E 02008 20802 000104723604

Per indicazioni più dettagliate, ti invitiamo a consultare il seguente documento.

Approfitta per rinnovare subito la quota. GBC Italia ti aspetta con un intenso programma di eventi su scala nazionale e un network rappresentato dai migliori player dell'edilizia sostenibile: clicca qui per scoprire i vantaggi di essere socio!

Per qualsiasi necessità o ulteriori chiarimenti, non esitare a contattare la segreteria di GBC Italia: segreteria@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/244006/test-03.jpg/9e41d12c-0de4-40b6-87f9-bf70fbe723ef?t=1522241048580
28 mar 2018

Valorizzazione del costruito, matrice del cambiamento per la sostenibilità

Editoriale di Giuliano dall’Ò, Presidente di Green Building Council Italia

La sostenibilità energetica del patrimonio edilizio esistente è senza dubbio un elemento che caratterizza il mercato attuale. Non solo per gli edifici nuovi che devono rispettare requisiti di prestazione energetica molto restrittivi, ma anche e soprattutto per quelli esistenti, perché è proprio sul patrimonio immobiliare mediamente inefficiente che si gioca la partita.


Gli ingredienti per un processo di riqualificazione energetica rapido esistono già tutti: ci sono le norme tecniche di riferimento per la valutazione delle prestazioni energetiche, ci sono professionisti molto preparati e qualificati, le tecnologie che riguardano l'edificio e gli impianti, le imprese e non mancano neppure le agevolazioni finanziarie tutt'altro che marginali.


Il potenziale di questa parte considerevole di economia green, tuttavia, emerge solo in parte. Ed è appunto da questa riflessione che dobbiamo ripartire: comprendere quali sono le barriere per uno sviluppo della riqualificazione energetica degli edifici esistenti in modo che, in un futuro nemmeno troppo lontano, possa camminare con le proprie gambe, ossia senza supporti economici.


Quando si investe in efficienza energetica su un edificio esistente si raggiungono due obiettivi: si ottengono dei vantaggi immediati, misurabili nella riduzione dei consumi energetici, ma si incrementa il valore dell'edificio stesso che diventa più appetibile sul mercato. Questa affermazione può essere considerata una ovvietà, ma invece non lo è. Gli interventi di riqualificazione energetica, infatti, si sono sempre misurati per il primo obiettivo, raramente per il secondo.


Gli interventi sugli impianti possono seguire questa regola, quelli sull'involucro no. Una valutazione prettamente economica dei vantaggi che si possono ottenere intervenendo in modo pesante, ma efficace, su pareti, coperture o serramenti ci porterebbe a tempi di ritorno dell'investimento accettabili solo in una situazione come quella attuale fortemente supportata dal punto di vista economico.


Il concetto di convenienza ad intervenire in modo pesante sulla riqualificazione degli edifici va quindi rivisto anche considerando aspetti collaterali ma non meno importanti, come ad esempio il comfort termico ma anche quello acustico, la riduzione dell'impatto ambientale e, non ultimo, l'incremento di valore reale di un edificio riqualificato. Incremento che fornisce una maggiore garanzia sul capitale, e le banche che erogano mutui sono particolarmente sensibili a questo aspetto, ma anche una valorizzazione del sistema Italia perché gli edifici, in fondo, rappresentano una garanzia per l'economia del nostro Paese.


Tra le iniziative che hanno contribuito e contribuiscono ad accelerare il cambiamento verso una edilizia più energeticamente sostenibile ne troviamo una particolarmente interessante e strategica: il progetto europeo EeMAP (Energy Efficiency Mortgage Action Plan) nel quale GBC Italia, coinvolto dalla Europe Regional Network dei GBC ha avuto un ruolo di primo piano.
Obiettivo di questa iniziativa è quello di creare un mutuo per l’efficienza energetica standardizzato a livello Europeo, per incentivare la riqualificazione degli edifici e l’acquisto di proprietà altamente efficienti attraverso condizioni finanziarie favorevoli.
L’iniziativa è condotta da un consorzio guidato dalla European Mortgage Federation- European Covered Bond Council (EMF-ECBC).
Hanno preso parte al gruppo di lavoro alcuni Soci esperti, già presenti nel Comitato Scientifico per la redazione dei protocolli di GBC Italia, e i Soci che hanno manifestato il proprio interesse mediante la call pubblicata prima della pausa estiva nel 2017.
I primi risultati di questa importante iniziativa sono stati presentati a Milano lo scorso 9 Marzo: UniCredit, GBC Italia e RICS (Royal Institution of Chartered Surveyors) in collaborazione con il Consorzio EeMAP hanno infatti organizzato un workshop che ha riscontrato un notevole successo (più di 140 partecipanti): l'obiettivo dell'iniziativa era quello di lanciare le linee guida tecniche del progetto EeMAP e di porre le basi per un laboratorio sui mutui green, che comprendesse gli esperti chiave e le aziende che possono supportare la progettazione e la diffusione dei mutui green in Italia.
La presentazione del lavoro fatto è il punto iniziale di un percorso nuovo che deve essere assolutamente intrapreso.
L'interesse da parte di banche importanti come UniCredit ad erogare mutui verdi proprio nella logica di incrementare il valore dell'immobile si coniuga con l'interesse dimostrato dai valutatori, nel nostro caso RICS, che faranno la loro parte nel valutare con una maggiore attenzione il valore aggiunto di un edificio energeticamente più efficiente.


GBC Italia continuerà a fare la sua parte, mettendo sul tavolo esperienze, competenze e strumenti. Ma il nostro obiettivo è ancora più ambizioso: portare il mercato a valorizzare anche gli aspetti non strettamente energetici ma legati alla sostenibilità dell'intero edificio. Tra gli strumenti di GBC non ci sono solo i protocolli LEED e GBC (da ultimo GBC Condomini), ma anche soprattutto la filiera che è in grado di certificare la qualità energetica ed ambientale di edifici riqualificati: una garanzia irrinunciabile per il mercato.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/244006/gbc_formazione-01.jpg/cac675a0-361a-4df6-a6f8-b0f9a8a47d67?t=1522312162442
27 apr 2018

I prossimi appuntamenti con la formazione
Ecco a voi le date dei prossimi corsi di formazione. Diversi livelli di approfondimento per soddisfare le esigenze di tutti.
 
100-1 Introduzione ai Green Building e la certificazione LEED/GBC
Online | 13 luglio 2018
Dettagli (+)
 
200-1 LEED Green Associate Exam Preparation
Roma | 19-20 luglio 2018
Dettagli (+) 
 
300-2 Corso Exam Preparation LEED AP BD+C
Milano | 12-13 luglio 2018 
Dettagli (+)
 
Per altre informazioni: formazione@gbcitalia.org
Continua a Leggere »


 /documents/20182/244006/IQ.jpg/d96fdb9c-5bff-4b6b-95ac-06eb2700da3a?t=1522167318693
27 mar 2018

Meeting con Ispettori Qualificati

Oggi, martedì 27 marzo, si è tenuta la riunione di lavoro con gli ispettori qualificati (IQ) presso la sede di GBC Italia. L’incontro guidato dal Vicepresidente Marco Mari ha focalizzato l'attenzione sullo straordinario impatto che i protocolli apportano alla filiera in termini di sostenibilità.


I protocolli di certificazione incidono in maniera significativa sul mercato e i suoi protagonisti. Tra questi, un ruolo fondamentale è quello svolto dagli Organismi di Verifica Accreditati (OVA) e gli Ispettori Qualificati che, oltre a supportare la certificazione come specialisti del processo di verifica, devono essere i principali testimoni del valore aggiunto che i protocolli GBC e LEED apportano.


Il mercato delle costruzioni si sta trasformando velocemente grazie anche a provvedimenti come i CAM edilizia, il collegato ambientale, il codice appalti, la legge dei piccoli comuni.  Interventi che segnano chiaramente qual è l’unica strada percorribile: quella della sostenibilità del costruito.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/244006/FIA_Gallery_SanApollinare_003_quadrat.jpg/b8637a67-5978-4f21-9876-ed32af15eb29?t=1522062378972
26 mar 2018

Heritage & Sustainability - Restauro e ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano

Il 23 marzo si è tenuto presso il Salone del Restauro di Ferrara il convegno "Heritage & Sustainability. Restauro e ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano".

L'evento organizzato da GBC Italia in collaborazione con Assosrestauro, ha rappresentato un momento di riflessione per sottolineare l’importanza di coniugare Territori, Cultura e Sostenibilità che ha visto un’ampia affluenza e un buon coinvolgimento per i temi trattati.

“Il successo di partecipazione al convegno dimostra come l’azione congiunta tra pubblico e privato, se basata su logiche di sostenibilità, sviluppa interesse e rilevanti vantaggi. – ha dichiarato il vicepresidente Marco Mari - Sempre più oggi abbiamo la necessità di riscoprire valori e radici culturali che siano un differenziale da condividere con il mondo intero. In tale logica la valorizzazione di patrimoni edilizi e territoriali ora degradati, o comunque inadeguati sotto il profilo strutturale, tipologico, energetico e ambientale diviene un imperativo e i protocolli energetico-Ambientali come GBC Historic Building, ancor più quando usati per la rendicontazione dei CAM Edilizia, sono un fantastico strumento di garanzia delle prestazioni degli asset e dei processi di restauro, ma soprattutto permettono la diffusione e la ripetibilità su scala internazionale delle buone pratiche nazionali.”

 

"Come Assorestauro ci troviamo spesso a rappresentare il modello di restauro italiano all'estero e poterlo fare inserendo anche il protocollo GBC, già molto noto in tanti paesi ma non nel campo del restauro, ci dà la possibilità di esportare e divulgare un modello innovativo e coerente con le necessità della sostenibilità ambientale. - ha dichiarato la consigliera Rossana Gabrielli di Assorestauro - Come è emerso dal convegno vi è la necessità di correlare sempre di più le buone prassi con i sistemi di riferimento normativi e per questo siamo a disposizione per dare un contributo operativo sia nel dialogo nell'ambito dei CAM relativi al restauro che nella divulgazione e nell' applicazione agli interventi del protocollo GBC HB. L'incontro di venerdì 23 marzo in cui erano presenti voci eterogene a partire dal Ministero dell'Ambiente, le regioni, le amministrazioni locali e università, sarà il punto di partenza per un impegno diretto dell'associazione nel dialogo tra le istituzioni e il mondo dell’impresa.”

 

L’assessore all’urbanistica del Comune di Ferrara Roberta Fusari ha esortato il Ministero e i partecipanti a proseguire nel processo di specializzazione dei CAM al restauro, candidando il territorio di Ferrara come sede del gruppo di lavoro composto dal ministero dell'ambiente, il MiBACT, GBC Italia e Assorestauro, data la significativa presenza nel Comune di opere di riqualificazione e restauro dell’edilizia storica seguite con il protocollo GBC HB e con i CAM Edilizia.
 

Visualizza qui il programma.
 

Heritage & Sustainability - 23 marzo 2018, Ferrara
Continua a Leggere »


 /documents/20182/209490/klover-ambiente-cover_1.jpg/ad8a60f6-2898-4082-a1c2-c51981dd1d3d?t=1521191921197
16 mar 2018

Call for proposal: China international environmental protection exhibition & conference – Ciepec 2018

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha pubblicato la “call for proposal” per la partecipazione delle aziende italiane alla Fiera CIEPEC, che si svolgerà a Pechino il 7-9 giugno 2018.

 

Nell’ambito della collaborazione Italia-Cina per la protezione ambientale, e in particolare con il Ministero dell’Ambiente della Repubblica Popolare Cinese (MEP),  il MATTM promuove la partecipazione delle imprese italiane alla China International Environmental Protection Exhibition & Conference – CIEPEC 2018 attraverso l’offerta di uno stand per le imprese italiane, il supporto all’organizzazione di incontri B2B, l’inserimento delle imprese partecipanti nel catalogo della Fiera.

 

Partecipazione
La partecipazione alla fiera è gratuita ed è previsto uno stand per ciascuna impresa che parteciperà al Padiglione italiano. La scadenza per presentare la documentazione richiesta é il 9 aprile 2018 tramite un format predisposto inviato all’indirizzo e-mail helpdesk@sicppmo.org.


Contatti
Federico Pasini
e-mail: pasini@sicppmo.org

Maggior informazioni
Documentazione: Call for ParticipationFormat per l’espressione di interesse
Sito: www.minambiente.it
Per un aggiornamento sulla collaborazione tra Italia e Cina consultare la pagina: http://www.minambiente.it/pagina/cina
 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/209490/news1.jpg/e9da1ce0-706d-46d2-8a1d-3e8d60c290d3?t=1521116364267
15 mar 2018

Convegno IPMA Italy 2018 "Project Management e sostenibilità" - Milano 20 marzo 2018

Milano, 20 Marzo 2018 ore 9:00-17:00
Aula Magna Carassa e Dadda del Politecnico di Milano
Campus Bovisa in via Lambruschini 4

OBIETTIVI
Diversi studi indicano che la sostenibilità può essere fonte di vantaggio competitivo e contribuire ad accrescere il valore di un’organizzazione, soprattutto se interpretata nella sua accezione più ampia, includendo e rendendo coerenti dimensioni quali quella economica, finanziaria, organizzativa, innovativa, produttiva, ambientale e sociale.

La visione strategica alla base di questa evoluzione determina quindi un impatto nella scelta dei progetti e nella definizione del portafoglio, oltre che nella gestione dei progetti stessi attraverso un’ulteriore valorizzazione delle competenze e del ruolo del project manager.  

Il convegno si pone l’obiettivo di proporre utili spunti su come rendere la sostenibilità nel project management un obiettivo concretamente raggiungibile, attraverso un sempre maggiore allineamento dei progetti alla strategia aziendale, strategia che a sua volta deve rispondere alle esigenze di una comunità di stakeholder sempre più ampia e diversificata.

ISCRIZIONE
Per partecipare al Convegno è necessario effettuare l'iscrizione online (quote e modalità di pagamento sono riportate nelle schede di iscrizione (corporate, individuale e studenti) online. 
Per gli studenti la partecipazione è gratuita ed è richiesta l'iscrizione tramite l'apposito form. Il numero di posti riservato agli studenti è limitato e verrà data precedenza ai certificati Introductory Level. I selezionati riceveranno una specifica mail di conferma partecipazione.


Scarica la brochure del convegno.


Per maggiori informazioni consultare il sito web

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/DPynNSbWAAEOdqb.jpg/c03a412b-1003-4668-ab98-bab8de56040d?t=1518431691854
13 mar 2018

L’Europa riconosce a EeMAP un grande impatto per l’efficienza degli edifici

Nell’ambito del pacchetto sui Covered Bond, pubblicato ieri, su una Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio e della sua pubblica supervisione ed emendamento, l’iniziativa EeMAP è stata citata nel documento di valutazione dell’impatto come un modo per mitigare i problemi ambientali e uno strumento efficace attraverso cui i settori dei mutui e dei covered bond in Europa possono giocare un ruolo chiave per finanziare il miglioramento della prestazione energetica degli edifici.

Si fa riferimento all’ iniziativa EeMAP nella sottosezione 7.3 a pag 74 sugli impatti ambientali (Environmental Impacts).

 
Continua a Leggere »


 /documents/20182/37007/acciaio-corten.jpg/77d8bfd8-574e-4081-a435-f2972cfa7ca3?t=1501141508725
12 mar 2018

I metalli per l’edilizia sostenibile. Acciaio e rame. La certificazione dei fabbricati - Milano, 21 marzo 2018

A Milano si svolgerà una giornata di studio organizzata dal Comitato Metalli e Tecnologie Applicative a 21 marzo 2018.

GBC Italia patrocina l'iniziativa e partecipa alla giornata di studio con interventi tecnici da parte del direttore ing. Marco Caffi, del segretario del Chapter Lombardia, Alessandro Lodigiani, e di alcuni altri soci di GBC Italia.

 

I temi trattati

Il settore dell’Edilizia si confronta con la richiesta, in continuo aumento, di costruire in modo sostenibile coinvolgendo competenze di settori molto diversi.

Agli operatori del settore - Ingegneri, Architetti, Tecnici - viene dedicato un’importante occasione di informazione e approfondimento con presupposti di accessibilità, ma anche di correttezza tecnico-scientifica. L’economia circolare e il ciclo di vita di Acciaio e Rame partendo dagli aspetti metallurgici e completando con significativi casi di studio nell’edilizia abitativa e infrastrutturale saranno tematiche trattate. La maggior conoscenza della natura di questi materiali consente di comprenderne meglio le potenzialità e sviluppare nuove soluzioni per progettare e costruire con successo edifici sempre più sostenibili.

L’AIM raccoglie da oltre 70 anni l’esperienza nel settore dei metalli fornendo informazione scientificamente corretta e riuscendo a far dialogare con successo mondi e professionalità diverse. La collaborazione con GBC Italia, presente con esperti del settore delle certificazioni Leed, fornirà l’inquadramento sia tecnico che normativo necessario per capire meglio come e perché si realizzano sempre più edifici “Green” in Italia e nel mondo.



Crediti formativi

Il riconoscimento di 6 CFP  è stato autorizzato dal Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano.


Modalità di iscrizione

Tutti Soci di GBC Italia hanno diritto alla quota agevolata, iscrivendosi tramite scheda iscrizione.

  • Quote agevolate

€ 100,00 (iva incl.) - Soci GBC Italia/Aderenti ai Chapter
€ 210,00 (iva incl.) - Non Soci

  • Quote intere 

€ 130,00 (iva incl.) - Soci GBC Italia/aderenti ai Chapter
€ 240,00 (iva incl.) - Non Soci 

 

Per usufruire della quota agevolata, la scheda di iscrizione ed il pagamento dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa AIM entro il 10 marzo 2018.


Per maggiori informazioni scarica la brochure o vai alla pagina web.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/greenbuild+EU.jpg/67685ac5-3bdd-4ce3-a281-ba6783e8d688?t=1518165787003
20 mar 2018

Greenbuild Europe: scopri il programma!

Greenbuild, la più grande conferenza al mondo nel settore dell’edilizia sostenibile, arriva a Berlino dal 17 al 18 aprile 2018 e si svolgerà presso il Radisson Blu Hotel and Meeting Center.

 

Programma della conferenza

Greenbuild offre grandi opportunità di networking e di formazione professionale, con workshop di formazione e oltre 30 sessioni innovative per rivoluzionare il mercato e affrontare questioni urgenti come i cambiamenti climatici, la qualità dell'aria, la salute umana e i consumi energetici. Scopri qui il programma completo della conferenza.

 

Opportunità per i soci GBC Italia

Se sei socio di GBC Italia puoi partecipare alla conferenza alle stesse tariffe speciali riservate ai membri di USGBC per il Full Conference Pass.  Visualizza qui le tariffe.
Per usufruire di queste agevolazioni richiedi entro il 26 marzo il codice sconto di partecipazione a: segreteria@gbcitalia.org
(Le tariffe speciali non includono i workshop pre conferenza e i pacchetti aggiuntivi come: Women in Breakfast e Celebration Add on).

Nei giorni della conferenza stiamo organizzando dei momenti di incontro per la comunità italiana dei green building presenti a Berlino, in cui condivideremo e coordineremo le azioni per promuovere e far conoscere le pratiche costruttive di eccellenza italiana in tutto il mondo. Insieme possiamo fare la differenza!

Martedì 17 aprile alle ore 11.20 sarà l'occasione per incontrare di persona Mahesh Ramanujam presidente di USGBC, insieme al Comitato Esecutivo di GBC Italia | Alex Room, 8° piano, Radisson Blu Hotel Meeting Center.

Mercoledì 18 aprile dalle 9:00 alle 10:00 si terrà un meeting speciale per la comunità italiana dei green builders | Alex Room, 8° piano, Radisson Blu Hotel Meeting Center.

Se vuoi partecipare a questi incontri, segnalaci la tua presenza scrivendo a: segreteria@gbcitalia.org così potremo coinvolgerti meglio nelle attività di GBC Italia a GREENBUILD Europe. Riceverai, inoltre, un nostro gadget di riconoscimento.

 

Pernottamento

Abbiamo stipulato una convenzione speciale riservata ai soci GBC Italia con:
Holiday Inn Express Berlin - Alexanderplatz
Stralauer Strasse 45 - 10179 Berlin
t. + 49 30 750 107 251
 

Prezzo per camera con pernottamento e prima colazione: 99€
Si consiglia la prenotazione entro le prossime due settimane in quanto la disponibilità delle camere è limitata. Per prenotare è necessario scrivere una email a segreteria@gbcitalia.org che vi fornirà il codice promozionale con cui potrete procedere successivamente con la prenotazione direttamente all'hotel.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/green+building+tour.jpg/ce1e939b-291e-4e5b-b50f-43522c6c9aa6?t=1519830567857
28 feb 2018

Green Building Tour in Milan: visita guidata agli edifici LEED

Giovedì 15 marzo organizziamo una visita guidata a due importanti edifici certificati LEED di Milano: la Torre Unicredit e la Torre Hadid, con interventi da parte dell’investitore, dei team di progetto e dell’utilizzatore.

L'iniziativa si colloca all'interno della Settimana dell’Energia patrocinata dal Comune di Milano in concomitanza a MCE.

Programma:

10.00 Ritrovo presso mostra efficienza energetica in piazza Gae Aulenti, presentazione della giornata e intervento sul cantiere sostenibile.
10.45 -12.15 Visita presso l’edificio Torre Unicredit
12.15 -14.00  Pausa pranzo
14.00 -16.00 Visita presso la Torre Hadid di City Life

Per ragioni organizzative il numero dei partecipanti è ristretto a 30.

Per partecipare inviare una mail a eventi@gbcitalia.org entro le ore 15:00 di mercoledì 14 marzo indicando i seguenti dati:

  • Nome e Cognome
  • Professione (architetto, ingegnere, studente, ...)
  • Tipo e Numero del documento di identità da portare in originale il giorno della visita.

 

 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/GBC-Oro-Blu-22-marzo-2018-web.jpg/b9ca18f6-2a5a-4947-8240-bc82951eafb6?t=1519816650511
28 feb 2018

L’oro blu: la gestione della risorsa acqua - Milano

Quali soluzioni permetto un buon risparmio idrico in edilizia? Quali sono i migliori processi di gestione (recupero, depurazione, trattamento) dell’acqua?
 

Queste sono alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere il 22 marzo 2018 dalle 14.00 alle 18.00 a Milano (Acquario civico) in occasione della giornata mondiale dell’acqua, per porre l’attenzione su una risorsa preziosa che non deve essere sprecata.

La carenza di acqua potabile è una delle sfide più importanti che il mondo deve affrontare e rappresenta anche il problema più grave del terzo millennio, ma non si stanno ancora prendendo provvedimenti adeguati se non in casi di emergenza come a Roma la scorsa estate.
L’edilizia può giocare un ruolo fondamentale e contribuire preventivamente alla salvaguardia e alla gestione efficiente dell’acqua.

Il convengo si pone l’obiettivo di analizzare il tema del risparmio idrico urbano, approfondendo le strategie per uno sviluppo sostenibile delle reti idriche e il contributo degli edifici al risparmio, attraverso la presentazioni di casi applicativi esemplari.


____
 

PROGRAMMA

 

Saluti Istituzionali

Giuliano Dall’Ò, Presidente Green Building Council Italia
Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente, Comune di Milano

 

Il sistema idrico integrato
Luca Montani, MM SpA

 

Il consumo dell'acqua negli edifici e nei sistemi urbani
Davide Chiaroni, Politecnico di Milano

 

Il risparmio della risorsa idrica nei i CAM edilizia e i protocolli energetico-ambientali
Eliana Perucca, Capogruppo Area Gestione delle Acque del Comitato Standard di GBC Italia | Ai Engineering

 

L’efficienza idrica all’interno degli edifici
Stefano Crotti, Ideal Standard

 

Il recupero e la depurazione delle acque
Fausto Rebagliati, REDI


Il ripristino e la tenuta impermeabile del sistema idrico integrato: come evitare il dispendio della risorsa acqua
Guido Cometto, Supershield Italia

 

Case history di edifici certificati con elevata efficienza idrica
Mattia Mariani, Deerns Italia

_____
 

Scarica la locandina
 

Crediti formativi: in fase di richiesta
 

Iscriviti qui!

 
Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/25229_1.jpg/070684f7-8910-4496-a3c7-8586a744178b?t=1519633485472
26 feb 2018

Criteri Ambientali Minimi: nuova pubblicazione

Green Building Council Italia e il gruppo di lavoro CAM-Codice Appalti stanno lavorando in modo attivo per redigere un documento e dei corsi di formazione a supporto dell’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi in Edilizia attraverso l’utilizzo dei protocolli LEED e GBC.


In linea con le attività dell’associazione, segnaliamo la recente pubblicazione di Maggioli a cura del segretario del Chapter Sicilia di GBC Italia Toni Cellura: un aggiornamento sui CAM  Edilizia che si applicano a tutti gli appalti pubblici di nuova costruzione, ristrutturazione, manutenzione degli edifici e gestione dei cantieri, alla luce del nuovo Decreto del Ministero dell’Ambiente (D.M. 11 ottobre 2017, pubblicato nella G.U. del 6 novembre).

Il decreto è entrato in vigore il 7 novembre 2017. Il nuovo CAM Edilizia sostituisce integralmente il precedente, emanato circa un anno prima, e contiene alcuni aggiornamenti e modifiche, derivanti dall’adeguamento e l’armonizzazione con le nuove disposizioni presenti nel correttivo al Codice degli Appalti (D.Lgs 56/2017), alcune interpretazioni pubblicate nelle F.A.Q. emanate dal Ministero dell’Ambiente , oltre a svariate novità, consistenti nell’inserimento di criteri ex novo.Il risultato è un vero e proprio restyling, dal momento che le variazioni proposte sono da ritenersi un serio e riuscito tentativo di armonizzare il testo alla normativa e alle direttive nel frattempo emanate, ottenendo il risultato di migliorare quanto contenuto nei due decreti precedenti.

 

Nell'E-book pubblicato dalla Maggioli vengono illustrate le novità e la portata delle variazioni introdotte nel nuovo D.M.

 

Il nuovo testo risulta corredato, per singoli criteri, di schede riepilogative e da tabelle sinottiche, per ognuno dei criteri viene indicata la fase in cui si applica: progetto, gara, esecuzione. Inoltre nelle tabelle e schede risultano indicati, per singoli criteri, i riferimenti normativi, gli obiettivi del singolo criterio e le verifiche previste per la dimostrazione del requisito.

 

Visualizza la pubblicazione qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/FIA_Gallery_SanApollinare_003_quadrat.jpg/138538e2-bb8b-42af-bbfc-8cc2b2a68e99?t=1519382176453
23 feb 2018

Heritage & Sustainability - Restauro e ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano

Il 23 marzo si terrà presso il Salone del Restauro di Ferrara il convegno "Heritage & Sustainability. Restauro e ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano".


Un momento di riflessione per sottolineare l’importanza di coniugare Territori, Cultura e Sostenibilità.

Come dimostrano le esperienze di molti altri paesi europei, e alcuni casi italiani, la rigenerazione urbana e territoriale è un ambito dove l’azione congiunta di pubblico e privato può sviluppare rilevanti vantaggi economici, sociali e culturali valorizzando patrimoni edilizi e territoriali ora degradati, o comunque inadeguati sotto il profilo strutturale, tipologico, energetico e ambientale.

Condizione essenziale per un’azione realmente costruttiva è, ovviamente,  il totale e convinto rispetto dei territori, delle radici culturali e del genius loci, ma anche e sopratutto di quanto richiesto dal recente quadro normativo nazionale e internazionale in materia di green economy e in merito ai temi di sostenibilità e monitoring applicati all’ambiente costruito.

Nel convegno verranno analizzate da un punto di vista sia accademico che di produzione normativa e programmazione territoriale le tematiche correlate al restauro e alla ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano.

L’evento è strutturato in due parti, la prima basata su relazioni volte a definire e inquadrare i temi in discussione, cui seguirà una seconda sotto forma di tavola rotonda avente l’obiettivo di riflettere, sulla base delle più recenti esperienze, sulla coniugazione di efficaci strategie di sostenibilità e relative certificazioni, finalizzate ad una parte importante del patrimonio immobiliare e storico-culturale del nostro Paese e della valorizzazione delle competenze distintive di tutti gli attori della filiera che vengono coinvolti nelle opere.
 

Crediti Formativi: 4 CFP per architetti

Visualizza qui il programma del convegno

L'ingresso al Salone del Restauro è gratuito previa registrazione obbligatoria.

Per maggiori informazioni: www.salonedelrestauro.com

 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/shipping-container-terrace-house.jpg/b0440e58-ff25-47ad-99d1-83963b8fe6f9?t=1519298657425
20 feb 2018

In Italia la domanda di mutui verdi è alta

L’accesso a finanziamenti accessibili è stato a lungo l'ostacolo principale per realizzare interventi di efficientamento energetico da parte dei consumatori europei.


Tuttavia, un nuovo studio pubblicato da E.ON, un'importante utility attiva in diversi paesi Europei, dimostra che il prodotto finanziario proposto dall’iniziativa EeMAP, un mutuo per l’efficienza energetica, potrebbe essere proprio la risposta che molti stanno cercando. Lo studio è stato svolto nell’ambito dell’iniziativa EeMAP che mira a definire un nuovo mutuo per l’efficienza energetica in cui E.ON è partner e di cui GBC Italia sta guidando la fase di presentazione e attuazione a livello nazionale insieme ad Unicredit e RICS. L’iniziativa EeMAP ambisce ad incoraggiare le banche a offrire mutui con un tasso più conveniente o con un credito superiore a coloro che sono disposti a investire in proprietà energeticamente efficienti, aiutando così l’Europa a raggiungere i propri obiettivi climatici.


Con tutti gli schemi di finanziamento che hanno già dimostrato di riscuotere uno scarso interesse, perché questo prodotto dovrebbe essere scelto dai consumatori europei?
Questa è la domanda che si è posta E.ON, a supporto della bozza recentemente pubblicata dello strumento pilota che sarà lanciato la prossima estate da un gruppo di banche pioniere.


Con un ampio lavoro di consultazione, è stata presentata l’idea di mutuo per l’efficienza energetica a gruppi di consumatori in Germania, Italia, Svezia e Regno Unito. Le principali conclusioni sono:

  • L’idea è stata recepita molto positivamente in Italia, Svezia e Regno Unito, invece il suo interesse è più limitato in Germania, dove esiste già un simile programma statale di efficienza energetica
  • L'appeal per i consumatori è stato più alto in assoluto in Italia (80% ha risposto: molto/abbastanza allettante), seguito dal Regno Unito (il 66% ha risposto: molto/abbastanza attraente). Pertanto, l'Italia e il Regno Unito sono stati raccomandati tra i paesi europei più promettenti per lo schema pilota.
  • I consumatori gradiscono l'opzione di una riqualificazione energetica chiavi in mano, completamente gestito da una terza parte, ma allo sesso tempo vogliono poter perseguire un approccio più personalizzato.
  • I principali punti di forza del prodotto per il consumatore sono la capacità di supportare una migliore gestione finanziaria, una migliore gestione dell'energia e una migliore gestione del valore della proprietà.
  • Garantire audit energetici gratuiti come parte della misura risulterebbe un incentivo molto conveniente per i consumatori

Il report completo della ricerca di mercato svolta da E-ON è disponibile qui.
Per contribuire alla definizione dello schema pilota di mutuo per l’efficienza energetica, puoi partecipare alla consultazione pubblica rispondendo al sondaggio disponibile qui entro il 12 marzo.

_________________________________________
Questo articolo è parte di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici.
Leggi gli altri articoli qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/quadrata.jpg/039696b6-0423-4fac-a1f9-fc55811c0ba1?t=1519052870341
19 feb 2018

CLOSED POSITION: Cerchiamo un grafico – web designer

Siamo alla ricerca di candidati per la selezione di un grafico web designer che lavori all’interno di Green Building Council Italia nel settore dell’edilizia sostenibile.

Settore: Edilizia
Tipo di impiego: collaborazione
Sede: GBC Italia, Piazza Manifattura 1, 38068 Rovereto (TN)
 
Descrizione del lavoro:
Il candidato si occuperà principalmente di sviluppare tutte le attività di graphic design e di gestione dei canali digitali dell’associazione: dal website content management alla realizzazione di visual per social network e campagne adv, fino alla creazione di nuove pagine del sito web.
Il candidato ideale è una persona dedita al mondo del digital, della grafica web e del foto editing secondo le ultime tendenze di grafica pubblicitaria.

Ci aspettiamo di incontrare persone che dimostrino di possedere buone capacità comunicative e che abbiano un elevato spirito creativo, una forte passione per il proprio lavoro e una spiccata attenzione per le problematiche ambientali.


Competenze ed esperienze richieste:

  • Progettazione e realizzazione del materiale grafico a sostegno delle attività di comunicazione
  • Ottima conoscenza di Photoshop, Illustrator, InDesign, e LiveCycle o strumenti analoghi
  • Creazione e modifica di articoli e pagine web tramite CMS LifeRay
  • Capacità di realizzare lavori grafici coordinati a partire da concept strategici
  • Progettazione grafica e realizzazione di report attività
  • Capacità di lavorare in html e di utilizzare le piattaforme di email marketing e newsletter
  • Video editing & motion graphics
  • Capacità di autogestirsi e buona propensione a lavorare in team
  • Passione, creatività e sensibilità verso il mondo dei green building
  • Un’ ottima conoscenza della lingua inglese parlata e scritta.
  • La padronanza dei più comuni supporti informatici.
  • Dinamismo, capacità di lavoro sotto stress, proattività, orientamento ai risultati e non agli ostacoli.

 

Chi siamo:
Il Green Building Council Italia (GBC Italia) è un’associazione senza scopo di lucro cui aderiscono le più competitive imprese e le più qualificate associazioni e comunità professionali italiane operanti nel segmento dell’edilizia sostenibile. È nata con l’obiettivo di favorire e accelerare la diffusione dell'edilizia sostenibile, guidando la trasformazione del mercato; sensibilizzare l'opinione pubblica e le istituzioni sull'impatto che le modalità di progettazione e costruzione degli edifici hanno sulla qualità della vita dei cittadini; fornire parametri di riferimento chiari agli operatori del settore. L’associazione è membro del WorldGBC e partner di USGBC ed ha una presenza capillare su tutto il territorio italiano grazie ai Chapter , le sezioni locali dell’associazione. GBC Italia adatta alla realtà italiana e promuove il sistema di certificazione indipendente LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design), i cui parametri stabiliscono precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energeticamente efficienti e a basso impatto ambientale.

Chiusura della raccolta di candidature:
Venerdì 2 marzo si chiude il periodo in cui è possibile candidarsi.

Come candidarsi:
Inviare il proprio CV e lettera motivazionale all’indirizzo e-mail: amministrazione@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/4.png/8a38a2e5-a5c0-4d60-b91e-3b591bd6f18d?t=1518777170147
16 feb 2018

Primo edificio certificato GBC Historic Building: le scuderie della Rocca di Sant’Apollinare

Sono le ex scuderie del Monastero benedettino della Rocca di Sant'Apollinare ad aggiudicarsi il primato della certificazione di GBC Historic Building per il restauro e la riqualificazione sostenibile degli edifici storici.

Il protocollo, realizzato da GBC Italia e sviluppato sulla base di LEED® (lo schema di certificazione più diffuso al mondo), unisce due culture edilizie: quella americana, dove nasce la famiglia di protocolli LEED®, e quella italiana, dove risiede il più ampio patrimonio al mondo di conoscenze e competenze sul restauro storico e conservativo. Uno standard innovativo nel quale convivono le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale con le indicazioni degli obiettivi europei di efficientamento energetico e riduzione dell’impatto ambientale dell’esistente.

La Rocca di Sant’Apollinare è un'antica abbazia benedettina situata nei pressi di Spina, in provincia di Perugia. Collocata su di un colle, la Rocca fu costruita nel X secolo come fortezza a difesa di una nobile famiglia locale.

L'edificio che un tempo ospitava le scuderie è stato oggetto di un complesso ed affascinante intervento di restauro, adeguamento sismico e di riqualificazione energetica commissionato dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria. Il progetto, il cui responsabile scientifico è il Prof. Franco Cotana, ordinario di Fisica tecnica industriale presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Ateneo di Perugia, è il frutto della collaborazione tra l'Università degli Studi di Perugia e un gruppo di aziende umbre scelte per l'esperienza dimostrata nel campo degli interventi di recupero, di consolidamento statico e di efficientamento energetico di edifici storici.

Le scuderie della Rocca di Sant’Apollinare hanno ottenuto il livello di certificazione ORO, con 72 punti su 110.

“L'edificio ci consentirà di realizzare una sorta di palestra per studenti dei corsi di laurea d’Ingegneria e del dottorato in Energia e Sviluppo Sostenibile - dichiara il prof. Franco Cotana - così come per i professionisti che lavorano sui temi del recupero e valorizzazione dei beni culturali nell'ottica della sostenibilità ambientale, dell'efficienza energetica ed anche della sicurezza sismica soprattutto in un'area come la nostra sensibile a tutti questi temi. L'edificio ed il complesso di Sant'Apollinare in generale sono infatti già sede di svariati eventi tecnico-scientifici e culturali che ci aiutano a disseminare questo messaggio fra gli studenti e la società stessa. Grazie al monitoraggio e controllo in remoto dei principali parametri ambientali sia indoor che outdoor e dei flussi energetici, possiamo tracciare in tempo reale le prestazioni dell'edificio-scuola ed utilizzare questi dati per mantenerle nel tempo.”

“In tutto il mondo si guarda con ammirazione alle realizzazioni architettoniche storiche italiane, non a quelle degli ultimi sessant’anni. – sostiene Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia - L’edilizia storica italiana è fonte di archetipi ripresi in tutto l’occidente; dal Rinascimento al Barocco l’Italia ha ridefinito il vivere civile e inventato l’arte del paesaggio. La community di GBC Italia ha tra i propri compiti quello realizzare strumenti pragmatici e applicabili, finalizzati anche a preservare e mantenere quella edilizia italiana avente valore storico-testimoniale che rappresenta uno tra i patrimoni culturali più belli al mondo. Per ricostruire un’immagine e una visione del nostro Paese, anche e soprattutto nelle aree recentemente funestate dal terremoto nel centro Italia, il protocollo energetico ambientale GBC Historic Building rappresenta uno strumento indispensabile per valorizzare il nostro patrimonio architettonico in linea con le richieste europee di riduzione delle emissioni degli edifici ed i recenti Criteri Ambientali Minimi per l’edilizia (CAM Edilizia) emanati dal Ministero dell’Ambiente.”

Il 22 febbraio si è tenuta presso il Campus di Ingegneria di Perugia la Cerimonia di Consegna della Targa a cui è seguito il convegno: ”Sostenibilità ambientale e criteri ambientali minimi nella ricostruzione Post-Sisma.


Programma dell'evento  
Foto
Scopri maggiori informazioni del progetto qui

 


 

 
Continua a Leggere »


 /documents/20182/37007/acciaio-corten.jpg/77d8bfd8-574e-4081-a435-f2972cfa7ca3?t=1501141508725
12 mar 2018

I metalli per l’edilizia sostenibile. Acciaio e rame. La certificazione dei fabbricati - Milano, 21 marzo 2018

A Milano si svolgerà una giornata di studio organizzata dal Comitato Metalli e Tecnologie Applicative a 21 marzo 2018.

GBC Italia patrocina l'iniziativa e partecipa alla giornata di studio con interventi tecnici da parte del direttore ing. Marco Caffi, del segretario del Chapter Lombardia, Alessandro Lodigiani, e di alcuni altri soci di GBC Italia.

 

I temi trattati

Il settore dell’Edilizia si confronta con la richiesta, in continuo aumento, di costruire in modo sostenibile coinvolgendo competenze di settori molto diversi.

Agli operatori del settore - Ingegneri, Architetti, Tecnici - viene dedicato un’importante occasione di informazione e approfondimento con presupposti di accessibilità, ma anche di correttezza tecnico-scientifica. L’economia circolare e il ciclo di vita di Acciaio e Rame partendo dagli aspetti metallurgici e completando con significativi casi di studio nell’edilizia abitativa e infrastrutturale saranno tematiche trattate. La maggior conoscenza della natura di questi materiali consente di comprenderne meglio le potenzialità e sviluppare nuove soluzioni per progettare e costruire con successo edifici sempre più sostenibili.

L’AIM raccoglie da oltre 70 anni l’esperienza nel settore dei metalli fornendo informazione scientificamente corretta e riuscendo a far dialogare con successo mondi e professionalità diverse. La collaborazione con GBC Italia, presente con esperti del settore delle certificazioni Leed, fornirà l’inquadramento sia tecnico che normativo necessario per capire meglio come e perché si realizzano sempre più edifici “Green” in Italia e nel mondo.



Crediti formativi

Il riconoscimento di 6 CFP  è stato autorizzato dal Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano.


Modalità di iscrizione

Tutti Soci di GBC Italia hanno diritto alla quota agevolata, iscrivendosi tramite scheda iscrizione.

  • Quote agevolate

€ 100,00 (iva incl.) - Soci GBC Italia/Aderenti ai Chapter
€ 210,00 (iva incl.) - Non Soci

  • Quote intere 

€ 130,00 (iva incl.) - Soci GBC Italia/aderenti ai Chapter
€ 240,00 (iva incl.) - Non Soci 

 

Per usufruire della quota agevolata, la scheda di iscrizione ed il pagamento dovranno pervenire alla Segreteria Organizzativa AIM entro il 10 marzo 2018.


Per maggiori informazioni scarica la brochure o vai alla pagina web.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/ilqi+def.jpg/8ba1d9d4-5288-4997-9df5-3251acc91fa2?t=1518618909265
14 feb 2018

La nostra comunicazione è al top

Siamo al primo posto della classifica green building de il Quotidiano Immobiliare per l’impegno nel comunicare con costanza le nostre attività.


Ogni anno ilQi dedica la propria attenzione alle società e ai manager, che si sono contraddistinti per la loro spiccata comunicazione durante l’anno.


Si tratta di una classifica che sottende una particolare competizione tra le società e i manager che compongono la filiera del real estate. I dati sono frutto di una ricerca del database de ilQi e riguarda editoriali, interviste, numero di notizie, comunicati, rapporti e studi, appuntamenti ed eventi nei quali una società o un manager sono stati citati.


È un risultato significativo che dà evidenza del nostro costante lavoro nel divulgare i principi di sostenibilità in edilizia quotidianamente.


La classifica dei manager vede al primo posto della testata dei green building Roberto Cereda, Lombardini 22 e nostro consigliere esecutivo. Al quarto posto si classifica Alessandro Lodigiani, Duff & Phelps REAG Spa e segretario del Chapter Lombardia di GBC Italia.


Consulta la classifica nell’articolo La comunicazione è al top.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/DPynNSbWAAEOdqb.jpg/c03a412b-1003-4668-ab98-bab8de56040d?t=1518431691854
12 feb 2018

Al via la sperimentazione dei mutui per l’efficienza energetica in Europa

Grazie a EeMAP,  sono state presentate delle proposte nuove ed innovative per uno schema di mutuo per l’efficienza energetica, che sarà sperimentato in tutta Europa da banche pioniere e stakeholder esperti del settore delle costruzioni.

Una consultazione pubblica sulle proposte è ora aperta ai commenti fino al 12 marzo, che dà seguito alla pubblicazione di un importante report europeo sulla finanza sostenibile in cui il settore della finanza raccomanda di dare supporto allo sviluppo di mutui per l’efficienza energetica. Non perdere l'occasione di dare il tuo contributo all'implementazione dello strumento partecipando alla consultazione.

La Rete Regionale Europea di World GBC è uno dei partner chiave dell’iniziativa EeMAP, la quale ambisce a colmare il deficit di 100 miliardi di euro di investimenti per l’efficienza energetica degli edifici necessari per raggiungere gli obiettivi climatici europei. In risposta alla richiesta avanzata dalle banche, le proposte nella consultazione definiscono un approccio Europeo standardizzato per i mutui per l’efficienza energetica, per aiutare il settore finanziario a radicare e fare crescere questi prodotti. I mutui per l’efficienza energetica intendono offrire ai consumatori migliori tassi di prestito o maggiori contributi finanziari quando investono in case altamente efficienti o in riqualificazioni per il risparmio di energia.

Una serie di report che definiscono il contesto delle prestazioni energetiche degli edifici ed il mercato di riferimento in tutta Europa sono stati pubblicati dai Green Building Council d’Europa insieme alle proposte per aiutare le banche e altri attori che intendono lanciare attività di piloting su questo schema a livello nazionale. Visualizza qui il report dell'Italia.

GBC Italia è coinvolto nel progetto come principale stakeholder nazionale e contribuisce insieme ai suoi Soci ed esperti, affianco di Unicredit e RICS, al coinvolgimento degli stakeholder del settore delle costruzioni all’implementazione dell’iniziativa EeMAP in Italia.

“La riqualificazione energetica, ma anche ambientale, dei nostri edifici rappresenta una occasione unica per rilanciare il settore edilizio che negli ultimi anni si sta concentrando proprio sulle ristrutturazioni e sulle riqualificazioni. In questo settore le competenze, e le tecnologie edilizie ed impiantistiche per l’efficienza energetica non mancano e le "buone prassi" stanno diventando “le prassi”. Queste favorevoli premesse, tuttavia, non sono sufficienti” –sostiene Giuliano Dall’ò, Presidente di GBC Italia “Il mercato delle riqualificazioni è spesso frenato perché i privati cittadini hanno difficoltà a sostenere gli oneri economici, compromettendo così il raggiungimento degli obiettivi europei di riduzione delle emissioni. In questo contesto i "mutui verdi" per la riqualificazione diventano strumenti utili per promuovere un’azione decisiva a supporto della riqualificazione energetica dell’intero patrimonio edilizio privato. Attraverso i mutui verdi i cittadini sarebbero in grado di concretizzare azioni di riqualificazione, beneficiando fin da subito sui vantaggi in termini di riduzione delle bollette energetiche, con un impegno economico del tutto gestibile.”

James Drinkwater, Direttore della Rete Regionale Europea di World GBC, dichiara: “Per raggiungere gli obiettivi climatici ed energetici dell'Europa, è fondamentale sfruttare il potere dei creditori di mutui per impiegare le finanze private per la riqualificazione energetica degli edifici. Le proposte e i report di mercato rappresentano un passo fondamentale per rendere verde il mercato dei mutui in Europa che rappresenta 7 mila miliardi di euro. Chiediamo alla comunità europea dell'edilizia sostenibile di lavorare con noi per garantire che le proposte possano raggiungere questo obiettivo.”

Parallelamente alla consultazione pubblica, i Green Building Council d’Europa organizzano una serie di eventi volti a istituire gruppi di esperti nazionali per il progetto pilota di mutuo per l’efficienza energetica e per esaminare e rafforzare le proposte pubblicate oggi.

 

GBC Italia, con Unicredit e RICS, sta organizzando l’evento di lancio nazionale delle proposte per uno schema di mutuo per l’efficienza energetica, il prossimo 9 marzo a Milano, presso la sede centrale di Unicredit.

 

Le proposte finali per lo schema pilota dei mutui saranno pubblicate il 14 giugno 2018 in una grande conferenza a Windsor, nel Regno Unito. L'evento riunirà oltre 100 esperti di alto livello in materia di finanza ed edilizia, e segnerà l'inizio ufficiale del programma pilota di mutui per l’efficienza energetica. Un gruppo di finanziatori pionieri, tra cui banche importanti, operatori di medie dimensioni e istituti di credito locali specializzati in Europa hanno già segnalato il loro interesse a partecipare al progetto pilota.

 

Background

 

Per maggiori informazioni sulle iniziative EeMAP e EeDAP, si faccia riferimento al sito dell’iniziativa EeMAP: www.energyefficientmortgages.eu

La progettazione della bozza delle proposte di mutui energeticamente efficienti si basa principalmente sulla ricerca dell'iniziativa EeMAP pubblicata a fine 2017, compresi i seguenti report:

 

___________________________________________

 


This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 746205. The sole responsibility for the content of this material lies with the authors. It does not necessarily represent the views of the European Union, and neither EASME nor the European Commission are responsible for any use of this material

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/greenbuild+EU.jpg/67685ac5-3bdd-4ce3-a281-ba6783e8d688?t=1518165787003
09 feb 2018

Greenbuild a Berlino: il vantaggio di essere socio

Il  17 e 18 aprile i migliori esperti di green building si incontrano a Berlino per l’edizione europea di Greenbuild, la rinomata conferenza mondiale dedicata all'edilizia sostenibile.

Greenbuild è il più grande evento dedicato alla formazione e all'aggiornamento nell’ambito della sostenibilità delle costruzioni, che offre grandi opportunità di networking e di formazione professionale.

Se sei socio di GBC Italia puoi partecipare alla conferenza alle stesse tariffe riservate ai membri di USGB.  Visualizza qui le tariffe.
Per usufruire di questa agevolazione richiedi il codice sconto di partecipazione a: amministrazione@gbcitalia.org.

Nei giorni della conferenza stiamo organizzando dei momenti di incontro per la comunità italiana dei green building presenti a Berlino, in cui condivideremo e coordineremo le azioni per promuovere e far conoscere le pratiche costruttive di eccellenza italiana in tutto il mondo. Questi appuntamenti saranno l'occasione per incontrare di persona anche Mahesh Ramanujam presidente di USGBC e Rick Fedrizzi, presidente di International WELL Building Insistute.

Se partecipi anche tu alla conferenza, segnalaci la tua presenza scrivendo a: segreteria@gbcitalia.org così potremo coinvolgerti meglio nelle attività di GBC Italia a GREENBUILD Europe.

Insieme possiamo fare la differenza!

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/Pillola+4_Valutatori+immobiliari_banche_eff+energetica_quadrata.jpg/37d04463-9faf-4342-bbb8-bd6c61e6f1d1?t=1517933984298
06 feb 2018

Efficienza energetica: cosa riferiscono i valutatori immobiliari alle banche?

Una fotografia delle pratiche correnti
Nel valutare se concedere un mutuo per l’acquisto di una proprietà, gli istituti di credito tengono conto, tra i vari aspetti, della capacità del cliente di ripagare l’acquisto e del parere del valutatore sulla qualità e sul valore di mercato dell’immobile. Il ruolo del valutatore è quello di fornire una stima attendibile del valore di mercato basata su dati consolidati e su una metodologia di valutazione appropriata.
Nella pratica corrente non viene richiesto ai valutatori di considerare la prestazione energetica dell’immobile, tuttavia un sondaggio in corso tra i valutatori e i dipartimenti di valutazione del rischio creditizio delle principali banche europee mette in evidenza che c’è una crescente richiesta di informazioni riguardo l’efficienza energetica.

Efficienza energetica e valore
Più della metà delle banche che hanno partecipato al sondaggio chiedono ai valutatori di tenere conto dell’impatto potenziale della classe di efficienza energetica (generalmente attraverso gli attestati di prestazione energetica), con importanti eccezioni che vanno anche oltre e chiedono di considerare le prestazioni energetiche reali e gli impatti ambientali della proprietà.
I valutatori potrebbero considerare gli aspetti legati all’efficienza energetica attraverso ispezioni fisiche negli immobili dal momento che 9 banche su 10 richiedono informazioni sullo stato complessivo della proprietà e sulle condizioni dell’involucro edilizio.
Questi primi risultati incoraggiano il lavoro che il consorzio dell’iniziativa EeMap sta svolgendo in stretta collaborazione con alcune banche europee per definire le checklist e le linee guida per includere gli aspetti di efficienza energetica in modo più approfondito e strutturato.

Disponibilità di dati
La disponibilità dei dati rappresenta una sfida significativa per i professionisti che devono valutare, indipendentemente dal fatto che esistano prove del mercato o meno, è comunque responsabilità del valutatore tenere conto di tutti quegli aspetti di qualità che potrebbero avere un impatto sul valore. In questo senso, migliorare la qualità e la disponibilità dei dati, è un problema che deve essere affrontato al più presto per rinforzare il legame tra prestazioni dell’edificio e riduzione del rischio finanziario.

Per il futuro
La capacità dei valutatori di fornire consulenza sull’impatto dell’efficienza energetica è un aspetto chiave per gli istituti di credito per calcolare l’accessibilità ai mutui senza aumentare il rischio di credito e per consentire ulteriori fondi al consumatore.
Una migliore comprensione della relazione tra efficienza energetica e valore è inoltre importante per un rating più robusto e sensibile al rischio delle proprietà nel portfolio crediti delle banche

 

Traduzione dell'articolo a cura di Zsolt Toth, External Affairs & EU Liaison Manager, Europe RICS. Leggi l'articolo orginale qui: energyefficientmortgages.eu

_________________________________________

Questo è il quarto articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici.

Leggi gli altri articoli qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/85346/report+levels.JPG/bc88b37b-5ce4-4a66-a587-d88e8e3f8779?t=1517583222540
02 feb 2018

Report LEVEL(S)

È disponibile per il download il report dell'incontro tenutosi a Roma lo scorso 27 novembre in cui GBC Italia e i suoi soci hanno incontrato Josefina Lindblom della DG Environment della Commissione Europea per l’introduzione di LEVEL(S) in Italia.


LEVEL(S) è un nuovo sistema di indicatori chiave di performance, proposto dalla Commissione Europea, per misurare e valutare gli edifici sostenibili in tutta Europa. L'obiettivo di questo strumento open source è quello di arricchire il sistema di metriche di valutazione dell'edilizia sostenibile creando un approccio comune basato sull’integrazione degli attuali strumenti di certificazione presenti sul mercato.


Scarica qui il report dell’incontro del 27 novembre


Clicca qui per maggiori informazioni

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/145412156-a782e0a9-bfb5-49ac-aca4-a68f7f1b4eb8.jpg/98f5bab3-6978-414c-8c99-d91f6569b1c0?t=1517412734010
31 gen 2018

Appuntamenti di febbraio
Non perdete questi appuntamenti importanti di febbraio:
 
EVENTI

9  febbraio 2018
NZEB - edifici a energia quasi zero (+)
Seminario a Firenze
 
Tutti i weekend di febbraio 2018
Evento Habita (socio LaMaggiò) (+)
Installazione modulo abitativo e seminari a Sarnico (BG)
 
15 febbraio 2018
Convegno: Nuovi criteri di performance per il real estate (+) 
Peschiera Borromeo (MI)
I soci di GBC Italia possono partecipare usufruendo di condizioni di partecipazione vantaggiose. Scopri di più
 
16 febbraio 2018
Partecipazione e governance. I progetti di rigenerazione del Comune di Prato (+)
Convegno al Politecnico di Milano – spazio Educafè
 
17 febbraio 2018
Convegno: Nuove Frontiere del Design Sostenibile (+)
Lido Nettuno - Lago d'Iseo, Sarnico (BG)
 
22 febbraio 2018
La sostenibilità ambientale nella ricostruzione
Convegno a Perugia nella sede università della ricostruzione
 
23 febbraio 2018
NZEB - edifici a energia quasi zero (+)
Seminario Bologna
 
27 febbraio 2018
Mirtec (+)
Seminario Bergamo
 
Per informazioni: eventi@gbcitalia.org
 
________________________________________
 
FORMAZIONE

7 febbraio 2018 
Corso IFMA - GBC "Modulo A" (+)

12-13 febbraio 2018 
200-1 MILANO - Corso Exam Prep GA (+)
 
12 febbraio 2018
Mandatory provisions e disposizioni minime sulla ventilazione (+)

16 febbraio 2018
Simulazione dinamica per la certificazione LEED e GBC (+)

21 febbraio 2018
Corso CAM - Modulo A (+)

23 febbraio 2018
Corso 100 online (+)
 
Per informazioni: formazione@gbcitalia.org
Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/1_8cCs8Mf-gQBC5rHfkLuUKQ.jpeg/ebf04b1f-53d5-497e-ae94-50ce19cee8ad?t=1517411089459
31 gen 2018

I vantaggi per i soci nella certificazione

I soci attivi di GBC Italia, ossia in regola con il pagamento della quota associativa, hanno diritto a sconti sull’acquisto di prodotti (manuali, formazione ecc.) e certificazioni di progetti LEED e GBC (registrazione e certificazione di progetti) in Italia.

Grazie ad un accordo di partnership con USGBC e GBCI (Green Business Certification Inc.) i soci di GBC Italia possono usufruire di sconti pari a quelli di un socio Silver di USGBC.
I soci che hanno beneficiato degli sconti di certificazione hanno più che ripagato la quota associativa, usufruendo inoltre degli altri vantaggi che un’associazione autorevole come GBC Italia può fornire.

La richiesta dei codici sconto per i progetti LEED richiede sempre un po’ di tempo per cui consigliamo di muoversi con 1 o 2 settimane in anticipo.


Approfittane anche tu!!

Scrivi a certificazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/UniCredit+Tower_FRA_8661_q.jpg/2b85886c-1f09-40e8-a780-d7b1794cafe3?t=1517398329797
31 gen 2018

Mutui verdi in Italia: un workshop a Milano il 9 marzo

Il mercato dei mutui in Europa ha un valore superiore a 7.000 miliardi  di euro e rappresenta più di un terzo del capitale del settore bancario. Il potenziale che questo capitale ha di guidare il miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio costruito e di ridurre le emissioni climalteranti è enorme, ma attualmente non viene sfruttato.

Il Piano d’azione sui mutui per l’efficienza energetica - Energy Efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) - è un progetto innovativo che ha lo scopo di creare dei mutui per migliorare l’efficienza energetica degli edifici in Europa.

EeMAP riunisce le principali banche, i valutatori, le compagnie di fornitura e gestione dell’energia e gli esperti di edilizia sostenibile per definire le basi di un mutuo verde in Europa e per sfruttare il valore di questo capitale allo scopo di migliorare le prestazioni energetiche e ambientali dei nostri edifici.

Il progetto mira a stabilire un approccio comune europeo per valutare, finanziare e premiare i mutui verdi, allo scopo di incrementare l’impiego della finanza privata nell’incentivare il mercato dell’edilizia green per raggiungere gli obiettivi climatici europei.

Se ne parlerà il 9 marzo a Milano nel workshop organizzato da UniCredit, GBC Italia e RICS in collaborazione con il consorzio EeMAP.

09 Marzo 2018 dalle 9:00 alle 14:00
Milano, UniCredit, Tower hall

via Fratelli Castiglioni n.12

Obiettivi del workshop

  • Lanciare le linee guida tecniche del progetto EeMAP
  • Lanciare il report di GBC Italia sul contesto nazionale per i mutui verdi
  • Conoscere le più recenti ricerche europee e le migliori pratiche sui mutui verdi, incluse le ricerche sui consumatori.
  • Discutere il feedback di esperti sulla proposta tecnica di EeMAP su come dovrebbero funzionare la valutazione delle prestazioni degli edifici per la concessione di un mutuo green diffuso a livello europeo.
  • Porre le basi per un laboratorio nazionale sui mutui green, che comprenda gli esperti chiave e le aziende che possono supportare la progettazione e la diffusione dei mutui green in Italia.


A chi è rivolto il workshop

Il workshop è rivolto ad aziende e organizzazioni interessate a conoscere le opportunità di business che la diffusione dei mutui green può offrire. Sono invitati a partecipare le banche, i valutatori, le compagnie di fornitura e gestione dell’energia, i consulenti, gli auditor, architetti, ingegneri, imprese, ESCO, imprenditori e proprietari immobiliari. L’evento si focalizzerà principalmente sul mercato della riqualificazione e nuova costruzione del settore principalmente residenziale.

 

Visualizza il programma del workshop qui

 

Per informazioni: internazionale@gbcitalia.org
 

Letture consigliate

EeMAP White Paper
EeMAP Report – Green Building Performance Indicators
EeMAP Report – Green Finance
EeMAP Report – Green Value


___________________________________________
 

  Keynote speaker

  Luca Bertalot
  Secretary General
  European Mortgage Federation


Luca Bertalot è il segretario generale della European Mortgage Federation - European Covered Bond Council (EMF-ECBC), una piattaforma di mercato che funge da catalizzatore e guida gli istituti di credito dell'UE e la comunità di obbligazioni garantite nelle discussioni con le istituzioni europee e gli stakeholders su tutte le questioni relative agli aspetti di retail e di finanziamento del mercato dei mutui. Luca è un esperto nel finanziamento dell'efficienza energetica negli edifici e sta guidando l'iniziativa sui mutui per l’efficienza energetica della EMF-ECBC in qualità di coordinatore del consorzio EeMAP.

___________________________________________

 


This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 746205. The sole responsibility for the content of this material lies with the authors. It does not necessarily represent the views of the European Union, and neither EASME nor the European Commission are responsible for any use of this material

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/b1.jpg/032578d7-fe7e-44d1-b7b6-cb35c8e92545?t=1517385911474
28 gen 2018

Buon compleanno GBC Italia

Buon compleanno Green Building Council Italia!

Grazie a tutti i soci che hanno reso tutto questo possibile.

 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/convegno+assform.jpg/9eb16a21-ea3a-4b56-aeb3-540dd94d1109?t=1516984025403
26 gen 2018

NZEB Edifici a energia quasi zero – Firenze, 9 febbraio

Gli edifici "ad energia quasi zero" (near zero energy buildings NZEB) richiedono poca energia ed hanno elevate prestazione di funzionamento. Gli aspetti caratterizzanti sia in fase di costruzione che in fase di ristrutturazione, sono l'involucro, la produzione di energia rinnovabile e gli impianti.

GBC Italia patrocina il seminario “NZEB Edifici a energia quasi zero” che si terrà a Firenze venerdì 9 febbraio, in cui interviene anche il nostro Vicepresidente Marco Mari.

SEDE:
Aula Magna Rettorato
Università di Firenze
Piazza San Marco, 4 Firenze

DESTINATARI: Professionisti del settore edilizio Architetti, Ingegneri; Geometri, Periti.

OBIETTIVI: La qualità degli edifici si misura su molteplici aspetti prestazionali: sicurezza sismica (sismoresistenza), efficienza energetica, invernale ed estiva, resistenza al fuoco, qualità acustica, microclima e soprattutto la minimizzazione dei fabbisogni energetici, con copertura del restante fabbisogno mediante fonti rinnovabili. Obiettivo del seminario è quello di mostrare come sia possibile soddisfare tali requisiti e migliorarli rispetto ai parametri minimi imposti dalle norme con sistemi/prodotti che rispondano ai requisiti di riferimento.

CONTENUTI: La progettazione interdisciplinare ed integrata dell'edificio permette di considerare simultaneamente gli aspetti di efficienza energetica di un edificio legati all'ottimizzazione dell'involucro (invernale ed estiva), alla migliore configurazione degli impianti di climatizzazione e all'utilizzo ragionato delle fonti rinnovabili. Il seminario è focalizzato sull'individuazione di tali criteri di progettazione integrata.

CREDITI FORMATIVI: per Architetti e Ingegneri Periti Industriali 4CFP

Scarica la brochure del seminario


La partecipazione è gratuita previa registrazione online sul sito di Assform

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/ispettore+qualificato.jpg/2a97bee3-1466-45d3-977b-3070a6cef5fb?t=1516898545075
25 gen 2018

Call per Organismi di Verifica

GBC Italia sta raccogliendo le adesioni per la prossima apertura di un Gruppo di Lavoro dedicato al miglioramento del processo di certificazione.
Nello specifico intendiamo ampliare il numero di progetti registrati e certificati, aumentare con specifici accordi il numero degli Organismi di Verifica Accreditati (OVA) e degli Ispettori Qualificati e snellire il processo di certificazione.

Qui puoi leggere la lettera del Vicepresidente Marco Mari, responsabile dei processi di certificazione che invita gli OVA soci di GBC Italia a partecipare alla prossima riunione che si svolgerà giovedì 1 febbraio presso la sede di Ambiente Italia  (Via Carlo Poerio, 39, 20129 Milano) dalle ore 15 alle ore 16:30.

Ci auguriamo una buona partecipazione all’evento!
Per ulteriori informazioni scrivi a certificazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/green+tag.JPG/1d161b1b-b866-4cea-8814-f5f40baa73bf?t=1516785015326
24 gen 2018

Le banche europee: "l’etichetta Green può guidare i finanziamenti per l’efficienza energetica"

Lo scorso 12 Dicembre 2017, a conclusione di un nuovo report del Climate Strategy e UN Environment Inquiry sulla progettazione di un sistema finanziario sostenibile, è emersa una nuova strategia per permettere alle banche di aumentare i finanziamenti a favore di un patrimonio costruito energeticamente efficiente: l'etichetta Green. Il report è stato lanciato a Parigi in occasione del One Planet Summit ospitato dal Presidente francese Emmanuel Macron.

“Il report  descrive come 10 banche europee - ABN AMRO, BBVA, Berlin Hyp, HSBC, ING, Lloyds, SEB, Suedtiroler Volksbank, Triodos e UniCredit – stiano incominciando a identificare, analizzare e promuovere finanziamenti green per il settore residenziale e immobiliare attraverso l'attribuzione diretta delle caratteristiche ambientali nelle operazioni di prestito e dei mercati dei capitali di debito” ha introdotto Peter Sweatman, co-autore del rapporto e amministratore delegato di Climate Strategy & Partners.

Nick Robins, co-autore e co-direttore di UN Environment Inquiry ha aggiunto: “L’etichetta Green è al principio ma le cose stanno cambiando velocemente. Le principali banche riconoscono che hanno bisogno di comprendere le prestazioni ambientali del patrimonio soggetto ai loro prestiti immobiliari per riuscire a supportare meglio i propri clienti e raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità.”

L’etichetta Green si riferisce ad un processo sistematico in cui le banche individuano gli attributi ambientali dei loro prestiti e delle garanzie patrimoniali come strumento per incrementare la finanza sostenibile. L’etichetta Green delle operazioni bancarie permetterà un accesso semplificato al mercato dei green bonds, un migliore controllo delle prestazioni dei prestiti green e fornirà informazioni più trasparenti sui rischi climatici e sulla resilienza del patrimonio costruito.

 

Per maggiori informazioni:

Comunicato stampa EMF/ECBC del 13 Dicembre, Bruxelles

_________________________________________

Questo è il terzo articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici.

Leggi gli altri articoli qui.

 

 

 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/1_compleanno_quadrato.jpg/e62cc70c-e105-417d-9817-93cd49bae389?t=1516707584956
23 gen 2018

GBC Italia compie 10 anni: il regalo te lo facciamo noi!

Il 28 gennaio 2018 GBC Italia compie 10 anni.  Per festeggiare questa importante occasione ti facciamo noi il regalo offrendoti gratuitamente:

ISCRIVITI QUI (L’offerta è valida fino al 29 gennaio alle ore 13:00)

 

  • I manuali in formato digitale dei protocolli GBC Italia per la progettazione e la certificazione di sostenibilità degli edifici residenziali (GBC HOME), degli edifici storici (GBC HISTORIC BUILDING) e dei quartieri (GBC QUARTIERI).

RICHIEDI QUI I MANUALI (L’offerta è valida fino al 29 gennaio incluso)


Non perdere questa occasione e festeggia insieme a noi questi 10 anni di ordinaria sostenibilità!

Buon compleanno GBC Italia!

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/Pillola+2def.JPG/abe46294-aee1-488e-a77b-c7fceb2ab6e1?t=1516110353970
16 gen 2018

Il White Paper di EeMAP: come scatenare un mercato per i Mutui Green

Se si analizzano approfonditamente le dinamiche del settore immobiliare, si possono individuare due gruppi di attori che hanno una maggiore influenza rispetto agli altri: gli occupanti degli edifici e gli investitori istituzionali. Il comportamento di questi due gruppi determinerà a livello generale se saremo in grado di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità per il settore delle costruzioni che conta per più di un terzo delle emissioni europee.


In Europa non esiste uno strumento più comune ai consumatori e agli investitori del mutuo. I mutui rappresentano un terzo del patrimonio del settore bancario europeo – equivalente a metà del PIL europeo (settemila miliardi di Euro alla fine del 2016). Il potenziale che questo capitale ha di guidare il miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio costruito e di ridurre le emissioni è enorme, ma attualmente non viene sfruttato.


Sulla base dei feedback ricevuti dalle maggiori banche d’Europa, il White Paper del progetto EeMAP definisce le seguenti raccomandazioni per l’implementazione di un mutuo green in Europa:

  1. Una struttura semplice e standardizzata faciliterebbe l’ingresso sul mercato. Ugualmente, una definizione chiara di un mutuo per l’efficienza energetica aiuterebbe le banche a differenziare i nuovi prodotti dai mutui convenzionali nei loro processi di gestione del rischio finanziario. In questo modo le banche sarebbero in grado di raccogliere dati per dimostrare la riduzione del rischio finanziario dovuta all’efficienza energetica.
  2. Le banche hanno bisogno di una guida chiara su come istruire i valutatori immobiliari in relazione alle prestazioni energetiche degli edifici. Questo aiuterebbe ad assicurare che il livello di prestazione energetica sia tenuta debitamente conto nelle valutazioni immobiliari.
  3. Indicatori semplici ed efficaci per misurare l’efficienza energetica aiuterebbero le banche a includere l’efficienza energetica nella valutazione del rischio creditizio.

 

Il White Paper dell’iniziativa EeMAP chiama all’azione i giocatori chiave di questa partita. Se la vostra organizzazione desidera unire le forze nel progetto EeMAP e scatenare un mercato per i mutui green, scrivete a EeMAP@hypo.org.

 

Traduzione dell'articolo a cura di James Drinkwater, Regional Director, Europe Network – World Green Building Council

______________________________________

Questo è il secondo articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici attraverso condizioni finanziarie favorevoli di un mutuo collegato ad una proprietà altamente efficiente.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/img_klimahouse.png/b0638dcc-2868-405c-bf00-5d55508179f6?t=1516101752584
16 gen 2018

Invito & Ingresso Gratuito Forum e Fiera Klimahouse

Al seminario "Soluzioni e applicazioni per la progettazione inegrata edificio-impianto", organizzato da EdicomEdizioni in occasione della fiera Klimahouse a Bolzano, sarà presente il direttore di GBC Italia, Marco Caffi con un intervento sulla durabilità e resilienza nella riqualificazione sostenibile negli edifici esistenti.


Mercoledì, 24 gennaio 9:30-13:30
Bolzano, Klimahouse

Sala Ortles - Via Bruno Buozzi, 35 - adiacente ma esterno alla Fiera


Crediti formativi: è in corso la procedura di rilascio dei crediti formativi per architetti, geometri, ingegneri, periti industriali e consulenti casa clima.


Comfort, ridotto consumo energetico e sicurezza antisismica sono tre aspetti fondamentali di un edificio di qualità che in una logica di riqualificazione dello stesso devono essere trattati e considerati in maniera integrata per ottenere vantaggi economici e di tempistiche dell’intervento. Partendo dalle impostazioni fondamentali e dalle problematiche relative al patrimonio esistente, verranno analizzate le soluzioni per ottenere edifici con un alto grado di comfort e un basso fabbisogno energetico unitamente agli aspetti di adeguamento antisismico, sia per la parte involucro sia per la parte impiantistica. Verranno anche presentate le peculiarità di due sistemi di certificazione, CasaClima e GBC Italia, le strategie e i criteri progettuali per Case Passive e i recenti sviluppi normativi in campo elettrotecnico da parte di CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano.


Programma:

  • Strategie e criteri progettuali per edifici passivi - Marco Cimini, Passive House Institute Italia
  • Requisiti, strumenti e prodotti per costruire, riqualificare e certificare CasaClima - Matteo Rondoni, Ricerca e Sviluppo Agenzia CasaClima
  • Il contributo degli impianti elettrici al comfort e al risparmio energetico secondo le norme CEI - Angelo Baggini, Università di Bergamo, CEI
  • Durabilità e resilienza nella riqualificazione sostenibile negli edifici esistenti - Marco Caffi, Direttore GBC Italia

 

  • Tavolo tecnico: Riqualificazione prestazionale degli edifici: SOLUZIONI per L’INVOLUCRO
  • Tavolo tecnico: Riqualificazione prestazionale degli edifici: SOLUZIONI per GLI IMPIANTI
     

Scarica il programma.


La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria (l'ingresso alla fiera è gratuito per i partecipanti al convegno).

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/corti+di+medoro.jpg/b7f7baa2-4200-4899-b8dc-40e9cf98b2d7?t=1515757327757
12 gen 2018

A Ferrara un esempio virtuoso di applicazione dei CAM

Martedì 9 gennaio 2018 è stato firmato il Protocollo d'intesa tra Comune di Ferrara, Intercantieri Vittadello spa, Acer Ferrara e la Società Investire SGR SpA per la definizione del livello di sostenibilità ambientale dell'intervento edilizio delle "Corti di Medoro" a Ferrara. L'accordo, sottoscritto e illustrato alla stampa alla presenza dall'assessora comunale all'Urbanistica Roberta Fusari, prevede l'impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti ad operare seguendo le indicazioni della Commissione europea per un impiego efficiente delle risorse, in riferimento ai "Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici”. Nell’accordo vengono messi in campo accorgimenti relativi alle modalità di esecuzione delle demolizioni e ai tipi di materiali da utilizzare nel cantiere e di smaltimento dei materiali prodotti dalla demolizione stessa.


In particolare, fra le specifiche tecniche previste dal protocollo di intesa "almeno il 50% del peso dei componenti edilizi e degli elementi prefabbricati, escludendo gli impianti, deve essere sottoponibile, a fine vita, a demolizione selettiva ed essere riciclabile o riutilizzabile". Inoltre "il contenuto di materia recuperata o riciclata nei materiali utilizzati per l'edificio, anche considerando diverse percentuali per ogni materiale, deve essere pari ad almeno il 15% in peso valutato sul totale di tutti i materiali utilizzati".
Per quanto riguarda il cantiere attualmente in corso "almeno il 70% in peso dei rifiuti non pericolosi generati durante la demolizione e rimozione di edifici, parti di edifici, manufatti di qualsiasi genere presenti in cantiere, ed escludendo gli scavi, deve essere avviato a operazioni di preparazione per il riutilizzo, recupero o riciclaggio".
Sono anche previste particolari disposizioni relativamente all'utilizzo di materiali ecologici e a basso impatto ambientale per quanto riguarda impianti di climatizzazione e termo-idraulici, coibentazioni, vernici, tramezzature, pavimenti e rivestimenti, infine l'illuminazione a basso consumo energetico.
Le demolizioni avviate nell'aprile 2017 hanno prodotto ad oggi 11.700 tonnellate di materiali vari (tra cemento, ferro, acciaio, alluminio, legno, cartongesso e isolanti vari) che per oltre il 90% è stato conferito (circa 700 viaggi) ad aziende specializzate nel loro riutilizzo creando sia valore per l'ambiente in termini di risparmio di materie prime, sia valore economico. 

 

 
All'incontro con i giornalisti erano inoltre presenti per l'occasione Edoardo Zanchini, vice presidente nazionale Legambiente e Marco Mari, vice presidente nazionale Green Building Council Italia che sono intervenuti sottolineando gli aspetti virtuosi messi in campo a Ferrara da soggetti pubblici e privati che vanno nella direzione di un concreto rispetto dell'ambiente e una attenzione alla collettività grazie alla destinazione sociale dell'edificio. Nei diversi interventi è emerso come questa azione vada descritta a livello nazionale come uno dei primi esempi di applicazione di normative CAM concepite per il settore pubblico e virtuosamente trasferiti nel settore edilizio privato.

Link utili:
cronacacomune.it

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/LOGO-FORUM-REGREENERATION.jpg/22fc4680-fc1a-4f62-b440-f96eefd8817b?t=1515753070833
12 gen 2018

1° Forum REGREENERATION - Roma, 17 gennaio

Il 1° Forum ReGREENeration "Rigenerare come valore sostenibile crea valore immobiliare" si terrà a Roma il 17 gennaio 2018 alle ore 9:00-16:30 (Hotel Nazionale - Sala Capranichetta).


Tra la lista dei relatori, molti i personaggi illustri come l'On. Ermete REALACCI - Presidente VIII Commissione Camera dei Deputati, Federico Testa Presidente di ENEA, Giuliano Dall’Ò, presidente di GBC Italia, Paolo CRISAFI - Dir. gen. Assoimmobiliare e molti altri.

L’iniziativa segna l’apertura di "Homo Condòmini Tour 2018" il Roadshow 2018 per l’efficienza energetica degli edifici e collegato ad Habitami, campagna pubblica riqualificazione energetica edifici. 

L'obiettivo? Mettere attorno a un tavolo Istituzioni, Stakeholder, Uffici Studi, Associazioni immobiliari e Associazioni dei consumatori per individuare insieme le forme e gli strumenti più efficaci per far comprendere ai cittadini come la riqualificazione energetica faccia bene all’ambiente, migliori il conto di gestione energetica e accresca sia il valore degli edifici che degli immobili oltre a generare comfort abitativo.

Rigenerare come valore sostenibile è rigenerare come valore immobiliare perché l'efficienza energetica non è un concetto astratto.

 

PARTECIPANO:

Sessione Ambiente e Clima
Stefano CASERINI - Mitigazione dei cambiamenti climatici Politecnico di Milano

Sessione Politica e Ambiente
On Ermete REALACCI - Presidente VIII Commissione Camera dei Deputati
On Serena Pellegrino - VicePresidente VIII Commissione Camera dei Deputati
Sen Gianni GIROTTO - X Commissione Senato
Ivan  STOMEO - delegato ANCI Politica in materia di Energia

Sessione Efficienza Energetica
Federico TESTA - Presidente ENEA
Davide CHIARONI - ViceDirettore Energy & Strategy Group Politecnico Milano
Alessandro NOTARGIOVANNI - Economista dell’Energia
Giuliano DALL’Ò - Presidente Green Building Council Italia
Alessandro BALDUCCI - Presidente Urbanit

Sessione Real Estate
Paolo CRISAFI - Dir. gen. Assoimmobiliare
Maurizio PEZZETTA - VicePresidente Vicario FIMAA
Fabrizio SEGALERBA - Seg. Nazionale FIAIP
Paolo BELLINI - Presidente ANAMA
Rossana ZACCARIA - Presidente Legacoop Abitanti
Francesco BURRELLI - Presidente ANACI
Vittorio FUSCO - Presidente ANAPI

Sessione Cittadini Consumatori
Luisa CRISIGIOVANNI - Seg. gen Altroconsumo
Emilio VIAFORA - Presidente Federconsumatori
Francesco LUONGO - Presidente Movimento Difesa del Cittadino
Carlo DE MASI - Presidente Adiconsum

MODERANO
Marco MARCATILI - Economista e Responsabile Sviluppo di Nomisma
Giovanni PIVETTA - Responsabile Habitami e Homo Condòmini Tour 2018

SALUTI
Mario AGOSTINELLI - Presidente Energia Felice
Cristiana CERUTI - Ceo Tabula Rasa


Scarica qui il programma.

 

È prevista la diretta streaming dalle ore 9:30 su Facebook Canale Energia e sul sito canaleenergia.com (Media Partner)

Il 2° Forum si terrà presso la sala Falck di Assolombarda a Milano il 30 gennaio 2018, ore 9:00 - 16:30.

 

Per maggiori informazioni:
sito - info@homocondominitour.it

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/Assform.jpg/1252da4d-9f53-425d-b682-cb89f77f13da?t=1515590703081
10 gen 2018

Soluzioni per l’edilizia ad alta efficienza - Venezia, 19 gennaio

GBC Italia patrocina il seminario: "Soluzioni per l’edilizia ad alta efficienza. L'integrazione edificio impianto" che si terrà a Venezia venerdì 19 gennaio. Tra i relatori il nostro Vicepresidente Marco Mari.

Il seminario vuole approfondire il sistema costruttivo per edifici residenziali per mezzo di sistemi assemblati in X-Lam: edifici sismo-resistenti, ad elevato risparmio energetico prodotti industrialmente abbinati a soluzioni innovative in pompa di calore standardizzate e ad elevate prestazioni.

Seminario gratuito

Venerdì, 19 gennaio 2018 alle 14.30-18.30
Venezia,
Università IUAV Venezia - Sestriere Santa Croce, 191
Aula Magna - Area Tolentini

Crediti formativi per Architetti e Ingegneri Periti Industriali 4CF e Geometri 2CF


Destinatari
Professionisti del settore edilizio Architetti, Ingegneri, Geometri, Periti, Studenti e Perosone Interessate.

Obiettivi
Obiettivo del seminario dimostrare come sia possibile oggi costruire bene, in modo sostenibile con bassissimo impatto ambientale e a bassissimi costi di gestione. A tal scopo saranno anche presentati, ai professionisti del costruire ed alla comunità, modelli già realizzati di edilizia ad alta efficienza energetica. In particolare verrà approfondito un esempio realizzato all’interno del territorio di Sottomarina.

Contenuti
I sistemi costruttivi standardizzati così concepiti consentono livelli di performance elevatissimi abbattendo i costi sui tempi di cantiere ed sui noli, garantendo i risultati, evitando sovrapposizioni ed errori. Attraverso la “Case History - Sottomarina” sarà possibile capire più concretamente le peculiarità delle scelte di progetto: una sessione pratica dove, a cantiere “aperto”, presenta una opportunità unica poter visionare come sia stato possibile raggiungere tali obiettivi.

Scarica la brochure del seminario.

La partecipazione è gratuita previa registrazione online.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/1_membership1.jpg/13a7bd97-be07-4c8f-a91f-e666f03522d2?t=1508753714287
09 gen 2018

Rinnova il tuo impegno per un futuro più sostenibile. Rinnova la quota associativa a GBC Italia!

Già da ora è possibile rinnovare la quota associativa 2018 che puoi comodamente pagare attraverso carta di credito o bonifico bancario, dopo aver eseguito l’accesso sul portale di GBC Italia tramite login e password assegnate al momento dell’iscrizione.


Brevi istruzioni sul rinnovo della quota associativa:

  1. Accedi all'area riservata cliccando su "Il tuo account".
     
  2. Clicca su "Pagamento Quota associativa anno 2018".
     
  3. Aggiorna i campi "Categoria da statuto" e "Fatturato" se variati rispetto all'anno precedente.
     
  4. Effettua il pagamento:
           UNICREDIT BANCA
           BIC: UNCRITM10FT
           IBAN: IT 23 E 02008 20802 000104723604

 

Per indicazioni più dettagliate, ti invitiamo a consultare il seguente documento.


Approfitta per rinnovare subito la quota. GBC Italia ti aspetta con un intenso programma di eventi su tutto il territorio italiano e un network di professionisti e aziende che rappresentano i migliori player dell'edilizia sostenibile.

Per qualsiasi necessità o ulteriori chiarimenti, non esitare a contattare la segreteria di GBC Italia: segreteria@gbcitalia.org
 

Termine ultimo per il rinnovo della quota è il 31 marzo 2018. 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/79266/pile-of-euro-money.jpg/9f821222-73b9-44c7-b235-15cb2f318864?t=1515490603544
09 gen 2018

L’Europa vuole modificare le norme bancarie per incentivare i green building

Gli sforzi per ridurre le emissioni del parco edilizio europeo stanno ricevendo un notevole impulso: la Commissione Europea sta valutando la possibilità di ridurre i requisiti patrimoniali per le banche per premiare coloro che investono in edifici energeticamente efficienti.


Al vertice One Planet tenutosi a Parigi il mese scorso, Valdis Dombrovskis, vicepresidente e capo dei servizi finanziari della Commissione europea, ha affermato che l'uso del capitale privato è essenziale per aiutare l'UE a ridurre le emissioni di carbonio del 40% entro il 2030.


Ha rimarcato che la Commissione sta attualmente valutando proposte per ridurre i requisiti patrimoniali per gli investimenti “verdi”, che potrebbero essere un forte incentivo per le banche per dirigere il capitale ad investire su edifici ad alta efficienza energetica:


"Questo potrebbe essere fatto in una prima fase riducendo i requisiti patrimoniali per determinati investimenti che rispettino il clima, come i mutui per l’efficienza energetica o le auto elettriche", ha affermato.


La dichiarazione arriva dopo che la rete regionale europea (ERN) del WorldGBC e i suoi partner hanno presentato in ottobre una nuova ricerca per la creazione di mutui per l’efficienza energetica. La pubblicazione aiuterebbe le banche a identificare gli edifici green che rappresentano anche un rischio inferiore del credito, consentendo loro di premiare chi compra o riqualifica gli edifici, con tariffe preferenziali o finanziamenti aggiuntivi.


La ricerca fa parte del "Piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica" finanziato dall'UE con il programma Horizon 2020 (Energy Efficient Mortgages Action Plan - EeMAP).
L'iniziativa mira a sviluppare linee guida per le banche che desiderano svolgere attività pilota su mutui ipotecari per immobili efficienti dal punto di vista energetico e a raccogliere dati sulla loro performance finanziaria. Si spera che la fase di test, che incomincerà nell’estate 2018, possa fornire alla Commissione europea e agli enti di regolamentazione per le banche, le prove necessarie per applicare requisiti inferiori ai capitali sui prestiti per agli edifici più green, e trasmettere questi benefici ai consumatori che scelgono edifici efficienti.


Mentre le agenzie di rating del credito come Moody's hanno espresso preoccupazione riguardo alla riduzione dei requisiti patrimoniali per le operazioni green, il recente rapporto EeMAP Una revisione degli indicatori di prestazione edilizia che influiscono sul rischio di credito ipotecario dimostra che le performance dell'edilizia sostenibile possono migliorare attivamente il profilo di rischio di un bene.


Inoltre, analizza attentamente le future tendenze normative in materia di edilizia sostenibile che potrebbero influire sul valore delle attività o sulla valutazione degli edifici, una zona di interesse chiave per le agenzie di rating.


Stephen Richardson, responsabile tecnico di ERN per EeMAP, ha dichiarato:

"I mutui verdi sono un tema caldo in Europa in questo momento e il sostegno espresso dalla Commissione è un grande incentivo per le banche e gli altri attori a impegnarsi nella fase pilota dell'iniziativa EeMAP. I Green Building Council in tutta Europa sono pronti ad aiutare banche e investitori interessati a navigare nel panorama tecnico e normativo dei green building nei diversi mercati nazionali, e in primavera verranno presentate una serie di linee guida per il mercato ".


Recenti ricerche del Regno Unito che ha introdotto standard energetici minimi per le proprietà private in affitto, forniscono prove evidenti del fatto che l'utilizzo dei Certificati di Prestazione Energetica potrebbe fornire alle banche una visione molto più accurata della spesa delle famiglie a supporto del calcolo di sostenibilità del mutuo. Secondo questa ricerca, le banche potrebbero giustificare circa £ 4.000 di prestiti aggiuntivi per case sottoposte a una riqualificazione energetica standard, sulla base di valutazioni più accurate dei risparmi energetici previsti.


Per approfondimenti: http://www.worldgbc.org/green-mortgages

________________________________________________________________________________________

 

L’articolo apre una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici attraverso condizioni finanziarie favorevoli di un mutuo collegato ad una proprietà altamente efficiente.
 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/74389/Corso+CAM.jpg/82cbab4f-ecc4-457e-96d0-246491a706c0?t=1513940134036
22 dic 2017

Arriva il corso sui Criteri Ambientali Minimi per l'Edilizia!

Arriva la nuova proposta formativa di GBC Italia sui Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l'Edilizia. Approfitta della speciale offerta valida fino al 28 febbraio e tieniti aggiornato sulle ultime novità introdotte dai CAM Edilizia!

Il corso fornisce un approfondimento dei criteri ambientali minimi che le amministrazioni pubbliche devono adottare per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione.

Il corso si struttura in due moduli, base e avanzato, frequentabili separatamente e comodamente online.

Per conoscere il percorso formativo e ricevere maggiori informazioni sul corso è possibile frequentare un seminario di presentazione gratuito della durata di un'ora che si terrà nelle seguenti date:

17 gennaio 2018
21 febbraio 2018
14 marzo  2018

Per informazioni e iscrizioni scrivi a: formazione@gbcitalia.org

________________________________________________________________________________

INFORMAZIONI SUL CORSO:

Obiettivi del corso:
Fornire al professionista e alle pubbliche amministrazioni gli strumenti per gestire i “Criteri Ambientali Minimi”.

Contenuti Tecnici:
Gli acquisti verdi della Pubblica Amministrazione (GPP) sono obbligatori in base all’art. 34 del Dlgs 50/2016 “Codice degli appalti”, che prevedono l’adozione dei “Criteri Ambientali Minimi” o “CAM” contenuti nei documenti approvati, o che verranno approvati in seguito, con i vari Decreti Ministeriali, per ogni categoria di prodotto o servizio. In particolare l’obbligo per le stazioni appaltanti è quello di inserire nei bandi di gara almeno le specifiche tecniche e le clausole contrattuali contenute nei documenti di CAM. Il comma 2 del medesimo articolo sancisce che i CAM siano tenuti in considerazione anche ai fini della stesura dei documenti di gara per l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dando seguito alla raccomandazione, già contenuta nella premessa dei CAM stessi, di inserire nei bandi di gara anche i criteri premianti ivi contenuti. Il corso affronta le problematiche di carattere generale e le specifiche tecniche da inserire nelle varie fasi di gara e di articolazione dell'appalto  si articola in due momenti, base ed avanzato.


Argomenti trattati:
Modulo A: (online, 1 ora)
  • introduzione al percorso formativo relativo ai CAM per istruire i professionisti e la pubblica amministrazione sulla materia. Date disponibili: 17 gennaio / 21 febbraio / 14 marzo  2018

 

Modulo B: (online, 12 ore + 2Q/A con docente)
  • l GPP e introduzione ai CAM
  • Gli Strumenti di gestione ambientale
  • Disposizioni ambientali e contenuti sugli appalti pubblici

Modulo C: (online, 12 ore + 2 Q/A con docente)
  • La relazione tra Codice degli appalti e CAM Edilizia.
  • Applicazione dei CAM alle varie fasi dell'appalto: progettazione/gara/aggiudicazione/contratto/esecuzione
  • CAM Edilizia,approfondimento dei criteri (selezione candidati/gruppi di edifici/specifiche tecniche dell’edificio/componenti in edilizia/cantiere/criteri premianti/clausole contrattuali)


Struttura del corso:
Modulo A
durata 1 ora, spiegazione introduttiva sui CAM.

Modulo B
durata 12 ore, i criteri minimi ambientali negli appalti pubblici (12 ore di corso + 2 ore con il docente una volta terminato il percorso didattico).

Modulo C
12 ore, i criteri minimi ambientali in edilizia (12 ore di corso + 2 ore con il docente una volta terminato il percorso didattico).


Costo del corso:
Modulo A: free
Modulo B: €200,00 + IVA Non Soci, €180,00 + IVA Soci e aderenti chapter
Modulo C: €320,00 + IVA Non Soci, €270,00 + IVA Soci e aderenti chapter

Prezzo promozionale modulo A+B+C acquistati simultaneamente, disponibile fino al 28 febbraio:
Soci e aderenti chapter: €400,00 + IVA
Non Soci: €450,00 + IVA


Docenti:
  • Toni Cellura: Architetto, svolge attività professionale nel settore dei sistemi di gestione energetico-ambientale a favore di PMI, cluster di imprese e Pubbliche Amministrazioni. Esperto dell’Agenzia Nazionale per la Protezione Ambientale (1999-2001) ,dal 2008 è rappresentante del distretto produttivo sull’edilizia sostenibile e risparmio energetico (Ecodomus) riconosciuto dalla Regione Sicilia. Dal 2013 è segretario del Chapter Sicilia di GBC Italia.
  • Maurizio Cellura: Professore ordinario di Fisica tecnica ambientale presso l’Università di Palermo. È socio fondatore e Presidente dell’Associazione italiana LCA e coordinatore del gruppo di lavoro Energie e tecnologie sostenibili”. È membro della Subtask B IEA SHC Task 40 – ECBCS Annex 52.
Continua a Leggere »