Salta al contenuto


 /documents/20182/57397/levels_ita.jpg/015070b2-14a7-4368-972b-7c3a116862c6?t=1509459705546
31 ott 2017

LEVEL(S) - Un linguaggio europeo comune per la sostenibilità in edilizia

La scorsa estate la Commissione europea ha lanciato uno strumento fondamentale per il mercato dell'edilizia sostenibile dell'UE: un sistema di indicatori chiave di performance - LEVEL(S) - per misurare e valutare gli edifici sostenibili in tutta Europa.


L'obiettivo di questo strumento è quello di arricchire il sistema di metriche di valutazione dell'edilizia sostenibile creando un approccio comune basato sull’integrazione degli attuali strumenti di certificazione e trasformando il settore dell’edilizia verso un approccio che consideri il "ciclo di vita" con riferimento all'agenda dell’UE sull'economia circolare.

Level(s) utilizza indicatori affidabili basati su norme e strumenti relativi ai seguenti aspetti: energia, materiali, acqua, salute e benessere, cambiamento climatico e valore del ciclo di vita. Level(s) si applica a diverse tipologie di edificio. È open source e liberamente accessibile.

A questo link si possono trovare ulteriori informazioni sullo strumento LEVEL(S).

La Commissione Europea in collaborazione con l'Europe Regional Network del World GBC sta organizzando diversi appuntamenti informativi in tutta Europa. Il 27 novembre 2017 con la collaborazione di GBC Italia organizza un workshop a Roma per introdurre ufficialmente lo strumento Level(s) in Italia.

Oltre a questo evento italiano, vi segnaliamo i seguenti appuntamenti:

 

Per maggiori informazioni: internazionale@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/levels_ita2.jpg/85eb6514-a811-4b68-bcb1-e3e0a9675178?t=1509459828539
31 ott 2017

Webinar LEVEL(S) - 15 novembre

Il 15 Novembre dalle 11.00 alle 12.00 CET si terrà un webinar organizzato dalla Commissione Europea e dalla European Regional Network di World GBC sul nuovo strumento Levels per gli edifici sostenibili.
 

L'evento, in lingua inglese, avrà il seguente ordine del giorno:

11.00 - 11.15
Introduction to Level(s) - Josefina Lindblom, Eureopan Commission 

11.15 -11.30
Q&A with Josefina Lindblom 

11.30 - 11.45
Level(s) role in transforming the European Building Market, Audrey Nugent, World Green Building Council 

11.45-12.00
Q&A with Audrey Nugent and Josefina Lindblom 
 

Per partecipare è necessario registrarsi online.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/savethedate_levels_bruxelles.jpg/e97b3a47-4cef-42a3-a86d-06ca8fa37752?t=1509456095857
31 ott 2017

Workshop LEVEL(S) - Bruxelles, 4 dicembre

I soci di GBC Italia interessati a testare lo strumento LEVELS su un edificio o un progetto reale possono iscriversi all'evento organizzato dalla Commissione Europea il 4 dicembre a Bruxelles che rappresenta il lancio della fase di test.
 

4 dicembre 2017 | 10.30-17.30
BBRI offices (WTCB-CSTC)
Bruxelles


L'agenda dell'evento è disponibile a questo link.

Per registrarsi all'evento è necessario iscriversi online qui.
Vi raccomandiamo di affrettarvi se siete interessati a partecipare perché la partecipazione è limitata ai primi 50 iscritti.

 

Per ulteriori informazioni: internazionale@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/restructura_locandina.jpg/7112957a-c565-4641-be64-3803044d6c2d?t=1509445208100
31 ott 2017

Misurare la sostenibilità: dalla Smart City allo Smart Building | Torino, 17 novembre 2017

Il Chapter Piemonte di GBC Italia e CNA Costruzioni organizzano in collaborazione con l'Ordine Architetti di Torino e la Fondazione per l’architettura/Torino il convegno "Misurare la sostenibilità della Smart City allo Smart Building - Protocolli LEED a confronto".

17 novembre 2017 | 14.00-18.00
Sala Rossi presso Restructura
Torino | Oval Lingotto


4 CFP per architetti (iscrizione online)


Programma:

13.30  Registrazione per accreditamento
 
14.00  Inizio convegno
 
Modera l’incontro Massimiliano Fadin, Segretario del Chapter Piemonte, GBC Italia
 
Quale futuro per il mercato delle costruzioni?
Andrea Talaia, CNA Costruzioni 
Marco Rosso, ANCE
Marco Caffi, GBC Italia 
 
La sostenibilità a scala urbana:
Ilaria Caprioglio, Sindaco di Savona
Savona: il primo caso europeo di LEED for Cities
Daniele Guglielmino, Manens-Tifs
Programmare la sostenibilità urbana
Alberto Avetta, Presidente ANCI
Scenari futuri delle Smart Cities
Fabrizio Vallero, PTFV Architetti
Smart Mobility: Cities and Buildings 
 
Coffee Break
 
Case History

Case history - Head Quarter Lavazza Torino
Lorenza Crotti, Studio CZA 
Giorgio Butturini, Manens-Tifs
Mario Pinoli, Greenwich
Marco Filippi, Politecnico di Torino
Elena Neirotti, Studio Neirotti
Carlo Micono, Ai Engineering
 
Case history - Palazzo Novecento Torino
Vittorio Moscatelli, IPI
Federico Donda, Gruppo IPI
Armando Baietto, Studio Baietto Battiato Bianco 
Paola Moschini ed Elisa Sirombo, Macro Design Studio 
Guido Zanzottera, Ai Engineering 
 
18.00  Light Buffet 

 
Scarica qui il programma.
 
 
Per maggiori informazioni: chapter.piemonte@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/screenshot_2017-06-26_12.17.21.png/d9e42e95-8f0a-4325-9f00-b73629322be7?t=1509364442400
30 ott 2017

Verso un mutuo per l’efficienza energetica in Europa

I mutui per l’efficienza energetica potrebbero giocare un ruolo centrale nella nuova strategia finanziaria europea.

Lo sostiene il White Paper pubblicato il 26 ottobre di EeMAP (Energy efficient Mortgages Action Plan) – il Piano d’azione per i mutui sull’efficienza energetica, un consorzio finanziato dall’Unione Europea e supportato da GBC Italia insieme ad altri importanti stakeholders, che definisce le raccomandazioni chiave per la creazione di un mutuo per l’efficienza energetica come prodotto standardizzato nel mercato europeo.
 

Nel White Paper si spiegano le azioni tecniche necessarie per assicurare che il sistema dei mutui possa supportare gli obiettivi europei sul clima e sulla riqualificazione degli edifici. Si propongono inoltre raccomandazioni tecniche per cominciare a raccogliere dati sui prestiti per l’efficienza energetica per far sì che la regolamentazione finanziaria possa riconoscere gli effetti sulla mitigazione del rischio dovuti al miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni. L’idea alla base del piano è che l’investimento si qualifichi con un minore rischio, rappresentando così un forte incentivo per attrarre le banche in questo mercato. 
 

Le raccomandazioni espresse si basano su quattro rapporti di ricerca: uno su come i mutui per l’efficienza energetica possono funzionare sulla base di un’analisi della finanza green, uno sugli indicatori di performance degli edifici, uno sulla valutazione dell’immobile e l'ultimo sull’impatto dell’efficienza energetica sul rischio.

“Le pubblicazioni rappresentano un importante e concreto passo in avanti e prepareranno la strada nei mesi a venire per la fase pilota cruciale nel progetto EEMAP – ha dichiarato Luca Bertalot, Coordinatore del progetto EeMAP & Segretario Generale di EMF-ECBC  - Le raccomandazioni ci aiuteranno a ‘testare su strada’ il mutuo per l’efficienza energetica, correggerlo e migliorarlo nel tempo e assicurare che il prodotto contribuisca a supportare la transizione verso un patrimonio edilizio europeo più efficiente”.

Nel report curato dalla European Regional Network, di cui GBC Italia è membro Established, dedicato agli indicatori di prestazione degli edifici, si dimostra come questi rappresentino uno strumento utile per la valutazione del rischio per i mutui per l’efficienza energetica. All'interno del report vengono esposti aspetti tecnici rilevanti per la valutazione della prestazione degli edifici. Questa analisi insieme alle best practice di efficienza energetica in Europa possono essere di supporto per gli obiettivi dell’iniziativa. Il report ha visto il contributo scientifico di alcuni GBC europei tra cui anche GBC Italia.

I consumi energetici del patrimonio costruito ammontano al 40% dell’energia utilizzata nell’Unione Europea ed è stato stimato che l’Europa dovrebbe investire annualmente 100 miliardi di Euro in interventi di riqualificazione energetica per raggiungere gli obiettivi sul clima e l’energia. L’Unione Europea ha dedicato una maggiore disponibilità di fondi per l’efficienza energetica, ma la Commissione Europea ha indicato che è necessario sollecitare anche gli investimenti privati nel settore dell’energia.  L’Iniziativa EeMAP intende consegnare una soluzione finanziaria orientata al mercato per colmare questa lacuna.

“Le tecniche di ingegneria per la riqualificazione degli edifici esistenti si sono evolute in questi anni in modo rapido. È ora importante che si sviluppino altrettante proposte di finanza innovativa. GBC Italia ne è fortemente convinta. – afferma Gianni Silvestrini, Presidente di GBC Italia - Per questo, unitamente allo sviluppo di strumenti per la riqualificazione sostenibile degli edifici esistenti, GBC Italia ha lavorato insieme ad enti istituzionali per formulare soluzioni innovative e strumenti di incentivazione efficaci per interventi su interi edifici.”

I finanziatori di mutui hanno interessi chiari sullo stato degli edifici in Europa. Si stima che i prestiti per mutui ipotecari ammontino a circa un terzo del patrimonio del settore bancario europeo. Investire sul miglioramento delle prestazioni degli edifici può aiutare coloro che richiedono il mutuo a liberare capitale disponibile grazie a bollette inferiori e può aumentare il valore della proprietà. Come risultato, questi investimenti riducono il rischio del prestito, quindi rappresentano una soluzione di successo per tutti gli stakeholder in gioco: coloro che prestano il denaro, coloro che investono, i consumatori e il clima.

Continua a Leggere »