Salta al contenuto


 /documents/20182/57397/26_palazzo+gulinelli.jpg/b25e1722-24e4-4c03-9b17-8aeae2a02dc9?t=1508929141886
25 ott 2017

Il restauro di Palazzo Gulinelli a Ferrara persegue la certificazione GBC Historic Building

Palazzo Gulinelli si trova a Ferrara in Corso Ercole I d’Este. Questo storico edificio, le cui fondazioni più antiche risalgono alla fine del 15° secolo, fu acquistato nel 1844 dall’avvocato conte Giacomo Gulinelli. Venduto nel dopoguerra dalla famiglia Gulinelli all’opera pia Don Cipriano Canonici Mattei, il Palazzo è stato utilizzato come sede scolastica fino agli eventi sismici del maggio 2012 che lo hanno danneggiato seriamente.

Il restauro dell’intero complesso, iniziato nell’ottobre del 2015, è quasi terminato, e Palazzo Gulinelli riaprirà come sede scolastica di avanguardia alla fine di giugno 2018. Il progetto di restauro sta seguendo i criteri di sostenibilità per perseguire la certificazione GBC Historic Building.

Il protocollo, unico al mondo, è stato sviluppato da GBC Italia grazie alla grande competenza del settore del restauro dell’associazione e dei suoi comitati. Dopo quasi due anni dall’entrata in vigore, sta riscuotendo un interesse sempre maggiore sia a livello nazionale che a livello internazionale. Si tratta di uno standard innovativo che promuove un nuovo concetto di conservazione sostenibile, in cui convivono le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale con le indicazioni degli obiettivi di efficienza energetica e riduzione dell’impatto ambientale degli edifici esistenti. “Si tratta del primo protocollo a livello mondiale che certifica quello che l’Italia sa fare meglio: restauro e riqualificazione del nostro patrimonio architettonico – annuncia Marco Mari, consigliere di GBC Italia – valorizzando l’eredità storica culturale insieme alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

“Riporteremo questo magnifico palazzo allo splendore iniziale e lo riconsegneremo alla città perché ha un valore immenso dal punto di vista culturale. – afferma Antonio Grandini, presidente dell’Opera Canonici Mattei, proprietaria dell’immobile – Non lo monetizziamo, è un omaggio che la nostra Fondazione col cuore grande fa alla città affinché possa esserne orgogliosa e bearsi della sua bellezza”.

“Era una scuola all’avanguardia dagli anni ’50 e oggi lo sarà ancora di più – assicura l’architetto Cristiano Ferrari – con tecnologie all’avanguardia come il sistema radiante a secco con legno di riciclo su cui abbiamo inchiodato il pavimento.”

L’applicazione del protocollo GBC Historic Building è soggetto a verifica di GBC Italia quale ente terzo che garantisce la congruità del livello di certificazione.  

“Come ente terzo dobbiamo fare da garanti - dichiara Maria Elena Ghelardi, referente dell’ufficio tecnico di GBC Italia - e dobbiamo nominare ispettori qualificati che, dopo un periodo di formazione e il superamento degli esami, sono in grado di accertare i canoni e le prestazioni richieste dal protocollo che prevede verifiche indipendenti prima, durante e dopo la realizzazione dell’opera”.

Sempre più una larga fetta del mercato dell’edilizia sta utilizzando i rating system come strumenti guida che accompagnano i progetti nelle fasi di progettazione, costruzione e fino al mantenimento. I sistemi di certificazione, infatti, rappresentano delle metriche di riferimento chiare e consentono di valutare e misurare gli obiettivi di progetto rispetto a specifici standard. Nei progetti di edilizia pubblica, infatti, facilitano il percorso concreto per il raggiungimento dei criteri ambientali minimi.
Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/1_membership1.jpg/13a7bd97-be07-4c8f-a91f-e666f03522d2?t=1508753714287
23 ott 2017

Diventa socio ora! La tua quota vale anche per il 2018

I nuovi soci che si iscrivono a GBC Italia a partire da oggi fino al 31 dicembre, pagheranno la quota associativa 2017 che rimarrà valida anche per tutto il 2018!

Entra a far parte di GBC Italia da subito, potrai condividere l’autorevolezza rappresentata dal marchio GBC Italia come garanzia di indipendenza nel segno di un movimento sovranazionale e arricchire le tue conoscenze professionali, creando nuove possibilità di relazioni commerciali.

Cosa aspetti? Associati ora!

Per maggiori informazioni consulta il sito o contattaci:
0464 443452
segreteria@gbcitalia.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/R2M.JPG/9784ef2f-2165-44ae-b917-f9e8c1a20730?t=1508513892763
20 ott 2017

Simulazione energetica in regime dinamico e supporto alla certificazione LEED | Corso di formazione

R2M Solution Srl propone il seguente corso con Marchio di Qualità:

Simulazione energetica in regime dinamico e supporto alla certificazione LEED con l’ausilio del software IES VE.

Sono riconosciuti 16 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Ingegneri.

Sia che si lavori su un nuovo progetto di costruzione o ristrutturazione, IES VE for Engineers consente di scegliere tra una varietà di moduli e applicazioni che soddisfano le vostre esigenze. È possibile utilizzare la suite per testare diverse opzioni di progettazione, per individuare le migliori soluzioni passive, confrontare tecnologie a basso tenore di carbonio, e trarre conclusioni sul consumo di energia, le emissioni di CO2, il comfort degli occupanti, i livelli di luce, flusso d'aria, effettuare valutazioni per le certificazioni BREEAM, LEED e altro ancora.

Obiettivi del corso di formazione

Il corso è pensato per chi non ha esperienza con il software IES VE e fornirà una panoramica dei suoi moduli principali con lezioni frontali ed esercitazioni pratiche. L’obiettivo è quello di far comprendere al partecipante l’utilità della modellazione del comportamento termo-energetico dell’edificio, di far conoscere i principali moduli del software IES VE, fornendo le basi pratiche per utilizzare i moduli stessi.

Date e orari:

Martedì 28 nov 2017, 9:00 - 18:00
Mercoledì 29 nov 2017, 9:00 - 18:00

Costi:

OPZIONE 1: € 200 + IVA solo il primo giorno (senza l'ottenimento dei crediti formativi degli Ordini)
OPZIONE 2: € 350 + IVA per i due giorni (con l'ottenimento dei crediti formativi degli Ordini).

Per iscrizioni e maggiori informazioni consulta il sito web di R2M Solution.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/EeMAP-logo.jpg/e6c4cd23-ffa5-4715-be8f-a0af5f66535e?t=1508340706245
18 ott 2017

Finanziare la riqualificazione energetica degli edifici in Italia, Croazia e Slovenia | Milano, 16 novembre

La Commissione Europea in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, ENEA, l’Associazione Bancaria Italiana e UNEP Finance Initiative organizzano una conferenza regionale sul finanziamento della riqualificazione energetica degli edifici in Italia, Croazia e Slovenia. La conferenza si terrà a Milano, al Centro Congressi ABI, il 16 Novembre dalle 9.00 alle 17.00.

Alla conferenza interverranno, tra gli altri, Giovanni Sabatini (ABI), Mauro Mallone (MISE), Ilaria Bertini (ENEA). Nella mattinata sarà presentata la Energy Efficient Mortgages Initiative di cui fa parte l’ Energy Efficient Mortgage Action Plan (EEMAP) a cui GBC Italia partecipa insieme ad un gruppo di lavoro di Soci attivi sulle tematiche.

L’agenda della giornata di lavoro è disponibile a questo link.

La registrazione avviene attraverso questa pagina web.

I Soci che volessero avere maggiori informazioni e prendere parte alle attività del gruppo di lavoro di GBC Italia sugli aspetti finanziari dei Green Building, attivo nel progetto EeMAP, possono scrivere a:

Valentina Marino
internazionale@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/57397/sgge-2017.jpg/bc66c3f3-a7cf-4a16-98c0-ebaf0aeeb7b9?t=1508159267921
16 ott 2017

Partecipa agli Stati Generali della Green Economy 2017

GBC Italia sarà presente anche quest'anno a Ecomondo e agli Stati Generali della Green Economy, dedicati quest’anno a “Green Economy: una sfida per la nuova legislatura” e si terranno i prossimi 7 e 8 novembre. 

Il 7 novembre mattina verranno presentate, nella sessione plenaria di apertura, la 3^ Relazione sullo stato della Green Economy 2017 e il Programma per la transizione alla green economy. Saranno, dunque, gli Stati Generali 2017 a fare da palcoscenico al confronto diretto tra il Consiglio Nazionale della Green Economy, che ha elaborato la piattaforma, e le diverse forze politiche, in vista delle prossime elezioni. 

Il 7 novembre pomeriggio, invece, si darà spazio all’approfondimento tematico, con le 5 sessioni parallele dedicate quest’anno a: 

  • Per la rete delle Green Cities in Italia
  • Il futuro dell’Accordo di Parigi e le politiche energetiche nazionale
  • Economia circolare: recepimento e attuazione delle Direttive Europee sui rifiuti 
  • La mobilità futura: less, electric, green and shared
  • La Green economy e le politiche industriali


L’8 novembre mattina è in programma la sessione plenaria conclusiva di taglio decisamente internazionale. “Europa, Cina e Usa: il futuro della Green Economy nei nuovi equilibri mondiali” è il titolo dell’approfondimento sulle politiche “green” messe in campo dai governi di Cina, Europa e USA.  Scenari attuali e scenari futuri della crescita green nel contesto internazionale a confronto.
Si partirà da come gli scenari globali politici ed economici siano decisamente cambiati rispetto all’Accordo di Parigi, che aveva definito obiettivi e impegni condivisi al livello mondiale per la lotta ai cambiamenti climatici, per arrivare a discutere degli scenari del prossimo futuro. Cosa stanno facendo i governi e quale è il ruolo e il peso delle grandi aziende? Ne parleranno imprese internazionali, rappresentanti istituzionali di Europa, Cina e USA ed esperti mondiali di green economy.

Scarica il programma dell'evento.

Per partecipare procedi con l'iscrizione online entro il 30 ottobre.  L’iscrizione è gratuita.

 

Continua a Leggere »