Salta al contenuto


 /documents/20182/589566/World+GBC_ANZ.jpg/ef6f5e03-7943-4a9f-89b6-4d59d815ff49?t=1542125509434
13 nov 2018

Sei esperto di Embodied Carbon? Raccontalo al World GBC!

World GBC, nell'ambito del progetto globale Advancing Net Zero (ANZ), ha lanciato uno studio focalizzato sull'Embodied Carbon (il contenuto di CO2 dei materiali da costruzione). A supporto dello studio, World GBC sta raccogliendo testimonianze di esperti sul tema Embodied Carbon, Operational Carbon and Life Cicle emissions.

GBC Italia sollecita i Soci che si occupano di produzione di materiali da costruzione a candidarsi per raccontare la propria esperienza.
 
Il progetto Advancing Net Zero di WorldGBC
Il principio alla base del progetto ANZ è quello per cui solo raggiungendo l'obiettivo di un ambiente costruito con zero emissioni di carbonio sia nell’utilizzo degli edifici che nei materiali da costruzione sarà possibile decarbonizzare tutta la filiera delle costruzioni entro il 2050. Per maggiori informazioni è possibile visitare la pagina web di ANZ.
 
I soci interessati a rilasciare una testimonianza in inglese sul tema Embodied Carbon possono scrivere una mail a internazionale@gbcitalia.org  per dare la propria disponibilità entro il 19 novembre 2018.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/img_sito-news_2csdklnckldncvde.png/4bd0905b-bb57-4bf2-a27c-366849eb46ac?t=1542284995187
12 nov 2018

Nuova green session del Chapter Lombardia | 28 novembre - Milano

La Sfida della Qualità dell’Ambiente Interno negli Spazi da Vivere – 28 novembre 2018.
Tecnologie e soluzioni green building per migliorare il benessere delle persone

Il Chapter Lombardia di GBC Italia, in collaborazione con UL, organizzazione globale indipendente che si occupa di scienza della sicurezza dal 1894, propone una nuova green session sul tema della qualità dell’ambiente interno negli spazi abitati.

L’evento  si pone come obiettivo quello di offrire un momento di aggiornamento e riflessione su come inquinamento, cambiamenti climatici, nuovi stili di vita abbiano contribuito a fare crescere l’attenzione sulla qualità ambientale interna. Rimettere al centro la persona negli spazi da vivere per migliorare il benessere degli occupanti ha riflessi significativi sulla produttività e sulla qualità della vita di aziende e famiglie. Questi aspetti sono da tenere in considerazione non solo nella progettazione dell’edificio, ma anche nelle fasi di sviluppo del prodotto che andrà ad essere impiegato nell’edificio.

La nuova green session, a partire dai rischi dovuti a scelte di materiali e impianti non adeguati, metterà a fuoco l’evoluzione delle soluzioni tecniche per riuscire a massimizzare il benessere ed il confort degli occupanti sia in edifici terziari che residenziali.

Media Partner: WOW! Ways of Working – Montly Interactive Web Magazine

Data – Mercoledì 28 novembre, 2018

Orario – 14:45 – 18:45, incluso aperitivo di networking finale

Location:- Copernico Milano Centrale- Via Copernico 38- Sala Teatro – Piano Terra

Partecipazione Gratuita.

Clicca qui per la registrazione

Scarica il programma completo

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/Passivhaus.png/c3717a1e-97c0-460c-ac5b-acc90a402158?t=1541675845015
08 nov 2018

Città resilienti: una responsabilità sociale | 6^ Conferenza Passivhaus

A Riva del Garda (TN) il 24 novembre si accendono i riflettori della 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus, che gode del patrocinio di GBC Italia.

Tra i relatori della conferenza ci sarà anche il nostro direttore Marco Caffi e la prima volta quest'anno, un testimonial d’eccezione: Neri Marcorè, ambasciatore della rigenerazione urbana e sociale nel mondo.

Le politiche europee al 2030 prevedono la necessità di ridurre le emissioni agendo proprio sugli edifici, complici insieme ai trasporti, dell’inquinamento del nostro Pianeta.  La riqualificazione energetica e la costruzione di edifici a basso consumo e impatto ambientale è diventata una priorità per le amministrazioni, le imprese, i committenti in Italia. PASSIVHAUS risulta la via più semplice ed economicamente più vantaggiosa per arrivare a edifici ad energia quasi zero.


La 6^ Conferenza Nazionale PASSIVHAUS riaccende il dibattito sull’impegno verso una sostenibilità e responsabilità sociale in materia di edifici ma anche su scala urbana. L’evento di networking è in programma sabato 24 novembre a partire dalle ore 9:30 presso il Centro Fiere Congressi Riva del Garda, in provincia di Trento.

Passivhaus con 25 anni di storia alle spalle si proietta verso un utilizzo ancora più importante in Italia rafforzato dalla pubblicazione del Masterpiece “Passivhaus” di Francesco Nesi, da acquistare per chi vorrà direttamente alla Conferenza.
Quattro i talk principali della giornata: le azioni virtuose su scala urbana, la sfida della progettazione multidisciplinare, i modelli internazionali di sviluppo sostenibile a confronto, Passivhaus..in pratica. Discutono e intervengono top player dall’Italia e del mercato europeo.

Scarica il programma completo.

NERI MARCORÈ: UN TESTIMONIAL SIMBOLO DELLA “RIGENERAZIONE”
La 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus si arricchisce quest’anno di un ospite speciale: l’attore e conduttore televisivo marchigiano Neri Marcorè. “La sostenibilità non è un problema da risolvere” - ha dichiarato Marcorè al recente Festival dello Sviluppo sostenibile di Parma “ma un’opportunità per tutti”. Sul palco l’artista aprirà una riflessione sui cambiamenti climatici, sul rapporto tra uomo e natura. Un attore con la sostenibilità nel cuore, noto per aver ideato RisorgiMarche, il festival musicale per la rinascita delle comunità e dei territori marchigiani colpite dal sisma.

PASSIVHAUS: CRESCONO LE “BEST PRACTICE” IN ITALIA
La 6^ Conferenza Nazionale PASSIVHAUS diffonderà i progetti più significativi, dal nord al sud Italia, capaci in questi ultimi anni di dare slancio e sviluppo al territorio e di creare una coscienza più consapevole. Protagonisti saranno gli attori dell’edilizia sostenibile che racconteranno e motiveranno la scelta e i risultati performanti ottenuti grazie a PASSIVHAUS.
La buona notizia è che in Italia aumentano gli edifici a basso consumo, tra innovazione, comfort abitativo e risparmio energetico, tornando a due concetti chiave: la green economy e la transizione energetica delle città, con uno sguardo al recepimento della direttiva europea 2018/844/UE.  

PASSIVHAUS TOUR: LA NOVITÁ DELL’EDIZIONE 2018
Trento non è solo la cornice della 6^ Conferenza Nazionale Passivhaus ma è il quartier generale dell’Istituto ZEPHIR PASSIVHAUS Italia, fondato nel 2011 a Pergine Valsugana (TN). La provincia di Trento è inoltre quella con il più alto numero di edifici, residenziali e non residenziali, certificati PASSIVHAUS.
Per vivere a 360 gradi l’esperienza di comfort abitativo, sarà possibile prendere parte al tour in pullman, dedicato agli smart building nei dintorni di Trento. Una novità esclusiva quella del “Passivhaus Tour” con visite guidate da esperti che riguarderanno: l’Eco Hotel Bonapace di Nago Torbole, primo hotel Passivhaus di Italia, l’asilo nido sovracomunale di Civezzano e Fornace, il Centro di Aggregazione Giovanile “La Provvidenza” di Pergine Valsugana, lo Studio Gadler edificio per uffici.
L’obiettivo della Conferenza Nazionale Passivhaus è ampliare e condividere conoscenze, costruire una rete di professionisti della filiera a tutela del patrimonio abitativo, tracciando con l’aiuto di top player e divulgatori lo scenario culturale, ambientale ed economico in cui saremo chiamati ad agire.

Acquista il biglietto della 6^ Conferenza Nazionale PASSIVHAUS.

INFO UTILI
Anche quest’anno l’organizzazione riconferma alcune scelte green: dal gadget ecologico all’utilizzo di materiali riciclati e riciclabili, all’accordo di sostenibilità solidale siglato con il Banco Alimentare, per contribuire alla lotta contro gli sprechi di cibo.
La Conferenza Nazionale Passivhaus, per la sua valenza formativa, è valida per l’attribuzione dei crediti ai professionisti: Architetti (7CFP), Geometri (3CFP), Periti Industriali (7CFP), Passivhaus (8CFP).
 

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/589566/lavoro+Greenwich.jpg/4f0619a7-3076-4f0a-884f-75990c91bbb8?t=1541434598225
05 nov 2018

Offerta di lavoro: Consulente LEED, BREEAM, WELL

Greenwich Srl, azienda socia di GBC Italia e attiva da oltre 10 anni nel settore della consulenza LEED, BREEAM e WELL, è alla ricerca di uno Specialista nel settore del Green Building da inserire nel proprio organico.

Il candidato deve rispondere ai seguenti requisiti:

  • Qualifica LEED AP e/o BREEAM AP (o Assessor) e/o WELL AP;
  • Esperienza nel settore della Consulenza LEED e/o BREEAM e/o WELL;
  • Laurea in ingegneria;
  • Padronanza della lingua inglese.

 

La sede di lavoro principale è Medolago (BG).


Le candidature con l'invio del proprio CV devono essere trasmesse a g.zaffino@greenwichsrl.it, specificando nell’oggetto CANDIDATURA CONSULENTE LEED AP/BREEAM AP/WELL AP.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/547681/gbc_news_bim4ren.jpg/1e133aaa-7039-4744-973e-e3c2bf8fdc58?t=1541001305109
31 ott 2018

Strumenti BIM per interventi di riqualificazione energetica: il nuovo progetto Horizon 2020 BIM4REN

Con 3 milioni di imprese e 18 milioni di lavoratori, l'industria delle costruzioni rappresenta circa il 9% del PIL dell'Unione europea. Tuttavia, il settore è tra le industrie meno digitalizzate dell'economia europea. Il settore delle costruzioni è anche responsabile di circa il 40% del consumo di energia nell'UE e genera il 36% dei gas serra in Europa. In questo contesto, il progetto BIM4REN, finanziato dall'UE, che riunisce 23 partner interessati all’ambito edile sotto la guida del Centro francese di ricerca e tecnologia (RTO) Nobatek / INEF4, mira a sviluppare strumenti e servizi di Building Information Modeling (BIM) di facile utilizzo per la riqualificazione energetica di edifici esistenti. L'incontro iniziale di questo progetto quadriennale, finanziato fino a 7 milioni di euro dal programma europeo Horizon 2020, si è svolto a Bordeaux lo scorso 24-25 ottobre.
La visione del progetto è stata già presentata ad alcuni esperti BIM, professionisti della ristrutturazione ed enti pubblici in una conferenza pubblica intitolata "Digital Conference 2018 - Digitalise or die: Nuovi strumenti per il settore delle costruzioni" a cui hanno preso parte 80 persone per discutere sulla necessità di una rivoluzione digitale del settore delle costruzioni al fine di migliorare la collaborazione, la produttività e la qualità.

La trasformazione digitale sta avvenendo a un ritmo lento nel settore delle costruzioni europeo. Ciò significa un enorme divario tra le opportunità digitali teoriche e le realtà costruttiva locale. Edifici più efficienti dal punto di vista energetico richiedono metodi e strumenti innovativi e adatti ai professionisti del settore delle costruzioni, in particolare le PMI, e processi efficienti e collaborativi lungo l'intera catena di valore dell’edilizia. Per affrontare questi problemi, Il progetto "Strumenti e tecnologie basati sul BIM verso una riqualificazione veloce ed efficiente per gli edifici residenziali - BIM4REN" mira a introdurre strumenti BIM all'avanguardia e di facile utilizzo a supporto di processi di riqualificazione energetica, investendo in particolare sui risultati di tre siti pilota (Parigi, San Sebastian e Venezia) che forniranno dati reali per valutare le prestazioni delle innovazioni BIM4REN.

Il BIM è troppo spesso percepito come una raccolta di strumenti e metodi di lavoro complessi che richiedono diverse settimane di lungo addestramento, spesso inaccessibile alle piccole imprese dal punto di vista finanziario e pratico. La partnership BIM4REN mira a sfruttare appieno la tecnologia BIM per migliorare l'efficienza energetica in situazioni di ristrutturazione e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, con particolare attenzione alla microedilizia e alle piccole e medie imprese. RTO di prim'ordine attivi nel settore delle costruzioni (Nobatek, CSTB, Tecnalia, TNO e Fraunhofer ISE)  lavoreranno a fianco di importanti attori industriali (EDF, CMB CarpiATI Project), Università (Aachen University e Vilnius University), aziende di R&S (R2M Solution, COMET e Ekodenge), fornitori di tecnologie (IES, EnerBIM, WiseBIM, VRM e AEC3), PMI (Kursaal e Termoline), un'organizzazione Social Housing (Logirep), l’associazione Green Building Council Italia e la Confederazione europea dei costruttori EBC, l'organizzazione europea che rappresenta micro, piccole e medie imprese dell’edilizia.

"Il nostro settore è per il 94,1% rappresentato da aziende con meno di 10 dipendenti e il 99,4% con meno di 49 dipendenti, tuttavia, mentre la trasformazione digitale del settore delle costruzioni non può essere realizzata senza le PMI, queste aziende non hanno accesso o non usano il BIM", afferma Eugenio Quintieri, segretario generale di EBC, che aggiunge:" Strumenti e metodi digitali consentono di alleggerire compiti pesanti ed evitare azioni sovrapposte, migliorare l'immagine delle nostre professioni, andare verso maggiore efficienza, più risparmio energetico e migliore comunicazione all'interno della catena del valore, purché siano finanziariamente e tecnicamente accessibili alle PMI e costituiscano un reale valore aggiunto! "

Responsabile del 40% del consumo finale di energia nell'UE, l'industria delle costruzioni deve contribuire alla decarbonizzazione dell'economia europea entro il 2050, per raggiungere gli obiettivi dell'UE di ridurre le proprie emissioni di CO2 di almeno l'80% e il suo consumo energetico del 50%. "La trasformazione digitale porta risultati in termini di produttività e consumo energetico, soprattutto avvicinando il consumo reale dell'edificio a quello previsto in fase di calcolo", aggiunge Thomas Messervey, CEO di R2M Solutions e consigliere di GBC Italia, che avverte che entro 5 o 10 anni, la trasformazione guidata dalla tecnologia digitale sarà ancora più radicale: "Oltre alle piattaforme collaborative e ai modelli digitali, dovremo imparare a lavorare con l'intelligenza artificiale, l'Internet delle cose, gli stand alone bulldozer, i gemelli digitali, i cloud, edge computing e molti altri strumenti digitali e intelligenti. "

Il BIM non dovrebbe essere considerato solo come uno strumento per creare e gestire progetti edili di alta qualità in modo più rapido ed economico, ma anche come un'opportunità significativa per ridurre il consumo di energia e le emissioni di gas serra e come il principale stimolo per una migliore collaborazione lungo l'intera catena di valore dell’edilizia. "Considerato il divario tra il modo in cui viene concepito l'uso del BIM e la realtà del suo utilizzo da parte di micro, piccole e medie imprese, dobbiamo sviluppare potenti strumenti per attrarre e coinvolgere i professionisti della costruzione nello sviluppo del BIM", conclude Antoine Dugué, il coordinatore di BIM4REN.

Infatti, BIM4REN mira a sviluppare una piattaforma di servizi collaborativi che coinvolga tutte le parti interessate lungo tutta la catena di valore, al fine di orientare i flussi di lavoro alla tecnologia digitale. In questo senso, il consorzio BIM4REN riunirà una vasta comunità di soggetti interessati all’edilizia, per attività di collegamento con enti e realtà legati a questo settore che potrebbero essere interessati ai risultati del progetto BIM4REN.

Ti invitiamo a manifestare il tuo interesse ed unirti alla community di stakeholder BIM4REN!

Per informazioni: valentina.marino@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »