Salta al contenuto


 /documents/20182/720688/gbc_news_chapter_cocco.jpg/57d20763-9400-4081-a437-1539c392580c?t=1552998741737
18 mar 2019

Rinnovo delle cariche per il Chapter Trentino-Alto Adige

L'11 marzo 2019 si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche del Chapter Trentino-Alto Adige.

Carlotta Cocco è stata rieletta come segreterio del sezione territoriale del Trentino - Alto Adige; Paola Moschini (Macro Design Studio) è stata eletta come vicesegreterio.

Ecco dunque il nuovo direttivo totalmente rosa che guiderà il mercato dell'edilizia verde in Trentino:

  • Carlotta Cocco, segretario
  • Paola Moschini (Macro Design Studio), vicesegretario
  • Giulia Perini (Mimosa Cooperativa), membro del consiglio direttivo
  • Brunella Avi (Krej Engineering), membro del consiglio direttivo
  • Serena Penasa (Officine ZEB), membro del consiglio direttivo


La sede del Chapter è confermata presso:

Museo delle Scienze
Corso del Lavoro e della Scienza 3
38122 Trento

Un augurio di buon lavoro a tutte!

"Perché le donne sono i veri architetti di questa nostra società" Harriet Beacher Stowe

Continua a Leggere »


 /documents/20182/720688/gbc-news-rinascimento-settimana.jpg/05f07e46-5736-4650-8bcc-2e5d3f9bd6d6?t=1552925884352
18 mar 2019

Rinascimento Green | A Milano inizia La Settimana delle Energie Sostenibili

200 green building, 93 colonnine di ricarica per veicoli elettrici, 290 postazioni di bikesharing con 3.650 biciclette tradizionali, 1150 a pedalata assistita e 218 km di piste ciclabili, circa 90 edifici ammessi ai Bandi comunali BE1 e BE2 per l’efficientamento energetico delle costruzioni. Questi i numeri che caratterizzato il nuovo Rinascimento Green di Milano che verrà raccontato durante la Settimana delle Energie Sostenibili in programma a Milano dal 18 al 24 marzo 2019.

Inizia oggi la seconda edizione della Settimana delle Energie Sostenibili promossa dal Comune di Milano con l’obiettivo di promuovere il rispetto per l’ambiente, l'efficientamento energetico, il comfort abitativo, e la riduzione dello spreco delle risorse della Terra.

Tra le novità più interessanti sviluppate in occasione di questo appuntamento, vi è la Milano Green City Map, la prima mappa degli edifici green di Milano che testimonia, con numeri e casi concreti, l’impronta verde della città. La mappa, realizzata da Green Building Council Italia (GBC Italia) con il patrocinio del Comune di Milano, sarà distribuita, in collaborazione con MCE IN THE CITY, l’evento fra il ludico e l’educativo che andrà ad animare la città organizzato da MCE – MOSTRA CONVEGNO EXPOCOMFORT, durante la Settimana delle Energie Sostenibili. La mappa si caratterizza a colpo d’occhio per il consistente fenomeno green che è in atto nella città.

“Tra le città europee, Milano è quella che negli ultimi decenni ha accolto maggiormente la sfida per una trasformazione urbana verso un modello di città sostenibile e smart. Un cambiamento importante, frutto di una alchimia fatta di imprese, di progettisti, di pianificatori, di cittadini, di investitori, di lungimiranza politica bipartisan, e di tanta milanesità, caratteristica di una città che è sempre stata aperta ed accogliente. - sostiene Giuliano Dall’Ò, Presidente di GBC Italia - Siamo solo all’inizio di una trasformazione che cambierà completamente il volto della città e le abitudini di chi vive, lavora o visita Milano. Una “nuova normalità” che già oggi ci presenta un cambiamento e che noi, con questa mappa, vogliamo testimoniare.”

“Una trasformazione significativa– aggiunge Massimiliano Pierini, Managing Director di Reed Exibitions Italia, organizzatore di MCE – MOSTRA CONVEGNO EXPOCOMFORT, che vede in prima fila le tecnologie più avanzate dell’impiantistica per il comfort al centro della nostra manifestazione. Tecnologie e sistemi che richiedono una nuova cultura della progettazione che cerchiamo di promuovere e diffondere grazie ad iniziative congiunte come queste.”

Durante tutta la settimana GBC Italia organizza in collaborazione con MCE numerose attività per promuovere a tutti i livelli i principi della sostenibilità, coinvolgendo numerosi soci dell’associazione.

Il convegno internazionale, dal titolo “Green Cities: the "new normal". Dagli edifici Green alla città sostenibile per tutti" (Clicca qui) che si terrà il 21 marzo, approfondirà il momento di grande trasformazione che stanno attraversando le nostre città: si tratta di un nuovo rinascimento con implicazioni non solo ambientali, ma anche sociali di grande portata che vede Milano, vera icona del cambiamento a scala internazionale. In questa trasformazione hanno contribuito molto le più importanti architetture green degli ultimi anni. La sfida più importante però ora è un’altra: orientare questa trasformazione green nell’interesse di tutti i cittadini per una visione inclusiva e condivisa della sostenibilità a scala urbana. Il 21 marzo si parlerà del nuovo rinascimento “green” attraverso autorevoli interventi di relatori internazionali e di alcuni tra gli attori più importanti del cambiamento italiano.

Nelle giornate del 20, 21 e 22 marzo sono previste delle visite guidate ai Green District (clicca qui) , le nuove aree green di Milano: City Life, Porta Nuova Varesine e Piazza Cordusio. Con la guida di alcuni professionisti esperti dell’associazione si potranno conoscere le caratteristiche di sostenibilità dei green building che hanno ridisegnato lo skyline di Milano e approfondire i progetti di riqualificazione che stanno trasformando gli edifici di Piazza Cordusio.

Dal 19 al 22 marzo, alcuni tra i più importanti studi di progettazione (clicca qui) e di consulenza, fucine del cambiamento della realtà milanese e soci di GBC Italia, apriranno le porte dei propri studi per testimoniare il loro impegno nell’ambito della sostenibilità e raccontare i progetti che li hanno visti protagonisti di una nuova trasformazione e di un mercato, quello della sostenibilità, in continua crescita.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua del 22 marzo, GBC Italia organizza presso Assimpredil ANCE, il convegno: L’oro blu: la gestione della risorsa idrica (clicca qui) che vuole approfondire alcune soluzioni per un buon risparmio idrico e indagare i migliori processi di gestione (recupero, depurazione, trattamento) dell’acqua perché la carenza di acqua potabile è una delle sfide più importanti che il mondo deve affrontare e rappresenta anche il problema più grave del terzo millennio. Questa giornata sarà anche l’occasione per premiare i vincitori dei GBC Italia Awards 2018 nelle seguenti categorie: Leadership in Green Building nel Settore Pubblico (Premio Mario Zoccatelli), Leadership in Design e Performance, Leadership di Impresa e Sostenibilità, Premio Mirna Terenziani (riservato alle donne di GBC Italia) e Premio Chapter dell’anno.

Per avere maggiori informazioni su tutte le iniziative programmate da GBC Italia durante la Settimana delle Energie Sostenibili, visita la pagina: www.gbcitalia.org/settimana-delle-energie-sostenibili

Per vedere tutte le attività della Settimana, visita il sito: www.mceinthecity.it

Continua a Leggere »


 /documents/20182/720688/gbc-news-ce-levels.jpg/52cead03-dadd-4407-a3da-f6910762a939?t=1552479230196
18 mar 2019

La Commissione Europea delinea la roadmap per Level(s)

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato un report in cui si identifica l'apporto in termini di dati e informazioni che il sistema di indicatori LEVELs è in grado di dare ai policy maker a livello nazionale che intendono focalizzare i regolamenti edilizi  in termini di sostenibilità e circolarità.

La Commissione apre ora una consultazione con la comunità di stakeholder per sviluppare una tabella di marcia per integrare edilizia sostenibile e valutazione del ciclo di vita (LCA). Tra le prime attività necessarie sono incluse quelle di sensibilizzazione, formazione di competenze, uso degli strumenti digitali e allineamento degli strumenti di certificazione e delle politiche nazionali. 
GBC Italia sta lavorando su questi temi attraverso le attività internazionali (LEVELs, Advancing Net Zero), i progetti europei (BIM4REN, BUILD UPON 2), le nuove proposte di progetto inviate (LIFE) e i gruppi di lavoro nazionali (GdL LCA,  Economia Circolare e LEVELs).

Level(s) é ora in fase di test in più di 130 progetti di edifici in 21 paesi d'Europa. I risultati della fase di test verranno utilizzati per aggiornare la versione beta, in vista di un rilascio finale nel marzo 2020.

Il report è consultabile cliccando qui.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/720688/gbc-news-sustfinance.jpg/73ad3ffe-6e01-4098-b40e-a95e6a69cc6b?t=1552477529046
13 mar 2019

Tassonomia della finanza sostenibile: la necessità di un approccio pragmatico

ERN ha risposto alla consultazione europea su una tassonomia condivisa per la Finanza Sostenibile sostenendo un approccio pragmatico che favorisca l'uso degli strumenti in vigore ma che sul medio termine punti a tenere conto delle emissioni di carbonio nella fase d'uso degli edifici sempre rispettando il principio di dare priorità all'efficienza energetica dell'edificio.

On 22 February, WorldGBC Europe submitted their response to a consultation from the technical expert group on sustainable finance set up by the European Commission on a classification system – or taxonomy – for environmentally sustainable economic activities. This follows on from the Commission's legislative proposal on an EU taxonomy in May 2018.

Using insights from the Energy Efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) and the network's work on Level(s), WorldGBC Europe's response advocated taking a pragmatic starting point for the taxonomy. The response welcomed TEG's proposal to evaluate the use of Energy Performance Certificates as a proxy but stressed that in the medium term, the taxonomy should evolve to focus on in-use carbon emissions, whilst respecting the principle of energy efficiency first.
 
The response further stressed that a life cycle approach to buildings is the level of long-term ambition our sector needs to aim for. Therefore, the taxonomy must give a clear signal to the financial sector that sustainable built environment assets must aim for net zero carbon across their whole life cycle in order to be Parisproof and deliver the EU’s vision of a climate neutral Europe.

To achieve this level of ambition, and to make the choice of a pragmatic starting point acceptable, the taxonomy metrics and thresholds must be flexible and reviewed and updated at regular intervals in the period up to 2050.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/720688/turbina.JPG/1f75925f-bab8-4f3b-8cda-8bef64234b1f?t=1551455417447
01 mar 2019

Protagonisti della transizione per un' Europa “carbon neutral” nel 2050

Editoriale di Giuliano Dall'Ò

In linea con i mesi passati, anche marzo si annuncia denso di eventi che vedono il nostro GBC impegnato a stimolare la trasformazione sostenibile del nostro settore.  Un invito particolare, quindi, a leggere con attenzione le nostre comunicazioni e a partecipare ai diversi incontri, che sono certo saranno anche momenti di proficuo confronto per la nostra comunità ed un’opportunità per allargarla ulteriormente.


Oltre ai numerosi eventi nazionali, nel mese di marzo si terrà ad Amsterdam anche l’importate conferenza internazionale Greenbuild Europe, alla quale la delegazione italiana partecipa da sempre numerosa anche con speech molto apprezzati.
È questa una delle tante occasioni che GBC Italia ha per confrontarsi su una scala più ampia di quella nazionale in merito ai temi, alle innovazioni ed alle priorità utili a perseguire la nostra mission.


La dimensione internazionale di GBC Italia è forse quella meno conosciuta, ma per esperienza ritengo che sia fondamentale per arricchire l’associazione con occasioni di scambio e confronto sui temi cardine per l’evoluzione della sostenibilità nell’edilizia. Negli anni scorsi GBC Italia ha raggiunto la posizione di membro established all’interno del World GBC, ruolo che ha permesso all’associazione di partecipare da protagonista ad alcuni importati progetti e consolidare così i rapporti con alcune istituzioni europee. Fra cui la Commissione Europea che sta lavorando intensamente sul tema dell’economia circolare e sulla transizione per un’Europa “carbon neutral” al 2050, incluso il patrimonio del costruito. Da qui la proposta di uno strumento per valutare e rendicontare la sostenibilità degli edifici, Level(S), che la nostra associazione ha deciso di supportare a partire dalle prime consultazioni, coordinando attivamente sul territorio nazionale la fase di testing.  In tale ambito Manuela Ojan, che ha la delega alle attività internazionali all’interno del Comitato Esecutivo, evidenzia che “il nostro impegno a supporto di Level(S)è stato segnalato alla Commissione Europea, che, nella persona del Direttore del DG Environment, ha inviato una specifica lettera di ringraziamento al nostro Presidente. Un gesto incoraggiante e utile per segnalare alle autorità nazionali il ruolo di GBC quale referente per l’adozione dei nuovi stumenti comunitari.“


Stimolati e rafforzati dai risultati raggiunti, ci prepariamo ora a proporre una nuova sfida: la partecipazione al progetto “Advancing Net Zero”, lanciato dalla rete mondiale dei GBC, che mira a promuovere e supportare l'accelerazione della trasformazione del 100% degli edifici a zero emissioni nette di carbonio entro il 2050. Nelle prossime settimane, prenderemo un impegno formale sia in termini di attività di formazione che di divulgazione, ed inviteremo tutti i soci a supportare attivamente l’associazione partecipando alle attività del  progetto.
Perché prendere impegni così ambiziosi e di lungo periodo? Perché è importante avere una visione e seguire percorsi identificati e condivisi, con il supporto di strumenti di implementazione comuni qual è ad esempio Level(S). Ed anche perché è gratificante sentirsi parte di una comunità internazionale che sa apprezzare il nostro coinvolgimento riconoscendo il contributo. Sono convinto che la partecipazione a progetti internazionali e il confronto con gli altri Green Building Council costituiscano per GBC Italia una grande opportunità per incrementare l’esperienza e la competenza comune, ma anche per acquisire la conferma che la direzione intrapresa è comune ad un movimento più ampio.
Ho qui accennato solo alcune delle attività internazionali che abbiamo in atto. Invito tutti a monitorare regolarmente le comunicazioni ed il nostro sito web per rimanere aggiornati sulle proposte attivate dalla rete internazionale e per indentificare le opportunità di coinvolgimento e partecipazione che possono essere di maggiore interesse. Se il cambiamento in atto è da tempo percepito, noi vogliamo essere protagonisti non solo in Italia ma anche in un orizzonte più ampio quale è quello internazionale.

 

Continua a Leggere »