Comitato Standard (CStd)


Il Comitato Standard (CStd) è l’organismo composto esclusivamente da volontari incaricato di sviluppare gli standard di certificazione edilizia promossi dall’associazione stessa. Il Comitato Standard risponde delle sue attività al Consiglio di Indirizzo di GBC Italia, che fornisce le direttive e le indicazioni per le attività del CStd. Il CStd nel suo operato fa propri e rispetta le finalità e i principi generali dell’ Associazione, espressi nello Statuto e nei regolamenti.

Il Comitato Standard, sulla base dei principi fondanti e della mission di GBC Italia, ha il compito di sviluppare e mantenere l’integrità degli strumenti di certificazione in termini coerenti con il sistema LEED di USGBC, garantendo nel contempo la trasparenza del processo di creazione dei differenti sistemi nella loro evoluzione. Il ruolo del Comitato Standard si esplica, in base alle specifiche aree di competenza, nelle seguenti attività:

  • con riferimento, quando possibile, ai prodotti LEED di USGBC, implementare le indicazioni fornite dal Consiglio di Indirizzo (CdI)
  • sviluppare lo schema generale per lo sviluppo dei diversi sistemi di certificazione sulla base delle indicazioni del Consiglio di Indirizzo assicurando la coerenza con il rigore tecnico e la fattibilità nel mercato
  • coordinare le attività e supportare l’implementazione
  • precisare gli aspetti organizzativi e pratici per lo sviluppo degli standard di certificazione promossi da GBC Italia
  • risolvere le questioni tecniche inerenti i sistemi di certificazione
  • curare la continuità e l’armonizzazione tra i diversi prodotti
  • suggerire agli organi di controllo (CdI) strategie e priorità




     

Composizione


Il Comitato Standard è composto da tutti i membri, coordinati da Presidente, Vicepresidente e Coordinatori dei gruppi di lavoro. Tutti i membri, ad esclusione del Presidente, sono individuati dalla Commissione Partecipazione che, in base alla disponibilità individua ruoli e la distribuzione all’interno delle articolazioni. A tal fine il Comitato Standard è articolato in una Commissione di Coordinamento, sei Gruppi Tematici , a seconda delle aree specifiche, oltre che a un numero variabile di Gruppi di Prodotto.
 

I Gruppi Tematici sono suddivisi in

  •  SS: Sostenibilità del Sito
  •  GA: Gestione efficiente delle Acque
  •  EA: Energia e Atmosfera
  •  MR: Materiali e Risorse
  •  QI: Qualità ambientale Interna
  •  IP/PR: Innovazione nella Progettazione e Priorità Regionali

 

I Gruppi di Prodotto sono ad esempio rivolti a:

  •  NC (Nuove costruzioni, scuole, C&S)
  •  EE (Standard per edifici esistenti)
  •  Residenziale
  •  Urbanistica
     

Alle riunioni precederà un avviso di almeno cinque giorni lavorativi, con indicazioni di data, ora e luogo dove avverranno. Riunioni straordinarie della CC e dei gruppi di lavoro potranno essere precedute da un preavviso di due giorni. Alle riunioni è ammessa la presenza telematica. In ogni caso, per ragioni di riservatezza e di tutela generale delle proprietà dell’ingegno e dell’opera di GBC Italia, la partecipazione telematica deve essere tale da evitare che persone estranee non espressamente convocate alla riunione possano assistervi o che la riunione possa venire registrata. Pertanto chi partecipa telematicamente e responsabile di garantire tale condizione, in solido con il socio rappresentato. 

Partecipazione


Per partecipare ai lavori del Comitato Standard è necessario:

  • essere designati all’interno del Comitato Standard da un unico socio effettivo di GBC Italia;
  • completare e inviare la "Manifestazione di interesse a partecipare al Comitato Standard" predisposta da GBC Italia, contenente la richiesta di informazioni anagrafiche, disponibilità ed esperienze pregresse;
  • attestare che il socio rappresentato rende disponibile il suo rappresentante per il tempo sufficiente allo svolgimento delle attività in seno al Comitato Standard;
  • documentare le competenze specifiche e le esperienze pratiche per l’area tecnica per cui ci si propone;
  • dimostrare la propria conoscenza specifica in ambito LEED (esame LEED AP, Green Associate o di corsi formativi, partecipazione a progetti in corso di certificazione LEED, precedente partecipazione a Comitati di GBC Italia) oppure, in alternativa, dimostrare un grado di specializzazione particolarmente elevato nel proprio campo di competenza.