Salta al contenuto
20 nov 2017

Misurare la sostenibilità: dalla Smart City allo Smart Building. Protocolli LEED a confronto

Se ne è parlato al Lingotto di Torino in occasione di Restructura 2017. Al Convegno moderato dal Segretario Chapter Piemonte GBC Italia Massimiliano Fadin hanno partecipato circa 100 progettisti e addetti ai lavori del settore delle costruzioni.

L’incontro, organizzato per tavole rotonde, ha visto i relatori affrontare diverse tematiche: dagli scenari futuri del settore delle costruzioni, al tema delle Smart City, con la presenza del Sindaco di Savona Ilaria Caprioglio che ha illustrato il percorso virtuoso del Comune primo caso europeo ad applicare LEED for Cities e ad essere stato già precertificato. Successivamente sono stati presentati due casi torinesi di eccellenza di applicazione dei protocolli LEED: l’Head Quarter Lavazza e Palazzo Novecento nei quali tutti i principali attori del processo di certificazione hanno illustrato l’attività che ognuno di loro ha sviluppato nei rispettivi due progetti. L’intenso pomeriggio di relazioni si è concluso con un piacevole momento di networking all’interno della cornice di Restrucura.
 

Continua a Leggere »
09 nov 2017

Convegno RIABITA - Innovazione e sostenibilità nella ricostruzione post sisma 2016

Il convegno "Innovazione e sostenibilità nella ricostruzione post sisma 2016: i sistemi di rating LEED e GBC" si terrà presso la Fiera Riabita a Fermo Forum al 18 novembre 2017 dalle 14:00 alle 17:00.

 

PROGRAMMA


ing. Andrea Fornasiero (presidente Comitato Std di GBC Italia, consigliere del Consiglio Indirizzo di GBC Italia, membro del comitato tecnico di USGBC)
I protocolli energetico-ambientali LEED e GBC per la ricostruzione post sisma

arch. Francesca Galati (LEED AP) 
LEED FOT CITIES: Savona prima città europea a misurare il proprio livello di sostenibilità con il nuovo protocollo di USGB

ing. Marco Mari (Vicepresidente GBC Italia, Chair Advisory Board Ongreening LTD)
La mappatura di sostenibilità dei prodotti da costruzione: dai protocolli energetico-ambientali ai criteri ambientali minimi dell'edilizia (CAM) secondo il nuovo codice LLPP

arch. Andrea Valentini (LEED AP, GBC HB AP, socio di GBC Italia)
La riqualificazione sostenibile di edfici storici: il museo dell'ebraismo italiano e della SHOA a Ferrara ed il protocollo GBC HISTORIC BUILDING

Dario Subrizi (Coaf srl - socio di GBC Italia)
Un'esempio per la ricostruzione: il condominio Iannini a L'Aquila, prima certificazione di sostenibilità edilizia in Abruzzo secondo il protocollo GBC HOME


Scarica qui la locandina.

Consultare il sito per maggiori informazioni sul convegno.

 

La partecipazione al convegno è gratuita. Per maggiori informazioni sui biglietti d'ingresso alla fiera consultare il sito di Riabita.

Continua a Leggere »
09 nov 2017

È stato erogato il primo corso sulle ASHRAE 90.1 "Mandatory Provisions"
È stato erogato oggi il primo corso tecnico di GBC Italia sugli aspetti obbligatori delle ASHRAE 90.1 richiesti dai protocolli LEED e GBC. Un'aula ricca di competenze sapientemente gestita dal formatore Francesco Passerini di R2M Solution S.r.l.

Un ringraziamento ai partecipanti, a R2M per le conoscenze e la professionalità condivisa e a TEKNE SPA che ha ospitato l’evento formativo a Milano.


Le prossime date assieme a R2M:
 
  • Corso Mandatory Provisions e disposizioni minime sulla ventilazione (+)
    15 dicembre 2017 a Pavia
     
  • Corso Simulazione dinamica per la certificazione LEED e GBC (+)
    Pavia nel 2018


Per maggiori informazioni scrivere a formazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
09 nov 2017

Seminario ICMQ sui criteri ambientali minimi per l’edilizia DM 11/01/2017

ICMQ S.p.A organizza un seminario sui CAM che fornirà un pratico strumento di orientamento e di supporto, in grado da un lato di individuare l’impatto e le opportunità che i CAM rappresentano, dall’altro di identificare strumenti di certificazione dei prodotti che possano correttamente indicare i requisiti utili per il soddisfacimento dei CAM.

GBC Italia, patrocinatore del convegno sarà presente con il relatore ing. Luca Bertoni e un intervento sui protocolli di sostenibilità ambientale, un valido aiuto agli enti pubblici per una corretta applicazione dei criteri ambientali minimi.
 

Giovedì, 23 Novembre 2017 dalle 14.00 alle 18.00
MILANO, c/o ICMQ S.p.A.
Via Gaetano de Castilla 10


Scarica qui la locandina.

Per informazioni e iscrizioni rivolgersi a Icmq S.p.A.:
02 7015081 | morganti@icmq.org

Continua a Leggere »
07 nov 2017

Tour Edicom Edizioni: Deep renovation Condominio - Strategie e tecniche per la sicurezza, l’efficienza e il comfort

Edicom Edizioni organizza insieme a GBC Italia un tour di convegni "Deep renovation Condominio - Strategie e tecniche per la sicurezza, l'efficienza e il comfort" per informare i progettisti d'Italia sulle opportunità che si stanno aprendo in questo settore di mercato e per fornire alcuni strumenti utili per una corretta progettazione.

GBC Italia sarà presente in ogni tappa con due interventi:

1° intervento
Gli interventi di rigenerazione urbana: dalla scala edificio alla scala quartiere. I protocolli GBC come linee guida di intervento

2° intervento
Gli interventi a livello di edificio condominiale: dalla messa in sicurezza e riqualificazione alla demolizione e ricostruzione. Casi studio
 

Le tappe

  • 15 novembre 2017 - Ancona (Senigallia) (+)
1°intervento: Maria Elena Ghelardi 
2°intervento: Andrea Valentini
 
  • 16 novembre 2017 - Pescara (+)
1°intervento: Gianluca Mezzanotte 
2°intervento: Dario Subrizi
 
  • 22 novembre 2017 - Firenze (+)

 1°intervento: Andrea Valentini
 2°intervento: Mauro Irti

  • 24 novembre 2017 - Torino (+)

1°intervento: Lorenzo Balsamelli
2 °intervento: Davide Riva e Luca Fornoni 

  • 29 novembre 2017 - Milano (+)

1°intervento: Francesco Ricchiuto 
2°intervento: Giuliano Venturelli

  • 12 dicembre 2017 - Udine (+)

 

Per maggiori informazioni consultare il sito o scrivere a eventi@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
07 nov 2017

Green Italy 2017: l’Italia cresce grazie alla Green Economy
Lo scorso 24 ottobre è stato presentato il rapporto Green Italy che evidenzia i risultati positivi di un settore trainante: quello della Green Economy.

Nel rapporto viene dedicato un capitolo specifico al settore dell’edilizia che deve puntare fortemente alla riqualificazione: “Il futuro dell’edilizia italiana sta tutto nelle potenzialità della rigenerazione del patrimonio esistente.”  
Tra i virtuosismi citati in questo capitolo c’è anche il protocollo GBC Historic Building (pag. 168):

“Uno dei campi nei quali l’Italia può scommettere è la riconversione degli edifici storici. Proprio in Italia è stato lanciato il GBC Historic Building, un nuovo protocollo per certificare la sostenibilità degli edifici storici, che mira a promuovere un nuovo concetto di conservazione sostenibile, nel quale convivono le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale e gli obiettivi europei di miglioramento energetico dell’esistente. Si applica anche alle strutture di architettura spontanea che caratterizzano le nostre campagne (rustici, cascine, baite, ecc.) e che costituiscono un patrimonio millenario che andrebbe oggi valorizzato all’interno di un piano nazionale di sviluppo sostenibile […]”

Scarica qui il rapporto Green Italy.
Continua a Leggere »
07 nov 2017

Giuliano Dall’Ò è il nuovo presidente di Green Building Council Italia

Giuliano Dall’Ò è il nuovo presidente di GBC Italia e Marco Mari il vicepresidente. Il focus dei prossimi tre anni sarà la crescita dell’Associazione, più soci e più coinvolgimento di università e mondo delle istituzioni.


Il Consiglio di Indirizzo di GBC Italia, composto da 20 membri, ha eletto il 3 novembre il Presidente Giuliano Dall’Ò, il Vicepresidente Marco Mari e i componenti del Comitato Esecutivo che rimarranno in carica per i prossimi tre anni.

Giuliano Dall’Ò è professore associato di Fisica Tecnica Ambientale presso il Politecnico di Milano ed è uno dei principali esperti italiani ed europei nell’ambito della sostenibilità energetica ed ambientale e della certificazione.

Consulente in diverse aree delle costruzioni, quali l’efficienza e il risparmio energetico, l'uso delle energie rinnovabili, la progettazione di edifici ad energia zero, la certificazione e la diagnosi energetica e la pianificazione sostenibile, è autore di numerose pubblicazioni nazionali e internazionali alcune delle quali riguardano proprio l’applicazione dei protocolli LEED e GBC nel settore dell’edilizia e della pianificazione.

Per GBC Italia ha recentemente curato la pubblicazione Leadership in Green Building, che raccoglie molti dei principali edifici certificati LEED e GBC in Italia.

Già membro del Comitato Tecnico Scientifico di GBC Italia dal 2010. Dal 2017 è diventato membro del Consiglio di indirizzo dell’associazione e prende le redini del presidente uscente Gianni Silvestrini, direttore scientifico di Kyoto Club.

Essere Presidente di GBC Italia, associazione che fa parte di un network internazionale del World GBC, tra i più importanti nel settore della sostenibilità non solo rivolta all’edilizia ma più in generale all’ambiente costruito anche a scala urbana mi onora” dichiara il neo presidente Giuliano Dall’Ò: “ma mi onora soprattutto poter dare un contributo concreto, grazie a GBC, al tema sempre attuale della sostenibilità: uno degli strumenti più efficaci che abbiamo a disposizione per uscire dall’emergenza dei cambiamenti climatici. Per quanto riguarda le gestione del triennio 2017-2020” continua Dall’Ò “ho la fortuna di poter contare su un patrimonio di strumenti che possono essere promossi e valorizzati, mi riferisco ai protocolli LEED e GBC, sulla rete di relazioni attivate dalla precedente gestione sia a scala nazionale che a scala internazionale ma soprattutto su una squadra efficiente, competente e motivata. Tra gli obiettivi a breve termine la valorizzazione del contributo dei soci attuali che devono svolgere un ruolo da protagonisti, l’allargamento delle aziende che possono aderire al progetto GBC ed il coinvolgimento dei Chapter regionali e considero elementi essenziali e strategici per valorizzare le collaborazioni con le amministrazioni locali, con le aziende che credono ad un futuro di sostenibilità, con le imprese e con il mondo delle professioni. Da ultimo, ma non meno importante, un maggiore coinvolgimento delle Università e del mondo della ricerca che già collaborano con GBC nei tavoli tecnici.”

Gianni Silvestrini, past president di GBC Italia dichiara: “Con la definizione di un nuovo gruppo dirigente, coeso e di elevata qualità, si sono create le condizioni per un forte rilancio delle attività dell'Associazione che, mai come in questa fase, potrà svolgere un ruolo di stimolo e qualificazione nella rapida trasformazione del comparto dell'edilizia.”
 
I componenti del nuovo Comitato Esecutivo sono:
Giuliano Dall’Ò - Presidente
Marco Mari – Vice Presidente
Roberto Cereda
Thomas Messervey
Manuela Ojan
Eleonora Sablone
Mario Zambrini 

Continua a Leggere »
31 ott 2017

Smart Building Expo - Workshop con CNA Lombardia e il Chapter Lombardia | Milano 17 novembre

CNA Lombardia, unitamente al Chapter GBC Lombardia di GBC Italia organizza il workshop "Green smart building verso gli nzeb: nuovi scenari di progetto per un Real Estate 4.0" all’interno di “SMART BUILDING EXPO“ presso Fiera Milano, Rho 17 novembre dalle ore 14.00 alle ore 16.00 presso la Sala Galileo.


ABSTRACT
Il Green Building in questi ultimi anni sta trasformando il mercato delle costruzioni accelerando anche le policy e gli incentivi per l’efficienza energetica e la riqualificazione edilizia. La sostenibilità viene vista come un fattore fondamentale del valore immobiliare e del rating di reputazione degli interventi verso il mercato e la Committenza sia pubblica che privata.

In questo scenario si inserisce come elemento fondamentale di facilitazione e di accelerazione della qualità nell’ambiente costruito, il Green Building Design for Real Estate, un nuovo modello di pensare, progettare, produrre e realizzare progetti di qualità e strutture con un valore di reputazione superiore, perchè certificabili e monitorabili nel tempo. In particolare sull’impatto che hanno io progetti sull’ambiente, sui temi della produzione e gestione dell’energia e sui nuovi concetti di vita e lavoro quali ad esempio lo smart green living orientato alla shering economy e alla Comunità Sostenibile.


TRA GLI INTERVENTI:

Arch. Massimiliano Mandarini, Membro del Chapter Lombardia - GBC Italia
Il Green building quale nuova opportunità per la trasformazione del mercato e per la riqualificazione sostenibile dell’ambiente costruito

Arch. Francesco Ricchiuto, Membro del Chapter Lombardia - GBC Italia
Professionalità e nuove competenze degli operatori della filiera del settore delle costruzioni : la Confederazione Nazionale dell’Artigianato al servizio delle imprese

Paolo Panciroli, Responsabile Filiera della Costruzioni CNA Lombardia
Dott. Erasmo Corbella, Direttore Generale CNA Formazione – Ecipa Lombardia

 

In tale occasione CNA Lombardia offre dei biglietti d'ingresso in omaggio. Scrivere a eventi@gbcitalia.org per richiedere i biglietti.

Per maggiori informazioni:
Sito web | brochure dell'Expo

Continua a Leggere »
31 ott 2017

LEVEL(S) - Un linguaggio europeo comune per la sostenibilità in edilizia

La scorsa estate la Commissione europea ha lanciato uno strumento fondamentale per il mercato dell'edilizia sostenibile dell'UE: un sistema di indicatori chiave di performance - LEVEL(S) - per misurare e valutare gli edifici sostenibili in tutta Europa.


L'obiettivo di questo strumento è quello di arricchire il sistema di metriche di valutazione dell'edilizia sostenibile creando un approccio comune basato sull’integrazione degli attuali strumenti di certificazione e trasformando il settore dell’edilizia verso un approccio che consideri il "ciclo di vita" con riferimento all'agenda dell’UE sull'economia circolare.

Level(s) utilizza indicatori affidabili basati su norme e strumenti relativi ai seguenti aspetti: energia, materiali, acqua, salute e benessere, cambiamento climatico e valore del ciclo di vita. Level(s) si applica a diverse tipologie di edificio. È open source e liberamente accessibile.

A questo link si possono trovare ulteriori informazioni sullo strumento LEVEL(S).

La Commissione Europea in collaborazione con l'Europe Regional Network del World GBC sta organizzando diversi appuntamenti informativi in tutta Europa. Il 27 novembre 2017 con la collaborazione di GBC Italia organizza un workshop a Roma per introdurre ufficialmente lo strumento Level(s) in Italia.

Oltre a questo evento italiano, vi segnaliamo i seguenti appuntamenti:

 

Per maggiori informazioni: internazionale@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
31 ott 2017

Webinar LEVEL(S) - 15 novembre

Il 15 Novembre dalle 11.00 alle 12.00 CET si terrà un webinar organizzato dalla Commissione Europea e dalla European Regional Network di World GBC sul nuovo strumento Levels per gli edifici sostenibili.
 

L'evento, in lingua inglese, avrà il seguente ordine del giorno:

11.00 - 11.15
Introduction to Level(s) - Josefina Lindblom, Eureopan Commission 

11.15 -11.30
Q&A with Josefina Lindblom 

11.30 - 11.45
Level(s) role in transforming the European Building Market, Audrey Nugent, World Green Building Council 

11.45-12.00
Q&A with Audrey Nugent and Josefina Lindblom 
 

Per partecipare è necessario registrarsi online.

Continua a Leggere »
31 ott 2017

Workshop LEVEL(S) - Bruxelles, 4 dicembre

I soci di GBC Italia interessati a testare lo strumento LEVELS su un edificio o un progetto reale possono iscriversi all'evento organizzato dalla Commissione Europea il 4 dicembre a Bruxelles che rappresenta il lancio della fase di test.
 

4 dicembre 2017 | 10.30-17.30
BBRI offices (WTCB-CSTC)
Bruxelles


L'agenda dell'evento è disponibile a questo link.

Per registrarsi all'evento è necessario iscriversi online qui.
Vi raccomandiamo di affrettarvi se siete interessati a partecipare perché la partecipazione è limitata ai primi 50 iscritti.

 

Per ulteriori informazioni: internazionale@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
31 ott 2017

Misurare la sostenibilità: dalla Smart City allo Smart Building | Torino, 17 novembre 2017

Il Chapter Piemonte di GBC Italia e CNA Costruzioni organizzano in collaborazione con l'Ordine Architetti di Torino e la Fondazione per l’architettura/Torino il convegno "Misurare la sostenibilità della Smart City allo Smart Building - Protocolli LEED a confronto".

17 novembre 2017 | 14.00-18.00
Sala Rossi presso Restructura
Torino | Oval Lingotto


4 CFP per architetti (iscrizione online)


Programma:

13.30  Registrazione per accreditamento
 
14.00  Inizio convegno
 
Modera l’incontro Massimiliano Fadin, Segretario del Chapter Piemonte, GBC Italia
 
Quale futuro per il mercato delle costruzioni?
Andrea Talaia, CNA Costruzioni 
Marco Rosso, ANCE
Marco Caffi, GBC Italia 
 
La sostenibilità a scala urbana:
Ilaria Caprioglio, Sindaco di Savona
Savona: il primo caso europeo di LEED for Cities
Daniele Guglielmino, Manens-Tifs
Programmare la sostenibilità urbana
Alberto Avetta, Presidente ANCI
Scenari futuri delle Smart Cities
Fabrizio Vallero, PTFV Architetti
Smart Mobility: Cities and Buildings 
 
Coffee Break
 
Case History

Case history - Head Quarter Lavazza Torino
Lorenza Crotti, Studio CZA 
Giorgio Butturini, Manens-Tifs
Mario Pinoli, Greenwich
Marco Filippi, Politecnico di Torino
Elena Neirotti, Studio Neirotti
Carlo Micono, Ai Engineering
 
Case history - Palazzo Novecento Torino
Vittorio Moscatelli, IPI
Federico Donda, Gruppo IPI
Armando Baietto, Studio Baietto Battiato Bianco 
Paola Moschini ed Elisa Sirombo, Macro Design Studio 
Guido Zanzottera, Ai Engineering 
 
18.00  Light Buffet 

 
Scarica qui il programma.
 
 
Per maggiori informazioni: chapter.piemonte@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
30 ott 2017

Verso un mutuo per l’efficienza energetica in Europa

I mutui per l’efficienza energetica potrebbero giocare un ruolo centrale nella nuova strategia finanziaria europea.

Lo sostiene il White Paper pubblicato il 26 ottobre di EeMAP (Energy efficient Mortgages Action Plan) – il Piano d’azione per i mutui sull’efficienza energetica, un consorzio finanziato dall’Unione Europea e supportato da GBC Italia insieme ad altri importanti stakeholders, che definisce le raccomandazioni chiave per la creazione di un mutuo per l’efficienza energetica come prodotto standardizzato nel mercato europeo.
 

Nel White Paper si spiegano le azioni tecniche necessarie per assicurare che il sistema dei mutui possa supportare gli obiettivi europei sul clima e sulla riqualificazione degli edifici. Si propongono inoltre raccomandazioni tecniche per cominciare a raccogliere dati sui prestiti per l’efficienza energetica per far sì che la regolamentazione finanziaria possa riconoscere gli effetti sulla mitigazione del rischio dovuti al miglioramento dell’efficienza energetica delle abitazioni. L’idea alla base del piano è che l’investimento si qualifichi con un minore rischio, rappresentando così un forte incentivo per attrarre le banche in questo mercato. 
 

Le raccomandazioni espresse si basano su quattro rapporti di ricerca: uno su come i mutui per l’efficienza energetica possono funzionare sulla base di un’analisi della finanza green, uno sugli indicatori di performance degli edifici, uno sulla valutazione dell’immobile e l'ultimo sull’impatto dell’efficienza energetica sul rischio.

“Le pubblicazioni rappresentano un importante e concreto passo in avanti e prepareranno la strada nei mesi a venire per la fase pilota cruciale nel progetto EEMAP – ha dichiarato Luca Bertalot, Coordinatore del progetto EeMAP & Segretario Generale di EMF-ECBC  - Le raccomandazioni ci aiuteranno a ‘testare su strada’ il mutuo per l’efficienza energetica, correggerlo e migliorarlo nel tempo e assicurare che il prodotto contribuisca a supportare la transizione verso un patrimonio edilizio europeo più efficiente”.

Nel report curato dalla European Regional Network, di cui GBC Italia è membro Established, dedicato agli indicatori di prestazione degli edifici, si dimostra come questi rappresentino uno strumento utile per la valutazione del rischio per i mutui per l’efficienza energetica. All'interno del report vengono esposti aspetti tecnici rilevanti per la valutazione della prestazione degli edifici. Questa analisi insieme alle best practice di efficienza energetica in Europa possono essere di supporto per gli obiettivi dell’iniziativa. Il report ha visto il contributo scientifico di alcuni GBC europei tra cui anche GBC Italia.

I consumi energetici del patrimonio costruito ammontano al 40% dell’energia utilizzata nell’Unione Europea ed è stato stimato che l’Europa dovrebbe investire annualmente 100 miliardi di Euro in interventi di riqualificazione energetica per raggiungere gli obiettivi sul clima e l’energia. L’Unione Europea ha dedicato una maggiore disponibilità di fondi per l’efficienza energetica, ma la Commissione Europea ha indicato che è necessario sollecitare anche gli investimenti privati nel settore dell’energia.  L’Iniziativa EeMAP intende consegnare una soluzione finanziaria orientata al mercato per colmare questa lacuna.

“Le tecniche di ingegneria per la riqualificazione degli edifici esistenti si sono evolute in questi anni in modo rapido. È ora importante che si sviluppino altrettante proposte di finanza innovativa. GBC Italia ne è fortemente convinta. – afferma Gianni Silvestrini, Presidente di GBC Italia - Per questo, unitamente allo sviluppo di strumenti per la riqualificazione sostenibile degli edifici esistenti, GBC Italia ha lavorato insieme ad enti istituzionali per formulare soluzioni innovative e strumenti di incentivazione efficaci per interventi su interi edifici.”

I finanziatori di mutui hanno interessi chiari sullo stato degli edifici in Europa. Si stima che i prestiti per mutui ipotecari ammontino a circa un terzo del patrimonio del settore bancario europeo. Investire sul miglioramento delle prestazioni degli edifici può aiutare coloro che richiedono il mutuo a liberare capitale disponibile grazie a bollette inferiori e può aumentare il valore della proprietà. Come risultato, questi investimenti riducono il rischio del prestito, quindi rappresentano una soluzione di successo per tutti gli stakeholder in gioco: coloro che prestano il denaro, coloro che investono, i consumatori e il clima.

Continua a Leggere »
25 ott 2017

Il restauro di Palazzo Gulinelli a Ferrara persegue la certificazione GBC Historic Building

Palazzo Gulinelli si trova a Ferrara in Corso Ercole I d’Este. Questo storico edificio, le cui fondazioni più antiche risalgono alla fine del 15° secolo, fu acquistato nel 1844 dall’avvocato conte Giacomo Gulinelli. Venduto nel dopoguerra dalla famiglia Gulinelli all’opera pia Don Cipriano Canonici Mattei, il Palazzo è stato utilizzato come sede scolastica fino agli eventi sismici del maggio 2012 che lo hanno danneggiato seriamente.

Il restauro dell’intero complesso, iniziato nell’ottobre del 2015, è quasi terminato, e Palazzo Gulinelli riaprirà come sede scolastica di avanguardia alla fine di giugno 2018. Il progetto di restauro sta seguendo i criteri di sostenibilità per perseguire la certificazione GBC Historic Building.

Il protocollo, unico al mondo, è stato sviluppato da GBC Italia grazie alla grande competenza del settore del restauro dell’associazione e dei suoi comitati. Dopo quasi due anni dall’entrata in vigore, sta riscuotendo un interesse sempre maggiore sia a livello nazionale che a livello internazionale. Si tratta di uno standard innovativo che promuove un nuovo concetto di conservazione sostenibile, in cui convivono le esigenze di recupero di quella parte più pregevole e storica del parco edilizio nazionale con le indicazioni degli obiettivi di efficienza energetica e riduzione dell’impatto ambientale degli edifici esistenti. “Si tratta del primo protocollo a livello mondiale che certifica quello che l’Italia sa fare meglio: restauro e riqualificazione del nostro patrimonio architettonico – annuncia Marco Mari, consigliere di GBC Italia – valorizzando l’eredità storica culturale insieme alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

“Riporteremo questo magnifico palazzo allo splendore iniziale e lo riconsegneremo alla città perché ha un valore immenso dal punto di vista culturale. – afferma Antonio Grandini, presidente dell’Opera Canonici Mattei, proprietaria dell’immobile – Non lo monetizziamo, è un omaggio che la nostra Fondazione col cuore grande fa alla città affinché possa esserne orgogliosa e bearsi della sua bellezza”.

“Era una scuola all’avanguardia dagli anni ’50 e oggi lo sarà ancora di più – assicura l’architetto Cristiano Ferrari – con tecnologie all’avanguardia come il sistema radiante a secco con legno di riciclo su cui abbiamo inchiodato il pavimento.”

L’applicazione del protocollo GBC Historic Building è soggetto a verifica di GBC Italia quale ente terzo che garantisce la congruità del livello di certificazione.  

“Come ente terzo dobbiamo fare da garanti - dichiara Maria Elena Ghelardi, referente dell’ufficio tecnico di GBC Italia - e dobbiamo nominare ispettori qualificati che, dopo un periodo di formazione e il superamento degli esami, sono in grado di accertare i canoni e le prestazioni richieste dal protocollo che prevede verifiche indipendenti prima, durante e dopo la realizzazione dell’opera”.

Sempre più una larga fetta del mercato dell’edilizia sta utilizzando i rating system come strumenti guida che accompagnano i progetti nelle fasi di progettazione, costruzione e fino al mantenimento. I sistemi di certificazione, infatti, rappresentano delle metriche di riferimento chiare e consentono di valutare e misurare gli obiettivi di progetto rispetto a specifici standard. Nei progetti di edilizia pubblica, infatti, facilitano il percorso concreto per il raggiungimento dei criteri ambientali minimi.
Continua a Leggere »
23 ott 2017

Diventa socio ora! La tua quota vale anche per il 2018

I nuovi soci che si iscrivono a GBC Italia a partire da oggi fino al 31 dicembre, pagheranno la quota associativa 2017 che rimarrà valida anche per tutto il 2018!

Entra a far parte di GBC Italia da subito, potrai condividere l’autorevolezza rappresentata dal marchio GBC Italia come garanzia di indipendenza nel segno di un movimento sovranazionale e arricchire le tue conoscenze professionali, creando nuove possibilità di relazioni commerciali.

Cosa aspetti? Associati ora!

Per maggiori informazioni consulta il sito o contattaci:
0464 443452
segreteria@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
20 ott 2017

Simulazione energetica in regime dinamico e supporto alla certificazione LEED | Corso di formazione

R2M Solution Srl propone il seguente corso con Marchio di Qualità:

Simulazione energetica in regime dinamico e supporto alla certificazione LEED con l’ausilio del software IES VE.

Sono riconosciuti 16 crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Ingegneri.

Sia che si lavori su un nuovo progetto di costruzione o ristrutturazione, IES VE for Engineers consente di scegliere tra una varietà di moduli e applicazioni che soddisfano le vostre esigenze. È possibile utilizzare la suite per testare diverse opzioni di progettazione, per individuare le migliori soluzioni passive, confrontare tecnologie a basso tenore di carbonio, e trarre conclusioni sul consumo di energia, le emissioni di CO2, il comfort degli occupanti, i livelli di luce, flusso d'aria, effettuare valutazioni per le certificazioni BREEAM, LEED e altro ancora.

Obiettivi del corso di formazione

Il corso è pensato per chi non ha esperienza con il software IES VE e fornirà una panoramica dei suoi moduli principali con lezioni frontali ed esercitazioni pratiche. L’obiettivo è quello di far comprendere al partecipante l’utilità della modellazione del comportamento termo-energetico dell’edificio, di far conoscere i principali moduli del software IES VE, fornendo le basi pratiche per utilizzare i moduli stessi.

Date e orari:

Martedì 28 nov 2017, 9:00 - 18:00
Mercoledì 29 nov 2017, 9:00 - 18:00

Costi:

OPZIONE 1: € 200 + IVA solo il primo giorno (senza l'ottenimento dei crediti formativi degli Ordini)
OPZIONE 2: € 350 + IVA per i due giorni (con l'ottenimento dei crediti formativi degli Ordini).

Per iscrizioni e maggiori informazioni consulta il sito web di R2M Solution.

Continua a Leggere »
18 ott 2017

Finanziare la riqualificazione energetica degli edifici in Italia, Croazia e Slovenia | Milano, 16 novembre

La Commissione Europea in collaborazione con il Ministero dello Sviluppo Economico, ENEA, l’Associazione Bancaria Italiana e UNEP Finance Initiative organizzano una conferenza regionale sul finanziamento della riqualificazione energetica degli edifici in Italia, Croazia e Slovenia. La conferenza si terrà a Milano, al Centro Congressi ABI, il 16 Novembre dalle 9.00 alle 17.00.

Alla conferenza interverranno, tra gli altri, Giovanni Sabatini (ABI), Mauro Mallone (MISE), Ilaria Bertini (ENEA). Nella mattinata sarà presentata la Energy Efficient Mortgages Initiative di cui fa parte l’ Energy Efficient Mortgage Action Plan (EEMAP) a cui GBC Italia partecipa insieme ad un gruppo di lavoro di Soci attivi sulle tematiche.

L’agenda della giornata di lavoro è disponibile a questo link.

La registrazione avviene attraverso questa pagina web.

I Soci che volessero avere maggiori informazioni e prendere parte alle attività del gruppo di lavoro di GBC Italia sugli aspetti finanziari dei Green Building, attivo nel progetto EeMAP, possono scrivere a:

Valentina Marino
internazionale@gbcitalia.org

 

Continua a Leggere »
16 ott 2017

Partecipa agli Stati Generali della Green Economy 2017

GBC Italia sarà presente anche quest'anno a Ecomondo e agli Stati Generali della Green Economy, dedicati quest’anno a “Green Economy: una sfida per la nuova legislatura” e si terranno i prossimi 7 e 8 novembre. 

Il 7 novembre mattina verranno presentate, nella sessione plenaria di apertura, la 3^ Relazione sullo stato della Green Economy 2017 e il Programma per la transizione alla green economy. Saranno, dunque, gli Stati Generali 2017 a fare da palcoscenico al confronto diretto tra il Consiglio Nazionale della Green Economy, che ha elaborato la piattaforma, e le diverse forze politiche, in vista delle prossime elezioni. 

Il 7 novembre pomeriggio, invece, si darà spazio all’approfondimento tematico, con le 5 sessioni parallele dedicate quest’anno a: 

  • Per la rete delle Green Cities in Italia
  • Il futuro dell’Accordo di Parigi e le politiche energetiche nazionale
  • Economia circolare: recepimento e attuazione delle Direttive Europee sui rifiuti 
  • La mobilità futura: less, electric, green and shared
  • La Green economy e le politiche industriali


L’8 novembre mattina è in programma la sessione plenaria conclusiva di taglio decisamente internazionale. “Europa, Cina e Usa: il futuro della Green Economy nei nuovi equilibri mondiali” è il titolo dell’approfondimento sulle politiche “green” messe in campo dai governi di Cina, Europa e USA.  Scenari attuali e scenari futuri della crescita green nel contesto internazionale a confronto.
Si partirà da come gli scenari globali politici ed economici siano decisamente cambiati rispetto all’Accordo di Parigi, che aveva definito obiettivi e impegni condivisi al livello mondiale per la lotta ai cambiamenti climatici, per arrivare a discutere degli scenari del prossimo futuro. Cosa stanno facendo i governi e quale è il ruolo e il peso delle grandi aziende? Ne parleranno imprese internazionali, rappresentanti istituzionali di Europa, Cina e USA ed esperti mondiali di green economy.

Scarica il programma dell'evento.

Per partecipare procedi con l'iscrizione online entro il 30 ottobre.  L’iscrizione è gratuita.

 

Continua a Leggere »
16 ott 2017

A Ecomondo, per una rinascita sostenibile delle città
Se vogliamo fermare il riscaldamento globale al di sotto dei 2°C e raggiungere i target degli Accordi di Parigi, dobbiamo avere una visione che vada oltre il singolo edificio, ma si rivolga a una dimensione più ampia del territorio: dobbiamo agire su scala urbana o di quartiere. 

 

Sempre più dobbiamo adattarci ad un clima che cambia, a periodi di siccità, alluvioni o terremoti. Contemporaneamente le città devono gestire grandi quantità di rifiuti e ridurre i consumi energetici e di risorse scarse come l’acqua. Le città inoltre devono essere capaci di indurre buone pratiche di stili di vita, come l’andare in bici e dovranno favorire quindi l’interconnessione urbana e il trasporto intermodale per conciliare il diritto alla mobilità con l’esigenza di ridurre l’inquinamento ambientale e migliorare la qualità di vita dei cittadini.
 
I processi di rigenerazione urbana cambieranno dunque la fisionomia della città e un ruolo chiave lo giocherà il settore dell’edilizia.
 
Per questo saremo presenti nella Città Sostenibile di Ecomondo (7-10 novembre 2017) insieme ad altri grandi player come Ferrovie dello Stato per la mobilità sostenibile, IBM e TIM per una  gestione trasversale dell' ICT.
 
Venite a trovarci: Padiglione B7 Stand 025
 
I soci che volessero accompagnarci in questo importante viaggio per una rinascita sostenibile delle nostre città saranno benvenuti!
 
I soci possono richiedere gli inviti per l'ingresso gratuito a Ecomondo scrivendo a: eventi@gbcitalia.org
 
Per ricevere ulteriori informazioni: eventi@gbcitalia.org | 0464 - 443 483
Continua a Leggere »
06 ott 2017

Mercato dei serramenti. Cresme e CNA presentano il 1° Rapporto Congiunturale Previsionale

Presso la sede nazionale della CNA viene presentato martedì 10 ottobre il 1° Rapporto Congiunturale Previsionale 2017-8 sul mercato dei serramenti in Italia firmato da Cresme e CNA

Fornire a CNA e alle sue aziende associate uno strumento di analisi del mercato dei serramenti in Italia e al contempo offrire uno scenario di evoluzione dei prodotti. Sono questi i due obiettivi primari del 1° Rapporto Congiunturale Previsionale 2017-8 sul mercato dei serramenti in Italia firmato da Cresme e CNA.

La presentazione ufficiale del Rapporto sul mercato dei serramenti avverrà martedì 10 ottobre all’Auditorium CNA in piazza Armellini, 9A a Roma.

Il quadro informativo offerto da Cresme verrà dibattuto da una Tavola rotonda in cui interverrà anche il nostro segretario del Chapter Lazio, Riccardo Hopps.

Visualizza qui il programma

La partecipazione è aperta a tutti, per la registrazione scrivere a: produzione@cna.it

Continua a Leggere »
05 ott 2017

Workshop LEVEL(S) - Un linguaggio europeo comune per la sostenibilità in edilizia

Il 27 novembre 2017 GBC Italia organizza un workshop per introdurre ufficialmente lo strumento Level(s) in Italia. 

Il workshop "Un linguaggio europeo comune per la sostenibilità in edilizia" si terrà a Roma negli uffici di Spazio Europa, la rappresentanza italiana della Commissione Europea, e sarà l’occasione per presentare lo strumento alle istituzioni nazionali, alle città e agli stakeholder interessati.
 

WORKSHOP LEVEL(S)
27 novembre 2017
ROMA, Spazio Europa

Ore 9:00 -14:30


Tra i relatori del workshop intervengono: Josefina Lindblom (EU Commission DG Environment), che ha coordinato il progetto di ricerca e la stesura dello strumento Levels e Audrey Nugent (Europe Regional Network del World GBC), che ha coordinato le attività dei GBC europei durante il processo di consultazione degli stakeholder.


Scarica la locandina del programma.

Il workshop si terrà in lingua inglese. La partecipazione è limitata a 50 posti e verrà data priorità ai soci di GBC Italia e agli stakeholder istituzionali.

 

Ringraziamo Mitsubishi Electric, Saint-Gobain, ICMQ e Rina per il contributo come sponsor.

 

Per maggiori informazioni consulta il sito qui o scrivi a eventi@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
03 ott 2017

Mirtec: Strategie integrate per la riqualificazione energetica e impiantistica - i prossimi appuntamenti

Ultima tappa del tour tecnico di Mirtec "Strategie integrate per la riqualificazione energetica e impiantistica" a Como.

A rappresentare l'associazione con un'intervento sulla "Durabilità e resilienza nella riqualificazione sostenibile degli edifici esistenti" è Alessandro Lodigiani - Segretario Chapter Lombardia

 

COMO, 10 novembre 2017 alle 9.30-13.30
Vedi il programma | Iscriviti!
 

Abstract
Comfort, ridotto consumo energetico e sicurezza antisismica sono tre aspetti fondamentali di un edificio di qualità che in una logica di riqualificazione dello stesso devono essere trattati e considerati in maniera integrata per ottenere vantaggi economici e di tempistiche dell’intervento. Partendo dalle impostazioni fondamentali e dalle problematiche relative al patrimonio esistente, verranno analizzate le soluzioni per ottenere edifici con un alto grado di comfort e un basso fabbisogno energetico unitamente agli aspetti di adeguamento antisismico, sia per la parte involucro sia per la parte impiantistica. Verranno anche presentate le peculiarità di due sistemi di certificazione, CasaClima e GBC Italia, le strategie e i criteri progettuali per Case Passive e i recenti sviluppi normativi in campo elettrotecnico da parte di CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano.

Crediti formativi:
Sono previsti crediti formativi per i seminari.

Per maggiori informazioni consultare il sito o scrivere a EdicomEventi.

Continua a Leggere »
03 ott 2017

Futurebuild Meeting Tour 2017 - Bergamo 21/22 novembre 2017

La prossima tappa del Futurebuild Meeting Tour si svolgerà a Bergamo presso I.Lab Kilometro Rosso – Via Stezzano, 87 Bergamo dal 21 al 22 novembre 2017. Tra i relatori saranno presenti anche alcuni soci di GBC Italia:

 

1°convegno - RISORSE
|

Martedì, 21 novembre alle 14.20-18.30

L'applicazione dei CAM in edilizia 
Luca Bertoni

L’applicazione della Life cycle sustainability assessment alle fasi di progettazione preliminare, definitiva, esecutiva del progetto 
Michele Milan 

 


2°convegno - ENERGIA
|

Mercoledì, 22 novembre alle 9.10 -13.15


3°convegno - CITTÀ
|
Mercoledì, 22 november alle 14,20 - 18,30

 

Crediti formativi: 

Evento accreditato per Ingegneri: 3 CFP per ciascun convegno, 9 CFP totali (ai fini del rilascio dei CFP è obbligatoria la presenza al 100% della durata di ogni Convegno).

Evento accreditato per Architetti: 4 CFP per ciascun convegno, 12 CFP totali

Come partecipare:
Partecipazione gratuita fino a esaurimento dei posti. Consigliabile iscriversi online.
 

Per maggiori informazioni consultare il sito web.

Continua a Leggere »
03 ott 2017

Arriva in Italia la Wellference: una due giorni di WELL Building Standard

Doppio appuntamento a Milano con il WELL Building Standard per una sessione formativa mercoledì 18 ottobre e una conferenza aperta a tutti giovedì 19 ottobre 2017.

La salute e il benessere sono oggi requisiti fondamentali per gli spazi costruiti e rappresentano la seconda ondata del concetto di sostenibilità. Noi trascorriamo circa il 90% del nostro tempo in spazi chiusi e il nostro ambiente influisce sulla nostra salute più dello stile di vita, le cure mediche e la genetica. Per le aziende è una scelta ragionevole investire sulle persone ed aiutarle a migliorare la loro salute fisica e mentale: il 90% delle spese aziendali è infatti destinato a stipendi e benefit il che significa che il ritorno dell’investimento, con dipendenti più in salute e più felici, include anche la riduzione dei costi.
La Wellference, ossia la conferenza sul benessere degli spazi costruiti ha lo scopo di fornire informazioni sul nuovo WELL Building Standard e iniziare una costruttiva discussione tra le parti italiane interessate e appartenenti ai paesi che si affacciano sul Mediterraneo (investitori, immobiliaristi, designers).

La sessione formativa di una giornata (mercoledì 18 ott) ha lo scopo di introdurre il WELL Building Standard attraverso approfondimenti dell’ideologia, della struttura, del procedimento, degli studi di casi esistenti. Il banco di prova per le categorie dei concetti viene introdotta insieme a strategie di design e costruttive per creare healthy buildings. Il corso offre l’opportunità di capire come gestire un WELL Certification Process attraverso chiavi di comprensione collegate a design, costruzione e funzionalità di edifici ad alto livello di prestazioni, passando attraverso le caratteristiche del rating system. Essendo parte di questa sessione i partecipanti saranno coinvolti in un pratico workshop indirizzato alla creazione di un Workplace Wellness Program, da presentare alla fine della giornata. Questa Education Session consente ai LEED APs e WELL APs di ottenere 6 ore CE, come parte dei loro CMP.

Per iscriverti al corso clicca qui.

I soci di GBC Italia possono usufruire di tariffe di partecipazione agevolate rispetto a quelle ufficiali. Per conoscere la tariffa riservata ai soci scrivi a: formazione@gbcitalia.org


La conferenza di giovedì 19 ottobre vede tra i relatori: Rick Fedrizzi, presidente e CEO di International Well Building Institute (IWBI) ed ex CEO di U.S. Green Building Council, Jessica Cooper, IWBI e Kay Killman, direttore generale del GBCI europeo. Per iscrizioni alla conferenza: www.wellference.com


Per maggiori informazioni: 
www.wellference.com | t. +39 0423 605551 | info@aptavitae.com

Continua a Leggere »
29 set 2017

Il contributo di GBC Italia alla SEN

GBC Italia ha inviato ai Ministeri competenti il documento “Contributi e Osservazioni di GBC Italia al documento di consultazione pubblica”, redatto sulla base dei contributi ricevuti dai Soci in seguito ad alcune consultazione interne.

GBC Italia oltre che porre l’attenzione sulla importanza della riqualificazione degli edifici, ritiene che la SEN presenti alcune criticità, la più importante è la disparità fra l’attenzione posta al settore industriale rispetto al mondo dell’edilizia.

Nel documento in consultazione si riscontra inoltre la mancanza di un’analisi dell’obiettivo di totale decarbonizzazione al 2050, al quale è ovviamente strettamente correlata la strategia energetica del paese e di conseguenza quella di riqualificazione del patrimonio immobiliare italiano.

Nella proposta di SEN risulta evidente la disparità fra il settore industriale e il settore edile, per il quale nel documento vengono dedicati pochi passaggi. Pur richiamando il concetto di riqualificazione spinta degli edifici esistenti, non esprime una chiara strategia ed un approccio metodologico adeguati per una profonda trasformazione del mercato dell’edilizia nazionale. Il settore dell’edilizia, proveniente da una crisi che dura ormai da 10 anni, rappresenta una grande opportunità per il sistema paese sia in termini di margini di recupero di efficienza energetica dello stock immobiliare esistente che di sviluppo tecnologico e occupazionale.

 

L’impatto energetico complessivo degli edifici non è correlato al solo consumo energetico diretto (riscaldamento, raffrescamento, ventilazione, forza motrice, illuminazione) . Un edificio può concorrere a ridurre il fabbisogno energetico nazionale anche migliorando la gestione dei rifiuti prodotti nel suo intero ciclo di vita, riducendo i consumi idrici ed integrando soluzioni che favoriscano la mobilità sostenibile. Tali obiettivi potrebbero essere favoriti da un piano di sviluppo sostenibile anche per le infrastrutture urbane, ad oggi non presente, che potrebbe guidare l’ammodernamento dei quartieri con il fine di massimizzare il contributo di sostenibilità degli edifici in essi ubicati.

La riqualificazione energetica degli edifici dovrebbe essere lo spunto per una più profonda trasformazione dell’intero patrimonio immobiliare del paese mediante:

  • L’incentivazione della deep-renovation che integri gli interventi energetici con quelli strutturali e di salubrità degli ambienti
  • L’innovazione del settore mediante l’industrializzazione della riqualificazione edilizia e la conseguente riduzione dei tempi e costi degli interventi.

 

È quindi auspicata la definizione nella SEN di una roadmap di rinnovamento degli edifici che attribuisca un adeguato peso e stimolo all’innovazione del settore dell’edilizia, elemento fondamentale per accelerare il passaggio ad interventi di riqualificazione su interi edifici, abbinati a misure antisismiche e di miglioramento della salubrità degli spazi abitati.

 

Andranno definiti degli obiettivi intermedi sulla superficie costruita da riqualificare che potrebbero essere posti al 20% nel 2025 e al 30% nel 2030. Questi valori sono coerenti con un incremento della superficie annua da riqualificare dall’attuale 1% al 3% e sono in sintonia con le indicazioni della Commissione Ambiente del Parlamento Europeo approvate in questo mese di settembre (quota annua di riqualificazione del 2,9% tra il 2020 e il 2030).

 

Gli obiettivi di deep renovation richiedono anche la creazione di strumenti di finanziamento evoluti rispetto alle attuali proposte, che ne garantiscano una sostenibilità economica. I meccanismi di finanziamento dovrebbero trovare le modalità per soddisfare le diverse esigenze della domanda e per risolvere la criticità degli incapienti garantendo la “portabilità” delle detrazioni nei confronti del mondo bancario o in seconda battuta delle utilities. L’incentivazione finanziaria dovrebbe essere accompagnata anche da un’adeguata semplificazione amministrativa eliminando le difficoltà che l’utente e l’operatore medio ha per accedervi.

 

Considerando che la media europea del tempo di ritorno dell’investimento di riqualificazione spinta di un edificio è pari a circa 30 anni, è necessario trovare dei meccanismi di garanzia dei risultati attesi di :

  • miglioramento della qualità della vita, che corrisponde ad una maggiore valorizzazione degli immobili;
  • riduzione dei costi di esercizio, correlati all’efficientamento energetico e di uso delle risorse;
  • durabilità delle opere di riqualificazione e mantenimento nel tempo delle loro prestazioni.

Per investimenti di così lunga durata, e di rilevante impegno tecnico e economico, è fondamentale anche attivare strumenti di controllo del raggiungimento del risultato quali:

  • i protocolli di certificazione di sostenibilità energetico-ambientale, che consentono di guidare la progettazione degli interventi integrati e misurarne l’impatto.
  • I sistemi di monitoraggio dei consumi, per verificare la costante performance nel tempo.

 

È a nostro parere determinante lo stimolo e l’attivazione di meccanismi di garanzia della qualità delle opere di riqualificazione, anche in termini di capacità di mantenere le performance nel tempo.

 

Il documento completo redatto da GBC Italia e presentato ai Ministeri competenti è scaricabile qui.

Continua a Leggere »
29 set 2017

Al via la sperimentazione del primo strumento UE per la sostenibilità degli edifici

La Commissione europea ha presentato giovedì 28 settembre la fase pilota di "Level(s)", un nuovo quadro di riferimento UE per gli edifici sostenibili, che aiuterà a trasformare il settore edile. Si tratta del primo strumento di questo tipo concepito per essere utilizzato in tutt'Europa.

Il commissario per l'Ambiente, gli affari marittimi e la pesca, Karmenu Vella, ha dichiarato: "Level(s) può aiutarci a edificare in maniera più sostenibile in tutta Europa e a facilitare la transizione verso l'economia circolare. Lo presentiamo in occasione della settimana mondiale dell'edilizia verde, a dimostrazione del ruolo guida che l'Europa svolge su questo fronte. Questo strumento d'ausilio segna un importante passo avanti verso un settore edile europeo che faccia un uso più efficiente delle risorse e sia più competitivo."

Frutto di un'ampia consultazione con l'industria e il settore pubblico, Level(s) si basa su indicatori di prestazione che riguardano aspetti quali le emissioni di gas a effetto serra, l'efficienza delle risorse, l'efficienza idrica, la salute e il comfort, puntando a creare un "linguaggio comune" che definisca in cosa consiste nella pratica un edificio sostenibile e che non si limiti a considerare solo il consumo di energia.

La fase sperimentale di Level(s) è ormai lanciata e durerà fino al 2019: i promotori di progetti immobiliari sono invitati a scoprirlo e sperimentarlo. La Commissione europea presterà assistenza tecnica a chi vorrà provare Level(s), in tutti i suoi livelli o solo alcuni.

Un linguaggio comune che è quello della sostenibilità.

James Drinkwater, direttore della rete regionale europea del World Green Building Council ha dichiarato: "È questo un chiaro segnale inviato al mercato: le costruzioni sostenibili non sono più solo per una nicchia ma stanno diventando la norma. Così come l'obiettivo comune di costruire edifici a energia quasi zero in tutta Europa ha spronato tutto il settore, una nozione comune di edilizia "sostenibile" ci aiuterà a compiere una vera trasformazione delle pratiche correnti."
 
Level(s) è un sistema di valutazione open source messo a punto dalla Commissione europea in stretta collaborazione con soggetti di punta del settore quali Skanska, Saint-Gobain, the Sustainable Building Alliance e i Green Building Council.

Due relazioni tecniche di orientamento sono state pubblicate a supporto della fase pilota: la prima presenta Level(s) e il suo funzionamento; la seconda illustra nel dettaglio come valutare le prestazioni con Level(s).

La Commissione ospiterà a Bruxelles, il 4 dicembre 2017, un seminario pilota per le organizzazioni interessate a sperimentare Level(s).

Il 27 novembre 2017 GBC Italia organizza un workshop per introdurre ufficialmente lo strumento Level(s) in Italia. Tra i relatori Josefina Lindblom (EU Commission DG Environment), che ha coordinato il progetto di ricerca e la stesura dello strumento Levels e Audrey Nugent (European Regional Network del World GBC), che ha coordinato le attività dei GBC europei durante il processo di consultazione degli stakeholder.

L’incontro si terrà a Roma nei locali di Spazio Europa, ufficio di rappresentanza italiana della Commissione Europea, e sarà l’occasione per presentare lo strumento alle istituzioni nazionali, alle città e agli stakeholder interessati.

Per maggiori informazioni su Level(s) consulta ec.europa.eu

Per manifestare interesse a partecipare alla sperimentazione e al seminario sulla fase pilota che si terrà a Bruxelles a dicembre, puoi contattare GBC Italia scrivendo a:

certificazione@gbcitalia.org

 

 

 

Continua a Leggere »
29 set 2017

REbuild: La città del futuro

La mattina del 18 ottobre a REbuild Milano, nella sede di Assolombarda, l’attenzione sarà puntata sulle possibilità offerte dalle nuove tecnologie e sulla nuova agenda. Tra ospiti istituzionali e rappresentanti del mondo della finanza anche i protagonisti e le best practice di queste nuove filiere italiane.

La città del futuro è una città che si rigenera e non si espande, e con le riflessioni e gli interventi messi in campo in questi anni Milano ne è esempio per tutto il Paese.

I puntuali processi di rigenerazione già avviati in alcune zone della città possano essere estesi a tutto il perimetro urbano, purché vengano utilizzare tutte le leve capaci di estrarre valore dai patrimoni immobiliari esistenti.

A livello internazionale c’è attenzione a nuovi paradigmi tecnologici, che aprono all’uso di nuove tecnologie nel processo edilizio, a nuovi approcci progettuali e a rinnovati criteri finanziari. Sono queste le nuove filiere capaci di rendere economicamente, ambientalmente e socialmente realizzabili processi di rigenerazione su larga scala.

Su questa strada, che REbuild segue da anni, Assolombarda ha deciso di intraprendere un cammino volto a ridefinire il contributo che l’industria può dare alla rigenerazione della città; un contributo sia come motore di sviluppi economici che stimolino la riqualificazione degli involucri edilizi, sia come comparto manifatturiero capace di ibridazione con l’industria 4.0.

 

Per maggiori informazioni: www.rebuilditalia.it

 

Continua a Leggere »
29 set 2017

Nuovi corsi ASHRAE
Di seguito presentiamo i nuovi corsi tecnici ASHRAE:
 
 
 
Mandatory provisions e disposizioni minime sulla ventilazione
|
La progettazione di un edificio conforme allo standard LEED prevede come obbligo l’ottemperanza delle disposizioni obbligatorie (mandatory provisions) degli standard ASHRAE 90.1 e ASHRAE 62.1. In funzione dell’anno di registrazione del progetto, lo standard di riferimento potrà essere quello del 2007 (LEED v3) oppure quello del 2010 (LEED V4). Poiché si tratta di disposizioni obbligatorie, esse assumono una particolare importanza per tutti i progettisti che sono coinvolti nella realizzazione di un edificio il cui obiettivo finale sia l’ottenimento della certificazione LEED.
 
Prossime date: Milano, 20 ottobre 2017 | Pavia, 15 dicembre 2017
Per maggiori informazioni: consultare il sito o scrivere a formazione@gbcitalia.org
 
 
 
Simulazione dinamica per la certificazione LEED
|
La modellazione energetica in regime dinamico è uno strumento avanzato per comprendere il comportamento fisico di un sistema edificio-impianto durante il mutare delle condizioni climatiche esterne e dei carichi termici interni. Tale analisi permette di stimare il consumo annuale di energia, le condizioni di comfort, l’interazione tra l’edificio oggetto dell’analisi, il suo impianto e gli edifici circostanti.
 
Prossime date: Milano, 10 novembre 2017 | Pavia, inizio 2018
Per maggiori informazioni: consultare il sito o scrivere a formazione@gbcitalia.org
Continua a Leggere »
28 set 2017

Call for GBC Italia Awards 2017

Lunedì 4 dicembre chiudono le candidature per i GBC Italia Awards 2017!
La terza edizione dei GBC Italia Awards ha lo scopo di promuovere le eccellenze e le buone pratiche tra la comunità dei soci di GBC Italia che si distinguono per iniziative innovative e sostenibili in materia di edilizia.

Candida subito un tuo progetto, potresti essere uno dei vincitori!

 

Italian Leadership Awards
|
Gli Italian Leadership Awards premieranno i migliori progetti all'interno delle seguenti tre categorie:

  • Leadership in Design & Performance
    (Attenzione: estensione periodo operatività)
  •  Leadership d’Impresa e Sostenibilità
  •  Leadership in Green Building nel Settore Pubblico

...continua a leggere

Premio Mirna Terenziani 2017
|
Il premio dedicato a Mirna Terenziani, preziosa figura che ha contribuito allo sviluppo dell'Associazione, è un riconoscimento per progetti innovativi e di eccellenza, riservato alle donne della comunità di GBC Italia per valorizzare e perseguire il proprio percorso professionale... continua a leggere

Premio Chapter dell'anno 2017
|
Il premio ha lo scopo di promuovere e valorizzare le attività che le sezioni territoriali di GBC Italia hanno intrapreso nel corso dell'anno. I Chapter svolgono un ruolo molto importante perché rappresentano l'Associazione sul territorio... continua a leggere

Per info: awards@gbcitalia.org  
Continua a Leggere »
25 set 2017

Settimana mondiale dei green building: tutti gli edifici a emissioni zero entro il 2050!

Al via la settimana mondiale dell’edilizia sostenibile (World Green Building Week) in programma dal 25 settembre al 1 ottobre. Migliaia i sostenitori in tutto il mondo che promuovono un’azione collettiva per il clima. Le comunità, le imprese profit e no profit del settore delle costruzioni di cinque continenti stanno alzando la voce sulla necessità di avere Edifici a Emissioni Zero entro il 2050.


La firma dell’accordo di Parigi nel dicembre 2015 è riconosciuta come un momento storico della lotta contro il cambiamento climatico. Ha segnato l’inizio della sfida più importante della nostra esistenza (la corsa per frenare le emissioni globali di gas serra in modo che il riscaldamento globale rimanga al di sotto di 2°C) e ha stabilito una corsa contro il tempo per quanto velocemente il mondo deve cambiare il suo percorso affinché entro il 2050 tutti i principali settori del mercato operino in uno stato di emissioni climalteranti pari a zero. Il settore dell’edilizia è responsabile di circa il 30% del consumo energetico globale e delle relative emissioni, per questo è urgente attivarsi per trovare soluzioni costruttive a impatto zero.


La World Green Building Week, coordinata dal World Green Building Council e dai GBC membri presenti in più di 70 paesi, punta a migliorare la sostenibilità dei nostri edifici come soluzione importante per contrastare il cambiamento climatico.
Lo slogan della settimana è: Our Hero Is Zero! - Il nostro Eroe è Zero!

Gli Edifici a Emissioni Zero sono una soluzione pratica ed efficiente per la lotta al cambiamento climatico.


Durante la World Green Building Week sono organizzate diverse iniziative volte all'apprendimento, alla condivisione e alla guida del cambiamento del settore. In programma in tutto il mondo ci sono più di 180 attività tra convegni, seminari, workshop e corsi di formazione organizzati dai Green Building Council e dai loro soci (32 mila membri in totale) per informare gli operatori delle costruzioni sulle potenzialità di un obiettivo così importante.


Green Building Council Italia (GBC Italia) organizza una campagna formativa e informativa sui green building e i sistemi di certificazione attraverso convegni, seminari, workshop e occasioni di networking e dà la possibilità a 100 persone di frequentare un corso di formazione gratuitamente.


Tra le tante iniziative organizzate in tutta Italia segnaliamo in particolare il convegno che si terrà ad Agrigento il 30 settembre: Edifici a Emissioni entro il 2050, le esperienze internazionali, nazionali e il ruolo del territorio Sicilia
Il convegno organizzato dal Chapter Sicilia di GBC Italia, in collaborazione con la Camera di Commercio di Agrigento, Crim Safri, gli ordini degli Architetti, degli Ingegneri, degli agronomi e forestali e il collegio dei geometri di Agrigento e patrocinato da Legambiente, Kyoto Club e il Parco della Valle dei Templi di Agrigento, focalizzerà l’attenzione sul percorso italiano per trasformare i nostri edifici a emissioni zero.

 

Continua a Leggere »