Salta al contenuto
09 feb 2018

Greenbuild a Berlino: il vantaggio di essere socio

Il  17 e 18 aprile i migliori esperti di green building si incontrano a Berlino per l’edizione europea di Greenbuild, la rinomata conferenza mondiale dedicata all'edilizia sostenibile.

Greenbuild è il più grande evento dedicato alla formazione e all'aggiornamento nell’ambito della sostenibilità delle costruzioni, che offre grandi opportunità di networking e di formazione professionale.

Se sei socio di GBC Italia puoi partecipare alla conferenza alle stesse tariffe riservate ai membri di USGB.  Visualizza qui le tariffe.
Per usufruire di questa agevolazione richiedi il codice sconto di partecipazione a: amministrazione@gbcitalia.org.

Nei giorni della conferenza stiamo organizzando dei momenti di incontro per la comunità italiana dei green building presenti a Berlino, in cui condivideremo e coordineremo le azioni per promuovere e far conoscere le pratiche costruttive di eccellenza italiana in tutto il mondo. Questi appuntamenti saranno l'occasione per incontrare di persona anche Mahesh Ramanujam presidente di USGBC e Rick Fedrizzi, presidente di International WELL Building Insistute.

Se partecipi anche tu alla conferenza, segnalaci la tua presenza scrivendo a: segreteria@gbcitalia.org così potremo coinvolgerti meglio nelle attività di GBC Italia a GREENBUILD Europe.

Insieme possiamo fare la differenza!

Continua a Leggere »
06 feb 2018

Efficienza energetica: cosa riferiscono i valutatori immobiliari alle banche?

Una fotografia delle pratiche correnti
Nel valutare se concedere un mutuo per l’acquisto di una proprietà, gli istituti di credito tengono conto, tra i vari aspetti, della capacità del cliente di ripagare l’acquisto e del parere del valutatore sulla qualità e sul valore di mercato dell’immobile. Il ruolo del valutatore è quello di fornire una stima attendibile del valore di mercato basata su dati consolidati e su una metodologia di valutazione appropriata.
Nella pratica corrente non viene richiesto ai valutatori di considerare la prestazione energetica dell’immobile, tuttavia un sondaggio in corso tra i valutatori e i dipartimenti di valutazione del rischio creditizio delle principali banche europee mette in evidenza che c’è una crescente richiesta di informazioni riguardo l’efficienza energetica.

Efficienza energetica e valore
Più della metà delle banche che hanno partecipato al sondaggio chiedono ai valutatori di tenere conto dell’impatto potenziale della classe di efficienza energetica (generalmente attraverso gli attestati di prestazione energetica), con importanti eccezioni che vanno anche oltre e chiedono di considerare le prestazioni energetiche reali e gli impatti ambientali della proprietà.
I valutatori potrebbero considerare gli aspetti legati all’efficienza energetica attraverso ispezioni fisiche negli immobili dal momento che 9 banche su 10 richiedono informazioni sullo stato complessivo della proprietà e sulle condizioni dell’involucro edilizio.
Questi primi risultati incoraggiano il lavoro che il consorzio dell’iniziativa EeMap sta svolgendo in stretta collaborazione con alcune banche europee per definire le checklist e le linee guida per includere gli aspetti di efficienza energetica in modo più approfondito e strutturato.

Disponibilità di dati
La disponibilità dei dati rappresenta una sfida significativa per i professionisti che devono valutare, indipendentemente dal fatto che esistano prove del mercato o meno, è comunque responsabilità del valutatore tenere conto di tutti quegli aspetti di qualità che potrebbero avere un impatto sul valore. In questo senso, migliorare la qualità e la disponibilità dei dati, è un problema che deve essere affrontato al più presto per rinforzare il legame tra prestazioni dell’edificio e riduzione del rischio finanziario.

Per il futuro
La capacità dei valutatori di fornire consulenza sull’impatto dell’efficienza energetica è un aspetto chiave per gli istituti di credito per calcolare l’accessibilità ai mutui senza aumentare il rischio di credito e per consentire ulteriori fondi al consumatore.
Una migliore comprensione della relazione tra efficienza energetica e valore è inoltre importante per un rating più robusto e sensibile al rischio delle proprietà nel portfolio crediti delle banche

 

Traduzione dell'articolo a cura di Zsolt Toth, External Affairs & EU Liaison Manager, Europe RICS. Leggi l'articolo orginale qui: energyefficientmortgages.eu

_________________________________________

Questo è il quarto articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici.

Leggi gli altri articoli qui.

Continua a Leggere »
02 feb 2018

Report LEVEL(S)

È disponibile per il download il report dell'incontro tenutosi a Roma lo scorso 27 novembre in cui GBC Italia e i suoi soci hanno incontrato Josefina Lindblom della DG Environment della Commissione Europea per l’introduzione di LEVEL(S) in Italia.


LEVEL(S) è un nuovo sistema di indicatori chiave di performance, proposto dalla Commissione Europea, per misurare e valutare gli edifici sostenibili in tutta Europa. L'obiettivo di questo strumento open source è quello di arricchire il sistema di metriche di valutazione dell'edilizia sostenibile creando un approccio comune basato sull’integrazione degli attuali strumenti di certificazione presenti sul mercato.


Scarica qui il report dell’incontro del 27 novembre


Clicca qui per maggiori informazioni

Continua a Leggere »
31 gen 2018

Appuntamenti di febbraio
Non perdete questi appuntamenti importanti di febbraio:
 
EVENTI

9  febbraio 2018
NZEB - edifici a energia quasi zero (+)
Seminario a Firenze
 
Tutti i weekend di febbraio 2018
Evento Habita (socio LaMaggiò) (+)
Installazione modulo abitativo e seminari a Sarnico (BG)
 
15 febbraio 2018
Convegno: Nuovi criteri di performance per il real estate (+) 
Peschiera Borromeo (MI)
I soci di GBC Italia possono partecipare usufruendo di condizioni di partecipazione vantaggiose. Scopri di più
 
16 febbraio 2018
Partecipazione e governance. I progetti di rigenerazione del Comune di Prato (+)
Convegno al Politecnico di Milano – spazio Educafè
 
17 febbraio 2018
Convegno: Nuove Frontiere del Design Sostenibile (+)
Lido Nettuno - Lago d'Iseo, Sarnico (BG)
 
22 febbraio 2018
La sostenibilità ambientale nella ricostruzione
Convegno a Perugia nella sede università della ricostruzione
 
23 febbraio 2018
NZEB - edifici a energia quasi zero (+)
Seminario Bologna
 
27 febbraio 2018
Mirtec (+)
Seminario Bergamo
 
Per informazioni: eventi@gbcitalia.org
 
________________________________________
 
FORMAZIONE

7 febbraio 2018 
Corso IFMA - GBC "Modulo A" (+)

12-13 febbraio 2018 
200-1 MILANO - Corso Exam Prep GA (+)
 
12 febbraio 2018
Mandatory provisions e disposizioni minime sulla ventilazione (+)

16 febbraio 2018
Simulazione dinamica per la certificazione LEED e GBC (+)

21 febbraio 2018
Corso CAM - Modulo A (+)

23 febbraio 2018
Corso 100 online (+)
 
Per informazioni: formazione@gbcitalia.org
Continua a Leggere »
29 mar 2018

Mutui verdi per edifici efficienti e sicuri
Alla presenza delle Istituzioni, oltre 140 partecipanti rappresentanti delle principali banche, amministrazioni pubbliche, assicurazioni, operatori energetici, imprese edili si sono confrontati, insieme a esperti in valutazioni immobiliari e efficienza energetica, per capire come applicare al mercato italiano l’approccio trasversale proposto dall’Energy efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) per il finanziamento dell’efficienza energetica e della sicurezza antisismica degli edifici. L’evento, organizzato da GBC Italia, UniCredit, RICS Italia e E.ON Italia, in collaborazione con il consorzio EeMAP, è stata un’occasione unica per creare un’efficace sinergia tra tutti gli attori coinvolti e per fornire soluzioni concrete alla necessità di edifici residenziali, commerciali e pubblici efficienti e sicuri.
Continua a Leggere »
31 lug 2018

I prossimi appuntamenti con la formazione
Ecco a voi le date dei prossimi corsi di formazione. Diversi livelli di approfondimento per soddisfare le esigenze di tutti.
 
100-1 Introduzione ai Green Building e la certificazione LEED/GBC
Online | 22 novembre 2018
Dettagli (+)
 
200-1 LEED Green Associate Exam Preparation
Milano | 13-14 novembre 2018
Dettagli (+) 
 
300-2 Corso Exam Preparation LEED AP BD+C
Milano | 29-30 novembre 2018
Dettagli (+)
 
400-4 Corso Introduzione alla mappatura LEED
Milano | 22 novembre 2018
Dettagli (+)
 
400-9 Corso Green BIM
Milano (da definire) | Modullo 3: 21-22-28-29 novembre 2018 
Dettagli (+)
 
Per altre informazioni: formazione@gbcitalia.org
Continua a Leggere »
31 gen 2018

I vantaggi per i soci nella certificazione

I soci attivi di GBC Italia, ossia in regola con il pagamento della quota associativa, hanno diritto a sconti sull’acquisto di prodotti (manuali, formazione ecc.) e certificazioni di progetti LEED e GBC (registrazione e certificazione di progetti) in Italia.

Grazie ad un accordo di partnership con USGBC e GBCI (Green Business Certification Inc.) i soci di GBC Italia possono usufruire di sconti pari a quelli di un socio Silver di USGBC.
I soci che hanno beneficiato degli sconti di certificazione hanno più che ripagato la quota associativa, usufruendo inoltre degli altri vantaggi che un’associazione autorevole come GBC Italia può fornire.

La richiesta dei codici sconto per i progetti LEED richiede sempre un po’ di tempo per cui consigliamo di muoversi con 1 o 2 settimane in anticipo.


Approfittane anche tu!!

Scrivi a certificazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
31 gen 2018

Mutui verdi in Italia: un workshop a Milano il 9 marzo

Il mercato dei mutui in Europa ha un valore superiore a 7.000 miliardi  di euro e rappresenta più di un terzo del capitale del settore bancario. Il potenziale che questo capitale ha di guidare il miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio costruito e di ridurre le emissioni climalteranti è enorme, ma attualmente non viene sfruttato.

Il Piano d’azione sui mutui per l’efficienza energetica - Energy Efficient Mortgages Action Plan (EeMAP) - è un progetto innovativo che ha lo scopo di creare dei mutui per migliorare l’efficienza energetica degli edifici in Europa.

EeMAP riunisce le principali banche, i valutatori, le compagnie di fornitura e gestione dell’energia e gli esperti di edilizia sostenibile per definire le basi di un mutuo verde in Europa e per sfruttare il valore di questo capitale allo scopo di migliorare le prestazioni energetiche e ambientali dei nostri edifici.

Il progetto mira a stabilire un approccio comune europeo per valutare, finanziare e premiare i mutui verdi, allo scopo di incrementare l’impiego della finanza privata nell’incentivare il mercato dell’edilizia green per raggiungere gli obiettivi climatici europei.

Se ne parlerà il 9 marzo a Milano nel workshop organizzato da UniCredit, GBC Italia e RICS in collaborazione con il consorzio EeMAP.

09 Marzo 2018 dalle 9:00 alle 14:00
Milano, UniCredit, Tower hall

via Fratelli Castiglioni n.12

Obiettivi del workshop

  • Lanciare le linee guida tecniche del progetto EeMAP
  • Lanciare il report di GBC Italia sul contesto nazionale per i mutui verdi
  • Conoscere le più recenti ricerche europee e le migliori pratiche sui mutui verdi, incluse le ricerche sui consumatori.
  • Discutere il feedback di esperti sulla proposta tecnica di EeMAP su come dovrebbero funzionare la valutazione delle prestazioni degli edifici per la concessione di un mutuo green diffuso a livello europeo.
  • Porre le basi per un laboratorio nazionale sui mutui green, che comprenda gli esperti chiave e le aziende che possono supportare la progettazione e la diffusione dei mutui green in Italia.


A chi è rivolto il workshop

Il workshop è rivolto ad aziende e organizzazioni interessate a conoscere le opportunità di business che la diffusione dei mutui green può offrire. Sono invitati a partecipare le banche, i valutatori, le compagnie di fornitura e gestione dell’energia, i consulenti, gli auditor, architetti, ingegneri, imprese, ESCO, imprenditori e proprietari immobiliari. L’evento si focalizzerà principalmente sul mercato della riqualificazione e nuova costruzione del settore principalmente residenziale.

 

Visualizza il programma del workshop qui

 

Per informazioni: internazionale@gbcitalia.org
 

Letture consigliate

EeMAP White Paper
EeMAP Report – Green Building Performance Indicators
EeMAP Report – Green Finance
EeMAP Report – Green Value


___________________________________________
 

  Keynote speaker

  Luca Bertalot
  Secretary General
  European Mortgage Federation


Luca Bertalot è il segretario generale della European Mortgage Federation - European Covered Bond Council (EMF-ECBC), una piattaforma di mercato che funge da catalizzatore e guida gli istituti di credito dell'UE e la comunità di obbligazioni garantite nelle discussioni con le istituzioni europee e gli stakeholders su tutte le questioni relative agli aspetti di retail e di finanziamento del mercato dei mutui. Luca è un esperto nel finanziamento dell'efficienza energetica negli edifici e sta guidando l'iniziativa sui mutui per l’efficienza energetica della EMF-ECBC in qualità di coordinatore del consorzio EeMAP.

___________________________________________

 


This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 746205. The sole responsibility for the content of this material lies with the authors. It does not necessarily represent the views of the European Union, and neither EASME nor the European Commission are responsible for any use of this material

Continua a Leggere »
28 gen 2018

Buon compleanno GBC Italia

Buon compleanno Green Building Council Italia!

Grazie a tutti i soci che hanno reso tutto questo possibile.

 

 

Continua a Leggere »
26 gen 2018

NZEB Edifici a energia quasi zero – Firenze, 9 febbraio

Gli edifici "ad energia quasi zero" (near zero energy buildings NZEB) richiedono poca energia ed hanno elevate prestazione di funzionamento. Gli aspetti caratterizzanti sia in fase di costruzione che in fase di ristrutturazione, sono l'involucro, la produzione di energia rinnovabile e gli impianti.

GBC Italia patrocina il seminario “NZEB Edifici a energia quasi zero” che si terrà a Firenze venerdì 9 febbraio, in cui interviene anche il nostro Vicepresidente Marco Mari.

SEDE:
Aula Magna Rettorato
Università di Firenze
Piazza San Marco, 4 Firenze

DESTINATARI: Professionisti del settore edilizio Architetti, Ingegneri; Geometri, Periti.

OBIETTIVI: La qualità degli edifici si misura su molteplici aspetti prestazionali: sicurezza sismica (sismoresistenza), efficienza energetica, invernale ed estiva, resistenza al fuoco, qualità acustica, microclima e soprattutto la minimizzazione dei fabbisogni energetici, con copertura del restante fabbisogno mediante fonti rinnovabili. Obiettivo del seminario è quello di mostrare come sia possibile soddisfare tali requisiti e migliorarli rispetto ai parametri minimi imposti dalle norme con sistemi/prodotti che rispondano ai requisiti di riferimento.

CONTENUTI: La progettazione interdisciplinare ed integrata dell'edificio permette di considerare simultaneamente gli aspetti di efficienza energetica di un edificio legati all'ottimizzazione dell'involucro (invernale ed estiva), alla migliore configurazione degli impianti di climatizzazione e all'utilizzo ragionato delle fonti rinnovabili. Il seminario è focalizzato sull'individuazione di tali criteri di progettazione integrata.

CREDITI FORMATIVI: per Architetti e Ingegneri Periti Industriali 4CFP

Scarica la brochure del seminario


La partecipazione è gratuita previa registrazione online sul sito di Assform

 

Continua a Leggere »
25 gen 2018

Call per Organismi di Verifica

GBC Italia sta raccogliendo le adesioni per la prossima apertura di un Gruppo di Lavoro dedicato al miglioramento del processo di certificazione.
Nello specifico intendiamo ampliare il numero di progetti registrati e certificati, aumentare con specifici accordi il numero degli Organismi di Verifica Accreditati (OVA) e degli Ispettori Qualificati e snellire il processo di certificazione.

Qui puoi leggere la lettera del Vicepresidente Marco Mari, responsabile dei processi di certificazione che invita gli OVA soci di GBC Italia a partecipare alla prossima riunione che si svolgerà giovedì 1 febbraio presso la sede di Ambiente Italia  (Via Carlo Poerio, 39, 20129 Milano) dalle ore 15 alle ore 16:30.

Ci auguriamo una buona partecipazione all’evento!
Per ulteriori informazioni scrivi a certificazione@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
24 gen 2018

Le banche europee: "l’etichetta Green può guidare i finanziamenti per l’efficienza energetica"

Lo scorso 12 Dicembre 2017, a conclusione di un nuovo report del Climate Strategy e UN Environment Inquiry sulla progettazione di un sistema finanziario sostenibile, è emersa una nuova strategia per permettere alle banche di aumentare i finanziamenti a favore di un patrimonio costruito energeticamente efficiente: l'etichetta Green. Il report è stato lanciato a Parigi in occasione del One Planet Summit ospitato dal Presidente francese Emmanuel Macron.

“Il report  descrive come 10 banche europee - ABN AMRO, BBVA, Berlin Hyp, HSBC, ING, Lloyds, SEB, Suedtiroler Volksbank, Triodos e UniCredit – stiano incominciando a identificare, analizzare e promuovere finanziamenti green per il settore residenziale e immobiliare attraverso l'attribuzione diretta delle caratteristiche ambientali nelle operazioni di prestito e dei mercati dei capitali di debito” ha introdotto Peter Sweatman, co-autore del rapporto e amministratore delegato di Climate Strategy & Partners.

Nick Robins, co-autore e co-direttore di UN Environment Inquiry ha aggiunto: “L’etichetta Green è al principio ma le cose stanno cambiando velocemente. Le principali banche riconoscono che hanno bisogno di comprendere le prestazioni ambientali del patrimonio soggetto ai loro prestiti immobiliari per riuscire a supportare meglio i propri clienti e raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità.”

L’etichetta Green si riferisce ad un processo sistematico in cui le banche individuano gli attributi ambientali dei loro prestiti e delle garanzie patrimoniali come strumento per incrementare la finanza sostenibile. L’etichetta Green delle operazioni bancarie permetterà un accesso semplificato al mercato dei green bonds, un migliore controllo delle prestazioni dei prestiti green e fornirà informazioni più trasparenti sui rischi climatici e sulla resilienza del patrimonio costruito.

 

Per maggiori informazioni:

Comunicato stampa EMF/ECBC del 13 Dicembre, Bruxelles

_________________________________________

Questo è il terzo articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici.

Leggi gli altri articoli qui.

 

 

 

 

Continua a Leggere »
23 gen 2018

GBC Italia compie 10 anni: il regalo te lo facciamo noi!

Il 28 gennaio 2018 GBC Italia compie 10 anni.  Per festeggiare questa importante occasione ti facciamo noi il regalo offrendoti gratuitamente:

ISCRIVITI QUI (L’offerta è valida fino al 29 gennaio alle ore 13:00)

 

  • I manuali in formato digitale dei protocolli GBC Italia per la progettazione e la certificazione di sostenibilità degli edifici residenziali (GBC HOME), degli edifici storici (GBC HISTORIC BUILDING) e dei quartieri (GBC QUARTIERI).

RICHIEDI QUI I MANUALI (L’offerta è valida fino al 29 gennaio incluso)


Non perdere questa occasione e festeggia insieme a noi questi 10 anni di ordinaria sostenibilità!

Buon compleanno GBC Italia!

Continua a Leggere »
16 gen 2018

Il White Paper di EeMAP: come scatenare un mercato per i Mutui Green

Se si analizzano approfonditamente le dinamiche del settore immobiliare, si possono individuare due gruppi di attori che hanno una maggiore influenza rispetto agli altri: gli occupanti degli edifici e gli investitori istituzionali. Il comportamento di questi due gruppi determinerà a livello generale se saremo in grado di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità per il settore delle costruzioni che conta per più di un terzo delle emissioni europee.


In Europa non esiste uno strumento più comune ai consumatori e agli investitori del mutuo. I mutui rappresentano un terzo del patrimonio del settore bancario europeo – equivalente a metà del PIL europeo (settemila miliardi di Euro alla fine del 2016). Il potenziale che questo capitale ha di guidare il miglioramento dell’efficienza energetica del patrimonio costruito e di ridurre le emissioni è enorme, ma attualmente non viene sfruttato.


Sulla base dei feedback ricevuti dalle maggiori banche d’Europa, il White Paper del progetto EeMAP definisce le seguenti raccomandazioni per l’implementazione di un mutuo green in Europa:

  1. Una struttura semplice e standardizzata faciliterebbe l’ingresso sul mercato. Ugualmente, una definizione chiara di un mutuo per l’efficienza energetica aiuterebbe le banche a differenziare i nuovi prodotti dai mutui convenzionali nei loro processi di gestione del rischio finanziario. In questo modo le banche sarebbero in grado di raccogliere dati per dimostrare la riduzione del rischio finanziario dovuta all’efficienza energetica.
  2. Le banche hanno bisogno di una guida chiara su come istruire i valutatori immobiliari in relazione alle prestazioni energetiche degli edifici. Questo aiuterebbe ad assicurare che il livello di prestazione energetica sia tenuta debitamente conto nelle valutazioni immobiliari.
  3. Indicatori semplici ed efficaci per misurare l’efficienza energetica aiuterebbero le banche a includere l’efficienza energetica nella valutazione del rischio creditizio.

 

Il White Paper dell’iniziativa EeMAP chiama all’azione i giocatori chiave di questa partita. Se la vostra organizzazione desidera unire le forze nel progetto EeMAP e scatenare un mercato per i mutui green, scrivete a EeMAP@hypo.org.

 

Traduzione dell'articolo a cura di James Drinkwater, Regional Director, Europe Network – World Green Building Council

______________________________________

Questo è il secondo articolo di una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici attraverso condizioni finanziarie favorevoli di un mutuo collegato ad una proprietà altamente efficiente.

 

Continua a Leggere »
16 gen 2018

Invito & Ingresso Gratuito Forum e Fiera Klimahouse

Al seminario "Soluzioni e applicazioni per la progettazione inegrata edificio-impianto", organizzato da EdicomEdizioni in occasione della fiera Klimahouse a Bolzano, sarà presente il direttore di GBC Italia, Marco Caffi con un intervento sulla durabilità e resilienza nella riqualificazione sostenibile negli edifici esistenti.


Mercoledì, 24 gennaio 9:30-13:30
Bolzano, Klimahouse

Sala Ortles - Via Bruno Buozzi, 35 - adiacente ma esterno alla Fiera


Crediti formativi: è in corso la procedura di rilascio dei crediti formativi per architetti, geometri, ingegneri, periti industriali e consulenti casa clima.


Comfort, ridotto consumo energetico e sicurezza antisismica sono tre aspetti fondamentali di un edificio di qualità che in una logica di riqualificazione dello stesso devono essere trattati e considerati in maniera integrata per ottenere vantaggi economici e di tempistiche dell’intervento. Partendo dalle impostazioni fondamentali e dalle problematiche relative al patrimonio esistente, verranno analizzate le soluzioni per ottenere edifici con un alto grado di comfort e un basso fabbisogno energetico unitamente agli aspetti di adeguamento antisismico, sia per la parte involucro sia per la parte impiantistica. Verranno anche presentate le peculiarità di due sistemi di certificazione, CasaClima e GBC Italia, le strategie e i criteri progettuali per Case Passive e i recenti sviluppi normativi in campo elettrotecnico da parte di CEI – Comitato Elettrotecnico Italiano.


Programma:

  • Strategie e criteri progettuali per edifici passivi - Marco Cimini, Passive House Institute Italia
  • Requisiti, strumenti e prodotti per costruire, riqualificare e certificare CasaClima - Matteo Rondoni, Ricerca e Sviluppo Agenzia CasaClima
  • Il contributo degli impianti elettrici al comfort e al risparmio energetico secondo le norme CEI - Angelo Baggini, Università di Bergamo, CEI
  • Durabilità e resilienza nella riqualificazione sostenibile negli edifici esistenti - Marco Caffi, Direttore GBC Italia

 

  • Tavolo tecnico: Riqualificazione prestazionale degli edifici: SOLUZIONI per L’INVOLUCRO
  • Tavolo tecnico: Riqualificazione prestazionale degli edifici: SOLUZIONI per GLI IMPIANTI
     

Scarica il programma.


La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria (l'ingresso alla fiera è gratuito per i partecipanti al convegno).

 

Continua a Leggere »
12 gen 2018

A Ferrara un esempio virtuoso di applicazione dei CAM

Martedì 9 gennaio 2018 è stato firmato il Protocollo d'intesa tra Comune di Ferrara, Intercantieri Vittadello spa, Acer Ferrara e la Società Investire SGR SpA per la definizione del livello di sostenibilità ambientale dell'intervento edilizio delle "Corti di Medoro" a Ferrara. L'accordo, sottoscritto e illustrato alla stampa alla presenza dall'assessora comunale all'Urbanistica Roberta Fusari, prevede l'impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti ad operare seguendo le indicazioni della Commissione europea per un impiego efficiente delle risorse, in riferimento ai "Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l'affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici”. Nell’accordo vengono messi in campo accorgimenti relativi alle modalità di esecuzione delle demolizioni e ai tipi di materiali da utilizzare nel cantiere e di smaltimento dei materiali prodotti dalla demolizione stessa.


In particolare, fra le specifiche tecniche previste dal protocollo di intesa "almeno il 50% del peso dei componenti edilizi e degli elementi prefabbricati, escludendo gli impianti, deve essere sottoponibile, a fine vita, a demolizione selettiva ed essere riciclabile o riutilizzabile". Inoltre "il contenuto di materia recuperata o riciclata nei materiali utilizzati per l'edificio, anche considerando diverse percentuali per ogni materiale, deve essere pari ad almeno il 15% in peso valutato sul totale di tutti i materiali utilizzati".
Per quanto riguarda il cantiere attualmente in corso "almeno il 70% in peso dei rifiuti non pericolosi generati durante la demolizione e rimozione di edifici, parti di edifici, manufatti di qualsiasi genere presenti in cantiere, ed escludendo gli scavi, deve essere avviato a operazioni di preparazione per il riutilizzo, recupero o riciclaggio".
Sono anche previste particolari disposizioni relativamente all'utilizzo di materiali ecologici e a basso impatto ambientale per quanto riguarda impianti di climatizzazione e termo-idraulici, coibentazioni, vernici, tramezzature, pavimenti e rivestimenti, infine l'illuminazione a basso consumo energetico.
Le demolizioni avviate nell'aprile 2017 hanno prodotto ad oggi 11.700 tonnellate di materiali vari (tra cemento, ferro, acciaio, alluminio, legno, cartongesso e isolanti vari) che per oltre il 90% è stato conferito (circa 700 viaggi) ad aziende specializzate nel loro riutilizzo creando sia valore per l'ambiente in termini di risparmio di materie prime, sia valore economico. 

 

 
All'incontro con i giornalisti erano inoltre presenti per l'occasione Edoardo Zanchini, vice presidente nazionale Legambiente e Marco Mari, vice presidente nazionale Green Building Council Italia che sono intervenuti sottolineando gli aspetti virtuosi messi in campo a Ferrara da soggetti pubblici e privati che vanno nella direzione di un concreto rispetto dell'ambiente e una attenzione alla collettività grazie alla destinazione sociale dell'edificio. Nei diversi interventi è emerso come questa azione vada descritta a livello nazionale come uno dei primi esempi di applicazione di normative CAM concepite per il settore pubblico e virtuosamente trasferiti nel settore edilizio privato.

Link utili:
cronacacomune.it

 

Continua a Leggere »
12 gen 2018

1° Forum REGREENERATION - Roma, 17 gennaio

Il 1° Forum ReGREENeration "Rigenerare come valore sostenibile crea valore immobiliare" si terrà a Roma il 17 gennaio 2018 alle ore 9:00-16:30 (Hotel Nazionale - Sala Capranichetta).


Tra la lista dei relatori, molti i personaggi illustri come l'On. Ermete REALACCI - Presidente VIII Commissione Camera dei Deputati, Federico Testa Presidente di ENEA, Giuliano Dall’Ò, presidente di GBC Italia, Paolo CRISAFI - Dir. gen. Assoimmobiliare e molti altri.

L’iniziativa segna l’apertura di "Homo Condòmini Tour 2018" il Roadshow 2018 per l’efficienza energetica degli edifici e collegato ad Habitami, campagna pubblica riqualificazione energetica edifici. 

L'obiettivo? Mettere attorno a un tavolo Istituzioni, Stakeholder, Uffici Studi, Associazioni immobiliari e Associazioni dei consumatori per individuare insieme le forme e gli strumenti più efficaci per far comprendere ai cittadini come la riqualificazione energetica faccia bene all’ambiente, migliori il conto di gestione energetica e accresca sia il valore degli edifici che degli immobili oltre a generare comfort abitativo.

Rigenerare come valore sostenibile è rigenerare come valore immobiliare perché l'efficienza energetica non è un concetto astratto.

 

PARTECIPANO:

Sessione Ambiente e Clima
Stefano CASERINI - Mitigazione dei cambiamenti climatici Politecnico di Milano

Sessione Politica e Ambiente
On Ermete REALACCI - Presidente VIII Commissione Camera dei Deputati
On Serena Pellegrino - VicePresidente VIII Commissione Camera dei Deputati
Sen Gianni GIROTTO - X Commissione Senato
Ivan  STOMEO - delegato ANCI Politica in materia di Energia

Sessione Efficienza Energetica
Federico TESTA - Presidente ENEA
Davide CHIARONI - ViceDirettore Energy & Strategy Group Politecnico Milano
Alessandro NOTARGIOVANNI - Economista dell’Energia
Giuliano DALL’Ò - Presidente Green Building Council Italia
Alessandro BALDUCCI - Presidente Urbanit

Sessione Real Estate
Paolo CRISAFI - Dir. gen. Assoimmobiliare
Maurizio PEZZETTA - VicePresidente Vicario FIMAA
Fabrizio SEGALERBA - Seg. Nazionale FIAIP
Paolo BELLINI - Presidente ANAMA
Rossana ZACCARIA - Presidente Legacoop Abitanti
Francesco BURRELLI - Presidente ANACI
Vittorio FUSCO - Presidente ANAPI

Sessione Cittadini Consumatori
Luisa CRISIGIOVANNI - Seg. gen Altroconsumo
Emilio VIAFORA - Presidente Federconsumatori
Francesco LUONGO - Presidente Movimento Difesa del Cittadino
Carlo DE MASI - Presidente Adiconsum

MODERANO
Marco MARCATILI - Economista e Responsabile Sviluppo di Nomisma
Giovanni PIVETTA - Responsabile Habitami e Homo Condòmini Tour 2018

SALUTI
Mario AGOSTINELLI - Presidente Energia Felice
Cristiana CERUTI - Ceo Tabula Rasa


Scarica qui il programma.

 

È prevista la diretta streaming dalle ore 9:30 su Facebook Canale Energia e sul sito canaleenergia.com (Media Partner)

Il 2° Forum si terrà presso la sala Falck di Assolombarda a Milano il 30 gennaio 2018, ore 9:00 - 16:30.

 

Per maggiori informazioni:
sito - info@homocondominitour.it

Continua a Leggere »
10 gen 2018

Soluzioni per l’edilizia ad alta efficienza - Venezia, 19 gennaio

GBC Italia patrocina il seminario: "Soluzioni per l’edilizia ad alta efficienza. L'integrazione edificio impianto" che si terrà a Venezia venerdì 19 gennaio. Tra i relatori il nostro Vicepresidente Marco Mari.

Il seminario vuole approfondire il sistema costruttivo per edifici residenziali per mezzo di sistemi assemblati in X-Lam: edifici sismo-resistenti, ad elevato risparmio energetico prodotti industrialmente abbinati a soluzioni innovative in pompa di calore standardizzate e ad elevate prestazioni.

Seminario gratuito

Venerdì, 19 gennaio 2018 alle 14.30-18.30
Venezia,
Università IUAV Venezia - Sestriere Santa Croce, 191
Aula Magna - Area Tolentini

Crediti formativi per Architetti e Ingegneri Periti Industriali 4CF e Geometri 2CF


Destinatari
Professionisti del settore edilizio Architetti, Ingegneri, Geometri, Periti, Studenti e Perosone Interessate.

Obiettivi
Obiettivo del seminario dimostrare come sia possibile oggi costruire bene, in modo sostenibile con bassissimo impatto ambientale e a bassissimi costi di gestione. A tal scopo saranno anche presentati, ai professionisti del costruire ed alla comunità, modelli già realizzati di edilizia ad alta efficienza energetica. In particolare verrà approfondito un esempio realizzato all’interno del territorio di Sottomarina.

Contenuti
I sistemi costruttivi standardizzati così concepiti consentono livelli di performance elevatissimi abbattendo i costi sui tempi di cantiere ed sui noli, garantendo i risultati, evitando sovrapposizioni ed errori. Attraverso la “Case History - Sottomarina” sarà possibile capire più concretamente le peculiarità delle scelte di progetto: una sessione pratica dove, a cantiere “aperto”, presenta una opportunità unica poter visionare come sia stato possibile raggiungere tali obiettivi.

Scarica la brochure del seminario.

La partecipazione è gratuita previa registrazione online.

 

Continua a Leggere »
09 gen 2018

Rinnova il tuo impegno per un futuro più sostenibile. Rinnova la quota associativa a GBC Italia!

Già da ora è possibile rinnovare la quota associativa 2018 che puoi comodamente pagare attraverso carta di credito o bonifico bancario, dopo aver eseguito l’accesso sul portale di GBC Italia tramite login e password assegnate al momento dell’iscrizione.


Brevi istruzioni sul rinnovo della quota associativa:

  1. Accedi all'area riservata cliccando su "Il tuo account".
     
  2. Clicca su "Pagamento Quota associativa anno 2018".
     
  3. Aggiorna i campi "Categoria da statuto" e "Fatturato" se variati rispetto all'anno precedente.
     
  4. Effettua il pagamento:
           UNICREDIT BANCA
           BIC: UNCRITM10FT
           IBAN: IT 23 E 02008 20802 000104723604

 

Per indicazioni più dettagliate, ti invitiamo a consultare il seguente documento.


Approfitta per rinnovare subito la quota. GBC Italia ti aspetta con un intenso programma di eventi su tutto il territorio italiano e un network di professionisti e aziende che rappresentano i migliori player dell'edilizia sostenibile.

Per qualsiasi necessità o ulteriori chiarimenti, non esitare a contattare la segreteria di GBC Italia: segreteria@gbcitalia.org
 

Termine ultimo per il rinnovo della quota è il 31 marzo 2018. 

Continua a Leggere »
09 gen 2018

L’Europa vuole modificare le norme bancarie per incentivare i green building

Gli sforzi per ridurre le emissioni del parco edilizio europeo stanno ricevendo un notevole impulso: la Commissione Europea sta valutando la possibilità di ridurre i requisiti patrimoniali per le banche per premiare coloro che investono in edifici energeticamente efficienti.


Al vertice One Planet tenutosi a Parigi il mese scorso, Valdis Dombrovskis, vicepresidente e capo dei servizi finanziari della Commissione europea, ha affermato che l'uso del capitale privato è essenziale per aiutare l'UE a ridurre le emissioni di carbonio del 40% entro il 2030.


Ha rimarcato che la Commissione sta attualmente valutando proposte per ridurre i requisiti patrimoniali per gli investimenti “verdi”, che potrebbero essere un forte incentivo per le banche per dirigere il capitale ad investire su edifici ad alta efficienza energetica:


"Questo potrebbe essere fatto in una prima fase riducendo i requisiti patrimoniali per determinati investimenti che rispettino il clima, come i mutui per l’efficienza energetica o le auto elettriche", ha affermato.


La dichiarazione arriva dopo che la rete regionale europea (ERN) del WorldGBC e i suoi partner hanno presentato in ottobre una nuova ricerca per la creazione di mutui per l’efficienza energetica. La pubblicazione aiuterebbe le banche a identificare gli edifici green che rappresentano anche un rischio inferiore del credito, consentendo loro di premiare chi compra o riqualifica gli edifici, con tariffe preferenziali o finanziamenti aggiuntivi.


La ricerca fa parte del "Piano di azione per i mutui per l’efficienza energetica" finanziato dall'UE con il programma Horizon 2020 (Energy Efficient Mortgages Action Plan - EeMAP).
L'iniziativa mira a sviluppare linee guida per le banche che desiderano svolgere attività pilota su mutui ipotecari per immobili efficienti dal punto di vista energetico e a raccogliere dati sulla loro performance finanziaria. Si spera che la fase di test, che incomincerà nell’estate 2018, possa fornire alla Commissione europea e agli enti di regolamentazione per le banche, le prove necessarie per applicare requisiti inferiori ai capitali sui prestiti per agli edifici più green, e trasmettere questi benefici ai consumatori che scelgono edifici efficienti.


Mentre le agenzie di rating del credito come Moody's hanno espresso preoccupazione riguardo alla riduzione dei requisiti patrimoniali per le operazioni green, il recente rapporto EeMAP Una revisione degli indicatori di prestazione edilizia che influiscono sul rischio di credito ipotecario dimostra che le performance dell'edilizia sostenibile possono migliorare attivamente il profilo di rischio di un bene.


Inoltre, analizza attentamente le future tendenze normative in materia di edilizia sostenibile che potrebbero influire sul valore delle attività o sulla valutazione degli edifici, una zona di interesse chiave per le agenzie di rating.


Stephen Richardson, responsabile tecnico di ERN per EeMAP, ha dichiarato:

"I mutui verdi sono un tema caldo in Europa in questo momento e il sostegno espresso dalla Commissione è un grande incentivo per le banche e gli altri attori a impegnarsi nella fase pilota dell'iniziativa EeMAP. I Green Building Council in tutta Europa sono pronti ad aiutare banche e investitori interessati a navigare nel panorama tecnico e normativo dei green building nei diversi mercati nazionali, e in primavera verranno presentate una serie di linee guida per il mercato ".


Recenti ricerche del Regno Unito che ha introdotto standard energetici minimi per le proprietà private in affitto, forniscono prove evidenti del fatto che l'utilizzo dei Certificati di Prestazione Energetica potrebbe fornire alle banche una visione molto più accurata della spesa delle famiglie a supporto del calcolo di sostenibilità del mutuo. Secondo questa ricerca, le banche potrebbero giustificare circa £ 4.000 di prestiti aggiuntivi per case sottoposte a una riqualificazione energetica standard, sulla base di valutazioni più accurate dei risparmi energetici previsti.


Per approfondimenti: http://www.worldgbc.org/green-mortgages

________________________________________________________________________________________

 

L’articolo apre una serie di post con cadenza settimanale per divulgare le notizie più interessanti trasmesse dal network di EeMAP (Energy Efficient Mortgage Action Plan) di cui anche GBC Italia fa parte attraverso l'Europe Regional Network del World GBC. Si tratta di una iniziativa europea guidata dalla European Mortgage Federation che intende creare un prodotto finanziario standardizzato a livello europeo: un mutuo per l’efficienza energetica per incentivare i proprietari a migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici attraverso condizioni finanziarie favorevoli di un mutuo collegato ad una proprietà altamente efficiente.
 

Continua a Leggere »
22 dic 2017

Arriva il corso sui Criteri Ambientali Minimi per l'Edilizia!

Arriva la nuova proposta formativa di GBC Italia sui Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l'Edilizia. Approfitta della speciale offerta valida fino al 28 febbraio e tieniti aggiornato sulle ultime novità introdotte dai CAM Edilizia!

Il corso fornisce un approfondimento dei criteri ambientali minimi che le amministrazioni pubbliche devono adottare per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici e per la gestione dei cantieri della pubblica amministrazione.

Il corso si struttura in due moduli, base e avanzato, frequentabili separatamente e comodamente online.

Per conoscere il percorso formativo e ricevere maggiori informazioni sul corso è possibile frequentare un seminario di presentazione gratuito della durata di un'ora che si terrà nelle seguenti date:

17 gennaio 2018
21 febbraio 2018
14 marzo  2018

Per informazioni e iscrizioni scrivi a: formazione@gbcitalia.org

________________________________________________________________________________

INFORMAZIONI SUL CORSO:

Obiettivi del corso:
Fornire al professionista e alle pubbliche amministrazioni gli strumenti per gestire i “Criteri Ambientali Minimi”.

Contenuti Tecnici:
Gli acquisti verdi della Pubblica Amministrazione (GPP) sono obbligatori in base all’art. 34 del Dlgs 50/2016 “Codice degli appalti”, che prevedono l’adozione dei “Criteri Ambientali Minimi” o “CAM” contenuti nei documenti approvati, o che verranno approvati in seguito, con i vari Decreti Ministeriali, per ogni categoria di prodotto o servizio. In particolare l’obbligo per le stazioni appaltanti è quello di inserire nei bandi di gara almeno le specifiche tecniche e le clausole contrattuali contenute nei documenti di CAM. Il comma 2 del medesimo articolo sancisce che i CAM siano tenuti in considerazione anche ai fini della stesura dei documenti di gara per l’applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, dando seguito alla raccomandazione, già contenuta nella premessa dei CAM stessi, di inserire nei bandi di gara anche i criteri premianti ivi contenuti. Il corso affronta le problematiche di carattere generale e le specifiche tecniche da inserire nelle varie fasi di gara e di articolazione dell'appalto  si articola in due momenti, base ed avanzato.


Argomenti trattati:
Modulo A: (online, 1 ora)
  • introduzione al percorso formativo relativo ai CAM per istruire i professionisti e la pubblica amministrazione sulla materia. Date disponibili: 17 gennaio / 21 febbraio / 14 marzo  2018

 

Modulo B: (online, 12 ore + 2Q/A con docente)
  • l GPP e introduzione ai CAM
  • Gli Strumenti di gestione ambientale
  • Disposizioni ambientali e contenuti sugli appalti pubblici

Modulo C: (online, 12 ore + 2 Q/A con docente)
  • La relazione tra Codice degli appalti e CAM Edilizia.
  • Applicazione dei CAM alle varie fasi dell'appalto: progettazione/gara/aggiudicazione/contratto/esecuzione
  • CAM Edilizia,approfondimento dei criteri (selezione candidati/gruppi di edifici/specifiche tecniche dell’edificio/componenti in edilizia/cantiere/criteri premianti/clausole contrattuali)


Struttura del corso:
Modulo A
durata 1 ora, spiegazione introduttiva sui CAM.

Modulo B
durata 12 ore, i criteri minimi ambientali negli appalti pubblici (12 ore di corso + 2 ore con il docente una volta terminato il percorso didattico).

Modulo C
12 ore, i criteri minimi ambientali in edilizia (12 ore di corso + 2 ore con il docente una volta terminato il percorso didattico).


Costo del corso:
Modulo A: free
Modulo B: €200,00 + IVA Non Soci, €180,00 + IVA Soci e aderenti chapter
Modulo C: €320,00 + IVA Non Soci, €270,00 + IVA Soci e aderenti chapter

Prezzo promozionale modulo A+B+C acquistati simultaneamente, disponibile fino al 28 febbraio:
Soci e aderenti chapter: €400,00 + IVA
Non Soci: €450,00 + IVA


Docenti:
  • Toni Cellura: Architetto, svolge attività professionale nel settore dei sistemi di gestione energetico-ambientale a favore di PMI, cluster di imprese e Pubbliche Amministrazioni. Esperto dell’Agenzia Nazionale per la Protezione Ambientale (1999-2001) ,dal 2008 è rappresentante del distretto produttivo sull’edilizia sostenibile e risparmio energetico (Ecodomus) riconosciuto dalla Regione Sicilia. Dal 2013 è segretario del Chapter Sicilia di GBC Italia.
  • Maurizio Cellura: Professore ordinario di Fisica tecnica ambientale presso l’Università di Palermo. È socio fondatore e Presidente dell’Associazione italiana LCA e coordinatore del gruppo di lavoro Energie e tecnologie sostenibili”. È membro della Subtask B IEA SHC Task 40 – ECBCS Annex 52.
Continua a Leggere »
22 dic 2017

Il video augurio di Buone Feste del Presidente

Il neo presidente Giuliano Dall'Ò manda gli auguri di buone feste a  tutti i soci di GBC Italia con un video messaggio.

 

 

Gli uffici di GBC Italia resteranno chiusi dal 27 dicembre 2017 al 5 gennaio 2018. Torneremo nuovamente operativi da lunedì 8 gennaio.

 

Continua a Leggere »
20 dic 2017

Il messaggio del Presidente di USGBC a GBC Italia

Mahesh Ramanujam, Presidente e CEO di USGBC e GBCI, manda i suoi saluti e gli auguri di buon lavoro ai soci di GBC Italia e alla nuova leadership del presidente Giuliano Dall’Ò, rimarcando la stretta partnership che unisce i due GBC.

 

Continua a Leggere »
18 dic 2018

È disponibile il report annuale del World GBC

È disponibile per il download il report annuale del World Green Building Council del 2016 -2017 che dà evidenza dei principali risultati raggiunti dall'organizzazione e dalla rete globale dei Green Building Council.

Il report descrive i progressi dell'ultimo anno con la creazione dei referenti territoriali per le cinque regioni e la leadership di pensiero e di influenza globale attraverso i progetti internazionazionali.


Il network del World GBC è riuscito a raggiungere un potenziale di circa 24 milioni di persone con la World Green Building Week 2017. Iniziativa a cui ha partecipato anche GBC Italia con numerose iniziative su tutto il territorio italiano.

All’interno del rapporto si trovano alcune numeri chiave:

- 5 nuove certificazioni di net zero building  lanciate attraverso il nostro progetto Advancing Net Zero
- 1,24 miliardi di mq di superficie di green building certificata in tutto il mondo dai Green Building Council
- 5 referenti regionali di riferimento per la leadership territoriale del WorldGBC
- 8 strategie di riqualificazione nazionali lanciate in Europa, con il supporto del progetto BUILD UPON
- 31 paesi apportano modifiche alla politiche in materia di edilizia sostenibile a livello locale, regionale o nazionale, con il contributo dei GBC.

 

Scarica qui il report:

 

Continua a Leggere »
15 dic 2017

Decarbonizzazione, economia circolare e l’eccellenza italiana del costruire sostenibile al centro della Convention di GBC Italia
Si è tenuta ieri, 14 dicembre 2017 presso il Politecnico di Milano la Convention di GBC Italia che ha riunito la comunità dei professionisti del green building per discutere del futuro delle costruzioni e più in generale del fenomeno della green economy in Italia e nel Mondo. Oltre 100 le persone presenti provenienti dal mondo profit, associativo e accademico. Un’intera giornata all’insegna della sostenibilità del costruito che si è conclusa con l’assemblea dei soci guidata dalla nuova leadership di Giuliano Dall’Ò.
 
La giornata si è aperta con un momento di confronto che ha fatto il punto sui cambiamenti in atto sia sul piano nazionale che internazionale.

“GBC Italia ha delle enorme potenzialità, facciamo parte di un network europeo, ma anche del network mondiale del World GBC.” Ha dichiarato Il nuovo presidente di GBC Italia Giuliano Dall’Ò che ha presentato e valorizzato l’associazione con tutte le sue potenzialità. “Il lavoro che portiamo avanti per diffondere la certificazione degli edifici non riguarda semplicemente l’ottenimento di una targa, ma è molto importante per tutto il percorso che i protocolli implicano: il fatto che un cantiere venga organizzato in un certo modo, che ci sia una garanzia e che tutto avvenga in assoluta trasparenza. Dobbiamo, inoltre, passare dall’edificio sostenibile all’abitare sostenibile che comporta una filosofia più ampia.”

“Ci sono tutti gli elementi per un rilancio di GBC Italia perché c’è un clima unitario di persone fortemente formate e preparate – ha dichiarato Gianni Silvestrini, former president di GBC Italia - Dobbiamo lavorare unitamente per raggiungere gli obiettivi ambiziosi indicati dalla Strategia Energetica Nazionale che ha inserito il tema della Deep Renovation, la riqualificazione spinta degli edifici. Il tema verrà ulteriormente sottolineato nel programma Clima ed Energia che nei prossimi mesi dovrà essere predisposta ed inviata Parigi. Inoltre l’economia circolare pone l’attenzione sui prodotti e gli scarti dell’edilizia. Decarbonizzazione ed economia circolare definiranno i prossimi percorsi virtuosi in cui GBC Italia dovrà svolgere un ruolo molto importante.”
 
Da oltre oceano arrivano anche gli auguri di buon lavoro di Mahesh Ramanujam, Presidente USGBC GBCI che manda i suoi saluti alla nuova leadership del presidente Giuliano Dall’Ò, rimarcando la stretta partnership che unisce i due GBC.
 
Molti i relatori che si sono susseguiti nella tavola rotonda che è stata moderata da Marco Mari, Vicepresidente di GBC Italia. “L’Italia è un Paese competitivo riconosciuto a livello mondiale per la innata propensione alla qualità e la bellezza dei dettagli – ha dichiarato Marco Mari durante la moderazione del tavolo – Forse non tutti sanno che l'Italia è uno tra i Paesi più avanzati del G20 per quanto riguarda le tecnologie, i servizi e la gestione dell'energia e dell'ambiente. Il green building italiano si distingue per eccellenza. Il mercato dei green building muove un triliardo di dollari nel mondo e sta continuando a crescere anche in Italia.”

 
Molti i temi toccati nella tavola rotonda: dai Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia alla mobilità sostenibile e intermodale; dal restauro sostenibile attraverso il protocollo di certificazione per gli edifici storici GBC Historic Building alle buone pratiche del territorio di Milano e del Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia.
Sono intervenuti alla tavola rotonda: Silvano Falocco (Direttore Fondazione Ecosistemi), Mauro Irti (Ance l’Aquila - Commissione Innovazione Tecnologica e Bioedilizia), Gloria Zavatta (Comune di Milano - Direttore AMAT), Andrea Grilletto (Direttore Assorestauro), Lorenzo Radice (Ferrovie dello Stato Italiane - Responsabile Sostenibilità) e Mauro Roglieri (Segretario Chapter Veneto Friuli Venezia Giulia di GBC Italia).
 
Con ognuna delle organizzazioni invitate, in un clima costruttivo e di reciproca stima, sono stati identificati i prossimi passi operativi per estendere le attuali collaborazioni e introdurre le importanti competenze della community GBC Italia in tanti prossimi gruppi di lavoro e commissioni dedicate alla green economy.

 
La sezione della mattina si è conclusa con la Cerimonia di Premiazione dei GBC Italia Awards 2017. Una celebrazione che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti. Un’occasione per conoscere le eccellenze del costruire sostenibile e la community dei green builders. I progetti proclamati vincitori sono:
 
  • Per la categoria Leadership in Green Building Design e Performance il premio è stato conferito a Manens Tifs per il Nuovo Centro Direzionale Lavazza che si trova a Torino, certificato LEED 
     
  • Nella categoria Leadership di Impresa e Sostenibilità si è contraddistinta Habitech per la costante attenzione alle tematiche ambientali e di edilizia sostenibile che mette in pratica con programmi di Corporate Social Responsability.
     
  • Per la categoria Leadership in Green Building nel settore pubblico è stato proclamato vincitore il Comune di Orio al Serio candidato dal socio Marchingenio con il progetto GREEN INNOVATION PARK. Un progetto di riqualificazione di un’area abbandonata e degradata che vuole essere restituita alla cittadinanza, creando una piattaforma verde sostenbile e ludica.
     
  • Il Premio Mirna Terenziani dedicato alle donne della comunità di Green Building Council Italia è stato assegnato a Donatella Diolati dell’Università di Ferrara con il progetto LANDSCAPEBIM che trasferisce l'utilità del BIM Building Information Modeling nell’ambito della rigenerazione e pianificazione urbana.
     
  • ll Premio Chapter dell’Anno è stato assegnato alla squadra dei soci del Chapter Lombardia. La sezione territoriale lombarda di GBC Italia si è impegnata su più fronti: dall’organizzazione di eventi alle attività di advocacy; dalla formazione alla firma di numerose partnership con enti e associazioni del territorio; il tutto senza tralasciare l’aumento del numero dei soci e le attività di comunicazione. Ha ritirato il premio il segretario del Chapter Alessandro Lodigiani

Per approfondimenti sui progetti premiati clicca qui.
 
L’evento è stato anche l’occasione per annunciare una ulteriore novità: il premio leadership in green building nel settore pubblico il prossimo anno sarà intestato alla memoria del fondatore ed ex presidente Mario Zoccatelli, come riconoscimento dell’incredibile operato svolto nello sviluppo della community italiana del green building.
 
La convention si è chiusa nel pomeriggio con l’assemblea riservata ai soci. Il nuovo presidente Giuliano Dall’Ò, e il Vicepresidente Marco Mari, in carica da poco più di un mese hanno guidato insieme agli altri consiglieri del Comitato Esecutivo tutte le attività che GBC Italia sta portando avanti in un clima sereno, unitario e propositivo per raggiungere i nuovi e sfidanti obiettivi del prossimo triennio.
 

 
Continua a Leggere »
15 dic 2017

Proclamati i vincitori dei GBC Italia Awards 2017

Le migliori iniziative italiane di edilizia sostenibile sono state premiate ieri, 14 dicembre 2017 al Politecnico di Milano.
Una celebrazione che ha dato evidenza dei lavori e della crescita del movimento green dell’edilizia sotto più fronti. GBC Italia ha proclamato i vincitori dei GBC Italia Awards 2017 per i seguenti premi:

 

Vincitore Categoria Leadership in Design & Performance
Nuovo centro direzionale Lavazza
Manens-Tifs | Torino

 

Premio ritirato daFabio Viero- Manens Tifs
Nella foto da sx: Fabio Viero; Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC Italia

Progetto certificato: LEED
Data di completamento del progetto: Dicembre 2016
Proprietario del progetto: Luigi Lavazza S.p.A.
Progetto Architettonico:Cino Zucchi Architetti
Progetto Urbanistico: Studio Picco Architetti
Progetto aree verdi: Cino Zucchi Architetti con Camilla Zanarotti,
Progetto strutturale: AI Studio s.r.l..
Progetto impianti elettrici e speciali: Manens-Tifs s.p.a, Verona
Progetto impianti termomeccanici: Manens-Tifs s.p.a, Verona
Consulenza LEED in fase di progettazione e costruzione per il Committente: Manens-Tifs s.p.a.
Fase di strip-out, Demolizioni, Scavi e fondazioni: General Smontaggi / Fondamenta s.r.l.
Fase Costruzione, General Contractor: Colombo Costruzioni S.p.A.
Consulenza LEED per General Contractor: Greenwich s.r.l.
Direzione Lavori: Studio ATI3
Direzione Lavori LEED: Studio ATI3 / Elena Neirotti
Commissioning LEED Avanzato: Pond & Robinson, prof.ing. Marco Filippi, Onleco s.r.l.

Il nuovo centro direzionale Lavazza, denominato “Nuvola” sorge nel quartiere Aurora di Torino, nell’area precedentemente occupata da una centrale Enel. Il progetto è certificato secondo lo standard LEED Italia Nuove Costruzioni e Ristrutturazioni v2009.
La scelta di costruire la nuova sede Lavazza in un’ex area industriale da riqualificare risponde alla volontà dell’azienda di investire sul territorio torinese, attraverso un processo innovativo, orientato al dialogo con la cittadinanza e a valori di sostenibilità ambientale. Un intervento edilizio progettato e costruito in ottica ecofriendly riduce infatti lo sfruttamento delle risorse energetiche esauribili e contiene l’inquinamento, diminuisce il quantitativo di rifiutismaltiti in discarica, contiene i costi di gestione e migliora il comfort per gli utenti. Molti sono gli aspetti progettuali sostenibili del nuovo centro direzionale Lavazza: il sistema di ventilazione e climatizzazione che consente risparmi sia sul raffrescamento che sul riscaldamento, il sistema di sfruttamento della luce naturale che permette di risparmiare energia elettrica e migliorare la qualità dell’ambiente visivo, l’involucro edilizio performante caratterizzato da schermature in facciata, le coperture verdi, che aumentano l’isolamento termico e permettono di recuperare l’acqua piovana e ridurre l’effetto isola di calore, i pannelli solari fotovoltaici che producono energia elettrica e le pompe di calore reversibili che producono energia termica e frigorifera per il condizionamento invernale ed estivo.

Approfondimento del progetto | Foto

________________________

Vincitore Categoria 2: Leadership d’Impresa e Sostenibilità
Habitech

 
Premio ritirato da. Micol Mattedi, Habitech
Nella foto da sx: Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia ; Micol Mattedi; Giuliano Dall’Ò, Presidente GBC  Italia.

Habitech - Distretto Tecnologico Trentino per l’Energia e l’Ambiente rappresenta da oltre un decennio un polo di eccellenza nazionale per l’edilizia sostenibile riconosciuto dal MIUR. Habitech promuove e coordina processi innovativi di efficientamento degli edifici e dei patrimoni immobiliari attraverso diverse attività specialistiche: audit energetici, assessment di sostenibilità, retro-commissioning e modellazione energetica in regime dinamico. I programmi di Corporate Social Responsability e di analisi delle strutture offerti ai clienti vengono direttamente testati sulla realtà interna aziendale. La Mission di Habitech è la trasformazione del mercato delle costruzione attraverso i driver di innovazione e sostenibilità, intesa non solo come leva per l’efficientamento del sistema edificio, ma anche come driver sociale per le zone urbane e per i propri dipendenti: per questo Habitech è certificata B Corp e Family Audit.  Habitech concorre inoltre alla promozione di metodi di mobilità alternativi: le trasferte in auto dei dipendenti sono gestite tramite la cooperativa Car Sharing Trentino e in alternativa in treno. I pendolari Habitech organizzano i viaggi quotidiani tramite il sistema del car pooling – estendendolo agli altri utenti degli edifici limitrofi.

Approfondimento

________________________

Vincitore Categoria 3: Leadership in Green Building nel Settore Pubblico
Green Innovation Park 
Comune di Orio al Serio (BG)


Premio ritirato da Massimiliano Mandarini, Marchingenio – socio GBC Italia proponente del progetto.
Nella foto da sx: Prof. Davoli –UNIFE vincitore edizione 2016; Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia; Massimiliano Mandarini; Giuliano Dall’Ò; Presidente GBC Italia.

Ente pubblico candidato: Comune di Orio al Serio
Denominazione della politica/e, legge/i, ordinanza/e, iniziativa/e: GREEN INNOVATION PARK
Data/e Di implementazione: Inaugurato ad aprile 2016
Socio Proponente: Marchingenio

Il Green Park di Orio al Serio è un nuovo parco innovativo progettato quale modello di comunità sostenibile a misura di tutta la cittadinanza, dai bambini, agli anziani, dai diversamente abili ai giovani e alle donne, andando incontro ai nuovi bisogni e funzioni dello spazio pubblico contemporaneo.
Il Progetto nasce dalla volontà dell'amministrazione del Comune di Orio di riqualificare un' area abbandonata e degradata, restituendola alla cittadinanza, creando una grande piattaforma verde sostenibile e ludica ad integrazione del parco urbano esistente, parco sul quale si affacciano tutti i servizi pubblici dal comune, alla biblioteca, alle scuole e alle area residenziali, definendo in questo modo un modello di eco-quartiere.
Icona del Green Park di Orio al Serio è il Pavilion: un' architettura ipogea pensata e modellata per integrarsi nella morfologia del terreno del parco, progettata secondo i principi fondamentali del Green Building integrando il costruito del Pavilion nella natura e nel verde. La struttura internamente ed esternamente è rivestita da un materiale fotocatalitico di ultima generazione, che depura l’ambiente neutralizzandone l’88,8% degli agenti inquinanti e il 99,9% dei batteri, il tutto grazie all’energia della luce.
Un altro elemento caratterizzante è la presenza della piazza antistante al Pavilion in pietra locale a Km zero, estensione del costruito per dimensione e forma, che vede al suo interno una cascata d'acqua, sedute a forma di ali di aereo, e la presenza di un prototipo di albero solare tecnologico Tree multifunzionale con sistema di ricarica per auto e bici elettriche.

candidaturafoto

________________________

Vincitrice Premio Mirna Terenziani 2017
Donatella Diolaiti
Università di Ferrara | Progetto Landscapebim

 
Premio ritirato da Donatella Diolaiti, Università di Ferrara | Nella foto da sx: Marco Brugo –Ai Engineering; Giorgia Lorenzi vincitrice edizione 2016; Marco Mari, Vicepresidente GBC Italia; Donatella Diolaiti; Giuliano Dall’Ò; Presidente GBC Italia.

Il concetto di base del LanscapeBim sta nel trasferire le utilità del BIM Building Information Model nell’ambito della rigenerazione e pianificazione urbana e territoriale il processo di modellazione informativa non si limita agli edifici e alle infrastrutture ma si completa aggiungendo a queste informazioni, il Paesaggio con tutte le sue componenti naturali ed antropiche, così come raccomandato nella Convenzione Europea del Paesaggio. LandscapeBim è’ il primo metodo di valutazione della sostenibilità del Paesaggio rilasciato in modalità interoperabile. E’ rilasciato in modalità open source per garantire la partecipazione della Comunità. Facilita i decisori pubblici e privati nell’amministrare il benessere della Comunità. Rappresenta il più originale ed innovativo modo di praticare la tecnica di progettazione partecipata Charrette.

Approfondimento del progetto
________________________

 

Vincitore Premio Chapter dell'anno 2017
Chapter Lombardia

 

Premio ritirato da Alessandro Lodigiani, segretario del Chapter Lombardia - Duff & Phelps
Nella foto da sx: Eleonora Sablone consigliere GBC Italia; Marco Mari Vicepresidente GBC Italia; Alessandro Lodigiani; Giuliano Dall’Ò; Presidente GBC Italia.

ll Premio Chapter dell’Anno è stato assegnato alla squadra dei soci del Chapter Lombardia, il cui numero raggiunge quota 93.
La sezione territoriale lombarda di GBC Italia si è impegnata su più fronti: dall’organizzazione di eventi alle attività di advocacy; dalla formazione alla firma di numerose partnership con enti e associazioni del territorio; il tutto senza tralasciare l’aumento dei soci e le attività di comunicazione. Ha ritirato il premio il segretario del Chapter Alessandro Lodigiani.
 

Continua a Leggere »
11 dic 2017

Il green building italiano si distingue per eccellenza

Forse non tutti sanno che l'Italia è uno tra i Paesi più avanzati del G20 per quanto riguarda le tecnologie, i servizi e la gestione dell'energia e dell'ambiente.


In Italia il mercato dell'edilizia sostenibile continua ad assorbire grosse quote di mercato raddoppiando ogni tre anni, come avviene per il trend globale. Oggi contiamo più di 6 miliardi di valore in opere che seguono i protocolli energetico ambientale e, anche se siamo ancora lontani dai 3 miliardi di metri quadri certificati globalmente, stiamo crescendo a ritmo costante.


Questa crescita è guidata da un lato dai requisiti normativi sempre più stringenti di riduzione delle emissioni di CO2  e dalle direttive dei Green Public Procurement introdotte dal Ministero per l'Ambiente italiano con i Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia (CAM Edilizia); dall'altro lato da una sempre maggiore adozione di schemi di certificazione volontari come LEED-GBC che garantiscono di vivere in un ambiente costruito più sostenibile e sano. Questa spinta  ha portato ad un corrispondente aumento della portata e delle dimensioni del mercato dei materiali da costruzione sostenibili.


Con oltre 10.350 produttori di materiali da costruzione, l'eccellenza italiana nei materiali ecologici e nelle tecnologie sostenibili, che va dalle finiture per interni ai componenti per facciate, dai mobili alle tecnologie per i servizi di costruzione, è riconosciuta a livello mondiale. È significativo il fatto che la maggior parte dei progetti certificati LEED in Italia abbiano ottenuto il livello GOLD o PLATINUM, i più alti livelli di certificazione raggiungibili.


Un forte know-how su tematiche legate alla sostenibilità e le nuove tecnologie digitali sono alla base del successo italiano e collocano il green building italiano e il mercato dei prodotti green tra i protagonisti globali dell’Industria 4.0 e della Green Economy.


Le ragioni di questo successo risiedono nella tipica propensione italiana di attenzione per la qualità, la bellezza dei dettagli e la tecnologia, ma soprattutto nel duro compito che gli italiani hanno ereditato per preservare e mantenere l'Italia come il Paese più bello del mondo. L’Italia è infatti il primo Paese ad aver  sviluppato un protocollo di valutazione per gli edifici storici: GBC Historic Building che promuove il restauro e la riqualificazione degli edifici storici nel rispetto dell’ambiente e nell’interesse collettivo di salvaguardia dell’immenso patrimonio monumentale che possediamo.


Sono orgoglioso di far parte di GBC Italia in qualità di Vicepresidente per guidare il settore delle costruzioni italiano verso la sostenibilità in collaborazione con enti internazionali come USGBC e il World GBC.
Il 14 dicembre sarà l’occasione per discutere questi temi insieme ad alcuni importanti protagonisti del settore.  Non mancate questo importante appuntamento.

Marco Mari
Vicepresidente GBC Italia

Qui sotto il messaggio del Vicepresidente per la Ricostruzione Post Sisma del Centro Italia

Continua a Leggere »
06 dic 2017

Convention GBC Italia a Milano, 14.12.2017

La Convention di GBC Italia si svolgerà nell’Aula Auditorium del Politecnico di Milano in via Pascoli 53, giovedì 14 dicembre.

I soci e chiunque fosse interessato a conoscere l’associazione, potranno incontrarsi e confrontarsi sul tema dei green building in Italia e nel mondo. La convention sarà un’occasione utile per approfondire conoscenze, creare rete tra aziende, sviluppare nuovi business e nuove relazioni.


La giornata sarà ritmata da diversi appuntamenti che avranno luogo a partire dalle 10:30. Il Workshop del mattino aperto a tutti si concluderà con la Cerimonia di Premiazione dei GBC Italia Awards 2017.
Seguirà un Light Lunch come momento conviviale e di aggregazione, riservato ai soci, per proseguire la giornata e riunirsi nell’Assemblea Istituzionale.


PROGRAMMA IN BREVE

10:30 
Lo scenario nazionale e internazionale dei green building: il contributo di GBC Italia

Un momento di confronto aperto a tutti per fare il punto sui cambiamenti in atto, sia sul piano nazionale che internazionale, e sulle attività che GBC Italia sta portando avanti nei diversi tavoli. Il workshop sarà l’occasione per un aggiornamento sulle esperienze in corso e per la riflessione sulla naturale evoluzione dell’associazione verso un modello più aderente alle istanze di un mercato del green building particolarmente dinamico. 

12:30 
GBC Italia Awards 2017
(vedi tutte le candidature qui)

13:30
Light Lunch (riservato ai soci e ai relatori)

14:00-16:00
Assemblea dei Soci (riservato ai soci)

 

Scarica qui il programma completo della giornata.

Iscriviti qui per partecipare


Per maggiori informazioni: eventi@gbcitalia.org

Continua a Leggere »
06 dic 2017

Andrea Valentini è il nuovo segretario del Chapter Marche

Martedì 5 dicembre è stato eletto dai soci marchigiani il nuovo segretario della sezione territoriale delle Marche di GBC Italia: l’architetto Andrea Valentini che rimarrà in carica per i prossimi tre anni.

Sono onorato di questo nuovo incarico e della fiducia accordatami dai soci - dichiara Andrea Valentini Ringrazio chi mi ha preceduto per la collaborazione e la disponibilità manifestata. Spero nella collaborazione di tutti i soci, specialmente in questa congiuntura della ricostruzione Post Sisma in cui le Marche hanno un alto potenziale di crescita sia per la qualità del tessuto imprenditoriale sia per le professionalità esistenti nel mondo della ricerca, delle università e delle associazioni, per diventare insieme attori importanti nella trasformazione del mercato delle costruzioni.
  

Andrea Valentini si è laureato allo IUAV di Venezia nel 1986. Ha focalizzato la propria esperienza professionale nell'ambito della sostenibilità energetico ambientale maturando esperienza nello sviluppo immobiliare, dalla fase progettuale a quella esecutiva e di project management. Ha conseguito l’accreditamento professionale LEED® AP BD + C ed è USGBC Pro Reviewer. Professionista accreditato GC HB AP e GBC HOME AP per la sostenibilità energetico ambientale degli edifici storici e residenziali, è anche formatore di Green Building Council Italia.

Continua a Leggere »
04 dic 2017

LEVEL(S) -Webstreaming del workshop a Bruxelles

Collegati al webstream del workshop di LEVELS che si tiene oggi a Bruxelles.

Il web streaming inizia alle 11.00 e termina alle 15.00 (ora locale di Bruxelles).

GUARDA DAL VIVO il workshop cliccando qui

La sessione di break-out e la sessione conclusiva verso la fine della giornata non saranno trasmesse via web ma saranno riassunte nel rapporto della conferenza, che sarà reso disponibile sul sito web della conferenza alcune settimane dopo l'evento.
 

Programma:

11:00 - 11:20 | Session 1: Opening Speeches

Buildings Role in the Circular Economy :

  • Sirpa Pietikäinen, Member of European Parliament


Level(s) – Moving the Building Sector Towards a Circular Economy:

  • Pascal Eveillard, Deputy VP Sustainable Development, Saint-Gobain
     

11:20 - 12:20 | Session 2: How Market Leaders are Preparing to Test Level(s): The Challenges and Opportunities

Knauf Insulation Project in Skofja Loka, Slovenia: Working with DGNB, Level(s) and Government :

  • Vincent Briard, Sustainability & Product Regulatory Affairs Director, Knauf Insulation


Skanska’s Approach to Testing Level(s)

  • Anna Åkesson, Senior Environmental Manager, Skanska AB


The European Bank for Reconstruction and Development’s Green Economic Transition Approach: The Role Level(s) May Play :

  • Alexander Hadzhiivanov, Associate Director, Sustainable Resource Investments, Energy Efficiency & Climate Change, EBRD (European Bank for Reconstruction and Development)


How Architects are Preparing for Level(s) :

  • Dr Peter Andreas Sattrup, Senior Adviser, Sustainability, Danish Association of Architectural Firms


Q&A with Audience
 

12:20 - 13:10 | Session 3: Lessons from Certification Tools and How Level(s) is Being Integrated Into Them

DGNB 2017: Including the Circular Economy and Level(s) :

  • Dr Anna Braune, Director of Research and Development, DGNB


Panel Discussion with representatives from :

  • [BREEAM]: Alan Yates, Technical Director, Sustainability, BRE Global Limited
  • [DGNB]: Dr Anna Braune, Director of Research and Development, DGNB
  • [HPI]: Pat Barry, CEO, Irish Green Building Council
  • [HQE]: Sylviane Nibel, Senior R&D Engineer, Scientific and Technical Centre for Building
  • [VERDE]: Bruno Sauer, CEO, Green Building Council España
     

14:00 - 15:30 | Session 4: Applying Level(s) to Your Project

Key Objectives of the Testing Phase :

  • Josefina Lindblom, Policy Officer, DG Environment, European Commission


Level(s) – The Indicators, the 3 Levels and Practical Case Studies :

  • Nicholas Dodd, Joint Research Center, European Commission
  • Q&A with Audience


What Technical Support will be Provided for Organisations Testing Level(s)? :

  • Nicholas Dodd, Joint Research Center, European Commission
  • Q&A with Audience


Post-Testing: The Vision for How Level(s) Supports Market Growth :

  • James Drinkwater, Director, World Green Building Council (Europe Regional Network)
  • Interactive Session with Audience

 

Visit the forum website for more details.

 

Continua a Leggere »