Skip to Content


 /documents/20182/482209/gbc_news_editoriale.jpg/5892e06c-9c46-4d0b-b883-6ae9a510bcb2?t=1535731065876
31 Aug 2018

Una settimana per diffondere il verbo della sostenibilità

Editoriale di Giuliano Dall'O', Presidente di GBC Italia

Un valore aggiunto importante per la nostra comunità è la consapevolezza di far parte di una rete internazionale dei GBC, il Word Green Building Council, attraverso la quale è possibile mettere a fattor comune gli sforzi per accelerare il cambiamento nel settore delle costruzioni verso modelli a maggiore valenza ambientale.


Appartenere a questa rete vuol dire attivare in modo permanente un confronto con altre realtà come la nostra, scambiando esperienze sia sul piano dell'innovazione tecnologica sia su quello della governance politica ed economica.
Le azioni del nostro GBC vengono promosse a più livelli: un livello nazionale, che valorizza anche le culture locali del costruire sostenibile, ed un livello internazionale indispensabile per rafforzare il movimento del green building.
Alcune iniziative internazionali hanno la capacità di coinvolgere contemporaneamente più di 70 Green Building Council distribuiti nel mondo con i loro 49.000 membri lanciando messaggi forti. Una di queste, che ci vede già impegnati a livello organizzativo da qualche mese, è la World Green Building Week (24-30 settembre), la settimana mondiale dedicata ai green building, iniziativa alla quale siamo tutti invitati a partecipare per diffondere il verbo della sostenibilità.
L'impatto mediatico del WGBW, appunto perché è mondiale, è notevole ed è per questo che l'opportunità di contribuire al suo successo diventa importante per la nostra Associazione e quindi per i suoi soci.


L’edizione di quest’anno è incentrata sulla necessità di rendere più "green" le nostre case, come azione diretta nella lotta al cambiamento climatico. Si può partecipare in vari modi e non mi dilungherò su questo, rimandando alle "istruzioni per l'uso" disponibili qui.


L'aver toccato questo argomento ci offre un interessante spunto di riflessione su ciò che è possibile fare per accelerare il processo di cambiamento nel settore delle costruzioni ed è per questo che ne parliamo. Fino a non molti anni fa l'innovazione verde del progettare e del costruire gli edifici apparteneva ad alcune avanguardie spinte da principi etici mentre il mercato delle costruzioni più tradizionale si muoveva in una direzione diversa: c'era l'Architettura sostenibile e poi c'era l'Architettura, come se la prima fosse una variante della seconda. Il risparmio delle risorse e la riduzione dell'impatto ambientale nei diversi cicli, non solo energia ma anche acqua e rifiuti, diventavano le icone di movimenti ambientalisti praticamente indipendenti dalle logiche dell'economia reale orientata prevalentemente su un profitto di breve e medio termine.


Poi qualcosa è cambiato: l'U.S. Green Building Council  ha avuto la capacità di guardare oltre, proponendo dei modelli complessi, ma relativamente semplici da utilizzare per la valutazione della sostenibilità degli edifici: i protocolli di sostenibilità ambientale. Altre associazioni hanno seguito questo esempio definendo così due obiettivi strategici: la trasformazione di un mercato edilizio "alternativo" a quello standard, ma comunque integrato ai modelli economici reali e soprattutto la diffusione di una cultura del progettare sostenibile che appartenga a tutti e non solo ad una élite di volenterosi e idealisti.


Il mondo delle costruzioni è profondamente cambiato: tutte le nuove case sono molto più efficienti dal punto di vista energetico, lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili è una realtà ed i materiali da costruzione sono sempre più "sostenibili". L'interesse per l'economia circolare, che non viene più vista come una imposizione, ma finalmente come una opportunità di mercato, è una realtà che sta diventando sempre di più elemento attrattore di interessi diffusi.


Alla luce di questi scenari positivi, qual è il senso di questa settimana dedicata al green building? Per chi come noi fa parte di una comunità che si fonda innanzitutto nel promuovere il "green building" senza più distinzioni tra edificio e territorio è molto facile considerare "normali" scelte che dal punto di vista quantitativo rappresentano ancora una percentuale modesta. Nel settore edilizio il nuovo avanza e la qualità è eccellente almeno dal punto di vista dell'efficienza energetica, tuttavia il territorio con il quale ci confrontiamo non è né energeticamente efficiente, né sostenibile dal punto di vista ambientale. Insomma c'è ancora molto da fare e non ci dobbiamo fare illusioni che il cambiamento, senza continue attenzioni e azioni, possa avvenire in modo naturale in tempi brevi.
Da qui la necessità di continuare a parlare di Green Building, di continuare a riportare il tema della sostenibilità in edilizia al centro delle strategie di sviluppo, di recupero e di riconversione dei nostri territori.


La settimana mondiale del Green Building è un momento importante per fare il punto della situazione e una occasione per capire se quello che stiamo facendo è sufficiente o se possiamo fare di più. Il mercato delle costruzioni può cambiare, ci possono essere i protocolli di certificazione e le nuove regole anche cogenti, tuttavia la trasformazione non è completa se il cambiamento non parte da noi, dalle nostre azioni e da un nuovo modo di vivere la sostenibilità. L'edificio "Green" o l'edificio zero energy ovviamente ci aiutano, tuttavia si tratta sempre di strumenti che noi dobbiamo essere in grado di utilizzare con la convinzione che l'abitare sostenibile è un'altra cosa: è il cambiamento verso il quale realmente dobbiamo tendere.


La settimana promossa dal WGBC è una occasione che ci deve vedere tutti impegnati. GBC attraverso la sua struttura valorizzerà i contributi che tutti vorranno fornire. Contributi diversi, ma con un unico obiettivo: diffondere il verbo della sostenibilità.

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/277605/PIC+convegno+Federsco_def.png/a5d49f4e-2951-4b20-915c-2bbba6e7c51a?t=1523886375168
01 Aug 2018

Prestazioni energetiche e sostenibilità degli edifici: intesa strategica tra GBC Italia e Federesco

Definire pratiche e metodologie per l’erogazione e il controllo dei Certificati Bianchi degli NZEB secondo quanto previsto dal D.Lgs. 50/2016. Questo uno degli obiettivi dell’Accordo di collaborazione tra Federesco e GBC Italia presso il GSE lo scorso maggio 2018, in occasione del Convegno: “Prestazioni energetiche e sostenibilità degli edifici. Investire sul miglioramento dell’ambiente costruito”( a questo link si possono scaricare le presentazioni degli interventi del convegno).

Dopo le recenti disposizioni del Ministero dell'Ambiente in merito ai Criteri Ambientali Minimi per l'Edilizia e le novità introdotte del D.Lgs. 50/2016, il DM MiSE di concerto con il MATTM del 11/01/2017 introduce un'importante novità, permettendo agli edifici nuovi o riqualificati che raggiungono prestazioni energetico-ambientali NZEB di ricevere i Certificati Bianchi.

Anche per l'Italia si impone un percorso che trasformi l'attuale patrimonio edilizio da problema a principale opportunità di mercato e crescita di cultura, in direzione della sostenibilità e dell'efficienza energetica, anche mediante l'uso di principali protocolli energetico-ambientali nazionali e internazionali come quelli della famiglia LEED-GBC.

L’accordo, firmato dai presidenti delle due associazioni: Claudio Ferrari (Federesco) e Giuliano Dall’Ò (GBC Italia), prevede inoltre la promozione dei protocolli di sostenibilità per Edifici Storici e attività di formazione per gli operatori, i professionisti, le imprese e le Pubbliche Amministrazioni nel campo della conservazione e riqualificazione del patrimonio storico.

Le due associazioni si impegnano a: sviluppare iniziative (convegni, mostre, seminari, incontri) finalizzate alla promozione della cultura del progetto sostenibile per il patrimonio immobiliare storico; partecipare congiuntamente a programmi di finanziamento nazionali e internazionali; identificare progetti pilota ed eventuali bandi europei finalizzati alla riqualificazione energetica; fornire consulenza alle stazioni appaltanti in merito alla documentazione di gara conformemente ai CAM Edilizia e ai protocolli energetico-ambientali.

“Con questa partnership vogliamo facilitare l’ingresso nel mercato italiano di una nuova cultura del costruire sostenibile alla base degli obiettivi climatici europei, approfondendo le strategie per uno sviluppo sostenibile e il contributo degli edifici al settore dell'efficienza energetica”. Dichiara Giuliano Dall’Ò, Presidente di GBC Italia. “Investire sul miglioramento delle prestazioni degli edifici rappresenta una soluzione di successo per tutti gli stakeholder in gioco: coloro che prestano il denaro, coloro che investono, i consumatori, tutti gli attori della filiera edilizia compresi i produttori di materiali, prodotti e sistemi edilizi ed infine per il clima!”

“Abbiamo la necessità di avviare un importante passaggio culturale che obbligatoriamente deve passare dalla sostenibilità degli edifici e dalle loro prestazioni energetiche affinché si concretizzi la lotta al cambiamento climatico”, ha sottolineato Claudio Ferrari, Presidente di Federesco. “Per onorare gli impegni di riduzione delle emissioni in atmosfera, presi a Parigi nel 2015 durante la COP 21, e limitare l’aumento delle temperature globali a 1,5°C, è necessario un urgente sforzo congiunto di tutti. Le expertise necessarie per rendere concreti i progetti di sostenibilità ed efficienza energetica nell’edilizia, ora, con questo Accordo, sono a disposizione di tutti: pubblica amministrazione, organizzazioni, imprese, condomini, persone”.

Un altro elemento che rafforza la sinergia tra le due associazione è l’adesione reciproca di entrambe le associazioni.

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_news_gb_xfactor_01.jpg/7a81fdb9-dca0-4084-9fbc-e09bcf42f47d?t=1532689560978
27 Jul 2018

Diventa relatore di Greenbuild Europe | Amsterdam, 19-20 marzo 2019

Il 7 settembre è il termine ultimo per candidare una sessione formativa o candidarti come revisore.
 

Sei interessato a partecipare a Greenbuild Europe il prossimo anno? Invia una proposta di sessione o candidati come revisore entro le 17:00 EST  di venerdì 7 settembre.

Greenbuild Europe si svolgerà dal 19 al 20 marzo ad Amsterdam, con workshop formativi il 18 marzo. Questo appuntamento riunisce i professionisti della sostenibilità di tutta Europa per discutere le sfide più imminenti che interessano il Vecchio Continente nello sviluppo sostenibile.

Come candidare una proposta di sessione formativa

Le proposte di sessione devono essere presentate online attraverso questo portale. Puoi iniziare, salvare e tornare alla tua richiesta in qualsiasi momento fino alla scadenza del 7 settembre.

Prima di iniziare la tua candidatura, ti consigliamo di visionare il documento relativo alle proposte di sessioni formative, la guida per la candidatura e il program policies.

Come diventare revisori

I revisori sono indispensabili per mantenere la buona qualità delle sessioni formative. L’attività di revisione è riconosciuta come ore di formazione continua per il mantenimento delle credenziali di LEED AP. Inoltre i revisori hanno diritto a speciali sconti di partecipazione alla conferenza per il lavoro di revisione svolto.

Tutti i candidati interessati devono presentare domanda online. Prima di iniziare la tua candidatura, ti consigliamo di consultare il documento per i revisori.

 

Date utili:

Venerdì 7 settembre —Deadline per la candidatura delle sessioni formative e diventare revisori

Venerdì 14 settembre— Avvisi di notifica per accettazione dei revisori

Lunedì 10 dicembre— Avvisi di notifica per le sessioni formative

 

Per maggiori informazioni:

www.usgbc.org

Email: gbeuroedu@usgbc.org

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_news_lca.jpg/c983a61c-ded1-4d50-9838-94b9e1dbda3a?t=1532428695603
24 Jul 2018

Analisi del ciclo di vita e impronta di carbonio degli edifici. La collaborazione con One Click LCA

One Click LCA e GBC Italia hanno sottoscritto un accordo per divulgare la conoscenza dell’Analisi del ciclo di vita e promuovere pratiche di costruzione sostenibile in Italia. Insieme, GBC Italia e One Click LCA collaboreranno per diffondere la conoscenza su Analisi del ciclo di vita, carbon management, impronta di carbonio, e analisi del costo del ciclo di vita con sessioni informative pubbliche, collaborazioni educative, e promozione di Carbon Heroes, il programma di sviluppo di parametri di riferimento sull’impronta di carbonio in Europa.

L’Analisi del ciclo di vita è parte essenziale dell’edilizia sostenibile: si tratta di un metodo scientifico per misurare l’impronta di carbonio e altri impatti ambientali di un edificio dalla fase di estrazione dei materiali a demolizione e riuso.

Un’altra componente della collaborazione riguarda Carbon Heroes: un programma di sviluppo di parametri di riferimento sull’impronta di carbonio degli edifici che vede già la collaborazione di vari GBC in Europa. Il programma raccoglie dati di performance, di circa mille edifici in Europa, in termini di CO2 equivalente. GBC Italia supporterà il programma affinché sia definito, oltre il benchmark europeo, anche quello nazionale italiano.

“Il mondo dell’edilizia sostenibile è intrinsecamente collegato al ciclo di vita degli asset immobiliari - sostiene il Vicepresidente di GBC Italia Marco Mari, - La nostra associazione opera in modo inclusivo e collabora da sempre con tutte le organizzazioni nazionali e internazionali per promuovere la trasformazione della filiera in direzione della sostenibilità. Siamo felici di questa ulteriore collaborazione con Bionova. La filiera edilizia, e più ancora la filiera dell’ambiente costruito, hanno necessità di strumenti pratici applicabili ed efficaci. Il programma Carbon Heroes sarà un ottimo veicolo per valorizzare le eccellenze nazionali nel mondo.”

Panu Pasanen, CEO di Bionova, la società che ha sviluppato One Click LCA, dichiara che “La collaborazione con GBC Italia è parte integrante dei nostri piani per la promozione dell’edilizia sostenibile. Siamo felici di collaborare per la creazione e diffusione di risorse educative su Analisi del ciclo di vita, edilizia sostenibile, e lo sviluppo di parametri di riferimento per l’impronta di carbonio degli edifici”.

 

Per maggiori informazioni:

www.oneclicklca.com

 

Continua a Leggere »


 /documents/20182/455633/gbc_epbd.jpg/1764bab6-2f3f-460f-ba7d-970c7ebb7eba?t=1531133322536
09 Jul 2018

Consultazione pubblica per la nuova EPBD 2018

L'associazione EuroACE, un'Alleanza tra imprese che sostengono l'efficienza energetica degli edifici, ha recentemente pubblicato un documento che inquadra e commenta i cambiamenti introdotti dalla nuova EPBD 2018 pubblicata nella G.U. dell'U.E. lo scorso19 Giugno.

Il documento, oltre a definire cosa è cambiato rispetto alla versione precedente della Direttiva, sottolinea l'importanza che rivestono le strategie a lungo termine di riqualificazione energetica dell'edificio, ma anche l'importanza del ruolo chiave dei finanziamenti per l'efficienza energetica, della definizione di un Passaporto dell'Edificio, del controllo delle prestazioni degli impianti tecnici degli edifici (TBS) attraverso i sistemi di automazione e controllo degli edifici (BACS) e del monitoraggio delle prestazioni energetiche dell'edificio per perseguire l'obiettivo "energy efficiency first".

Il documento cita tra le best practice due progetti europei in cui GBC Italia è coinvolto in prima linea: il progetto BUILD UPON come esempio eccellente di collaborazione intersettoriale a supporto della creazione di policy partecipate (pag 07) e il progetto EeMAP come iniziativa promettente nell'ambito del finanzamento dell'efficienza energetica (pag.14).

EuroACE ha lanciato una fase di consultazione del documento aperta al pubblico. I commenti al documento potranno essere inviati al seguente indirizzo email: eemap@gbcitalia.org entro il 30 agosto 2018. Seguiranno due call di approfondimento il 31 agosto e il 5 settembre per sviluppare un documento finale  da consegnare entro il 7 settembre 2018 a EuroACE.

 

Continua a Leggere »