Cereda Roberto


Azienda proponente
Lombardini 22 Spa



Classe III

Categoria di statuto
Società professionali e Studi di professionisti associati



Territorio di appartenenza
NORD/OVEST: Piemonte, Valle D’Aosta, Lombardia, Liguria

"La mia volontà principale è quella di ampliare e promuovere il più possibile la diffusione di una cultura dell’edilizia sostenibile. Sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sull’impatto che le modalità di progettazione e costruzione degli edifici hanno sulla qualità della vita dei cittadini è centrale nella mission dell’associazione. Per risultare ancora più pragmatici, è importante sottolineare che l’efficientamento energetico non è solo un atto di dovuta sensibilità nei confronti dell’ambiente, ma anche un veicolo dagli interessanti ritorni economici. La sostenibilità è e deve essere un elemento fondante la strategia d’impresa.

Essenziale è costruire una rete capillare di eventi, iniziative e programmi, strutturati secondo target specifici a cui rivolgerli. Lombardini22 è, in questo senso, disponibile a ospitare momenti di incontro e di condivisione.

Questi eventi sono un volano tangibile per attirare nuovi soci, per analizzare temi, problematiche, opportunità e criticità del nostro mondo e, di conseguenza, per sensibilizzare l’opinione pubblica. L’aggiornamento continuo, inoltre, assicura il mantenimento di elevati standard di qualità al passo con le innovazioni tecnologiche per un futuro più sostenibile.


Da questo punto di vista sono determinato a incentivare programmi di formazione implementando, tra l’altro, i rapporti con enti e università – per esempio con Lombardini22 abbiamo accolto con entusiasmo il programma di alternanza scuola-lavoro del Liceo Frisi di Monza.

Provenendo da una società multisettoriale come Lombardini22, conosco il valore aggiunto della multidisciplinarità delle conoscenze e delle esperienze. Intendo quindi promuovere questa cultura basata sul dialogo e sullo scambio virtuoso di competenze dei diversi professionisti della filiera. Se le tecnologie e gli strumenti informatici ci supportano, è comunque indispensabile che le macchine che costruiamo siano guidate nel modo corretto. È quindi necessario che in un processo di economia circolare siano coinvolti tutti gli attori, in tutte le sue fasi, da quelle di programmazione e analisi, fino a quelle della consegna dell’edificio e delle prime fasi di utilizzo durante le quali gli user sappiano come “guidare” e prendersi cura della propria  macchina correttamente.

In parallelo, è fondamentale promuovere un confronto fertile con enti, aziende, fondi d’investimento per uno sviluppo adeguato di norme, politiche e servizi, aumentando la consapevolezza pubblica e del settore edile sul valore della sostenibilità per le nuove costruzioni e gli edifici esistenti.

Grazie alla mia esperienza nella progettazione mi è chiaro che i vantaggi derivanti dal costruire green nascono solo da una scelta collettiva e consapevole, nella quale aspetti ambientali, economici e sociali si contaminano e si rinforzano a vicenda per creare un ambiente comune più sano."